Newsletter n. 38
20 marzo 2014

Riprendiamo gli aggiornamenti sul lavoro e gli impegni di queste settimane, come sempre concitate e piene di cose da dire. Prima, però, un ringraziamento alle tante persone che sabato scorso hanno partecipato all'incontro di "#OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento" a cui tenevo particolarmente perchè coincideva esattamente con il 'compimento' del primo anno di legislatura. Un anno intenso, pieno di emozioni e di fatti incredibili ed eccezionali; vissuto a pieno ritmo e senza tirare mai il freno. Come è giusto e bello che sia. Colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che mi seguono, mi sostengono, mi criticano (in maniera costruttiva), mi stimolano e mi sopportano. Senza di voi questa esperienza sarebbe impossibile e non avrebbe senso. Ora avanti insieme, con entusiasmo.

ATENE - Come sai, domenica e lunedì sono stato ad Atene per rappresentare il parlamento italiano al summit delle Commissioni economiche di tutti i parlamenti degli stati membri dell'Unione europea. Esperienza molto formativa, di grande interesse per l'importanza degli argomenti trattati (accesso al credito per le piccole e medie imprese, collegamenti infrastrutturali, 'blue economy') e degli interlocutori con i quali mi sono confrontato. In generale è diffusa e unanima l'attesa per ciò che il Governo Renzi sarà in grado di fare e soprattutto per come l'Italia ha intenzione di condurre il proprio semestre di presidenza europea, che partirà il 1° luglio. Sarà una grande occasione per il nostro Paese; lavoreremo per sfruttarla al meglio. Qui un resoconto delle cose che ho detto.

SPIAGGE: RISULTATO CONCRETO - Nell'ambito degli incontri organizzati in occasione del summit, come delegazione italiana abbiamo potuto incontrare il Commissario europeo agli Affari marittimi, Maria Damanaki. A lei abbiamo parlato dei problemi che la direttiva Bolkestein che ha mandato sottosopra il turismo balneare a fronte dell'ipotesi che sostanzialmente le spiagge vengano messe all'asta (con tutto quello che ci sta sopra, quindi anche le struttura per le quali imprenditori privati hanno invstito). La Damanaki ha ammesso che quella direttiva è troppo vincolante, perchè ogni Paese ha coste diverse tra loro (la riviera tedesca ha una funzione molto diversa da quella romagnola, per esempio...) e per questo ha annunciato che la Commissione europea interverrà per assicurare maggiore flessibilità ai singoli Stati per poter tener conto di queste differenze. Per l'Italia e la Romagna significa la possibilità - fino ad oggi impedita - di trovare una soluzione positiva per migliaia di imprese balneari, mobilitare investimenti privati, generare occupazione. Il semestre italiano di presidente dell'Unione, sarà l'occasione giusta per mettere mano anche a questo tema. Qui una sintesi sui contenuti della direttiva, sui suoi effetti e su ciò che abbiamo ottenuto ad Atene.

PROVINCE E DDL DELRIO - Che fine faranno le Province? E' una domanda ricorrente a cui non so dare ancora una risposta precisa (non perchè non abbia studiato, ma perchè regna l'incertezza). Posso solo inoltrarti in anteprima una lettera che ho inviato ai sindaci e ai vertici della nostra Provincia, in cui aggiorno sullo stato di avanzamento dei lavori del disegno di legge. La invio in esclusiva a chi segue la mia newsletter, non manderò comunicato stampa o altro. La puoi scaricare cliccando qui. E' una nota sintetica e riassuntiva del testo che il Senato dovrebbe approvare per poi inviarlo qui alla Camera (dove abbiamo tempo fino al 7 aprile per l'approvazione, oltre si rischia il caos istituzionale). Ne riparleremo.

AIUTI AGLI ALLUVIONATI - Dopo un duro lavoro in Commissione Finanze e Bilancio, siamo riusciti ad approvare in aula alla Camera la conversione in legge del decreto che inzialmente riguardava il rientro dei capitali (il tema sarà affrontato con un apposito disegno di legge, ma nel frattempo ho fatto un'interrogazione insieme al collega Enrico Borghi) e che invece tratta soprattutto degli aiuti per le popolazioni colpite da eventi alluvionali. Tra questi c'è anche una parte di Emilia, che già aveva subito il dramma del terremoto: doveroso battersi per riconoscere gli aiuti. Qui la sintesi dei contenuti del provvedimento.

INSEGNANTI "RISARCITI" - Abbiamo approvato alla Camera un la conversione in legge di un importante decreto che riguarda la proroga gli automatismi stipendiali del personale della scuola (qui una sintesi del provvedimento). Si ripara così al clamoroso errore commesso a inizio anno dalla Ragioneria dello Stato e si ripristinano gli scatti di anzianità, l'unica forma di progressione retributiva e di carriera del personale della scuola.

ALDO MORO - Sempre questa settimana l'aula di Montecitorio ha approvato anche l'stituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. Composta da 40 membri (20 deputati e 20 senatori) la commissione avra' il compito di accertare sia nuovi elementi che possono integrare le conoscenze acquisite dalle precedenti Commissioni parlamentari di inchiesta sulla strage di Via Fani, sul sequestro e sull'assassinio dello statista trucidato dalle Brigate Rosse.

ELECTROLUX - Venerdì scorso ho partecipato all'assemblea dei lavoratori dello stabilimento "Electrolux" di Forlì, assieme al presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani. Un incontro importante anche in vista del tavolo che questa settimana, mercoledì, si è svolto qui a Roma al ministero dello Sviluppo economico per fare il punto della situazione tra il Governo e le Regioni interessate. Ne è emersa la richiesta forte all'azienda di mettere a punto un piano industriale adeguato alla necessita' di garantire futuro produttivo e occupazionale ai quattro siti italiani della multinazionale svedese, tra cui quello di Forlì. Il Governo ha ribadito la propria disponibilità (già manifestata) a favorire lo sviluppo dell'azienda in Italia. Prossima tappa l'8 aprile con un nuovo vertice a Roma.

GIORGIO ZANNIBONI - Sabato mattina interverrò a Capaccio (Santa Sofia) nell'ambito della mattinata organizzata da Romagna Acque e dal Comune per ricordare la figura di Giorgio Zanniboni, storico sindaco di Forlì e soprattutto 'padre' della Diga di Ridracoli. E' un appuntamento a cui tengo moltissimo, per molte ragioni ma soprattutto per il legame speciale che avevo con Giorgio. Per maggiori informazioni, qui trovi tutti i dettagli.

WEB ECONOMY FORUM - Una segnalazione importante per chi crede che anche in Romagna si possa costruire un nuovo modello di sviluppo che sfrutti appieno le potenzialità della Rete. Si tratta del Web Economy Forum che si svolgerà da venerdì a domenica a Cesena. Ho partecipato attivamente alla fase iniziale del progetto (che viene da lontano) per poi rimanere dietro le quinte per carenza di tempo dopo la mia elezione in parlamento. Il programma è di grande interesse. Basta visitare il sito per rendersi conto che vale la pena, se ti va, di andare a farci un salto.

GIORNATE FAI - Un consiglio per questo fine settimana: partecipare alle Giornate FAI di primavera: un evento che consente di visitare tesori del nostro patrimonio culturale e architettonico che nelle altre giornate sono difficilmente visitabili e fruibili come lo sono in queste giornate. A Forlì saranno aperti al pubblico l'Asilo Santarelli e il Santuario di Fornò (splendido), mentre a Terra del Sole c'è una triplice possibilità di 'rifarsi gli occhi' visitando la Chiesa di Santa Reparata, il Bastione di Santa Reparata e il Palazzo Pretorio. Terra del Sole è considerata emblema della 'città ideale' rinascimentale e proprio quest'anno celebrerà i 450 anni dalla sua fondazione.
Qui l'elenco di tutti i beni culturali aperti in Emilia-Romagna nel prossimo weekend.

CASABLANCA E RAZZISMO - La notizia che la squadra di calcio dilettantistico "Casablanca" (interamente composta da giocatori magrebini) si stesse ritirando dal campionato Uisp per presunti insulti razzisti subiti in varie partite, ha destato un enorme scalpore a Forlì (e non solo perchè il fatto è balzato su tutte le cronache nazionali). E' stata accusata un'altra squadra (la Juventinità), probabilmente ingiustamente,  di aver pronunciato frasi razziste generando la volontà anche in quest'ultima di abbandonare il campionato. Lo stesso sembrano intenzionate a fare altre formazioni. Tanto più dopo che si è appreso che il "Casablanca" è stato sanzionato per irregolarità commesse  (qui la testimonianza della squadra accusata, che consiglio di leggere).
Le parole spese sono state tante e troppe, penso che sia opportuno fermarsi un attimo e richiamarsi ai valori che stanno alla base della pratica sportiva, specialmente quella amatoriale. Occorre scusarsi con lo 'Juventinità' se è stato ingiustamente accusato da qualcuno (non sono tra questi, ma credo comunque sia un atto dovuto) e fare tesoro dell'insegnamento importante che questa vicenda ci lascia. L'informazione, anche quella locale, è una merce molto preziosa perchè forma le opinioni delle persone; una maggior cautela e più approfondimento nella diffusione delle notizie e nelle decisioni che ne conseguono, sono indispensabili per non generare incomprensioni, polemiche e tensioni che nulla hanno a che vedere con la promozione sociale e l'attività sportiva. Ricordiamocelo tutti.

A presto!

Marco