Newsletter n. 79
5 gennaio 2015

---

Buon anno! E ben ritrovati al nostro consueto appuntamento con la newsletter, in ritardo di qualche giorno per una febbre piuttosto alta che mi ha accompagnato per gran parte delle festività. Newsletter in forma più ridotta in termini di quantità, ma ugualmente densa come qualità di contenuti, data l'importanza di alcuni provvedimenti presi proprio nei giorni scorsi. Con l'inizio del 2015, colgo subito l'occasione per segnalarti fin da ora un appuntamento a cui tengo molto che è la presentazione del Report parlamentare 2014: un documento nel quale riassumo in maniera sintetica tutto ciò che ho fatto nel corso dell'anno che è appena trascorso. Impossibile scrivere tutto, ma molte cose saranno inserite. Ti invito a partecipare all'incontro pubblico che si terrà, nella 'solita' forma di #OpenCamera ma un po' rivista per l'occasione, sabato 17 gennaio dalle ore 10 alle 12 a Forlì in un luogo che stiamo definendo. L'incontro è, come sempre, aperto a tutti. Intanto se vuoi leggere il report del 2013, puoi trovarlo qui. 

La foto di copertina di questa settimana non poteva che essere dedicata alle donne e agli uomini che hanno lavorato al salvataggio della “Norman Atlantic, evitando che il naufragio si trasformasse in una vera e propria ecatombe. Purtroppo non si è riusciti a evitare che vi fossero delle vittime, ma l’idea che la macchina dei soccorsi abbia funzionato, che l’equipaggio sia rimasto al proprio posto fino alla fine, che tutti coloro che dovevano intervenire lo abbiano fatto con efficienza e passione, un po’ rinfranca e risveglia l’orgoglio di appartenere a questa nazione. Non dimentichiamoci che l’Italia è anche questo, non solo le centinaia di vigili urbani che a Roma si sono improvvisamente ammalati o resi irreperibili saltando così il servizio previsto per la notte di Capodanno. Un fatto grave, quasi quanto la connivenza di chi ha firmato (o falsificato) quei certificati medici danneggiando l’immagine di un’intera categoria, quella del pubblico impiego e delle forze di pubblica sicurezza. La riforma della pubblica amministrazione, di cui nel 2014 abbiamo realizzato un primo pezzo con l'approvazione del decreto Madia, sarà uno dei temi centrali nell'attività parlamentare dei prossimi mesi.

JOBS ACT, PRIMI DECRETI - Il Governo nel suo ultimo consiglio dei ministri ha approvato i primi due decreti legislativi legati alla riforma del lavoro (il cosiddetto “jobs act”) che il parlamento ha varato poco prima della pausa natalizia. Il primo decreto riguarda il nuovo contratto a tutele crescenti, mentre il secondo è quello che introduce la nuova Aspi (la cosiddetta Naspi che è acronimo di Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per impiego). Consiglio di leggere entrambi, soprattutto il primo, anche per superare alcuni falsi miti di questi mesi e capire meglio e in maniera più precisa cosa prevede il contratto a tutele crescenti. Preciso che entrambi i decreti saranno ora esaminati dalle commissioni Lavoro di Camera e Senato, che hanno 30 giorni di tempo per suggerire eventuali modifiche. In questi giorni semifestivi ho incontrato molte persone ed è stato positivo sentire da tanti titolari di piccole e medie imprese l’intenzione di operare nuove assunzioni approfittando del nuovo contratto e degli sgravi contributivi (fino a 8mila euro a dipendente) per tutte le nuove assunzioni a tempo indeterminato che saranno fatte nel corso del 2015. Sgravi che dureranno per tre anni. Segnali positivi che fanno ben sperare per il proseguo dell’anno. 
> Nuovo contratto a tempo intedeterminato, il testo del decreto
> Nuova Aspi, il testo del decreto

BONUS RISTRUTTURAZIONI - Anche per tutto quest’anno sono confermati gli incentivi fiscali che riguardano gli investimenti nel settore delle ristrutturazioni edilizie e della riqualificazione energetica. Fra l’altro viene allargata la platea degli interventi che possono beneficiare dello sconto fiscale. E’ una misura molto importante che nel 2014 ha generato diversi miliardi di investimenti e che con grande piacere sono a segnalarti affinché si possa spargere la voce. Si tratta di benefici considerevoli, che vanno dal 50 al 65% e che favoriscono interventi di risparmio energetico e di miglioramento della qualità degli edifici che sono utili anche sotto altri profili. Qui una mia dichiarazione dei giorni scorsi in proposito, di seguito maggiori dettagli forniti dall'Agenzia delle Entrate. 
> Riqualificazione energetica
> Ristrutturazione edilizia
> Bonus arredi

FISCO, CERTEZZA DEL DIRITTO - In queste ore molto si parla del decreto legislativo sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente che è stato approvato dal Consiglio dei ministri il 24 dicembre scorso. Se ne parla per una norma che era contenuta nella versione iniziale, per la precisione l'articolo 19 bis, che stabiliva la non punibilità del reato di evasione "quando l'importo delle imposte sui redditi evase non e' superiore al 3% del reddito imponibile dichiarato". Non una norma "Salva Berlusconi" come è stata frettolosamente definita, ma semplicemente una norma scritta male che avrebbe offerto un assist a tutti i grandi evasori (tra cui anche Silvio Berlusconi). Il Governo ha ammesso l'errore e ritirato il testo, impegnandosi a riscrivere la norma senza questa parte, che onestamente non era in linea con le indicazioni che avevamo fornito come Commissione Finanze nello scrivere la delega fiscale da cui discende questo decreto. Il testo del decreto approvato dal Governo, infatti, prende le mosse dalla Delega a cui abbiamo molto lavorato in parlamento e in particolare in una delle due commissione di cui sono componente (la Finanze, appunto). Una volta varato dal Consiglio dei ministri, il testo delegato deve ottenere il parere delle commissioni parlamentari competenti entro 30 giorni, per poi tornare in consiglio dei ministri per il via libera definitivo. Ho speso qualche parola in più per cercare di spiegare il can-can mediatico di queste ore e provare a fare un po' più di chiarezza. A parte questa norma mal scritta (purtroppo) il testo conteneva altre misure molto importanti. A questo punto ne riparleremo quando uscirà la versione corretta. 
> Certezza e abuso del diritto, il testo del decreto ritirato dal Governo

ATTO AZIENDALE AUSL - E’ stato redatto nelle settimane scora il famoso “Atto aziendale” dell’Ausl unica della Romagna, ossia il documento che nelle intenzioni iniziali doveva tracciare la traiettoria futura delle politiche sanitarie nell’ambito romagnolo. Se questo era l’intento, diciamo che è stato perseguito in maniera non proprio chiara. Il documento, infatti, pur essendo stilisticamente ben scritto e interessante da leggere, non dice granché su come saranno riorganizzati i servizi sanitari. Se possibile, anzi, ne incrementa l’incertezza. Mi aspettavo molto di più. Credo si stia perdendo un’altra occasione per affrontare nel merito un tema decisivo per il futuro, che è quello delle politiche per la salute e della loro riorganizzazione. Scelte calate dall’alto difficilmente verranno comprese e accettate dalle persone e dagli operatori sanitari. Dunque mi auguro che al più presto si possa andare al cuore dei problemi e discutere della sostanza: non basta aver fuso quattro aziende sanitarie per dire di aver completato il lavoro. Specialmente quando si parla di sanità e quando in gioco ci sono prestazioni e servizi di altissimo livello che rischiamo di veder ridimensionati da giochi di potere o spartizioni campanilistiche che poco hanno a che vedere con l'interesse generale. Sono
> Qui il testo integrale dell’atto aziendale 
> Scrivimi le tue considerazioni a comunicazione@marcodimaio.info

BASKET FORLI’ - Purtroppo è finita nel peggiore dei modi la vicenda del basket di massima categoria a Forlì. Nei giorni scorsi, infatti, è stata ritirata la FulgorLibertas, la formazione forlivese che militava nella A2 Gold e che aveva cominciato il campionato sotto auspici e promesse di altissimo livello. Dalle stelle si è scesi rapidamente alle stalle perchè di fatto nessuna promessa è stata mantenuta dai nuovi titolari. Un epilogo che la città, dove il basket è come una fede, non merita. L'onta che una serie di promesse non mantenute costringeranno la città e gli appassionati a subire con il ritiro della squadra dalla A2 Gold, non offuscherà la passione dei forlivesi per questo sport. Ripartire è possibile, puntando sul patrimonio più importante che è quello composto dal vivaio giovanile e dall'attaccamento di un pubblico che poche altre 'piazze' possono vantare; e che merita ben altro che mirabolanti illusioni.

BOLLETTE MENO CARE - L’Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico ha disposto la riduzione, a partire dal nuovo anno, del 3% della bolletta dell'elettricità e dello 0,3% di quella del gas della famiglia-tipo (consumi medi di energia elettrica 2.700 kWh/anno e potenza impegnata di 3 kW). Una modifica giunta nell'aggiornare le condizioni di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela per il primo trimestre 2015. Per l'elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell'anno (aprile 2014-marzo 2015) sarà di 513 euro, con un calo dello 0,6% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (aprile 2013-marzo 2014). Per il gas la spesa della famiglia tipo per lo stesso periodo sarà di 1.143 euro, con una riduzione del 6% circa, corrispondente ad un significativo risparmio di 72 euro.
> Qui maggiori dettagli, il comunicato ufficiale dell'Autorità

ESENZIONI TICKET FINO AL 30 APRILE
- Sono state prorogate a fine aprile 2015 tutte le misure regionali a sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi economica e delle popolazioni interessate dal terremoto. La Giunta regionale ha approvato quattro delibere di proroga degli interventi che erano in scadenza alla fine di quest’anno. Le misure riguardano l’esenzione dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistici e per l’assistenza farmaceutica, tutti prorogati dal 1° gennaio fino al 30 aprile.

AGRICOLTURA 2.0 - Semplificazione e innovazione in agricoltura: questi gli obiettivi del "Piano Agricoltura 2.0 - Servizi innovativi per semplificare", presentato nei giorni scorsi dal ministro Maurizio Martina e che contiene una serie di azioni tutte positive. Andando per titoli, si tratta si introducono: anagrafe Unica delle Aziende Agricole, un solo fascicolo per una sola dichiarazione aziendale, la domanca Pac pre-compilata (per eliminare inutili costi di istruttoria che spesso gravano sui bilancio degli agricoltori), il pagamento anticipato a giugno 2015, la banda dati unica dei certificati, un'unica domanda d'aiuto.
> Le slide del ministero con i contenuti del Piano

RIAPERTURA CERVESE - Ha riaperto al traffico la Cervese, nel tratto tra via Donnasanta a Pievequinta e la rotonda di Carpinello. L’opera si aggiunge a quella ultimata in agosto (in anticipo rispetto ai tempi previsti), che ha consentito di allargare circa 4 km di strada rendendola più scorrevole e sicura. Più nel dettaglio, le opere realizzate hanno consentito di allargare la piattaforma stradale dai precedenti 5,8 circa a 8 metri, con due corsie di 3,25 metri ciascuna; sono inoltre stati realizzati due golfi di fermata per il trasporto pubblico di linea, riqualificati due tratti di strada interni al centro abitato di Carpinello per 500 metri circa e realizzati due tratti di pista ciclopedonale per 250 metri circa.

Per questa settimana è tutto, alla prossima e ancora buon anno!

A presto,

Marco

---