Newsletter n. 66
3 ottobre 2014

---

Un'altra settimana densa di argomenti da trattare, di appuntamenti e di studio su tanti provvedimenti nazionali e su molti progetti che riguardano il nostro territorio. Questo, però, è anche il fine settimana in cui ricorre un anniversario importante in cui ricordare una icona della Romagna: la missionaria Annalena Tonelli, barbaramente uccisa il 5 ottobre del 2003 a Borama, in Somalia, dopo aver dedicato una vita intera all'assistenza ai più deboli nelle zone più martoriate del mondo. Questa settimana dedico a lei la foto di copertina, un simbolo che va fatto conoscere. Forlì, come ogni anno, ricorderà la sua figura con una serie di avvenimenti, di cui il più importante è previsto per lunedì mattina 6 ottobre.
Nello stesso ciclo di celebrazioni rientra anche l'apertura dell'Emporio della solidarietà, con inaugurazione sabato pomeriggio alle 15.30 (in via Lunga 43 a Forlì) realizzato dal Comitato contro la fame nel mondo (che sosteneva l'attività di Annalena Tonelli) assieme alla Caritas di Forlì. Si tratta di una sorta di 'supermercato' ricavato in un ex laboratorio di ebanisteria posto a ridosso del Seminario vescovile. L'ho visitato nei mesi scorsi assieme a Vanni Sansovini e Roberto Gimelli, responsabili del Comitato: un'opera che dire meritoria è dir poco. Di cui ho parlato anche alla presidente della Camera, Laura Boldrini, e spero possa presto venire a Forlì per rendersi conto direttamente dell'importanza di quello che si fa a Forlì.

I temi della settimana
LAVORO - Ho partecipato lunedì sera, trovandomi già a Roma per il lavoro in commissione Affari Costituzionali sul decreto contro la violenza negli stati, alla riunione della Direzione nazionale del Partito Democratico sul cosiddetto "jobs act". Parto da qui per esprimere una considerazione sul dibattito pubblico attorno a questo tema. C'è un grande equivoco, creato ad arte dall'opposizione interna ed esterna a questo Governo e alimentata dai media: non si è MAI presa in considerazione, in nessun atto del Governo, di cancellare l'articolo 18. La legge delega di riforma del mercato del lavoro dice ben altro: parla di estendere le tutele a chi non le ha, di politiche attive per il lavoro, di politica per conciliare i tempi di vita con quelli dell'impiego lavorativo, di semplificazione della selva contrattuale che c'è solo nel nostro Paese. Questo è il cuore della riforma: non la "riduzione dei diritti dei lavoratori" come si sente e come si legge; ma una riforma del mercato del lavoro che non si è mai fatta in maniera organica. Questo è il nostro obiettivo. Ho cercato di spiegarlo anche intervenendo in diretta alla trasmissione "Linea Notte" su Rai 3, martedì sera. Se (giustamente) eri già a dormire e te la sei persa, puoi rivederla qui.
> Il testo della legge delega
> Il documento approvato dalla Direzione PD
> Il mio intervento a "Linea Notte"

POLETTI A FORLI' - A proposito di lavoro, il ministro Giuliano Poletti sarà domenica pomeriggio 5 ottobre alle ore 17 a Forlì, sul palco del teatro "Diego Fabbri" per l'evento conclusivo della Settimana del Buon Vivere. Un appuntamento importante in cui si parlerà di lavoro e di ciò che interessa ai giovani, perchè sono stati proprio loro a volerlo ospite per il gran finale di questa rassegna che ci rende ancor più orgogliosi di appartenere a questa terra. A condurre sarà la giornalista Serena Dandini.

EVASIONE FISCALE - E' di circa 91 miliardi l’anno l’importo delle principali imposte evase. La stima è contenuta nel Rapporto sull’evasione fiscale, disponibile sul sito del MEF, che il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, ha illustrato al Consiglio dei Ministri del 30 settembre 2014, prima della presentazione in Parlamento. Il rapporto verrà ora esaminato da una delle due Commissioni di cui sono componente, la Finanze, e a seguito dei suggerimenti e delle valutazioni che saranno fatte il Governo dovrà decidere come potenziare il contrasto all'evasione. Quella vera, quella dei grandi capitali, quella da colpire - a mio parere - con la maggior veemenza possibile.
> Il rapporto sull'evasione fiscale

PRIMARIE - Domenica scorsa si sono svolte le primarie per scegliere il candidato a presidente della Regione Emilia-Romagna. Ha vinto Stefano Bonaccini, battendo il candidato che ho sostenuto, Roberto Balzani, che ha ottenuto comunque un ottimo 39% che era inimmaginabile viste le forze in campo. Ora, però, le primarie sono finite e c'è un solo candidato, Bonaccini, a cui ho subito domenica sera fatto i complimenti e che mi sono messo a disposizione per sostenere. Certo, gli ho anche detto che non può dimenticare due dati: i 'soli' 58mila elettori che hanno preso parte a queste primarie (il dato più basso di sempre) e il quasi 40% dei voti ottenuti dal suo rivale, Roberto Balzani, che incarnava un'idea di radicale rinnovamento che non può essere archiviata come un incidente di percorso. Credo che questi due dati debbano servire per impostare una campagna elettorale all'insegna dell'innovazione, dei bisogni concreti e reali di persone e imprese, della vicinanza a tutti i territori e con una attenzione maggior del solito alla Romagna. Cancellare il trattino che divide Emilia e Romagna sarà una delle sfide maggiori che riguarderanno il futuro presidente. Che spero sia, a questo punto, Stefano Bonaccini e che possa contare sulla piena e totale collaborazione, tra gli altri, di Roberto Balzani. In fondo lo spirito delle primarie è questo.
> Qui una mia intervista al Carlino di Forlì sulle primarie
> Tutti i risultati delle primarie in Emilia-Romagna
> Un'analisi del voto compiuta da un giovane studioso

PAGAMENTO DEBITI P.A. - Una notiziola sul pagamento dei debiti arretrati della Pubblica Amministrazione nei confronti delle imprese. Al 23 settembre risultano pagati ai creditori 31,3 miliardi, a fronte di un finanziamento complessivo ai debitori di 38,4 miliardi. Le istanze di certificazione del credito da parte delle imprese sono state più di 3.600 nella prima settimana di agosto. Sul piano degli adempimenti sono stati predisposti tutti gli atti e le convezioni che consentono di dare piena attuazione al decreto legge 66/2014 che dispone la garanzia dello Stato sui crediti certificati.
Segnalo che scade il 31 ottobre il termine per la presentazione dell’istanza di certificazione dei crediti assistiti da garanzia dello Stato prevista dal cosiddetto Decreto Renzi (art. 37 del D.L. n. 66/2014). Sul sito del del ministero dell'Economia tutte le informazioni necessarie.

VIOLENZA STADI - La prossima settimana approveremo alla Camera il decreto contro la violenza negli stadi. Approfondiremo meglio nella prossima newsletter i suoi contenuti: intanto, però, mi preme segnalarti un importante emendamento che grazie al nostro lavoro in Commissione Affari Costituzionali siamo riusciti ad inserire e che rappresenta una vera novità: saranno le società di calcio ospitanti a dover pagare i costi dei servizi straordinari svolti dalle forze dell'ordine per garantire la sicurezza e ordine pubblico prima, durante e dopo le manifestazioni sportive. Forse in questo modo i club saranno incentivati anche a fare di più per cercare di tenere a bada gli ultras.

FORMAZIONE - Su invito della sede di Forlì del Cnos-Fap (Centro nazionale opere salesiane - Formazione e aggiornamento professionale) ho avuto l'onore nei giorni scorsi di aprire idealmente il loro anno scolastico intervenendo al "Buongiorno" che ogni mattina il direttore del centro, Sergio Barberio, organizza per gli allievi che frequentano la scuola. E' stato stimolante, emozionante e gratificante. Grazie ai ragazzi per l'accoglienza e a Sergio per l'invito.

GIRO D'ITALIA A FORLI' - Il grande sport torna a Forlì. Del resto la nostra è una città da sempre molto legata ai grandi eventi e fa piacere che nel 2015 il Giro d'Italia farà tappa in piazza Saffi. L'appuntamento è per il 19 maggio del prossimo anno, quando in città arriverà la Carovana Rosa che quel giorno partirà da Civitanova Marche. E l'indomani per i corridori una tappa tutta romagnola, con arrivo a Imola attraverso un circuito sulle strade più battute degli appassionati delle due ruote. Molto contento per questo risultato, un plauso all'Amministrazione comunale che ha reso possibile questo traguardo.

BASKET, FORLI' C'E' - Una bella notizia per Forlì: la FulgorLibertas Basket Forlì è ufficialmente iscritta al campionato di A2 Gold! Finalmente adesso si potrà parlare del basket forlivese giocato in campo e non di quello praticato a suon di ricorsi e cavilli nel chiuso delle stanze di avvocati e commissioni federali. Domenica inizia il campionato ed ora c'è una sola cosa che conta: il verdetto del campo. A Forlì il basket è vissuto da una parte della popolazione con una fede simile a quella che si ha per una religione. Assistere alle incertezze di queste settimane ci aveva fatto stare tutti con il fiato sospeso: sono contento che, invece, tutto si concluda per il meglio.
> La Fulgor Libertas Basket è 'salva'
> Il sito della Fulgor Libertas

A presto, alla prossima!

Marco

---