Newsletter n. 60
23 agosto 2014

---

Pronti a ripartire a pieno regime dopo qualche giorno di riposo, pur senza perdere mai di vista l’attualità nazionale e locale. Nonostante il periodo agostano e vacanziero, comunque, i temi non mancano e neppure le cose da fare.
Tiene banco in questi giorni quello che accede fuori dal nostro Paese: in Iraq, in Siria, in Ucraina, tra Israele e Palestina. Purtroppo viene il dubbio che ciò avvenga perché è estate, perché languono notizie di politica interna, perché non c’è la serie A in campo e nulla di sensazionale sul fronte interno; e forse più che un dubbio è una certezza. Eppure da quello che succede sullo scenario internazionale dipende molto anche ciò che avviene dentro al nostro Paese. Verificheremo a settembre quanto ancora resterà alta l'attenzione del mass media sui drammi che si stanno consumando in molte zone del mondo. Intanto con apprensione stiamo seguendo l'evolversi della situazione sul rapimento di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, le due giovani cooperanti volontarie rapite in Siria e che il quotidiano inglese "Guardian" aveva dato per certo fossero in mano all'Isis. Fortunamente non è così, il ministero degli esteri italiano ha smentito la notizia; ma non si hanno maggiori dettagli. Loro sono il simbolo di come gli estremismi, le guerre, la violenza, le oppressioni, fanno male e colpiscono ovunque, anche a migliaia di chilometri di distanza. A loro, a Greta e Vanessa, dedico l'immagine di copertina di questa settimana, con la più viva speranza di poter presto utilizzare la foto della loro liberazione.

IRAQ, VOTO DEL PARLAMENTO - Il 20 agosto si sono riunite in seduta comune le commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato per deliberare l’invio di sostegni militari ai curdi che stanno resistendo in Iraq contro la furia devastatrice dell’Isis (l’organizzazione terroristica che, tra le tante barbarie commesse in queste settimane, ha decapitato un giornalista americano e minacciato di farlo presto per un altro giornalista che è nelle loro mani). Fra l'altro nello stesso giorno il presidente del consiglio Matteo Renzi si è recato in visita nel Paese. Non ero presente, non essendo componente di quelle commissioni, alla riunione; tuttavia ho seguito a distanza l’evolversi del dibattito. Concordo con la posizione del ministro degli Esteri, Federica Mogherini, che ha spiegato che l’invio delle armi a sostegno della resistenza irachena è necessario, ma non può essere e non sarà la soluzione al problema. L’errore di tutti gli errori è stata la guerra compiuta nel 2003 contro Baghdad, nel presuntuoso (e pretestuoso, perché gli interessi erano altri ed erano di natura economica) di “esportare la democrazia”. Queste sono le immagini del risultato. Ora le conseguenze di quell’errore vanno gestite, con il realismo e con la diplomazia. 
Qui il testo integrale dell'intervento del ministro - Qui una interessante intervista del ministro (Repubblica, 21 agosto)

AGRICOLTURA - Continuiamo a seguire anche quanto avviene nel mondo agricolo, vessato non solo da difficoltà pesanti di mercato, ma anche da una stagione meteorologicamente devastante. Nei giorni scorsi a Roma c'è stato un incontro al ministero della Politiche Agricole in cui si è fatto il punto della situazione, in particolare sugli aiuti che l'Unione Europea ha deciso di stanziare per il ritiro di parte della produzione per il settore delle pesche e nettarine. Una magra consolazione, ma anche una piccola boccata d'ossigeno per gli operatori. In particolare, sono state trattate le problematiche riguardanti la crisi del settore per la produzione di pesche e nettarine. Come detto, la UE ha accolto la richiesta che avevamo sostenuto, appoggiando l'azione del Governo, di stanziare aiuti concreti: ora, però, come spesso avviene sorgono problemi burocratici. Occorre, infatti, che si migliorino alcuni aspetti delle misure previste dalla Commissione con particolare riferimento alla necessità di integrare le possibili destinazioni dei prodotti ritirati, di ampliare la retroattivita' delle misure e di prevedere prezzi di ritiro piu' congrui. Si sta lavorando assieme agli altri Stati interessati (Francia, Spagna e Grecia) per dare più forza a queste richieste.

MONETA ELETTRONICA, ITALIA PIU' SICURA - L'Italia si conferma tra i paesi più sicuri per i pagamenti con moneta elettronica. E’ quanto emerge dal Rapporto statistico sulle frodi con le carte di pagamento elaborato dall’Ufficio centrale antifrode mezzi di pagamento (UCAMP) del Dipartimento del Tesoro e giunto alla quarta edizione. E' una buona notizia e trovo giusto diffonderla perchè in Commissione Finanze abbiamo lavorato e riprenderemo subito a lavorare sulla diffusione della "moneta elettronica", dei pagamenti senza utilizzo di denaro contante; un incoraggiamento a proseguire su questa linea. Qui puoi leggere il rapporto integrale.

FORLI’ PER BALZANI - Un forlivese candidato alla presidenza della Regione Emilia-Romagna. E’ la prima volta che succede e io lo sosterrò. Roberto Balzani, già sindaco di Forlì e docente universitario, ha lanciato la propria corsa alle primarie del Partito Democratico per la candidatura a presidente (le primarie si faranno il 28 settembre, mentre in novembre sono previste le elezioni vere e proprie). Dopo quindici anni di governo da parte del presidente Vasco Errani (anni sui quali dò complessivamente un giudizio positivo, anche se gli ultimi sono stati sicuramente meno brillanti dei primi e noi a Forlì lo abbiamo visto più di altri), penso sia doveroso aprire un nuovo ciclo; che non sia fatto solo di ‘facce nuove’ (anche di quelle si intende), ma anche di idee e metodi nuovi. Lo ritengo necessario per settori vitali della nostra vita quotidiana come la sanità, le politiche economiche, quelle turistiche, gli investimenti in infrastrutture, la cultura, i servizi sociali. Per saperne di più del progetto di Regione che intende rappresentare la candidatura di Roberto Balzani, ti invito a partecipare mercoledì 27 agosto alle 18.30 al Parco Urbano a Forlì all’incontro costitutivo del comitato Forlì per Balzani, alla presenza dello stesso candidato che illustrerà in prima persona progetti e idee.
Qui il sito di Roberto Balzani - Qui la pagina Facebook - Qui la mail a cui fare riferimento

NUOVO DIRETTORE IRST - Lunedì 18 agosto è entrato ufficialmente in servizio il nuovo direttore generale dell’Irst, Marcello Tonini. Ho colto questa occasione per qualche riflessione sull’importanza dell’istituto di Meldola (che ormai ha un peso scientifico e non solo di rilievo nazionale) e su ciò che il nuovo direttore si troverà in mano; ma anche sul valore della sanità forlivese, che nel contesto della nuova azienda sanitaria unica della Romagna non può essere la ‘cenerentola’ della situazione. Non è una questione di nomine, che pure sono importanti ma non spettano (o meglio, non dovrebbero spettare) alla politica e ai partiti; è una questione di qualità dei servizi, di prossimità al cittadino, di investimento sulle nuove tecnologie, di livelli minimi delle prestazioni. Torneremo a parlarne. 
Qui una mini-rassegna stampaForlìToday - Carlino - Corriere - Voce

VASCO BARTOLETTI - Voglio dedicare uno spazio in questa newsletter a un amico, una persona speciale che forse molti non conoscono; ma alla quale ero particolarmente affezionato. E’ Vasco Bartoletti, cittadino di Dovadola deceduto dopo una malattia fulminante martedì scorso. L’ho conosciuto solo due anni fa, ma sono stati anni sufficienti per consentirmi oggi di dire che mi ha trasmesso molto di più lui, con la sua semplicità, la sua franchezza, la sua discrezione, che tanti altri che conosco da molti anni e che frequento con una certa assiduità. Quando nella vita hai la fortuna di conoscere persone così, ne rimani molto legato; perderle ti dà un senso di smarrimento difficile da descrivere, ma anche apprezzare la fortuna di averle conosciute. Grazie Vasco. 

PROSSIMI APPUNTAMENTI - Molti appuntamenti pubblici nei prossimi giorni. Approfitto di questa newsletter per segnalarteli rapidamente, potrebbero essere occasioni per vederci. Sabato sera 23 agosto (stasera) sarò dalle 19 circa alla Festa di Santa Sofia per un saluto ai volontari e agli organizzatori di questo evento; a seguire sarò a Cusercoli, dalle 21.30 circa, per partecipare alla manifestazione organizzata dalla Pro Loco tra le suggestiva mura del castello. Da non perdere. 
Domenica sera 24 agosto dalle 20 alle 21 circa sarò a Villagrappa, per un saluto alla Festa del PD. 
Lunedì sera 25 agosto, assieme al sottosegretario alla Presidenza del consiglio dei ministri, Sandro Gozi, sarà alle 19.30 a Castrocaro Terme e alle 21 alla Festa di Borgo Sisa.
Mercoledì sera 27 agosto dalle 18.30 parteciperò alla costituzione del comitato Forlì per Balzani, a sostegno della candidatura a presidente della Regione dell’ex sindaco di Forlì. 
Sabato 30 agosto sarò impegnato in un dibattito pubblico alla Festa di Borgo Sisa a partire dalle ore 20.45 assieme a Francesco Bonifazi, deputato e tesoriere nazionale del Partito Democratico. Una bella occasione per discutere di finanziamento pubblico, riforme istituzionali, cambiamenti della politica. Prima saremo a Vecchiazzano per l'apertura della Festa.
Domenica sera 31 agosto alle 20.45 sarò impegnato, invece, in un interessante dibattito organizzato alla Festa della Cgil a San Lorenzo in Noceto (Forlì) “Forlì 2.0: quale politica per connettere il territorio al futuro”. Assieme a me il sindaco Davide Drei, il segretario della Cgil Paride Amanti e il giornalista del “Carlino” di Forlì, Giuseppe Catapano. Ovviamente nelle prossime settimane riprenderemo anche gli appuntamenti di #openCamera, una finestra aperta sul parlamento”.

Molti altri incontri seguiranno e si aggiungeranno, faremo il punto se necessario nella prossima newsletter. Intanto ti saluto saluto e a presto!

Marco

---