Newsletter n. 115
17 settembre
 2015

L'immagine scattata alle isole Svalbard, in Norvegia

Ci sono immagini che passano in secondo piano, ma che parlano più di mille parole. Questa foto di apertura della newsletter è stata scattata pochi giorni fa da una fotografa tedesca, Kerstin Langenberger, nell'arcipelao delle Svalbard, isole norvegesi nel mare glaciale artico. Ritrae una femmina di orso ridotta allo stato scheletrico per l'impossibilità di trovare cibo in conseguenza del cambiamento climatico e del surriscaldamento del pianeta. La battaglia contro il surriscaldamento globale è una delle grandi sfide di questo millennio a cui i Governi hanno il dovere di partecipare con azioni concrete, che incidano sui comportamenti delle popolazioni; ma il risultato dipende anche dall'impegno di ciascuno di noi.


I temi della settimana

COSA SUCCEDE AL SENATO? - Molti mi chiedono, anche se sono stato eletto alla Camera, di capire cosa sta succedendo al Senato. E soprattutto la domanda che mi viene fatta più spesso è: ma ce la farete ad andare avanti? La risposta è sì, ce la faremo. Sta succedendo che una parte esigua dei senatori del Partito Democratico chiede di modificare l'articolo 2 della Riforma costituzionale; una cosa tecnicamente molto difficile, perchè l'articolo 2 della riforma è stato modificato in prima lettura al Senato e in seconda lettura alla Camera e sulla base dei regolamenti non può più essere modificato. L'articolo 2 è quello che riguarda la composizione del nuovo Senato; lo vorrebbero a elezione diretta, ma non si può fare a elezione diretta perchè a quel punto - avendo la stessa fonte di legittimazione della Camera - il Senato non potrebbe essere depotenziato come invece si vuole fare con questa riforma per snellire il procedimento legislativo, migliorare la qualità, ridurre i costi (316 parlamentari in meno) e molte altre ragioni. E' chiaro che riaprire questa faccenda significherebbe azzerare l'iter che abbiamo compiuto fin qui e dunque, di fatto, affossare la riforma. Non ce lo possiamo permettere. Sono 70 anni che l'Italia discute dei difetti del bicameralismo "perfetto" (due camere che fanno le stesse cose), già durante l'Assemblea costituente si discusse a lungo su questo. Peraltro con i partiti di sinistra, a cominciare dal Pci, contrari ad un sistema bicamerale. Alla fine si raggiunse un compromesso che è quello ancora oggi vigente, che all'epoca aveva ragioni storiche e politiche che oggi non sono più attuali. Dopo il voto definitivo del Senato, ci sarà un ulteriore passaggio alla Camera e infini il referendum confermativo: cioè tutti gli italiani saranno chiamati ad esprimersi. Aggiungo che il dialogo interno al PD va avanti da oltre un anno su questo argomento: sia nei gruppi parlamentari, che nella direzione nazionale, oltre che nelle commissioni. Grazie al lavoro dei parlamentari del Pd, rispetto alla versione iniziale proposta dal Governo la riforma ha subito ben 124 modifiche (alcune con emendamenti firmati anche dal sottoscritto). A mio parere siamo ad un bivio: da una parta la strada che ci porta a completare una riforma epocale, che finalmente elimina il bicameralismo; dall'altra la strada che porta a passare alla storia per aver fallito, esattamente come tutti quelli che ci hanno preceduto, su un tema che si dibatte da 40 anni. Io sono per la prima strada, e tu?
Mi interessa la tua opinione: scrivimi a comunicazione@marcodimaio.info

SCUOLA E GENDER - Con l'avvio dell'anno scolastico si sono diffuse voci del tutto destituite di fondamento circa la volontà di introdurre nelle scuole l’insegnamento della “teoria gender” per effetto delle norme contenute della riforma della scuola approvata in parlamento nel luglio scorso. E’ una grande falsità e per dimostrarlo qui sotto trovi il link ad una scheda che spiega come stanno le cose. Si è usato il riferimento alla legge contro la violenza sulle donne e le discriminazioni “di genere” per far passare un concetto che non esiste e spaventare i genitori sulla presunta educazione alla “desessualizzazione”. Si può essere d’accordo o meno con i contenuti della riforma e la critica può anche essere feroce; ma se la si vuole contrastare lo si faccia con altri argomenti, non paventando cose che non esistono. P
> Approfondimento: la 'bufala' della teoria gender | Circolare ministeriale
> Il mio comunicato stampa
> Dossier: la riforma della scuola 

ADDIO AL PRA - Il Pra (Pubblico registro automobilistico) verrà abolito dal 1° gennaio 2016. Lo prevede la riforma della pubblica amministrazione che abbiamo votato poco prima della pausa estiva e di cui il decreto sta emanando i decreti delegati. Dal gennaio prossimo saranno "trasferite al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le funzioni svolte dal Pubblico registro automobilistico". L'Archivio nazionale dei veicoli, tenuto presso la Motorizzazione civile, sarà integrato con una sezione contenente i dati relativi alle vetture. Sei mesi dopo, il primo luglio, ci sarà la seconda rivoluzione: il certificato di proprietà andrà in pensione, per essere sostituito dal documento unico di circolazione, che ingloberà anche la carta di circolazione. Per la sua emissione sarà pagata una tariffa di 29 euro, che sostituirà gli attuali costi di iscrizione al Pra e all'Archvio nazionale dei veicoli. Dopo vent'anni di tentativi a vuoto, si cancella il Pra (istituito nel 1927) con risparmi per i cittadini e per lo Stato.

IL MORGAGNI A ROMA - Giovedì mattina nella sala stampa della Camera dei Deputati sono stati presentati una serie di progetti che hanno l’obiettivo di far conoscere e promuovere la figura di Gian Battista Morgagni (nato a Forlì nel 1682 e morto a Padova nel 1771). E’ una figura chiave nella storia della medicina, che ha compiuto scoperte che sono divenute pietre miliari nella storia della scienza. E’ un forlivese, anche questo conosciuto ma fino ad un certo punto; forse più conosciuto all’estero che in Italia. Anche questo patrimonio va utilizzato per promuovere il nostro territorio e per questo mi sono attivato per far sì che i progetti su “Morgagni” a cui sta lavorando l’Ausl Romagna avessero una visibilità nazionale. Sono contento che si sia riusciti a organizzare questo momento; ma a patto che sia solo l’inizio di un impegno collettivo di tutte le istituzioni a costruire sulla figura di Morgagni un progetto di promozione del personaggio e del territorio in cui è nato e vissuto.
> Il video della conferenza stampa
> Il comunicato stampa 
> Il programma dell'evento del 16 ottobre

SANITA', PIANO DI AZIONE DELL'AUSL - La sanità è uno degli argomenti che stanno più a cuore ad una comunità, specialmente in un territorio come la Romagna che ha tradizionalmente uno dei livelli più avanzati di assistenza sanitaria in Europa. Per questo sto seguendo da vicino l'evolversi della vicenda dell'Ausl Romagna, cercando per quanto nelle mie facoltà di spingere nella direzione di rendere concreto e conveniente la fusione delle quattro aziende di Forlì, Rimini, Ravenna e Cesena. Che non significa occuparsi delle nomine, ma dei progetti; allora accanto a professionisti di grandi competenze (dobbiamo cercare i migliori, indipendemente dalla loro carta d'identità e dalla loro residenza) servono gli investimenti. Per Forlì è assolutamente prioritario quello sul "Morgagni-Pierantoni", a partire dal necessario ampliamento del pronto soccorso, dal potenziamento delle prestazioni esistenti fino al pieno utilizzo degli spazi del presidio forlivese; ce ne sono molti che pur essendo di proprietà sono vuoti. Eppure nel frattempo l'azienda paga lauti affitti in altre strutture. C'è poi il grande ruolo dell'Irst-Irccs di Meldola, una eccellenza vera e assoluta, che deve diventare il perno dell'oncologia in Romagna.
Credo che il nuovo direttore generale dell'Ausl Romagna, Marcello Tonini, stia lavorando bene e si stia muovendo con efficacia. La dimostra anche il documento sul "Piano delle azioni 2016" che ha diffuso attraverso il suo blog accessibile ai dipendenti dell'azienda (puoi scaricarlo al termine di questo paragrafo). C'è una visione chiara e positiva di ciò che si deve fare, riconoscendo pari dignità a tutti i territori della Romagna (non è avvenuto in passato) e investendo sulle vocazioni principali di ciascuna area. Sulla teoria ci siamo; ora bisogna passare presto e bene all'applicazione pratica. 
> Ausl Romagna, la bozza del piano di azione 2016 

UN ROMAGNOLO SUL 'TETTO' DEL MONDO - Con grande soddisfazione segnalo anche qui lo straordinario riconoscimento per il nostro sistema sanitario rappresentato dalla nomina a presidente della Federazione mondiale della Società di neurochirurgia al forlivese Franco Servadei. E' la prima volta che un italiano arriva a ricoprire questo ruolo! Una soddisfazione per lui e per l'intero territorio romagnolo. Gli ho fatto pervenire le mie più vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro. Ha sviluppato tutto il suo percorso professionale dentro al nostro sistema sanitario regionale, segno evidente della qualità che abbiamo raggiunto e che dobbiamo continuare a migliorare.

AEROPORTO - Il Tar dell’Emilia-Romagna ha annullato la gara per l’affidamento della gestione dell’aeroporto di Rimini. C'è chi ha esultato per questa sentenza, pensando che ciò possa produrre dei benefici a qualcuno, magari a Forlì. Non sono affatto d'accordo. Che il tribunale amministrativo abbia bloccato l'aeroporto di Rimini per errori procedurali nell'effettuazione del bando per la privatizzazione, è una cattiva notizia. Non sto a sindacare sulla qualità dell'azienda che ha ottenuto la gestione, nè su quella dei tre concorrenti che sono risultati sconfitti nella gara. Penso semplicemente, da sempre, che sia possibile far lavorare tre aeroporti in un raggio di 124 chilometri (tanto dista il "Marconi" di Bologna con il "Fellini" di Rimini passando dal "Ridolfi" di Forlì) solo attraverso una collaborazione fra i tre scali; o quanto meno un patto di non concorrenza. Nell'auspicio che al più presto si chiarisca la situazione di Rimini, ho chiesto ai vertici di Enac, a partire dal presidente Vito Riggio, di vigilare attentamente sulla questione di Forlì, anche al fine di evitare che il processo di rilancio dello scalo non venga interrotto o ostacolato da vizi di forma. Sono convinto che Enac farà fino in fondo la sua parte con la piena disponibilità che, almeno per quanto riguarda la sede centrale di Roma, che ha sempre manifestato in tutto l'iter che ha portato alla concessione trentennale della gestione alla Air Romagna spa. 

PIU' FONDI ALLE SCUOLE - In questi giorni ogni scuola del nostro territorio, come tutte quelle del Paese, hanno ricevuto comunicazione del Fondo di funzionamento per l’intero anno scolastico: e rispetto al passato quel fondo è raddoppiato, consentendo alle scuole di non dipendere più dalla generosità dei genitori le cui erogazioni saranno davvero volontarie e finalizzare a progetti specifici e non necessarie per l’acquisto di materiale didattico e il funzionamento dei laboratori. Per intenderci, le collette tra i genitori dei ragazzi per acquistare la carta igienica o i figli per le fotocopie, non saranno più necessarie.
> Il mio comunicato stampa

RIFIUTI, AVANZA IL “PORTA A PORTA” A FORLI’ - Martedì 15 settembre inizierà a Forlì la distribuzione casa per casa dei contenitori e del materiale informativo per l’avvio della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta nella zona della piscina. Da lunedì 19 ottobre partirà la raccolta domiciliare nella sesta area di Forlì, la Zona Piscina, che riguarda i quartieri Ca’ Ossi, Ravaldino C2 e Resistenza e più nello specifico l’area compresa fra viale Risorgimento, via Decio Raggi (esclusi) e viale dell’Appennino, inclusa l’area a ridosso del parco Urbano, le vie Nigrisoli e Ponte Rabbi. Con questa ulteriore fetta di territorio, salgono a 63mila i forlivesi interessati dal “porta a porta”, ossia il 53% degli abitanti. Bisogna correre per estendere a tutta la città la raccolta domiciliare e completare il progetto avviato nel gennaio 2011.
> Maggiori info: il sito del Comune dedicato all'ambiente

BUON VIVERE E NOTTE VERDE - Ci siamo. Finalmente in questo fine settimana comincia la “Settimana del Buon Vivere”, uno degli eventi più importanti dell’anno per la Romagna. Importante per la quantità di associazioni coinvolte, di volontari, di persone che gravitano attorno ai convegni e agli incontri che vengono organizzati. Una rassegna che cerca di riunire in otto giorno di manifestazioni momenti di riflessione e confronto su cos’è “buon vivere”, come praticarlo attraverso progetti concreti già realizzati e da realizzare. E’ una manifestazione che accende i riflettori dei media nazionali su Forlì e sulla Romagna. A mio parere una rassegna non ancora sufficientemente valorizzata fuori dai nostri confini, perché sono convinto che potrebbe attrarre molti visitatori anche da altre regioni. Bisogna semplicemente farla conoscere. Intanto, nel mio piccolo cerco di farla conoscere a te e a tutte le oltre 4mila persone che ricevono questa newsletter offrendoti qualche link qui sotto da cui attingere le informazioni necessarie sul programma e altro. A cominciare dalla "Notte Verde" che aprirà di fatto la settimana di incontri, eventi, manifestazioni.
> La Notte Verde
> Il sito ufficiale della "Settimana del Buon vivere"
> Il programma giorno per giorno
> Segui il 'Buon vivere' sui 'social': Facebook - Twitter - Instagram

LUCIANO FOGLIETTA - E' morto giovedì a 93 anni il giornalista, scrittore e storico Luciano Foglietta. Un vero e proprio pioniere del giornalismo locale, una delle penne più efficaci e apprezzate. Grande testimone del suo tempo, storico appassionato, cultore e promotore delle migliori tradizionali popolari, Foglietta è una figura che se ne va lasciando un segno indelebile sul territorio romagnolo. In particolare a Santa Sofia, la 'sua' Santa Sofia; ma in generale sulla Romagna. Ora occorre impegnarsi per ricordarlo degnamente, con la sobrietà e l'umiltà che l'hanno sempre contraddistinto.

Agenda 

PRANZO SOLIDALE – Domenica 20 settembre a partire dalle ore 12 al Parco Urbano di Forlì si svolgerà il pranzo di solidarietà per aiutare i più deboli. L'iniziativa è promossa dalla Caritas diocesana e realizzata in collaborazione con varie associazioni del territorio. Ciò che sarà raccolto durante il pranzo sarà devoluto all'Emporio della solidarietà. Una struttura che ho vistato prima che aprisse e dopo la sua entrata in funzione; merita di essere sostenuta perché rappresenta un aiuto concreto per tanti bisognosi.
> Maggiori dettagli 
> Il sito della Caritas Forlì-Bertinoro

TUFFO NELL'800 A MODIGLIANA - Una domenica importante a Modigliana, dove andrà in scena il Festival dell'800. Una bellissima rassegna con i 'quadri viventi' che riproporranno le opere di Silvestro Lega lungo le vie della cittadina in cui il pittore è nato, cresciuto e vissuto. 
> Il programma: parte 1 - parte 2

BERTINORO, UNA MOSTRA 'SPECIALE' - In questi giorni ho visitato la mostra "Finestre Aperte" allestita al ristorante "Orocolato" a Bertinoro. Una rassegna di opere che vale la pena vedere perchè di qualità e realizzate da ragazzi disabili. Ci sono quadri davvero notevoli e ce ne sono per tutti i gusti. Io ne ho acquistato uno da appendere in casa, anche per sostenere l'attività di questi ragazzi e delle associazioni che li assistono. La mostra chiude il 25 settembre.

EX GIL - Venerdì 18 settembre alle ore 17 verrà inaugurata a Forlì, nell'edificio restaurato dell'ex Gil, la mostra "Cesare Valle. Un'altra modernità: architettura in Romagna". Per la prima volta e in maniera sistematica viene presentata tutta l’opera svolta dall'architetto romano Cesare Valle a Forlì e nel suo territorio provinciale, comprensivo anche dei progetti non realizzati. La sua matita ha firmato gran parte degli edifici dell'epoca razionalista che tuttora vediamo sul nostro territorio. La mostra rimarrà aperta fino al 25 settembre.
> Maggiori informazioni 

MARCIA PER LA PACE DELLA ROMAGNA - Domenica 27 settembre ritorna l'edizione 2015 della Marcia della Romagna Forlì - Bertinoro, dedicata all'EXPO e al tema dell'alimentazione, intesa come strumento di promozione della pace. Te lo segnalo con un po’ di anticipo affinché tu possa organizzarti per partecipare. Ne vale la pena.
> Locandina e informazioni

STAGIONE TEATRO 'DIEGO FABBRI' - Anche quest’anno al Teatro Diego Fabbri Forlì spiccano grandi titoli e interpreti all’interno di tutti i cartelloni: prosa, moderno‬, contemporaneo‬, ‪family,‬ ‪comico‬, danza‬, operetta‬. Si è aperta la fase degli abbonamenti, prima con i rinnovi e poi con i nuovi abbonamenti. Da alcuni anni il teatro forlivese si caratterizza come uno dei più attivi e frequentati a livello nazionale.
> Il programma
> Biglietti e abbonamenti on-line
> Il sito del teatro

Grazie come sempre per la tua attenzione, alla prossima settimana!

Marco

---