Newsletter n. 76
11 dicembre 2014

---

Molti lettori della nostra newsletter settimanale mi sollecitano e mi chiedono se e quando torneremo a vederci non solo in Rete, ma anche dal vivo. E allora rispondo subito segnalandoti un doppio appuntamento in questo fine settimana con "#OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento" il ciclo di incontri che periodicamente organizziamo su tutto il territorio forlivese per rispondere alle domande dei partecipanti, alle curiosità, alle critiche e agli stimoli. Il primo, più dedicato al tema delle infrastrutture locali (ma si potrà parlare anche di altro, ovviamente) sabato mattina al Ronco; il secondo, domenica mattina, a San Martino in Strada, dove invece saremo più focalizzati sull'attualità nazionale e locale.
Pensi di partecipare? Rispondi a questa mail e se ti va lasciami anche il tuo numero di telefono. Sarà utile per avvisarti tempestivamente di eventuali imprevisti che dovessero rendere impossibile svolgere ad esempio l'incontro di sabato. 
Aiutaci a diffondere l'invito attraverso:
> I volantini: Ronco - San Martino in Strada
> Condividi l'evento su Facebook

La foto di questa settimana è dedicata a lei, la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la Pace: Malala Yousafzai. "Racconto la mia storia non perchè e unica, ma, al contrario, perchè non lo è: è la storia di tante ragazze", ha detto la 17enne pachistana che mercoledì a Oslo dove ha ritirato il prestigioso riconoscimento (assieme all'indiano Kailash Satyarthi) che le è stato conferito per l'impegno e la lotta per il diritto all'istruzione delle bambine e delle donne negato dagli integralisti islamici talebani. Un messaggio importante anche per l'Occidente.
> Il video e il testo del suo discorso (in inglese)
> Un approfondimento su di lei e la sua storia

IL CANCRO DELLA CORRUZIONE - Non c'è giornale, telegiornale, sito web, radio e qualsiasi mezzo di informazione che non parli dello scandalo di Roma e dell'inchieseta "Mafia capitale". Un'inchiesta da cui anche io sono profondamente colpito: per la sua vastità, per la rete di rapporti che si erano costruiti, per le entità coinvolte (la cooperazione, in particolare quella sociale, oltre alla politica e alla pubblica amministrazione) per la violenza e la volgarità di alcune terminologie utilizzate nei dialoghi tra i vari protagonisti di questo intreccio tra politica e affari. Uno schifo, credo sia la parola più calzante. Non basta però l'indignazione. Intanto occorre, e questo spetta ai partiti politici, scegliere persone rette, pulite e con la schiena dritta come ha dimostrato il sindaco di Roma, Ignazio Marino (chissà perchè al centro di un fuoco di fila molto fitto negli ultimi mesi...).
Servono, però, anche interventi legislativi più determinati. Il Governo si è assunto l'impegno (qui il video messaggio del premier), e il parlamento dovrà essere rapido nel convertire in legge i provvedimenti, ad adottare misure che vadano ad inasprire le pene per i corrotti, che introducano la restituzione di quanto rubato, che prevedano il prolungamento della prescrizione per i reati di corruzione e finalmente la possibilità di confisca dei beni a corrotti e corruttori. Un atto doveroso contro i tanti fenomeni di piccola e grande corruzione che purtroppo sono diffusi in Italia. Basterà? Forse no, perché come sostiene da tempo don Luigi Ciotti, "la più grande riforma di cui ha bisogno l'Italia è quella delle coscienze": per la quale non bastano una legge o un decreto. Serve un impegno collettivo, a cui tutti dobbiamo partecipare, non solo i politici. La corruzione è un cancro che colpisce la società a 360°, in ogni suo ambito; e ciascuno di noi può fare qualcosa per contrastarla.

AEROPORTO DI FORLI' - Buone notizie sull'aeroporto di Forlì. Dopo la costituzione della società, finalmente oggi pomeriggio (giovedì) l'assemblea dei soci procederà all'aumento di capitale necessario per avere la solidità finanziaria minima per partire con il nuovo progetto. Martedì mattina alle 9 a Roma, assieme al sindaco Davide Drei e ad un rappresentante dei privati che hanno partecipato al bando (Sandro Gasparrini) abbiamo incontrato i vertici di Enac per sviscerare con loro tutti i possibili scenari per l'aeroporto "Ridolfi", da quello migliore al peggiore. Sempre martedì mattina è giunta la notizia che l'imprenditore americano Roberto Halcombe aveva effettuato i bonifici da lungo tempo richiesti (e per i quali avevamo ottenuto da Enac nelle settimane scorse molte proroghe dei termini). Ora spetta ai privati della neonata Air Romagna spa, che avranno l'onere e l'onore di gestire l'aeroporto, provvedere a far sviluppare al meglio il progetto. Per quanto mi/ci riguarda, dobbiamo vigilare sul rispetto degli impegni assunti, con la consapevolezza di aver fatto più del possibile per favorire l'ipotesi di riapertura dell'aeroporto. Avanti così, con fiducia e attenzione.

RIENTRO CAPITALI E AUTORICICLAGGIO - Il Senato ha dato il via libera definitivo, senza modificare il testo che avevamo faticosamente approvato alla Camera dopo un lungo e articolato lavoro in Commissione Finanze (di cui sono componente), alla legge sul rientro dei capitali detenuti all’estero. Oltre a offrire a chi ha patrimoni depositati in altri Paesi la possibilità di farli rientrare nella piena legalità e pagando tutto il dovuto in termini di tasse (ma con uno sconto sulla sanzione, come se fosse un ‘ravvedimento operoso’), il piatto forte della proposta è rappresentato dall’introduzione del reato di autoriciclaggio. Che ora è legge anche in Italia, fornendo un nuovo strumento per contrastare corruzione e criminalità organizzata, oltre a fornire un valido contributo per la lotta contro l’evasione fiscale.
> La sintesi della legge
> Il testo integrale del provvedimento
> La bozza del modulo per aderire alla ‘voluntary’


GIUSTIZIA, NUOVE NORME SU DETENZIONE PREVENTIVA - Continua l’impegno del parlamento in questa legislatura sui temi della Giustizia. Un nuovo importante provvedimento è stato approvato alla Camera (dopo la prima lettura al Senato) ed ha lo scopo di ridurre la carcerazione preventiva, rendendola una misura estrema da adottare in casi più specifici; per contro, però, si ampliano le misure alternative al carcere. La detenzione, ad esempio, non sarà necessaria nel caso in cui sarà sufficiente il divieto di esercitare una professione e il ritiro del passaporto o l’obbligo di dimora. Per il varo definitivo, occorrerà attendere il via libera definitivo del Senato.
> La sintesi della legge

AFFARI COSTITUZIONALI - Nelle ultime tre settimane solo tre giorni sono riuscito a stare sul territorio con l'intensità che merita e a cui sono abituato. Gli impegni sulla legge di stabilità prima e ora sulla riforma costituzionale, mi costringono molto spesso a rimanere a Roma più di quanto vorrei. D'altra parte in queste ore tutta l'opionie pubblica si sta rendendo conto dell'importanza, anche politica, della riforma della Costituzione. Tanto che ieri (mercoledì) in Commissione Affari Costituzionali (di cui sono componente in sostituzione del ministro Maria Elena Boschi) la maggioranza e il Governo sono stati battutti su due emendamenti. Purtroppo questo è avvenuto perchè una parte dei componenti PD della commissione ha votato contro l'indicazione che avevamo condiviso dopo moltissime ore di riunioni, talvolta estenuanti. Non sto a fare ragionamenti sulla 'disciplina di partito' o altre questioni simile, ma lo dico solo per raccontare - come sempre - le cose come stanno e rispondere ai tanti che mi hanno chiesto cosa fosse suggesso. Questa è una riforma importante, che supera il bicameralismo, semplifica il procedimento legislativo, mette ordine alle competenze tra Stato e Regioni e altre questioni attese da anni. Andremo avanti, nonostante i trabocchetti parlamentari e gli incidenti di percorso, perchè è una riforma che serve all'Italia. Ed è importante, dopo decenni di dibattiti e confronti, fare presto e fare bene.
> Il testo della riforma costituzionale
> La sintesi dei contenuti

FONDI MUTUO PRIMA CASA - Segnalo una notizia che spero possa interessare tanti. Sono disponibili i moduli per richiedere in banca l’accesso al Fondo di garanzia per i mutui per la prima casa. Il Fondo concede la garanzia dello Stato fino al 50% della quota capitale del mutuo per l’acquisto - o l’acquisito e ristrutturazione in ottica di efficientamento energetico – di un immobile, non di lusso, da adibire ad abitazione principale, purché il mutuo non superi l’importo di 250mila euro.
> Qui è possibile scaricare il modulo

IMPIANTI SPORTIVI SCOLASTICI - I Comuni e le Province, grazie ad un accordo di collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, ICS, ANCI e UPI, possono ottenere mutui a tasso zero per la realizzazione o la ristrutturazione di spazi sportivi scolastici. Sono previsti almeno 500 interventi, equamente distribuiti a livello regionale, in base alla popolazione in età scolastica, che prevedono l’abbattimento totale del tasso di interesse.
> Il sito del Credito sportivo

PIANO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE – In questi giorni si è aperta la consultazione pubblica sul Piano di azione contro la violenza di genere, il cui obiettivo primario è quello di garantire delle azioni efficaci e attive su tutto il territorio nazionale. Sarà possibile partecipare alla consultazione online fino al 10 gennaio. L'iniziativa è rivolta principalmente alle amministrazioni agli enti locali e alle associazioni che ogni giorno sono impegnate a combattere contro questo fenomeno. L'Italia è tra i primi paesi che ha recepito la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza di genere. Le donne che subiscono violenza e i loro figli devono essere tutelati e questo può essere fatto solo garantendo misure in grado di prevenire il fenomeno e di tutelare la persona contro ogni forma di discriminazione.
> Cosa prevede il piano
> Come partecipare alla consultazione


Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

---