Newsletter n. 49
5 giugno 2014

Torniamo alla "normalità" degli aggiornamenti, concentrandoci sui temi di cui ci stiamo occupando tra la Romagna e il Parlamento. E ti sengalo subito che riprendono anche gli appuntamenti con "OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento", gli incontri periodici con cui rendicontiamo ciò che viene fatto e soprattutto rispondiamo alle domande di tutti i presenti. La prossima #OpenCamera è in programma per lunedì 9 giugno alle ore 18 a Forlì, presso la sede del Comitato Davide Drei (piazza Saffi, 2). Una scelta simbolica quella di ripartire da qui, per testimoniare il profondo legame che vogliamo continuare a coltivare tra il parlamento, la nostra città e tutto il territorio.

Ricordo che la mia mail comunicazione@marcodimaio.info è a disposizione di tutti coloro che vogliono inviarmi le proprie domande, osservazioni o altro. Anche chi vuole proporre o organizzare un incontro di #OpenCamera nel proprio quartiere, associazione, comune può fare riferimento a quella mail.

Prima di venire ai temi, una riflessione in occasione di una ricorrenza molto importante. Domani, venerdì 6 giugno, ricorre un anniversario di importanza capitale per la storia europea e mondiale: è il 70° dello sbarco in Normandia (a cui è dedicata la foto all'inizio di questa newsletter), la più importante operazione della Seconda Guerra mondiale, quella consentì di dare la svolta al conflitto e far vincere il bene sul male. Al prezzo di tantissime di vite umane sacrificate. Sono stato in Normandia l'estate scorsa per un viaggio proprio sui luoghi del D-Day, in alcune spiagge tra cui quelle di Omaha, Juno, Utah e Arromanches dove sbarcarono le truppe alleate; nei villaggi in cui la resistenza francese collaborò in maniera determinante con i soldati alleati, fino a Bayeaux, dove il generale Charles De Gaulle celebrò il suo primo discorso dopo l'esilio tra la folla festante per la Liberazione. Ancora oggi mi viene la pelle d'oca a pensare a quei luoghi, ai memoriali pieni di croci bianche a perdita d'occhio, a ricordare le donne e gli uomini dei vari eserciti che persero la vita in battaglia (molto spesso non appena misero piede sulla sabbia); alle persone che sono morte per darci la vita, in Normandia come in tutta Europa; a quanta sofferenza, quanto male, quanta devastazione ha provocato la guerra. A quanto siamo fortunati tutti noi, nati e vissuti dopo quel conflitto mondiale. La pace non è mai scontata, va coltivata ogni giorno e per farlo occorre avere consapevolezza del nostro passato.
Per approfondire
> Il sito ufficiale dedicato alla battaglia di Normandia

> Il sito ufficiale del 70° anniversario
> Il sito della Presidenza della Repubblica Francese

Veniamo agli argomenti di questa settimana
CULTURA E TURISMO - Abbiamo cominciato l'esame di un decreto che considero importantissimo: quello su cultura e turismo. E' un provvedimento ricco di contenuti, con tanti interventi significativi per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e il rilancio di un'industria fondamentale per il rilancio della nostra economia, il turismo. Per il momento mi limito a segnalarti il testo completo del decreto, sul quale sarò impegnato in prima persona assieme ad altri colleghi, tra cui la riminese Emma Petitti. Ecco qui il testo su cui stiamo lavorando. Ci torneremo sopra.

RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Il Governo sta per varare una proposta di complessiva riforma della Pubblica Amministrazione. Non prima di aver ascoltato, letto e tenuto in considerazione tutte le osservazioni e le considerazioni giunte da singoli cittadini e da organizzazioni (sindacati, associazoni di categoria, enti, ecc.) sulle linee guida che erano state presentate dal premier Renzi e dal ministro Marianna Madia. Quasi 40mila sono le email giunte all'apposito indirizzo rivoluzione@Governo.it: tra queste ci sono anche quelle che ho personalmente inoltrato e che sono arrivate da persone che mi avevano contattato. Il Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione ne ha fatto una sintesi, per ciascuno dei 44 punti che riguardano la riforma. Un lavoro interessante, che conferma come la direzione intrapresa è quella giusta. Andremo avanti, anche oltre le resistenze. Di chi non vuole il cambiamento.
Se vuoi approfondire:
- qui trovi la lettera del 30 aprile da cui è partita la consultazione;
- qui trovi il report con i dati e l'analisi delle osservazioni giunte raggruppate per ciascun punto della riforma.

SERVIZIO SCOLASTICO - Abbiamo approvato alla Camera, in via definitiva, il decreto che assicura il regolare svolgimento del servizio scolastico. Il testo prevede la continuità delle funzioni svolte dai dirigenti scolastici assunti all'esito del concorso 2011; misure per garantire lo svolgimento di servizi di pulizia e ausiliari; interventi di mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili sede di scuole. Misure urgenti approvate in tempi brevissimi. Qui il testo completo del provvedimento.

RECLUTAMENTO FORZE DELL'ORDINE - Sono stato nominato relatore in Commissione Affari Costituzionali di un disegno che può sembrare banale, ma non lo è; si tratta di un testo che riunisce diverse proposte presentate da altri colleghi, relativamente alla definizione dei parametri fisici per l'ammissione ai concorsi per il reclutamento nelle Forze armate, nelle Forze di polizia e nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco. In altre parole, della cancellazione del limite di altezza come fattore escludente il reclutamento nei vari corpi di difesa e sicurezza. Martedì ho svolto la prima relazione in Commissione (per chi ne ha voglia, qui da pag. 3 il resoconto stenografico). Qui il testo della proposta di legge già approvata dal Senato.

DIVORZIO BREVE - A larghissima maggioranza abbiamo approvato la scorsa settimana alla Camera la legge sul cosiddetto "divorzio breve". Il testo riduce da tre anni a uno il periodo minimo di separazione dei coniugi per la presentazione della domanda di divorzio nel caso di separazione giudiziale, e a sei mesi nel caso di separazione consensuale (nel caso non siano coinvolti figli minori). Una legge che migliora la qualità dei diritti civili in Italia e la adegua agli standard dei Paesi più evoluti. Qui la sintesi del provvedimento e qui il testo completo.

CHIUSURA OPG - Via libera definitivo alla conversione in legge del decreto per la proroga della chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari al 31 marzo 2015 (invece che il 1° aprile, come previsto). E' un passo decisivo per il definitivo superamento di queste strutture, il cui appellattivo di "ergastoli bianchi" la dice lunga su quanto siano ormai insostenibili. Qui la sintesi del provvedimento e qui il testo completo.

ACCORDI INTERNAZIONALI - Abbiamo poi approvato una serie di accordi internazionali, che ti elenco di seguito: ratifica ed esecuzione dell'Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica del Sud Africa in materia di cooperazione di polizia, fatto a Cape Town il 17 aprile 2012 (qui il testo); Ratifica ed esecuzione del Protocollo aggiuntivo e dello Scambio di Lettere recanti modifiche alla Convenzione tra Italia e Lussemburgo intesa ad evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio ed a prevenire la frode e l'evasione fiscale, con Protocollo, del 3 giugno 1981, fatti a Lussemburgo il 21 giugno 2012 (qui il testo); Ratifica ed esecuzione del Protocollo facoltativo relativo al Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali, fatto a New York il 10 dicembre 2008 (qui il testo); Ratifica ed esecuzione dello scambio di Note tra la Repubblica italiana e l'Istituto internazionale per l'unificazione del diritto privato (UNIDROIT) (Qui il testo).

Ti ricordo l'appuntamento con OpenCamera, lunedì 9 giugno alle ore 18 presso il Comitato Davide Drei (piazza Saffi, 2 - Forlì). Ci vediamo lì, oppure ci sentiamo presto!

Alla prossima,

Marco