Newsletter n. 40
4 aprile 2014

Nuovo e corposo aggiornamento settimanale sulle cose che stiamo facendo (tante) tra Roma e Forlì e scambiare qualche opinione. Sempre gradite le tue osservazioni e spunti a comunicazione@marcodimaio.info

Prima di entrare nel vivo degli argomenti di questa settimana, un importante promemoria. La campagna elettorale per le elezioni comunali di Forlì sta entrando nel vivo (si vota il 25 maggio). Sarò impegnato al massimo delle mie possibilità a sostegno della candidatura a sindaco di Davide Drei e spero di contare anche sul tuo impegno, perché ce ne sarà bisogno. Per questo colgo l'occasione per invitarti a partecipare all'inaugurazione della sede del suo comitato elettorale, in piazza Saffi 2, che si terrà sabato prossimo 5 aprile alle ore 17 (purtroppo io non potrò esserci, ma non mancheranno altre occasioni per vederci assieme a Davide). Nel frattempo puoi rimanere in contatto con Davide andando sul sito sito www.davidedrei.it,scrivendo a comitato@davidedrei.it o andando sulla sua pagina Facebook. Si vota anche in altri 10 comuni del territorio forlivese e per le europee: dedicherò una apposita newsletter alle elezioni per fare il punto su tutti i candidati che sosterrò, comune per comune.

VOLONTARIATO, ALLARME CERTIFICATI PENALI - C'è molta preoccupazione in questi giorni e in queste ore nel mondo del volontariato sociale per la norma che prevede (per effetto di un decreto del Governo in attuazione di una direttiva europea) che dal 6 aprile, cioè questa domenica, le associazioni debbano disporre del certificato penale di ogni operatore che abbia contatti con i minori (ad esempio catechisti, scout, allenatori di squadre sportive, ecc.): la pena per chi non si adegua varia dai 10 ai 15mila euro. Un obbligo passato in sordina (e non dal parlamento) che rischia di inginocchiare tutto il mondo del volontariato. Che occorre cambiare in fretta, o quanto meno chiarire nei suoi dettagli. Per questo assieme al collega Edoardo Patriarca abbiamo presentato un'interrogazione urgente per chiedere la proroga della scadenza del 6 aprile e la revisione della norma per renderla più chiara e funzionale: il rischio è che in pochi giorni i tribunali ricevano centinaia di migliaia di richieste di certificati, andando al collasso e mettendo in crisi tutto il mondo del volontariato (molto ricco e attivo in particolare sul nostro territorio).

VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO - Alla Camera abbiamo approvato la norma che modifica l'articolo 416-ter del codice penale sullo scambio elettorale politico-mafioso: il testo passa ora al Senato per il via libera definitivo, che dovrebbe arrivare entro una settimana. Un impegno per la legalità, assunto ad inizio legislatura, e oggi matenuto. Il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti: "Abbiamo una norma perfetta e veramente utile a contrastare lo scambio tra politica e mafia". Qui una sintetica spiegazione dei contenuti del provvedimento.

PROVINCE SUPERATE - Ad un certo punto eravamo in pochi a crederci, ma alla fine è successo davvero: del primo pomeriggio di giovedì alla Camera abbiamo approvato in via definitiva la legge "Delrio", che ora diventa norma a tutti gli effetti. Dunque in tempo utile affinchè sia operativa prima delle elezioni del 25 maggio ed evitare che si andasse al voto anche per le Province (il che avrebbe costretto tutti ad attendere 5 anni per effettuare la riforma). In questo modo, invece, le Province diventano enti di secondo livello (non più elettivi) in attesa che il disegno di legge costituzionale le abolisca definitivamente e che vengano con chiarezza riassegnate le deleghe e le competenze che oggi sono in capo alle Province.
ATTENZIONE: il provvedimento riguarda da vicino anche i Comuni che andranno al voto il prossimo 25 maggio (nel territorio forlivese ne vanno al voto 11 su 15), in particolare quelli più piccoli, nonostante la prefettura abbia emesso in questi giorni un decreto che dice cose diverse (ma purtroppo sbagliate). Le legge prevede che per i Comuni con popolazione fino a 3mila abitanti il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dieci consiglieri e al massimo 2 saranno gli assessori; per i Comuni con popolazione superiore a 3mila e fino a 10mila abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da 12 consiglieri e al massimo potranno esserci 4 assessori. Nelle giunte dei Comuni con popolazione superiore a 3mila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico. Già nella precedente newsletter ti avevo segnalato un link da cui attingere informazioni più precise ma comunque sintetiche: rieccolo qua.

RIFORMA DEL SENATO (E NON SOLO) - Da qualche decennio si parla in Italia della necessità di superare il 'bicameralismo perfetto', che tanto perfetto non è perché ha finito con l'essere di intralcio ad una efficace azione legislativa del parlamento (ma qualche colpa ce l'ha anche il famigerato 'Porcellum'). Il Governo, rispettando gli impegni che Matteo Renzi si era assunto durante le primarie, ha presentato un disegno di legge costituzionale (qui il testo) che trasforma il Senato in Camera delle Autonomie e prevede tra l'altro l'abolizione del Cnel, la revisione del Titolo V della Costituzione, la riduzione dei costi della politica. Sono rimasto sorpreso (in realtà non troppo) della reazione di alcuni senatori, del PD ma anche del Movimento 5 stelle, che hanno dichiarato contrarietà al provvedimento. Ma come? Dopo un dibattito che dura da decenni, ora che c'è la possibilità di realizzare concretamente questa riforma e in un certo senso passare alla storia come quelli che l'hanno fatto, ci si tira indietro? Lo trovo incredibile. Ci sta la critica al testo e condivido che possa essere migliorabile (e c'è la possibilità di farlo, come confermato dal ministro Maria Elena Boschi); ma questa può essere la volta buona per fare una riforma attesa da moltissimo tempo e credo non si possa tirare il freno. E' l'occasione per far seguire una volta tanto le azioni agli annunci, le decisioni concrete alle promesse. Non rinunceremo a questo obiettivo.
Alcuni approfondimenti:
> il testo integrale (e comparato con le precedenti versioni)
> scheda riassuntiva di ciò che prevede il disegno di legge
> slide riassuntive dei contenuti della proposta

SALDO IMU - Un risultato significativo per cittadini e imprese ottenuto in Commissione Finanze dove stiamo lavorando sulla conversione in legge del decreto "Enti locali". Grazie ad un emendamento che ho sottoscritto e sostenuto personalmente, abbiamo fissato al 16 giugno 2014 il termine per il saldo dell'Imu 2013 senza incorrere nel pagamento di interessi e/o sanzioni. Una norma che riguada moltissimi contribuenti che a causa del caos normativo del precedente Governo, non avevano potuto versare gli importi esatti e rischiavano anche di dover pagare più di quanto dovuto per non aver rispettato la precedente scadenza del 24 gennaio.

BUONA NOTIZIA PER GLI AGRICOLTORI - Una buona notizia per gli agricoltori: sono stati prorograti di un mese i termini per per la sottoscrizione delle polizze assicurative singole e collettive contro i danni da avversità atmosferiche. Viste le temperature più elevante rispetto alla media, è un provvedimento necessario per non penalizzare le aziende agricole. Qui maggiori info e un mio commento.

GIUSTIZIA E REATO CLANDESTINITA'
- Abbiamo approvato alla Camera il disegno di legge delega al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio. Molte novità importanti, tra cui il rafforzamento delle pene non detentive, la depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina, l'estensione (tra le pene alternative) dei lavori di pubblica utilità come forma di espiazione della pena, l'eliminazione della contumacia e altro. Qui una sintesi dei provvedimenti. Se invece vuoi consultare il testo completo della legge, puoi farlo cliccando qui

GIOVANI A MONTECITORIO - Mercoledì è stata una delle giornate più belle della mia esperienza alla Camera: la visita dei ragazzi dell'istituto "Carlo Matteucci" ('Ragioneria') impegnati in una due giorni di formazione a Montecitorio. Tra stupore e voglia di apprendere, sono stati qui per conoscere da vicino il funzionamento delle istituzioni, vederne gli spazi, interrogare i loro rappresentanti eletti in parlamento. Tantissime domande dei ragazzi tra problemi nazionali e vicende locali, forlivesi e romagnole. Un solo rammarico: che ieri partecipando ai lavori dell'Aula abbiano assistito alle sceneggiate leghiste del pesce d'aprile (qui la pagliacciata). Fortunatamente hanno potuto vedere anche altro. Sono molto orgoglioso di averli accompagnati assieme agli insegnanti in una parte del loro viaggio dentro le istituzioni.

QUANDO C'ERA BERLINGUER - Se non l'hai già fatto, ti consiglio vivamente di andare a vedere il film di Walter Veltroni "Quando c'era Berlinguer" (a Forlì lo trovi in proiezione al cinema "Saffi" - qui il trailer). Non ho vissuto quegli anni e come tutti coloro che son nati dagli anni '80 in avanti ho sentito parlare di Enrico Berlinguer (e di un altro grandissimo come Aldo Moro) solo attraverso i racconti dei miei familiari, amici, conoscenti. Il documentario di Walter Veltroni (nell'inedita veste di regista) è un lavoro prezioso, non ideologico, romanticamente nostalgico; che getta un fascio di luce sulla nostra storia recente troppo spesso lasciata nel dimenticatoio. Una storia che riletta con gli occhi di oggi spiega molti dei problemi verificatisi negli anni successivi, alcuni dei quali arrivati fino a noi. Tra questi anche quello della progressiva perdita di memoria di ciò che siamo stati (come il film testimonia in maniera efficace e un po' avvilente nel suo inizio): un Paese con poca memoria ha un futuro più vulnerabile ed esposto al rischio di ripetere gli errori del passato.

PREDAPPIO, 'CAPRONI' APERTE - Questo sabato, 5 aprile, a Predappio c'è un appuntamento che se puoi ti consiglio davvero di non perdere. Si tratta dell'apertura al pubblico delle "Gallerie Caproni", il luogo in cui grazie ad un accordo virtuoso voluto con determinazione dal Comune (sostenuto dalla Provincia) e dall'Università di Bologna sta nascendo il laboratorio CICLoPE (Centre for International Cooperation in Long Pipe Experiments) dell’Alma Mater Studiorum. Una galleria del vento che consentirà, tra le altre cose, di studiare con particolare dettaglio la turbolenza di parete e altri elementi fondamentali per l'aerodinamica. La visita comincerà alle 16 con un evento in teatro comunale verranno illustrate dagli esperti le materie oggetto di studio e di ricerca all'interno delle ex Gallerie Caproni. Un vanto per tutto il territorio forlivese, un esempio di come scienza e tecnica (se ben utilizzate) possono far bene ad una comunità.

DIABETES MARATHON - Fervono i preparativi in vista di un importantissimo appuntamento che si terrà a Forlì il prossimo 13 aprile (domenica): la Diabetes Marathon. Un evento sportivo dedicato al Diabete, con il fine di raccogliere fondi a favore dei campi scuola formativi per bambini diabetici. L’iniziativa è pensata per promuovere il corretto stile di vita mediante l’attività fisica per prevenire e curare la malattia. Il tracciato della manifestazione è incentrato sui punti storici del Novecento a Forlì. Sono molto orgoglioso di aver portato qualche mattoncino all'organizzazione di questo evento, al quale ti invito a partecipare: sarà una giornata di festa e divertimento.

PENSIONI DISABILITA' - Non ci saranno tagli alle pensioni di invalidità nè agli assegni di accompagnamento. Lo ha assicurato il governo rispondendo ad una nostra interrogazione con la quale chiedevamo chiarezza su questo tema, dopo che nei giorni scorsi si era diffusa la notizia che l'intenzione del Governo Renzi fosse quella di intervenire anche su questo tipo di pensioni, nell'ambito della cosiddetta "spending review". Sapevamo che si trattava di una informazione non corretta, ma abbiamo chiesto al Governo di chiarirlo in via definitiva e ufficiale.

PRECARI SCUOLA - Abbiamo approvato anche delle mozioni sulla stabilizzazione dei precari della scuola. Il governo è quindi impegnato, a definire un nuovo piano pluriennale di assorbimento delle graduatorie ad esaurimento. E' l'inizio di quella svolta che porta con sè il riequilibrio delle condizioni di lavoro e la valorizzazione delle competenze.

Un caro saluto, a presto!

Marco