Newsletter n. 103
17 giugno
2015

La Polizia costretta a sgombrare il confine con la Francia a Ventimiglia

In questi giorni sono i temi della sicurezza e della gestione dei flussi migratori quelli che maggiormente colpiscono l'attenzione delle persone. Generando anche preoccupazione. Il problema va affrontato con determinazione, tenendo insieme l'assoluta fermezza nel contrastare e cacciare i delinquenti, e il dovere di soccorrere chi scappa da guerre civili, morte e persecuzioni religiose. Da soli non possiamo farcela, serve un impegno di tutti gli stati Europei. Va ricordato che l'Italia è obbligata a farsi carico dell'emergenza, oltre che dai suoi principi costituzionali, anche dagli impegni internazionali assunti nel 2003 e nel 2008, quando il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, a nome del nostro Paese sottoscrisse la revisione del Regolamento di Dublino. Cosa prevede? Il regolamento impedisce di presentare una domanda di asilo in più di uno stato membro e prevede che la domanda la esamini lo stato dove il richiedente ha fatto ingresso nell’Unione europea. I richiedenti asilo hanno diritto a rimanere nel paese di arrivo anche se non hanno regolari documenti d’ingresso e a essere assistiti. Leggi questo vincolo con il caso dell'Italia e capisci molto del perchè ci troviamo in questa condizione. Penso, comunque, che l'Europa abbia il dovere di sostenere l'Italia e di non fare spallucce di fronte ad un problema che da soli non siamo più in grado di gestire. Le immagini dello sgombero del confine a Ventimiglia, l'atteggiamento della Francia, la notizia che l'Ungheria intende costruire un muro alto 4 metri lungo i 175 km di territorio confinante con la Serbia per impedire il transito di migranti, sono una sconfitta per i valori e gli ideali che dovrebbero tenere in piedi l'Unione Europea. Per l'Europa è arrivato il momento della verità e di rispondere alla domanda che ricorre da tempo: essere o non essere? Questo è il problema.
> Cos'è e come funziona il Regolamento di Dublino

Invito

PROVINCE, UNIONI, FUSIONI: RIFORME IN CORSO - Ti aspetto questo venerdì, 19 giugno, alle ore 20.30 presso la Saletta Banca di Forlì (via Bruni, 2 - Forlì) per un incontro di approfondimento che ho organizzato sul tema del cosiddetto "riordino istituzionale", cioè la riorganizzazione del sistema di Comuni, Province, Regioni a cui si sta lavorando a livello locale, regionale e nazionale. E' un argomento che può apparire distante, invece interessa tutti i cittadini e le imprese. L'occasione è significativa perchè sarà possibile porre domande (come tutte le #OpenCamera che realizzo) ad alcuni protagonisti di questo cambiamento: il sottosegretario di Stato, Gianclaudio Bressa (che per il governo si occupa di questi temi) e l'assessore regionale Emma Petitti (che ha scritto la legge regionale sul riordino). Ti aspetto! Intanto, se ti va, aiutami a diffondere l'invito. Qui sotto trovi volantino e pagina Facebook.
> Il volantino | La pagina dell'evento su Facebook 

I temi di questa settimana

CONTRATTI DI LAVORO E MANSIONI, STOP AI CO.CO.PRO. - Via libera finale del Governo anche al decreto legislativo che disciplina i contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni. Per quanto riguarda i contratti di collaborazione a progetto (Co. Co. Pro.), a partire dall’entrata in vigore del decreto (e cioè dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale), non potranno più esserne attivati (quelli già in essere potranno proseguire fino alla loro scadenza). Comunque, a partire dal 1° gennaio 2016, ai rapporti di collaborazione personali che si concretizzino in prestazioni di lavoro continuative ed etero-organizzate dal datore di lavoro saranno applicate le norme del lavoro subordinato.
> Contratti e mansioni, in sintesi quali sono le novità

JOBS ACT, IL DECRETO SULLA CONCILIAZONE - Entra definitivamente in vigore il decreto del cosiddetto "Jobs act" (il pacchetto di leggi di riforma del mondo del lavoro) che contiene misure per la conciliazione delle esigenze di cura, vita e di lavoro, in attuazion. Molte le novità introdotte, particolarmente significative. Tanto che persino chi si era più ostinatamente opposto al jobs act (la Cgil, ad esempio) ha apprezzato i passi in avanti che vengono compiuti.
> In sintesi cosa prevede il decreto su conciliazione e maternità

L'AGENZIA UNICA PER LE ISPEZIONI - Tra i decreti del Jobs act approvati dal Governo c'è anche quello che istituisce l'agenzia unica per le ispezioni. Il decreto legislativo prevede, al fine di razionalizzare e semplificare l’attività ispettiva, l’istituzione dell’Ispettorato nazionale del lavoro. L’Ispettorato ha personalità di diritto pubblico, ha autonomia di bilancio e “autonomi poteri per la determinazione delle norme concernenti la propria organizzazione ed il proprio funzionamento.
> In sintesi i contenuti del decreto

TUTELE ESTESE A OLTRE UN MILIONE DI LAVORATORI - Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo recante disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro. Sono molti i dettagli che meriterebbero un approfondimento, per il quale ti suggerisco di leggere la sintesi che ho pubblicato sul mio sito. Nel poco spazio di questo paragrafo mi limito a far notare che con queste norme si estendono a un milione e 400mila lavoratorari tutele che finora erano loro totalmente estranee. Un bel passo in avanti (riconosciuto anche dal sindacato).
> La sintesi del decreto sugli ammortizzatori sociali

AGENZIA UNICA PER LE POLITICHE ATTIVE - Attraverso un altro decreto di quelli previsti dalla legge delega sul lavoro votata in parlamento qualche mese fa, darà vita alla Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (Anpal), con competenze gestionali in materia di servizi per l'impiego, politiche attive e Naspi. In attesa che si completi la riforma costituzionale, l'Anpal dovrà assolvere alle funzioni di indirizzo e coordinamento. Dotata di autonomia è posta sotto la vigilanza del ministero del Lavoro.
> La sintesi del provvedimento

LAVORO: SEMPLIFICAZIONE E PARI OPPORTUNITA' - Il Consiglio dei Ministri ha emanato anche un decreto legislativo recante diposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità.  L'obiettivo è quello di ridurre gli adempimenti burocratici per far ottenere risparmi ai datori di lavoro in genere ed ai professionisti, oggi sempre più alle prese con una soffocante burocrazia. Il testo affronta anche il tema delle pari opportunità.
> La sintesi dei contenuti del decreto sulla semplificazione

OSSIGENO PER GLI ENTI LOCALI - Un po' di ossigeno per gli enti locali. E' quello che arriva dal decreto approvato dla Governo nell'ultimo consiglio dei ministri di venerdì scorso che vede molte cose positive (in gran parte concordate proprio con i rappresentanti di Comuni e Province): dalla ricostituzione del fondo perequativo Imu/Tasi alla possibilita’ di rinegoziare i mutui con Cdp, dall’allentamento del Patto di stabilita’ per i cofinanziamenti europei e per gli interventi di edilizia scolastica e idrogeologici sino alla riduzione delle sanzioni a carico delle Citta’ metropolitane per gli sforamenti delle ex Province, senza sottovalutare i provvedimenti in favore dei Comuni montani e agricoli. Il testo va ora all'esame del parlamento, quindi potrebbe subire modifiche anche sostanziali. Intanto vediamo cosa prevede.
> Decreto enti locali, sintesi del provvedimento

AGRICOLTURA, APPROVATO DECRETO - Abbiamo approvato alla Camera un pacchetto di norme a sostegno dell'agricoltura: in particolare per i comparti del latte e dell'olio, nonché per semplificare la macchina amministrativa e le procedure burocratiche. La prima di una serie di altre iniziative che saranno attuate nei prossimi mesi per il mondo agricolo.
> La sintesi del provvedimento
> Il dossier di approfondimento

AGRICOLTURA, DOMANDA PAC - Sono oltre 50 mila le domande arrivate in Emilia-Romagna per accedere ai pagamenti diretti previsti dalla nuova Pac. Lo annuncia Agrea l’agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura. La presentazione della domanda è fondamentale perché  in base ad essa ogni agricoltore si vedrà assegnare i nuovi diritti all'aiuto a superficie 2015-2020. Alle 50mila vanno aggiunte le oltre 11 mila domande per il bando sulle indennità compensative  rivolto alle aziende di montagna e collina che ha segnato l’avvio del nuovo Psr 2014-2020 e le  9 mila domande delle misure a superficie della precedente programmazione dello Sviluppo Rurale. Ora bisogna lavorare per portare il maggior numero di risorse a supporto dei nostri agricoltori, a sostegno di un settore che ha bisogno di maggiore supporto.

PMI INNOVATIVE - È online il nuovo sito delle Camere di Commercio dedicato alle aziende interessate ad accedere al regime di PMI innovativa. Per beneficiare del regime di agevolazioni e incentivi fiscali introdotto dal recente "Investment Compact" (il decreto sulle banche popolari a cui ho lavorato assieme ai miei colleghi della Commissione Finanze), è infatti necessario che le imprese interessate si iscrivano nell’apposita sezione del Registro delle Imprese istituita dalle Camere di Commercio.
> Sito delle Camere di Commercio per le PMI innovative
> Portale PMI innovative sul sito del Ministero
> Scheda su requisiti e benefici previsti per le PMI innovative
> Testo dell’Investment Compact

AGEVOLAZIONI PER IMPRESE - E' possibile da qualche giorno presentare le domande, da parte delle imprese interessate, per richiedere le agevolazioni previste per i contratti di sviluppo. Le istanze di accesso devono essere presentate esclusivamente on line, sulla piattaforma dedicata presente sul sito internet dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. – Invitalia, soggetto gestore della misura.
> Tutte le informazioni

DURC ON-LINE - Finalmente il Ministero del Lavoro ha emanato il testo del decreto che regolamenta il nuovo DURC on-line, che entrerà in vigore il 1° luglio e che era una delle norme che avevamo approvato mesi fa in Commissione Affari Costituzionali con l'approvazione del Decreto Madia. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali fornisce, attraverso una circolare inviata alle associazioni di categoria e ai professionisti, le prime indicazioni di carattere interpretativo e procedurale per avvalersi della nuova procedura semplificata di rilascio del DURC.
> Il testo del decreto di regolamentazione del Durc on-line
> Come funziona? La circolare esplicativa e interpretativa

Mini agenda
SANTA SOFIA - Sabato pomeriggio sarò a Santa Sofia per la presentazione dell'opera IN–ES (Nido) di Giuseppe Maraniello vincitrice del prestigioso "Premio Campigna" 2014-2015. L'appuntamento è per le ore 16.30 presso il parco fluviale intitolato a Giorgio Zanniboni, in località Colonia.
> Scarica l'invito

RIFIUTI, DIFFERENZIATA E INCENERITORI - Ti segnalo una interessante assemblea pubblica sulla situazione di  inceneritori e raccolta differenziata a Forlì. L'appuntamento è alle 21, al Circolo Arci di Villa Selva (via Costiera, 4 a Forlì) ed è organizzata dal PD della Cervese.
> Qui il volantino

RIQUALIFICAZIONE CORSO DIAZ - L'Amministrazione Comunale organizza un incontro pubblico per la presentazione e la discussione del "Progetto di riqualificazione di Corso Diaz". L'incontro di presentazione si svolgerà giovedì 18 giugno 2015 alle ore 20.30 nel Salone Comunale ed è aperto a tutti i cittadini che intendono portare un proprio contributo o suggerimento per la riqualificazione di una delle principali arterie del nostro centro storico.
> Il volantino

TAVOLA ROTONDA GARANZIA GIOVANI - Venerdì 26 giugno 2015, Aula 1.4 della Scuola di Scienze Politiche, dalle 10.00 alle 13.00, tavola rotonda sul tema Garanzia Giovani. Un 'analisi del progetto e la sua attuazione a livello nazionale e regionale. All'evento parteciperanno numerosi esperti che analizzeranno la situazione ad un anno dall'avvio: Coordina Renato Lizzi, Università di Bologna, interventi di Patrik Vesan, Jamel Napolitano, Bruno Anastasia, Santo Romano, Luigi Olivieri, Paola Cicognani, Patrizia Paganini, Andrea Panzavolta. Partecipano al confronto Lia Montalti e Margherita Bussi.
> Il volantino

PASSEGGIATE D'ESTATE 2015 - Ritornano le aperture serali dei musei civici di Forlì con numerosi eventi che si svolgeranno durante tutta la stagione estiva. Palazzo Romagnoli, Musei San Domenico, Palazzo Numai-Foschi e Villa Saffi saranno animati da varie iniziative culturali che si svolgeranno in concomitanza con le iniziative di Forlì nel Cuore. Apertura straordinaria il mercoledì anche per la Chiesa di San Giacomo, che dal 17 al 29 giugno, aprirà le sue porte alle visite guidate serali.
> Maggiori informazioni

 Per questa settimana è tutto, alla prossima!

A presto,

Marco

 

 

---