Newsletter n. 130
9 gennaio 2016

Władysław Anders è una figura di cui ho sempre sentito parlare nei racconti e nelle letture sulla Romagna, ma che mai ho avuto l'occasione di conoscere da vicino. Ho approfittato del Capodanno per raggiungere Cassino, in provincia di Frosinone, e visitare l'abbazia di Montecassino e il vicino cimitero di guerra polacco (a cui fa riferimento la foto di copertina di questa settimana). Lì è sepolto il corpo del generale Anders, comandante del 2° corpo d'armata polacco che ebbe un ruolo decisivo nella Liberazione di una parte dell'Italia e della Romagna durante la Seconda Guerra Mondiale (Bagno di Romagna, Santa Sofia, Galeta, Civitella, Predappio, Dovadola, Faenza e la Valle del Senio solo per citare le zone più note liberate dai soldati polacchi). Ho voluto cominciare così il mio 2016, perchè più che mai in questi momenti di così grande tensione internazionale avverto l'importanza di conoscere il nostro passato, di ribadire e rilanciare i nostri valori più profondi. Anche in questo la nostra Romagna può offrire tantissimo. Ne riparleremo. 
> Qui un articolo sulle operazione del 2° corpo d'armata polacco nelle nostre terre

INVITO PER SABATO 16 GENNAIO - Ti rinnovo con maggiore precisione rispetto all'ultima newsletter l'invito a partecipare ad un incontro a cui tengo molto, ovvero la presentazione del mio "bilancio 2015", ovvero il report sull'attività che ho svolto nel corso dell'anno appena trascorso. L'appuntamento è per sabato 16 gennaio alle ore 9.45 al teatro "Sauro Novelli" di Forlì (via Seganti, 54 - quartiere Ronco). Fammi sapere se ci sarai. Qui puoi scaricare il volantino se vuoi aiutarmi a darne diffusione e invitare i tuoi conoscenti.

COLONIA - Nella notte di Capodanno a Colonia, importante città della Germania, decine di donne sono state colpite da molestie di massa compiute ai loro danni da vari "branchi" di uomini (le cronache hanno riferito di un migliaio) per lo più ubriachi o in preda a chissà quali sostanze. E' un fatto gravissimo, senza precedenti, per il quale non c'è moto di indignazione sufficiente a condannare come merita un fatto di tale dimensione. La questione va affrontata da più versanti: il primo, quello della repressione; il secondo, quello della prevenzione; il terzo quello dell'integrazione. Su quest'ultimo vorrei spendere qualche parola in più. Un episodio come quello di Colonia mette, ovviamente e legittimamente in discussione le politiche di accoglienza attuate in questi mesi dall'Europa e anche dalla Germania. Ciò che a mio parere va messo in discussione, però, non è il concetto di accoglienza che ispira le politiche di integrazione fin qui adottate, ma come viene quel concetto viene declinato. L'integrazione è vera e tale solo se parte dell'educazione, dalla trasmissione dei nostri valori, dei nostri usi e costumi, del rispetto delle regole; non credo ad una integrazione rinunciataria o disposta ad annacquare le nostre peculiarità. Per una corretta politica di integrazione servono programmi e risorse di medio-lungo termine, non solo gestione dell'emergenza. Per questo sono convinto che recuperare i luoghi e i simboli della nostra memoria, della nostra storia, della nostra identità, sia indispensabile. Lo è per chi qui è nato, cresciuto e vissuto da generazioni; e per chi arriva oggi per la prima volta. Cosa ne pensi? Mi farebbe piacere conoscere la tua opinione. Scrivimi a comunicazione@marcodimaio.info oppure semplicemente rispondendo a questa mail. 

RAPPORTO NATO SULL'ISIS - Spesso sentiamo parlare di "stato islamico", Isis, Daesh. Credo sia utile offrirti un documento piuttosto analitico anche se di facile lettura, che è un testo ufficiale approvato dalla Assemblea parlamentare della Nato guidata dal mio collega Andrea Manciulli (che è il capo della delegazione italiana all'assemblea parlamentare Nato). Ti consiglio di leggerlo per avere un quadro più completo e "ufficiale" della situazione. 
> Il rapporto Nato sullo stato islamico

L'EUROPA E LA CRISI DEI MIGRANTI: DOSSIER - La gestione dei flussi migratori è stata una delle questioni di maggior impatto dell'anno trascorso e lo sarà ancora anche nei prossimi mesi. E' un argomento molto delicato, che ha a che fare con molte vite umane e con sensibilità diverse che tanti cittadini hanno su questo argomento. L'ufficio studi e documentazione del mio gruppo parlamentare, di cui sono responsabile su delega del capogruppo, ha elaborato uno studio interessante che ti segnalo come occasione per approfondire un argomento su cui non ci possono permettere le reazioni di pancia o le facili soluzioni che vengono prospettate da alcuni. Non esistono soluzioni semplici ad un problema così complesso. 
> Il dossier sulla crisi dei migranti: numeri e fatti

STARTUP - Hanno superato quota 5.000 le startup innovative  iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese.  Un trend in continua crescita: 30 sono state fondate nel 2009, 173 nel 2010, 309 nel 2011, 513 nel 2012, 981 nel 2013, 1.537 nel 2014 e 1.501 nel 2015. Numeri significativi, che danno il senso di un dinamismo poco conosciuto e poco raccontato; ma anche da sostenere di più, perchè tante sono le potenzialità che il nostro Paese può esprimere, soprattutto tra i nostri giovani. Siamo uno Stato che fino ad oggi ha fatto ben poco per sostenere questo genere di esperienze (l'ho provato direttamente, sulla base della mia esperienza lavorativa). Finalmente qualcosa si muove. Di seguito alcuni link per saperne di più e avere maggiori informazioni anche sulle normative in merito. Il sito http://startup.registroimprese.it permette a chiunque di accedere gratuitamente a informazioni aggiornate su base settimanale.
> Relazione al Parlamento sullo stato di attuazione della normativa
Lo Startup Act italiano 3 anni dopo: impatto e scenari futuri 

Startup innovative - Archivio relazioni annuali e rapporti periodici

CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA - È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 302 del 30 dicembre 2015 il decreto contenete le modalità tecniche per il rilascio della Carta d'identità elettronica. Il decreto definisce le procedure di emissione della CIE determinando le caratteristiche tecniche della piattaforma e dell'architettura logica dell'infrastruttura. Inoltre, disciplina le modalità tecniche di produzione, distribuzione, gestione e supporto all'utilizzo della carta d'identità.
> Il decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale

SCUOLA, ISCRIZIONI IN RETE - Iscrizioni on line per l’anno scolastico 2016/2017 al via dalle ore 8.00 del 22 gennaio 2016. Ci sarà poi un mese di tempo, fino alle ore 20.00 del 22 febbraio, per scegliere la scuola più adatta per i propri figli. Queste le date individuate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le iscrizioni on line riguardano le classi prime della scuola primaria e secondaria di I e II grado. Ma anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali (nelle Regioni che hanno aderito). L’adesione delle scuole paritarie al sistema delle "Iscrizioni on line" resta facoltativa anche quest’anno. Confermata l’iscrizione cartacea per la scuola dell’infanzia che potrà essere effettuata sempre dal 22 gennaio al 22 febbraio prossimi.
> Il sito del Ministero
> Il portale per le iscrizioni on-line
> "Scuola in chiaro", il sito per l'orientamento scolastico

SASSO FRATTINO CANDIDATA A PATRIMONIO MONDIALE - C'è anche la riserva naturale di Sasso Frattino, splendido luogo naturalistico delle Foreste Casentinesi, nella lista dei siti italiani candidati ad entrare nell'elenco dei beni patrimonio dell'umanità dell'Unesco. La sfida è appena cominciata e sarà difficilissima, ma in ogni caso vale la pena di seguirla e sostenerla. Il patrimonio ambientale di cui possiamo godere in Romagna, non qualcosa di facilmente riscontrabile in altre zone d'Europa e non solo. 
> Maggiori informazioni

A FORLI' NIENTE RIFIUTI DA FUORI REGIONE - Siglato l’accordo per la gestione dei rifiuti urbani nel termovalorizzatore di Forlì. Un'intesa importante, che di fatto mette al riparo il nostro territorio dalla possibilità di accogliere rifiuti da fuori regione e di superare il limite autorizzato di 120mila tonnellate annue smaltite presso l'inceneritore di Hera. Il quale non potrà gestire rifiuti speciali. Questo è scritto nero su bianco. Ciò è possibile anche grazie alle modifiche che in sede di conversione del decreto "sblocca Italia" siamo riusciti a ottenere rispetto al testo originario, lasciando alle Regioni un potere di scelta e programmazione. Rimane ancora molta strada da compiere per cambiare approccio su un tema così delicato (soprattutto in certe zone del Paese), ma per noi si tratta di un passo importante - francamente impensabile fino ad un paio d'anni fa - verso la costruzione di una società post-incenerimento. 
> Il comunicato della Regione 

AVIS - Venerdì mattina sono stato all’Unità di Raccolta Avis Forlì. Per due motivi: il primo è stato quello di conoscere da vicino una importante associazione di volontariato del territorio, che conta sulle donazioni e l'impegno di migliaia di persone; il secondo quello di effettuare le visite e i controlli previsti per gli aspiranti donatori. Spero che gli esiti siano positivi affinchè possa cominciare presto a dare il mio contributo concreto.
> Il sito di Avis Forlì
> Il comunicato stampa dell'associazione sulla mia visita

MUSEO INTERRELIGIOSO - Rinnovato in alcune sale poco prima di Natale, il Museo Interreligioso è un patrimonio di grandissimo valore di cui possiamo beneficiare qui, in Romagna, sul nostro territorio. Sono stato nei giorni scorsi a incontrare il direttore della struttura, Enrico Bertoni, per ammirare il pregevole lavoro fatto con le nuove sale (conosco già da tempo il Museo e ne apprezzo enormemente l'attività) e discutere con lui e con il Ceub (Il centro universitario di Bertinoro che dentro alla suggestiva rocca bertinorese ospita il museo) di come poter meglio valorizzare questo bene. Abbiamo molte idee in mente, ci auguriamo che nel 2016 almeno una parte di esse si possa realizzare. 
> Il sito del Museo Interreligioso

VOLLEY, PRESIDENTE ONORARIO - Mi è stato fatto un grande onore nei giorni scorsi da parte della Volley 2002 Forlì: la società, il suo staff e la squadra mi hanno proposto di diventare il loro presidente onorario. Una soddisfazione per me che solo negli ultimi anni mi sono avvicinato a questo sport, mi ci sono appassionato e sono abbonato a questa squadra (cercando di non perdermi nemmeno una delle partite casalinghe). 
> Il comunicato stampa della società
> Il sito della Volley 2002 Forlì

LA BATTAGLIA DEI VACCINI: FORLI' SU RAI 3 - Domenica sera 10 gennaio, alle 21.45 su Rai 3, torna la trasmissione televisiva "Presadiretta" con una puntata denominata "La battaglia dei vaccini". Ancora una volta la Romagna sarà al centro del lavoro del giornalista Riccardo Iacona, che già in passato ha avuto modo di dedicare servizi alla sanità romagnola e forlivese in particolare. Anche questa puntata merita di essere guardata con attenzione. 
> Il sito della trasmissione 

Agenda 

LA VIOLENZA QUOTIDIANA DEL SILENZIO - Una mostra che “nasce dalle donne per le donne, come tentativo di dialogo con la comunità”. La “violenza quotidiana del silenzio” sarà visibile al pubblico dall'11 al 25 gennaio, nell'atrio del padiglione Morgagni dell'ospedale di Forlì. 
> Maggiori informazioni 

TESEI E I 'GIOCHI' A TEATROMartedì 12 gennaio alle 21 al Teatro Diego Fabbri sarà protagonista Francesco Tesei con il suo nuovo spettacolo The Game. Nuovi esperimenti, nuovi “giochi e magie della mente.
> Maggiori informazioni

IMPRESE E LUOGHI COMUNIMartedi 12 gennaio 2016, alle ore 17.00, presso la Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì, verrà presentato il libro "10 tesi sull'impresa. Contro i luoghi comuni dell'economia" di Anna Grandori. Sarà presente l'autrice.
Ingresso libero.

"NOI TERRORISTI" -  Martedi 12 gennaio 2016, alle ore 21.00, presso la Sala “San Luigi", via Luigi Nanni 12, Forlì, verrà presentato il libro "Noi terroristi. Storie vere dal Nordafrica a Charlie Hebdo" di Mario Giro, Edizioni Guerrini e Associati.

FORLIMPOPOLI: DIALETTO E TRADIZIONI -  Giovedì 14 gennaio 2016, alle ore 20.45, presso la sede della Pro Loco (Piazzale Paulucci 7, di fianco all’Ufficio Postale), Forlimpopoli, nell'ambito della rassegna "Al seri de dialet e dal robi ‘d Rumagna, per non dimenticare le tradizioni e la lingua romagnola", promossa dalla Pro Loco, si svolgerà un incontro dal titolo: "Le curiosità del dialetto nelle tradizioni di Romagna". Per informazioni 3479568556.

CESENA: A SEM DI RUMAGNULSabato 16 gennaio 2026, alle ore 19.30, presso il Teatro della Parrocchia di "Maria Immacolata", via Cardinal Massaia 60, Case Finali, Cesena, cena a base di polenta e salsiccia (costo 10 euro, gratuito per i bambini fino a 12 anni. Per informazioni e prenotazioni telefonare entro giovedì 14 gennaio a Renato Caprili 3471151928). A seguire incontro dedicato all'allegria e al buonumore dal titolo "A sem di Rumagnul"; aneddoti, poesie, racconti, situazioni umoristiche selezionate da Radames Garoia e Gabriele Zelli.

GALEATA: GIORNO DELLA MEMORIA - Sabato 16 gennaio 2016, alle ore 21.15, presso il Teatro Comunale "Carlo Zampighi" di Galeata, la Compagnia Teatro Forsennato metterà in scena uno spettacolo dedicato al Giorno della Memoria dal titolo: "Gli ebrei sono matti", con Dario Aggioli e Guglielmo Favilla. Ingresso: intero 12 euro - ridotto 10 euro. Per informazioni 0543975428 - 29.

Per questa settimana è tutto. Ci risentiamo a metà della prossima. Ancora buon 2016, a presto!

Marco

---