Newsletter n. 45
7 maggio 2014

Un'altra settimana densa di fatti e di impegni, che riassumo rapidamente per ragioni di spazio e tempo in questa nuova newsletter. Intanto ti ricordo due appuntamenti importanti: il primo è domenica 11 maggio alle ore 18 al Parco Urbano di Forlì con il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi (qui trovi il volantino, aiutaci a diffonderlo!). Il secondo è con la nuova tappa di "#OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento" che si svolgerà lunedì sera 12 maggio alle ore 20.30 al circolo di Villa Selva (via Costiera, 45 - qui il volantino, che puoi inviare a chi vuoi!): questa sarà l'occasione per rispondere a tutte le domande, le sollecitazioni e gli stimoli che arriveranno dalle persone presenti.

AEROPORTO - Non potevamo che cominciare da questa straordinaria notizia. Dopo mesi di lavoro, impegno e tanti sabotatori che hanno minuziosamente lavorato per minare i ponti, è finalmente arrivata la tanto agognata offerta per la gestione dell'aeroporto di Forlì (qui un articolo in cui sommariamente si spiega il contenuto della proposta). Forse ci speravamo in pochi (qui alcuni dei miei interventi e delle azioni fatte per l'aeroporto) anche dopo l'uscita del bando, ma tra questi assieme a noi c'è sempre stato anche il sindaco di Forlì Roberto Balzani, senza il quale non sarebbe stato possibile arrivare a questa offerta (nonostante ci sia chi ha sostenuto che il suo preciso obiettivo era, invece, quello di chiudere definitivamente lo scalo). Del resto nessun romagnolo ha partecipato all'operazione di salvataggio del 'Ridolfi' e quei pochi interessati alla fine si sono tirati indietro: è del tutto legittimo, ma è un dato di fatto che senza un interessamento "da fuori" non saremmo arrivati qui. Non ci saremmo arrivati neppure se fosse stato per l'impegno di quelli che in questi anni in Consiglio comunale hanno votato spesso contro il salvataggio dell'aeroporto (il Pdl di Alessandro Rondoni) o si sono astenuti in più occasioni (come ha fatto l'Udc), salvo poi ergersi a paladini dello scalo.
Comunque ora non interessano le polemiche, per quelle ci sono fior fior di professionisti. Stiamo ai fatti e c'è solo una cosa che conta ora: lavorare tutti nella massima unità di intenti per sostenere gli imprenditori che hanno deciso di investire su Forlì e dare un grande segnale di fiducia e speranza a questa città: è una opportunità eccezionale, da non perdere. Noi, io, ce la metteremo tutta, con l'orgoglio di aver fatto tutto il possibile e aver conseguito un grande risultato per il territorio.

RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Sta facendo molto discutere in questi giorni l'annuncio di una radicale riforma della Pubblica Amministrazione fatto dal presidente del consiglio, Matteo Renzi, e dal ministro della P.A., Marianna Madia. Ne sono stati enunciati i principi e gli obiettivi attraverso una lettera aperta ai dipendenti pubblici che puoi scaricare qui.
Si è quindi aperto il confronto, che proseguirà fino a fine maggio, offrendo a tutti la possiblità di dire la propria, formulare proposte, avanzare obiezioni. Onestamente penso che sia una delle riforme più urgenti per il nostro Paese, perchè riformare la Pubblica Amministrazione significa (se si fanno le cose per bene) alleggerire i costi, migliorare l'efficienza, riuscire a scardinare tante ragioni per le quali in Italia spesso non si riesce a far nulla. Se hai commenti o altro, mi fa piacere leggerti su comunicazione@marcodimaio.info

DOPPIA PREFERENZA  E DONNE IN POLITICA - Ho partecipato sabato scorso alla Conferenza regionale delle Donne Pd, che si è svolta alla Fiera di Forlì (qui puoi trovare una sintesi di quello che ho detto). In quell'occasione abbiamo lanciato la campagna per promuovere la doppia preferenza di genere, cioè la possibilità per tutti gli elettori di votare un candidato al consigliere comunale donna e un uomo. E' la prima volta che a Forlì e nei Comuni forlivesi si vota con questa opportunità, che offre a ciascuno di noi la possibilità di votare due candidati (donna e uomo) e quindi - se eletti - contare su due rappresentanti in consiglio comunale. Io ne approfitterò sicuramente, fallo anche tu.

BANCA D'ITALIA - Abbiamo approvato alla Camera la conversione in legge del decreto sulla Vigilanza di Banca d'Italia, che era già stato approvato dal Senato. E' un provvedimento di cui mi sono anche occupato personalmente (qui puoi vedere e ascoltare il mio intervento alla Camera sulla pregiudiziale di costituzionalità, in cui sommariamente spiego le ragioni di questa legge) e che rafforza i sistemi di vigilanza bancaria, nella prospettiva sempre più vicina di arrivare all'Unione bancaria europea e alla luce degli "stress test" che la Bce sta svolgendo su molte banche anche italiane.

ELEZIONI EUROPEE - Il 25 maggio si voterà, oltre che per le comunali, anche per le elezioni Europee. Dovremo eleggere i rappresentanti italiani all'interno del parlamento di Bruxelles, dove è sempre più importante esserci perchè innumerevoli sono le norme di derivazione europea che vengono recepite dagli stati membri, quindi anche dall'Italia. Si vota barrando la croce del partito prescelto ed esprimendo tre preferenze (cioè scrivendo il cognome di tre candidati al parlamento europeo) di cui solo due dello stesso sesso (si possono votare solo due donne e un uomo o viceversa). Per saperne di più, mi fa piacere metterti a disposizione questo manuale elaborato dal Servizio Studi della Camera: puoi scaricarlo qui.

PREMIO NOBEL A FORLI' - Segnalo, infine, un appuntamento importante che si svolge giovedì 8 maggio a Forlì ed è organizzato da Legacoop Romagna: è l'incontro con il Premio Nobel Amartya Sen, economista indiano considerato uno dei massimi esperti mondiali dell’economia del benessere e del superamento del prodotto interno lordo. L'appuntamento è per le ore 18 al Centro Congressi della Fiera di Forlì. Io non ci sarò, perchè impegnato a Milano, ma se sei a Forlì vale la pena andare ad ascoltare.

NON SOLO CAMPAGNA ELETTORALE - In questi giorni sto girando molto il territorio per partecipare alle presentazioni di molti candidati a sindaco o a consiglieri comunali, piuttosto che candidati al parlamento europeo; ma non c'è solo la campagna elettorale. Per questo voglio segnalarti un'interessante iniziativa organizzata dell'Associazione Universitaria Koinè, che si svolgerà venerdì pomeriggio 9 maggio alle 17 presso la sala di via Valverde 15 a Forlì. Parleremo di giornalismo, editoria on-line e informazione locale. Qui l'evento creato su Facebook dai ragazzi dell'Associazione. Se hai tempo, vieni!

AGENDA - Moltissimi sono gli impegni dei prossimi giorni. Di seguito faccio una carellata dei principali:
- Giovedì 8 maggio sarò a Milano ad un convegno dal titolo: "Meritiamoci l'Italia: quali proposte per il nostro Paese?" (qui il volantino) dove interverrò assieme a Benito Benedini (presidente del Sole 24 ore), Alessia Mosca (capolista PD alle Elezioni Europee nel Nord-Est), Maria Latella (giornalista e conduttrice televisiva, volto di SkyTg24) e Alessandro Costacurta (presentatore SkySport). Se per caso sei in zona, l'evento si svolgerà dalle 16.45 di giovedì alla Fondazione Riccardo Catella (Largo De Benedetti, Milano).
- Venerdì 9 maggio sarò a Forlì tutto il giorno, dalle 8.30 con Damiano Zoffoli, unico candidato romagnolo alle Europee. Assieme a lui visiterò aziende, incontreremo persone, faremo iniziative pubbliche. Mi sto impegnando per questa sfida perchè per la prima volta la Romagna potrebbe eleggere un romagnolo a Bruxelles: e ne avremmo veramente bisogno.
- Sabato 10 maggio farò un saluto a Cesena ad un'inziativa originale (qui il volantino) organizzata per le elezioni amministrative a sostegno del candidato sindaco Paolo Lucchi; poi sarò a Milano Marittima per la convention aziendale del gruppo Elfi, che celebrerà anche una importante acquisizione che ha fatto (una volta tanto un'azienda locale che ne 'conquista' una da fuori).
- Domenica 11 maggio ricordo alle 18.30 al Parco Urbano a Forlì l'incontro pubblico con il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi (qui il volantino).
- Lunedì 12 maggio alle 20.30 a Villa Selva (circolo Arci, via Costiera, 45) l'appuntamento di #OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento (qui il volantino).

Per questa volta è tutto, alla prossima!


Marco