Newsletter n. 53
5 luglio 2014

---

Anche questa settimana molti argomenti sul tappeto. Il più importante riguarda l'Europa, con l'avvio del nostro semestre di presenza del consiglio dell'Unione Europea. Non mancano, però, anche i riferimenti alle questioni locali: dai problemi dell'economia alle questioni istituzionali. Prima di proseguire ti segnalo due appuntamenti da mettere in agenda. Venerdì 11 luglio alle 18 in Comune a Forlì con la presentazione delle linee guida per la riforma del Terzo Settore (vedi sotto) e #OpenCamera lunedì 14 luglio alle 21 alla Festa del Ronco (piazza Berlinguer, 1 - ma da confermare al 100% per possibili impegni parlamentari).
Per chi se la fosse perse ma ne avesse sentito parlare, o più semplicemente per chi fosse interessato, segnalo due link da cui scaricare due interviste che ho rilasciato: una al Corriere Romagna (qui) e una al Carlino di Forlì (qui).

Ci sono notizie che spesso passano in sordina, soprattutto quando si tratta di sport; eppure hanno dello straordinario. E' il caso della partecipazione del nostro Matteo Montaguti (non solo un sostenitore, ma un vero amico) che proprio oggi, 5 luglio, ha esordito al Tour de France, la più importante corsa ciclistica del mondo dopo aver corso e completato anche il Giro d'Italia. Di Matteo sono stato anche umilissimo gregario tra gli Juniores, ma prima di tutto per me è un esempio di ciò che significa dedizione, impegno, sacrificio e passione per quel che si fa. A lui dedico la foto di copertina di questa settimana (che lo ritrae nel tappone sotto la neve dell'ultimo Giro d'Italia). Seguitelo! 

SEMESTRE EUROPEO - L'Italia ha cominciato il proprio semestre di presidenza del Consiglio dell'Unione Europea. Non è una cosa che succede di frequente; anzi, non toccava a noi da undici anni. A parte le sceneggiate del leghista Buonanno (mio ex collega alla Camera) che al primo giorno di lavoro al parlamento europeo si è presentato vestito con un burqua, sono convinto che si parlerà dell'Italia come la forza che finalmente si è messa alla guida del cambiamento europeo. Il discorso di Matteo Renzi (e soprattutto la replica agli attacchi del tedesco Weber) fa ben sperare: qui un mio commento su ciò che ha detto e di seguito un piccolo speciale dedicato al Semestre italiano.
> Il discorso del premier Matteo Renzi (prima parte - seconda parte - la replica)
> Il programma del semestre italiano
> Il sito ufficiale del semestre

ESODATI: RISPOSTA A 32MILA PERSONE - Abbiamo approvato giovedì sera alla Camera (in prima lettura, ora la palla passa al Senato) il disegno di legge sugli esodati. Gli ex lavoratori e lavoratrici che rientreranno in quest'ultima salvaguardia saranno 32.100. Un provvedimento assunto con il contributo e l'impegno determinante del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti (col quale, come sai, collaboriamo intensamente e che ha anche fatto visita sul territorio forlivese nel maggio scorso a Predappio e Santa Sofia). Qui maggiori info.

GIUSTIZIA
- Come annunciato nei mesi scorsi, il Governo ha varato una serie di linee guida per la riforma della Giustizia (in particolare quella civile). Si tratta per ora solo di titoli e di orientamenti, volutamente generici per consentire a tutti i cittadini, ai lavoratori del settore, a chi ha a cuore il tema, di poter contribuire con le proprie idee e i propri spunti alla scrittura dei provvedimenti. Qui puoi trovare il testo dei dodici punti, mentre per inviare le tue considerazioni puoi scrivere entro il 31 agosto (data in cui si chiuderà la consultazione pubblica) a rivoluzione@governo.it. Se ti va, invia anche a me le tue riflessioni e comunicazione@marcodimaio.info

AEROPORTO - In tanti mi chiedono se ci sono novità sull'aeroporto di Forlì. Questa settimana ne sapremo di più, perchè avrò occasione di parlare con il direttore generale di Enac, Alessio Quaranta. Enac, infatti, attraverso una apposita commissione sta esaminando il progetto presentato dalla cordata di imprenditori che ha partecipato al bando per la gestione del "Ridolfi". Il tempo passa e non si può aspettare ancora a lungo: per questo solleciterò nuovamente il direttore generale Quaranta (col quale mi sono sentito più volte in queste settimane) affinchè la risposta arrivi in fretta e sia positiva.

PRESENTAZIONE RIFORMA TERZO SETTORE - Abbiamo più volte parlato della riforma del Terzo settore, le cui linee guida (qui puoi scaricare il testo) sono state annunciate nelle settimane scorse dal Consiglio dei ministri. E' una riforma importantissima, che investe tutto il settore dell'economia sociale. Per questo assieme al Comune di Forlì abbiamo organizzato un momento pubblico di confronto aperto a tutti gli interessati. L'appuntamento è per venerdì 11 luglio alle ore 18 in Comune a Forlì (sala Calamandrei). Oltre al sottoscritto, parteciperanno l'assessore comunale Raoul Mosconi, il sindaco Davide Drei e il mio collega deputato Edoardo Patriarca che è un esperto nazionale della materia. Un'occasione importante per conoscere meglio il contenuto di una delle riforme più importanti su cui stiamo lavorando. Se vuoi aiutarci a diffondere l'invito, qui trovi il volantino.

DECRETO CULTURA - E' stato approvato dalle varie Commissioni coinvolte il testo del decreto cultura e turismo voluto dal ministro Dario Franceschini e di cui abbiamo parlato nelle scorse settimane (qui il testo iniziale). Da martedì lo voteremo in aula per arrivare approvazione in prima lettura, per poi spedirlo al Senato per l'approvazione definitiva (come prevede il bicameralismo "perfetto"). In Commissione Finanze sono stato il relatore del provvedimento per l'elaborazione del parere. La relazione che ho tenuto e il conseguente parere sono state approvate a larga maggioranza con l'astensione di tutta l'opposizione. Qui puoi leggere il testo della mia relazione mentre qui il testo del parere.

NOMINE - In Commissione Affari Costituzionali abbiamo fatto alcune nomine importanti questa settimana. Abbiamo votato il nuovo presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, e i componenti dell'Anac (Autorità nazionale AntiCorruzione) che è presieduta da Raffaele Cantone. In Commissione Finanze, invece, abbiamo votato la nomina di Anna Genovese a presidente della Consob.

EDILIZIA SCOLASTICA - E' stata stanziata la prima parte dei fondi annunciati dal Governo per la riqualificazione delle nostre scuole e la costruzione di nuove. Ci sono primi fondi anche per le scuole forlivese, che sono impegnato in prima persona a seguire assieme a tutti i sinadci del territorio forlivese. Ma non è finita qui, ci saranno altri interventi al più tardi dentro la legge di stabilità (l'ex Finanziaria) che sarà approvata dal Governo a metà ottobre e definitivamente dal parlamento a fine dicembre. Ne riparleremo.

SS67: ASSEGNATI ALCUNI LAVORI - Prosegue l'impegno per la Ss67 che sin dall'inizio della legislatura abbiamo messo in campo, anche assieme al mio collega David Ermini che segue da vicino le vicende del versante toscano della Tosco-romagnola. Qualche risultato è arrivato, a cominciare dall'ottenimento dei fondi stanziati in febbraio e il cui bando è stato affidato in questi giorni. Si tratta di interventi per il rifacimento del manto stradale in un tratto di 16 km, da Dovadola verso Forlì. Avremmo preferito che si partisse una volta tanto dalla montagna, dal comune di Portico e San Benedetto verso Rocca San Casciano e Dovadola, dove la situazione è peggiore. Insisteremo perchè le zone più lontane dai centri urbani hanno bisogno di maggiore attenzione.

VIS MOBILITY SANTA SOFIA - Un paio di buone notizie per due crisi aziendali del territorio forlivese. La prima riguarda l'ex gruppo Acis e Ciss (oggi Vis Mobility), vale a dire la firma dell'accordo di acquisizione dell'azienda di Santa Sofia da parte di un'azienda bolognese. Questo garantirà non solo la continuità dell'attività, ma anche il posto di lavoro per una parte consistente dei lavoratori che l'avevano perso. Per tutti gli altri proseguirà la tutela degli ammortizzatori sociali, in attesa di riuscire a trovare un'altra collocazione lavorativa e con l'augurio che la nuova proprietà faccia decollare anche la produzione.

CANTIERI DEL PARDO - Accanto a questo, una schiarita anche sul futuro dei lavoratori della "Cantieri del Pardo", che da molti mesi aspettavano la cassa integrazione. Quando ormai le speranze erano perse, siamo riusciti ad ottenerla garantendo un sussidio che certo non risolve il problema della prospettiva, ma tampona l'emergenza. Il sistema degli ammortizzatori sociali va profondamente riformato e infatti ne stiamo discutendo in parlamento sulla base della legge delega sul lavoro voluta dal ministro Giuliano Poletti. L'Italia ha bisogno oltre che di soldi per gestire le emergenze, anche di investimenti per far ripartire la produzione, soprattutto nel settore manifatturiero.

PER IL DIRITTO ALLA PACE - Giovedì, in una breve pausa dei lavori della Camera, ho partecipato all'incontro organizzato alla biblioteca del Senato dal "Coordinamento nazionale Enti locali per la pace" per la campagna per il riconoscimento internazionale del diritto umano alla pace. Assieme a tanti sindaci italiani e a Flavio Lotti, coordinatore della marcia Perugia-Assisi che poi ha guidato una delegazione che ha incontrato il presidente del Senato, Pietro Grasso (io non ho potuto esserci per il voto alla legge sugli esodati). Troppo spesso quello della Pace è considerato tema secondario, che diamo per scontato, ma non lo è: perché, come ci informano ogni giorno le cronache, la guerra continua ad essere una drammatica realtà in molte parti del mondo.

RIFORMA DEGLI ENTI LOCALI - La scorsa settimana assieme ai sindaci del territorio forlivese e alla vice presidente della Regione, Simonetta Saliera, abbiamo fatto il punto sullo stato di avanzamento dell'Unione dei Comuni della Romagna forlivese (l'Unione dei comuni) e sui cambiamenti in corso a livello regionale e nazionale. Ovviamente occhi puntati sull'attuazione della legge Delrio che supera le Province e ne ridisegna le funzioni. Mancano, però, i necessari chiarimenti su chi dovrà fare cosa e per questo motivo, d'intesa anche con il presidente della Conferenza stato Regioni, Vasco Errani (che è anche presidente della nostra Regione), stiamo premendo sul Governo affinchè l'8 luglio (data ultima) emetta il decreto necessario a proseguire sulla strada della riforma degli enti locali. Bisogna proseguire con determinazione e chiarezza sia per dare risposte certe alle persone, che per dare continuità ai lavoratori delle Province e degli altri enti interessati, il cui potenziale non va disperso nell'inutilità.

PROTEZIONE CIVILE - Di Protezione civile sentiamo parlare solo in occasione delle calamità naturali che, purtroppo, di tanto in tanto colpiscono il nostro Paese. In realtà si tratta di una rete di persone, in gran parte volontari ma anche con alcuni professionialità di assoluto livello, che rappresentano una delle "eccellenze" della provincia di Forlì-Cesena. Ho incontrato questo mondo partecipando al raduno annuale di Protezione civile, che si è svolto a Forlì presso il centro unificato provinciale di via Cadore a Forlì. Centinaia di volontari ai quali ho voluto esprimere un ringraziamento sincero per ciò che fanno, per il contributo che danno non solo alla gestione delle emergenze ma anche alla manutenzione e alla vitalità del territorio. Una presenza che rende orgogliosi di rappresentare la nostra terra.

Per questa settimana è tutto: ti ricordo gli appuntamenti di venerdì 11 luglio alle 18 in Comune a Forlì e di lunedì 14 luglio alle 21 alla festa del Ronco (piazzale Berlinguer, Forlì). 

Alla prossima!

Marco

---