Newsletter n. 52
27 giugno 2014

Settimana davvero densa di argomenti, cose da fare e cose da dire: e anche con la delusione della sconfitta della nazionale italiana di calcio ai mondiali di calcio, incapace di mettere in campo l'orgoglio, la determinazione e la "fame" necessaria per vincere (contro un Urugay fin troppo determinato, visto il morso di Suarez a Chiellini, a cui è dedicata la foto di copertina di questa settimana). Un'eliminazione paradigma della situazione del nostro Paese: anni di sola spettacolarizzazione del calcio, con milioni di euro spesi come fossero noccioline e senza un investimento sui giovani, oggi ci presentano il conto. E ci insegnano che non bisogna mai sedersi sugli allori, che le rendite di posizione sono finite, che non c'è più nulla di garantito per nessuno. Una lezione da imparare, tenendo sempre a mente il messaggio che un grande come Steve Jobs ci ha lasciato con il suo più celebre aforisma: "Stay hungry, stay foolish" (siate affamati, siate folli).

SEGRETERIA REGIONALE PD - Prima di proseguire, però, una precisazione doverosa. Giovedì è uscito questo articolo sull'edizione di Forlì de "Il Resto del Carlino", che mi pone in corsa per il ruolo di segretario del Partito Democratico in Emilia-Romagna. E' un ruolo importantissimo, difficile e di grande prestigio; per il quale, però, non sono candidato. Ammetto che ci sono persone, anche che ricoprono ruoli importanti, che me lo stanno chiedendo da varie parti della Regione e anche da fuori; ma non intendo candidarmi. Ho l'onore di essere un parlamentare della Repubblica, uno dei pochi che è componente di due Commissioni permanenti (la Affari Costituzionali e la Finanze) e di rappresentare un territorio che per cinque anni non è stato rappresentato (Forlì) e grazie al lavoro che stiamo facendo sta tornando ad essere considerato. Sto cercando di affiancare, di aiutare i nostri Comuni, i nostri sindaci, le nostre imprese e i nostri cittadini; e allo stesso tempo di lavorare a progetti importanti per l'intero Paese. E' un impegno totalizzante, sette giorni su sette e quasi h24 ed è ciò per cui sono stato eletto. Sono le stesse ragioni per le quali ho rifiutato di candidarmi a sindaco di Forlì qualche mese fa. Peraltro non ritengo conciliabile il ruolo di parlamentare con quello di segretario regionale, che richiede una intensità di impegno e anche di presenza fisica non compatibile (a mio parere) con un buon lavoro parlamentare. Ci sono miei colleghi deputati che fanno entrambe le cose, vedo le loro difficoltà nonostante le qualità indubbie che molti di loro sono in grado di esprimere e anche i risultati che stanno ottenendo. Tuttavia, a mio parere, rimangono due ruoli difficili da tenere insieme. Pertanto ringrazio, come ho fatto in via riservata, tutti quelli che hanno pensato e pensano a me; sono convinto che troveremo una persona con maggiore disponibilità e anche più capace e all'altezza di guidare il PD emiliano-romagnolo.

Per non fare troppa confusione, suddivi gli argomenti tra l'attività nazionale e l'attività locale; molti di questi argomenti sono stati al centro dell'incontro di OpenCamera a San Lorenzo in Noceto e approfitto di questa occasione per ringraziare gli amici del posto che hanno organizzare l'incontro e tutti quelli che hanno partecipato. Organizzeremo presto altri momenti di confronto.

Veniamo ai temi


A ROMA
RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Finalmente il presidente della Repubblica ha firmato i testi definitivi del decreto per la riforma della pubblica amministrazione. Un testo molto articolato e anche molto difficile, nel quale sarò impegnato direttamente perchè è stato assegnato per l'esame iniziale alla Camera e in modo particolare alla Commissione Affari Costituzionali, di cui sono componente in sostituzione del ministro Maria Elena Boschi. Se sei interessato ad approfondire il tema, in attesa di materiale più sintetico, da qui puoi scaricare il testo integrale del provvedimento.

DECRETO CULTURA-TURISMO - Continua il lavoro sulla conversione in legge del decreto cultura e turismo alla Camera. In Commissione Finanze ne sono stato relatore, illustrando con una dettagliata relazione i profili e le ripercussioni che la legge ha in termini fiscali e non solo. Se hai voglia di leggere quello che ho detto, puoi cliccare qui.
La prossima settimana sarò chiamato a redigere un parere che sarà poi sottoposto al voto della commissione.

CONFISCA DEI BENI ALLA MAFIA - Abbiamo approvato con un voto unanime la risoluzione che accoglie il documento proposto della Commissione Antimafia in merito alla riforma del sistema dei beni sequestrati e confiscati alle mafie. Si tratta di uno snodo decisivo della lotta alla criminalità organizzata perché colpisce le ragioni del consenso sociale che le mafie costruiscono con i loro affari e la loro economia parassitaria. Ora chiediamo al governo di procedere con rapidità alla riorganizzazione di questo settore, a cominciare dall'Agenzia nazionale che deve diventare uno strumento davvero efficace.

UN MODULO UNICO PER L'EDIILIZIA - Semplificare la vita dei cittadini e delle imprese è una delle missioni che ci siamo dati con la nascita del Governo Renzi e ancor prima con l'avvio di questa legislatura. Ed è anche uno dei miei pallini personali, forse per la mia passata esperienza di piccolo imprenditore (a cui tornerò una volta conclusa la parentesi politica). In questo senso abbiamo adottato due provvedimenti importanti: un modello unificato e semplificato per la SCIA edilizia (segnalazione certificata di inizio attività) e il permesso di costruire. Dagli 8mila moduli diversi, uno per ciascun comune italiano, si passerà ad un modulo unico, eventualmente adeguato alle caratteristiche normative di ogni regione.
Qui il modulo per la SCIA e qui il modulo per il permesso di costruire.

PIU' DIRITTI PER I CONSUMATORI - In vigore dal 13 giugno nuove regole sui contratti stipulati tra consumatori e imprese, per una maggiore tutela dei cittadini soprattutto quando acquistano a distanza, con contratti telefonici e via internet, o fuori dai locali commerciali. Ci sono alcune novità che riguardano l'obbligo di una maggiore informazione pre-contrattuale, più trasparenza sui prezzi, il divieto di caselle preselezionate nella vendita on-line e molto altro. Qui puoi trovare il decreto che contiene le norme entrate recentemente in vigore.

SUL TERRITORIO
APERTURA TANGENZIALE - Giovedì mattina è stato inaugurato il quarto lotto della tangenziale di Forlì, che in giornata sarà aperto al traffico. Purtroppo non ho potuto partecipare perchè impegnato in Commissione Finanze alla Camera come relatore sulla conversione in legge del decreto cultura e turismo. L'apertura del quarto lotto è una svolta cruciale per la viabilità forlivese, ma anche l'occasione importante per rilanciare un impegno e una priorità: ottenere il finanziamento del lotto mancante (il terzo, quello che da San Martino arriverà a Vecchiazzano in zona ospedale) da parte di Anas. Un obiettivo che costituisce la verà priorità della Romagna forlivese, assieme all'esigenza di costruire un collegamento più efficiente con Ravenna e all'ammodernamento della Ss67.

CASSA IN DEROGA -  Non credo nella Cassa integrazione come strumento per la risoluzione delle crisi aziendali, ma le emergenze vanno gestite altrimenti le conseguenze rischiano di essere irreparabili. Per questo dopo aver incontrato i sindacati e le istituzioni locali, ho scritto al ministro del Lavoro, GIuliano Poletti, per sollecitare il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga, ad oggi 'coperta' solo fino a lunedì prossimo, 30 giugno. Il mancato finanziamento (su cui peraltro c'era l'impegno a garantire le risorse per tutto il 2014) aggraverebbe ulteriormente una situazione già esasperata.

AGENDA DIGITALE FORLIVESE - Sabato scorso a Santa Sofia ho partecipato al confronto sul "cablaggio della fibra ottica" nei comuni montani e collinari organizzato da Romagna Acque. Il futuro passa da un robusto investimento, non solo economico, sul digitale. Il Governo sta cambiando passo anche su questo, ma molto può essere fatto anche a livello locale. Ad esempio sfruttando l'Unione dei Comuni per digitalizzare servizi e processi che oggi sono svolti singolarmente, semplificando la vita per cittadini e imprese. I servizi digitali sono anche l'antidoto per bloccare lo spopolamento delle vallate e costruire il loro rilancio. C'è molto lavoro da fare, cominciamo subito. Ho raccolto qui alcune mie riflessioni per una "Agenda digitale forlivese". Fammi sapere cosa ne pensi a comunicazione@marcodimaio.info

AEROPORTO - Si rincorrono le voci sul futuro dell'aeroporto di Forlì. Come sai, al bando per la concessione della gestione ha partecipato una cordata di investitori privati. Siamo in attesa che la competente commissione di Enac dia la concessione defintiva e faccia partire il nuovo progetto di rilancio dello scalo forlivese. Ho parlato personalmente con i vertici di Enac, che hanno assicurato una rapida conclusione della pratica e lo stesso è stato assicurato ai privati che hanno incontrato la Commissione. L'esperienza degli ultimi anni ci insegna che fidarsi è bene, ma rimanere vigili è meglio... quindi non ci facciamo illusioni e continuiamo a tenere alta la guardia.

COPUA - Come sai, tra le tante crisi aziendali che sto seguendo c'è anche quella (purtroppo) della fina cooperativa Copua che da un giorno all'altro ha lasciato senza lavoro una settantina di dipendenti. Sono in contatto con privati interessati a valutare l'acquisto dello stabilimento, ma anche con i sindacati e le associazioni del mondo cooperativo, che insieme sono riusciti finora a ricollocare una ventina di lavoratori. Mi auguro che si possa trovare una soluzione per tutti i lavoratori e sono impegnato, per quanto posso, in questa direzione; mi auguro anche che se emergeranno difformità (come sembra) nella gestione aziendale rispetto ai principi mutualistici della cooperazione, non si esiti ad escludere questa azienda dal mondo cooperativo e si valutino anche altre strade. Non è tollerabile che dietro ai principi nobili della cooperazione, si celino avveturieri o speculatori.

AMICI DELL'HOSPICE - Sabato ho partecipato a molte iniziative e incontri (tra cui anche la Festa del PD a San Martino in Strada, per la quale ringrazio Massimo Marchi e tutti i volontari che hanno lavorato per rendere possibile una riuscitissima due giorni di festa). L'appuntamento più importante, però, è stato l'evento benefico organizzato a Villa Rotta dove come ogni anno abbiamo compiuto una bella raccolta di fondi devoluti a favore dell'Associazione Amici dell'Hospice di Forlimpopoli (impegnati nelle cure palliative) a cui abbiamo donato 2400 euro. Orgoglioso di aver contribuito.

ESTATE A FORLI' - E' stato presentato il programma degli eventi estivi in centro a Forlì. Oltre 150 appuntamenti, per tutti i gusti. Da qui puoi scaricare tutto il programma dettagliato.

PENSIERO IN LIBERTA' - La scorsa settimana una ragazza di soli 16 anni si è tolta la vita gettandosi dal tetto della propria scuola a Forlì: la notizia ha scosso profondamente tutto il Forlivese, specialmente per i contenuti del biglietto d'addio che la ragazza ha scritto prima di farla finita. Ora si apprende dalla stampa che i genitori sono indagati per maltrattamenti e istigazione al suicidio: la notizia mi colpisce altrettanto. Non tanto per l'iscrizione nel registro degli indagati del padre e della madre (di cui non riesco neppure a immaginare lo stato d'animo) che non voglio giudicare perchè sarà la giustizia a farlo; ma perchè mi sorprende la facilità con cui tutto questo avvenga sotto i riflettori dell'opinione pubblica, sui mezzi di informazione, con una dovizia di particolari e una "normalità" che non ricordo prima d'ora. Rispetto e rispetterò sempre il ruolo e l'autonomia della giustizia e dell'informazione, ma ci sono momenti in cui la riservatezza e il rispetto dei dolori e dei sentimenti, dovrebbe prevalere su tutto.

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco