Newsletter n. 105
1 luglio
2015

Foto: manifestazione in piazza Syntagma ad Atene, davanti al parlamento

In questi giorni leggiamo cose di ogni tipo sulla situazione della Grecia e dell'Europa. Non posso non cominciare da qui il nostro appuntamento settimanale con la newsletter. Sul tema, mi sono convinto di un paio di cose, anche in virtù dei rapporti che ho potuto allacciare e coltivare dopo la mia visita ad Atene oltre un anno fa, in occasione della presidenza greca del consiglio UE.
La prima: se l'Europa permetterà che la Grecia esca dall'Euro, sarà come certificare il proprio fallimento e la propria incapacità di applicare quel principio di solidarietà tra Stati che deve essere il collante che tiene insieme i membri della UE. Sottovalutare l'effetto dell'uscita di Atene dalla moneta unica, potrebbe avere effetti molto negativi. Non tanto per l'impatto diretto, ma quello indiretto, politico e di "immagine". Per un'Europa i cui valori risalgono proprio alla gloriosa cultura ellenica, sarebbe una sconfitta intollerabile.
La seconda: la Grecia ha sbagliato ad indire il referendum (peraltro su una proposta che non è sul tavolo, quindi non si capisce per cosa voteranno i greci). Ha sbagliato perchè scarica ulteriore sui cittadini il fardello di una situazione già pesantissima e che rischia di aggraversi ulterioremente; situazione, si badi bene, che non si è generata da sola. I governi della Grecia hanno responsabilità profonde per la condizione in cui si trova quel Paese. Tre numeri per capirlo: in Italia, Francia e Germania è in pensione non più del 4% dei cittadini tra i 50 e i 59 anni. In Grecia il 15%. In Italia i contributi di aziende e lavoratori coprono l'87% della spesa previdenziale Inps (210 mld su 242). In Grecia solo il 57% (il 43% viene dalla fiscalità generale). In Grecia i dipendenti pubblici sono circa 1 mln su 11 mln di abitanti, vale a dire circa 1 ogni 10 abitanti. In Italia sono circa 1 ogni 20 abitanti. Tsipras, nell'assumere il Governo del Paese, deve farsi carico anche dell'eredità - per quanto scomoda - di chi lo ha preceduto senza eludere i necessari cambiamenti che devono essere fatti. Altrimenti nessuna soluzione potrà mai essere soddisfacente.
La Grecia va salvata dal default finanziario e deve rimanere nell'Euro, prima di tutto nell'interesse di quella popolazione che sta pagando un prezzo altissimo. Ristrutturare il debito, dilazionarlo, allentare rigidi e stupidi vincoli di bilancio imposti dall'Unione europea (non solo ad Atene a dire il vero) è l'unica via per salvare la Grecia e l'Europa.

Invito
LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE – Un appuntamento importante per chi è interessato ad approfondire la riforma del terzo settore. E' quello previsto per giovedì 9 luglio alle ore 20.30 presso la sala Europa della Fiera, in Via Punta di ferro, 2 a Forlì. Sarà presente all’incontro il mio Luigi Bobba, sottosegretario di stato alle politiche sociali e principale referente del Governo su questo argomento. L’incontro, a cui interverrò anch'io, è organizzato da Assiprov con il patrocinio del Comune di Forlì, di Cesena e della Provincia. Ovviamente la partecipazione è aperta a tutti gli interessati. Ringrazio Luigi Bobba per aver accolto l'invito che, a nome del territorio che rappresento, gli ho rivolto. Ci vediamo il 9.
> Il volantino della serata
> La sintesi dei contenuti della riforma

I temi di questa settimana

PENSIONI, OK AI RIMBORSI - Vengono stanziati 290 milioni per i contratti di solidarietà (sia di tipo a che di tipo b); chiarimento sulle agevolazioni previdenziali per gli esposti all'amianto, estendendole ai lavoratori in mobilità; soluzione per la questione della rivalutazione negativa subita dagli assegni a seguito della riduzione del Pil 2014. Queste le principali modifiche apportare al decreto legge sulle Pensioni alla Camera. Il testo ora va al Senato. Si tratta del decreto fatto dal Governo dopo la sentenza della Corte costituzionale.
> La sintesi del provvedimento
> Il dossier di approfondimento

RIFORMA FISCALE: NUOVI DECRETI - Il Governo ha emanato altri cinque decreti legislativi attuando così la delega che gli avevamo conferito con l'approvazione in parlamento della Delega Fiscale (un testo a cui abbiamo lavorato moltissimo in Commissione Finanze). Cinque decreti che riguardano: Semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione, Riordino delle agenzie fiscali, Riforma del sistema sanzionatorio penale e amministrativo, Stima e monitoraggio dell’evasione fiscale e monitoraggio e riordino delle disposizioni in materia di erosione fiscali, Contenzioso e interpello. Sono testi molto importanti, anche molto tecnici. Verranno ora esaminati dalla commissione Finanze (sia alla Camera che al Senato) che potrà fornire suggerimenti di modifica e osservazioni, seppure non vincolanti. Di seguito una serie di elementi per approfondire.
> Semplificazione riscossione: testo - sintesi
> Agenzie fiscali: testo - sintesi
> Sistema sanzionatorio: testo - sintesi
> Evasione ed erosione fiscale: testo - sintesi
> Contenzioso e interpello: testo - sintesi

UNIVERSITA' - Buon lavoro a Francesco Ubertini, eletto da poche ore nuovo rettore dell'Alma Mater studiorum di Bologna. Un incarico importantissimo. Non conta molto il dato in sè, ma fa comunque piacere notare che a guidare l'università più antica del mondo sarà il rettore universitario più giovane d'Italia. Una figura decisiva anche per rafforzare la presenza dell'Università in Romagna, uno degli impegni da portare avanti con più energia. Ubertini ha sconfitto al ballottaggio Gianluca Fiorentini, da molti considerato il favorito della vigilia. Terminate le elezioni, però, ora quello che conta è lavorare per migliorare la qualità dell'Ateneo e consolidarne il prestigio conquistato nei secoli.
> Il sito dell'Alma Mater
> La pagina del prof. Ubertini

L'UNITA' - Finalmente, dopo quasi un anno di assenza, è tornata in edicola "L'Unità". Non è solo lo storico quotidiano della sinistra italiana, ma anche un giornale che ha concorso in maniera determinante al pluralismo e alla qualità dell'informazione in Italia. Dopo il fallimento (con oltre 30 milioni di euro di buco), l'impresa titanica di riportarla in edicola in un momento di grossa sofferenza per l'editoria. Con il solenne impegno, scolpito nel primo editoriale del nuovo direttore, Erasmo D'Angelis, di rinunciare ai contributi pubblici. A me piace molto. Non solo ho subito comprato il primo numero uscito in edicola martedì, ma ho immediatamente sottoscritto l'abbonamento per leggerla anche da iphone e ipad. Cercheremo nelle prossime settimane di presentare il progetto che ha portato al rilancio de "L'Unità" anche dalle nostre parti.
> Il sito de L'Unità
> La pagina per abbonarsi a L'Unità

DON ERIO VESCOVO DAL PAPA - Ancora dobbiamo abituarci a vedere il 'nostro' don Erio Castellucci con gli abiti del vescovo. Il sacerdote forlivese ha ricevuto lunedì mattina a Roma da Papa Francesco il Pallio di Arcivescovo di Modena e Nonantola. La cerimonia si è svolta nella Basilica di San Pietro. Don Erio Castellucci, nuovo pastore della diocesi, ha infatti concelebrato in San Pietro insieme a Papa Francesco la solenne messa dei Santi Pietro e Paolo. Un momento solenne, in vista del prestigioso incarico pastorale a cui sarà chiamato. 
> L'articolo e il video su La Gazzetta di Modena

AGRICOLTURA - Nei giorni scorsi ha destato non poche preoccupazioni il ritardo del pagamento dei contributi assicurativi del 2014. Gli agricoltori che hanno stipulato un’assicurazione contro le calamità naturali per la campagna relativa allo scorso anno e che entro il 30 giugno avrebbero dovuto essere rimborsati fino a un massimo del 65% del premio, hanno solo il 27,11%. Interpellato da molti agricoltori su questo problema, mi sono attivato con il ministro Maurizio Martina per avere una risposta. Lui mi ha spiegato che questo è dovuto al fatto che nel 2014 si sono assicurate molte più aziende ed è stata assicurata molta più produzione (quasi 8 miliardi) e che la quota per arrivare al 65% verrà coperta nelle prossime settimane non più con i fondi europei ad essa destinati (sono già stati spesi per far fronte all'incremento di spesa), ma con risorse nazionali che Martina sta gia trattando con il Ministero dell'Economia. Continuiamo a vigilare, su queste cose non si scherza.

AEROPORTO - Ulteriore aggiornamento sullo stato dell'arte dell'aeroporto di Forlì. Premetto che mi spiace molto non rispondere alle tante email e ai tanti sms che ricevo in cui mi si chiedono lumi sui tempi di riapertura, sui voli, sulle attività collaterali; non rispondo non perchè non voglia, ma perchè sono informazioni che non sono tenuto a disporre essendo al 100% privati i soci della società Air Romagna spa che ha ottenuto (grazie all'impegno delle istituzioni locali e del sottoscritto) tutte le certificazioni e gli atti pubblici necessari per arrivare alla riapertura. L'aggiornamento è che l'Enac ha avanzato al ministero dei Trasporti la richiesta di "anticipata occupazione". Di cosa si tratta? Della possibilità, per il privato, di poter entrare nei locali dell'aeroporto (anche in assenza di tutte le certificazioni necessarie) e poter svolgere i primi lavori propedeutici alla riapertura. Una ulteriore dimostrazione dello spirito collaborativo con cui l'Enac di Roma ha seguito la vicenda.

NEVONE 2012, NUOVI FONDI PER I DANNI - Via libera da parte della Giunta regionale al Piano di 146 interventi per la sistemazione e il ripristino dei danni causati dalle eccezionali nevicate che dal 31 gennaio al 12 febbraio 2012 colpirono il territorio regionale, in particolare la Romagna. A disposizione ci sono oltre 9 milioni e 400 mila euro. Di questa cifra, quasi 5 milioni di euro sono destinati al territorio della provincia di Forlì-Cesena.
> L'elenco di tutti gli interventi

FORLI' CITTA DELLA CULTURA - C'è anche il Centro Diego Fabbri di Forlì tra i vincitori dell'importante bando di cooperazione culturale Europa Creativa. Un risultato importantissimo, che consente di "salvare" e valorizzare il Premio Diego Fabbri e proietta il Centro in una dimensione di qualità europea. Complessivamente, sono stati presentati in tutta Europa 476 progetti, di cui solo 64 sono stati approvati. L'Italia è la nazione che ne ha proposti di più: ben 101, di cui solo 9 sono stati selezionati per ricevere il finanziamento. Soddisfazione e orgoglio, bravi a tutti coloro che hanno reso possibile questo successo.

NOTTE ROSA - Tutto è pronto nella nostra riviera per festeggiare il decennale della "Notte Rosa", ribattezzata il Capodanno dell'Estate Italiana. L'appuntamento è per venerdì 3 luglio, con la notte più lunga e ricca di divertimento, all'insegna del claim "I'mpossible. Solo qui tutto è possibile". Moltissimi sono gli eventi, che non sta a me segnalare qui. Mi limito solo a una riflessione: la Romagna è un bacino di attrazione turistica con pochi eguali nel mondo. Le azioni per promuoverlo e svilupparlo, però, non devono limitarsi alle forme tradizionale del turismo in Riviera, bensì aprirsi sempre di più alla valorizzazione dell'entroterra, attraverso investimenti più cospicui per organizzare l'offerta e quindi per commercializzarla sui mercati. La Romagna non è solo riviera, ma è in grado di offrire moltissime altre cose come pochissime altre aree del mondo (in un perimetro di territorio così picoclo) possono fare.
> Il sito ufficiale de "La Notte rosa"
> Tutto il programma (da Comacchio alla rivera marchigiana)

ROMAGNA INNOVAZIONE – La società, che sostiene la ricerca scientifica attraverso l'innovazione tecnologica, ha un nuovo presidente, Giuseppe Baldetti, già direttore di Enav Academy. Un Presidente con un curriculum di prestigio, vista la sua esperienza nella formazione aziendale, nella partecipazione a numerosi progetti anche in ambito internazionale e attività di progettazione e docenza. I miei più sentiti auguri di buon lavoro per la nomina e per il lavoro che lo aspetta, che saprà sicuramente svolgere egregiamente vista la sua esperienza nel settore.

INAUGURAZIONE IMPIANTO SOLARE – Sarà inaugurato sabato 4 luglio il nuovo Impianto Solare Termico alle ore 17.00 a Villa Selva di Forlì (via Selva - vicino ai campi da calcio) alla presenza di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Davide Drei, Sindaco di Forlì. Un progetto per il quale il Comune di Forlì ha ottenuto anche dei riconoscimenti e dei premi.
 
PASSEGIATE FORLIVESI - Un fitto calendario di appuntamenti con la storia e la cultura forlivese è atteso per il mese di luglio. Le visite guidate realizzate dall’Associazione Agt, Guide turistiche della Romagna, sono aperte a tutti e si svolgeranno alle ore 21 di tutti i lunedì del mese. Si potrà visitare Forlì e scoprire punti inediti della città: dai Campanili alle torri, seguire il percorso delle acque all'interno della città, scoprire i protagonisti della storia della città e i luoghi più importanti dei vari ordini religiosi.
> Maggiori info

 Per questa settimana è tutto, alla prossima!

A presto,

Marco

 

 

---