Newsletter n. 146
28 aprile 2016

L'Italia rischiato di pagare sanzioni per il mancato rispetto di qualche parametro di bilancio, paghiamo multe per procedure di infrazione su molti temi, sappiamo tutto su come devono essere etichettati i prodotti; ma la Commissione Europea non può rimanere indifferente di fronte ad una palese violazioni dei trattati. Non può pensare di non imporre sanzioni nei confronti di chi alza muri, barriere di filo spinato, blocchi alle frontiere. L'Austria in queste ore ha annunciato la costruzione di una barriera di 400 metri al Brennero, presidiata da 250 agenti di polizia e forse pure dai soldati, aggiungendo anche la pretese di controllare le persone in transito già sul territorio italiano. E' una palese violazioni dei trattati e dei principi dell'Unione Europea. Non è questa l'Europa che vogliamo, non sono questi i valori per cui milioni di europei sono morti combattendo nel secolo scorso. Ultima chiamata per Bruxelles: ora o mai più.

INVITI

Tre inviti a tre incontri sul territorio

Riforma costituzionale: sì parte. Una data da segnare in agenda: venerdì 6 maggio, ore 20.30 alla Taverna Verde (Ospedaletto). Titolo dell'incontro: "Come cambia la Costituzione: le ragioni della riforma". Sarà l'occasione non solo per illustrare i contenuti della riforma, ma anche per un confronto aperto nel merito e su come affrontare al meglio la campagna referendaria, in attesa che si avvii ufficialmente la campagna del "Sì" e si possano costituire i comitati. Fammi sapere se verrai, mi farebbe piacere! 

Fusioni di Comuni. Sabato mattina a Bertinoro, approfondiremo il tema dell'aggregazione di Comuni. E' un argomento che mi sta a cuore, ma soprattutto mi sta a cuore che si affronti il tema e non lo si aggiri. Per questo è importante creare quante più occasioni possibili per parlarne. Sabato mattina lo faremo assieme all'assessore regionale Emma Petitti, che ha una delega specifica su questo argomento. Qui il volantino 

Ravenna. Sabato 30 aprile sarò a Ravenna per sostenere alcuni candidati al consiglio comunale e soprattutto il candidato sindaco, Michele De Pescale. Alle 12 al caffè nazionale per incontrare imprenditori del territorio e alle 13.30 al ristorante "Due dame". Qui il volantino

I TEMI DELLA SETTIMANA

IL DEF - Abbiamo approvato in via definitiva il DEF, ovvero il Documento di Economia e Finanza. In questo documento di programmazione (il più importante che viene varato nel corso dell'anno) si stabiliscono le coordinate delle politiche che si vogliono attuare nel corso del 2016 e per il futuro. Molti gli elementi interessanti che abbiamo chiesto al governo di affrontare: flessibilità in uscita per le pensioni che preveda anche 'ragionevoli penalizzazioni', con possibili interventi selettivi in particolare per disoccupati e lavori usuranti. Esclusione dalla revisione delle tax expenditure delle detrazioni per lavoro, famiglia, edilizia e riqualificazione energetica (come gli ecobonus). Questo e molto altro che potrai approfondire qui sotto e su cui ci impegneremo nel corso dei prossimi mesi. 
> DEF: ecco cosa prevede e quali impegni sono stati fissati (sintesi)
> Il Programma nazionale di riforma
> Il programma di stabilità dell'Italia
> Analisi e tendenze della finanza pubblica 

LEGGE EUROPEA: DALLA SIAE AI MICROPAGAMENTI - Da micropagamenti con il bancomat facilitati a ad una prima riforma del monopolio Siae (anche se rimane molto da fare ancora), a norme su money transfer, politica macroprudenziale, emissioni e buste di plastica. Queste le principali aree di interesse su cui si sono concentrate le modifice apportate dalla Camera al ddl di delegazione europea, che abbiamo approvato in prima lettura alla Camera. Ulteriori misure vanno dall'energia agli shopper di plastica, dalla prevenzione in banca di riciclaggio e finanziamento del terrorismo all'import di animali esotici. Passando per la politica macroprudenziale delle banche, nuove norme sui materiali di costruzione, commissioni su pagamenti con bancomat.
> Le novità contenute nella legge di delegazione europea (sintesi)

DEBITI CON IL FISCO -  Grazie ad una norma a cui abbiamo lavorato come Commissione Finanze, nella legge di stabilità 2016 è stata introdotta la possibilità per i contribuenti decaduti nei tre anni antecedenti al 15 ottobre 2015 dalla rateazione delle somme dovute a seguito della definizione di avviso di accertamento per adesione o acquiescenza di essere riammessi al pagamento rateale, a condizione che entro il 31 maggio 2016 riprendano il versamento della prima delle rate scadute. Con la Circolare 13/E l’Agenzia delle Entrate precisa i termini e le modalità degli adempimenti necessari a consentire la riammissione al beneficio.
> Il testo della circolare 
> Il comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate 

1° MAGGIO: TUTTI AL MUSEO - Domenica 1° Maggio, coincide con l’iniziativa ministeriale #Domenicalmuseo, che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche nella prima domenica del mese. E' l'applicazione della norma della legge che abbiamo approvato nel 2014 che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si paga il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini.
> L'elenco dei siti aperti gratuitamente in Emilia-Romagna 

UN SITO PER TRATTENERE I "CERVELLI" - Lanciato a fine 2014, sul modello del già esistente Italia Startup Visa, il programma Italia Startup Hub introduce una notevole semplificazione per i cittadini non Ue che desiderano avviare una startup innovativa nel nostro Paese. Se Italia Startup Visa si rivolge a chi si trova nel Paese d’origine e desidera ottenere un visto per lavoro autonomo startup per l’Italia, Italia Startup Hub mira a favorire nel nostro Paese la permanenza di coloro che già vi si trovano, ma per ragioni diverse dall’attività imprenditoriale.
> Il sito internet 

FORLIMPOPOLI NELLA RETE NAZIONALE - L’inserimento del museo archeologico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli nella rete dei siti di interesse nazionale, non è casuale: è frutto in primo luogo della qualità della struttura, della professionalità dei suoi operatori, della lungimiranza dell'Amministrazione comunale che ha deciso di investirci. E poi di un lavoro di "accreditamento" e valorizzazione dei siti di interesse culturale presenti nel territorio che va avanti da diverso tempo. Un'opportunità non solo per la città artusiana, ma per tutta l'area circostante.
> Il sito del MAF

FORLI'-SAN MARINO - Si è tenuta a Roma, venerdì 22 aprile, una riunione tecnica fra le Amministrazioni fiscali di Italia e San Marino per esaminare la situazione relativa all’operazione tutt’ora in corso della Guardia di Finanza e che rappresenta la prosecuzione di interventi avviati a partire dal 2007 su delega della Procura della Repubblica di Forlì. Tale riunione ha fatto seguito a un precedente incontro del 6 aprile u.s. e alla fruttuosa interlocuzione tra i due Paesi. Come componente della Commissione Finanze della Camera e come romagnolo, seguo da vicino i rapporti tra i due stati e tutte le iniziative volte a promuovere una maggiore trasparenza e lo scambio di informazione tra i due paesi.
> Il comunicato stampa del Ministero dell'Economia  


PISTA CICLABILE - Da Forlì a Forlimpopoli attraverso un collegamento alternativo all’automobile, lungo la via Emilia. E’ stata inaugurata sabato scorso la pista ciclo-pedonale “Fabio Casartelli”, dedicata alla memoria del ciclista morto a soli 25 anni in seguito a una caduta durante il Tour de France del 1995. La pista collega piazza Saffi alla cittadina artusiana in 7 km, abbattendo ogni scusa per coloro che fino ad oggi hanno rinunciato a utilizzare la bicicletta per spostarsi tra i due centri. Investire sulle forme di mobilità alternativa alle automobili è un imperativo a cui non ci si può sottrarre, anche a livello locale. Non solo per ragioni ambientali, ma anche per un corretto stile di vita dei cittadini. 

CARCERE E LAVOROVenerdì scorso sono stato in carcere a Forlì per il decennale del progetto "Altremani": grazie alla collaborazione tra Casa circondariale, aziende del territorio, cooperative sociali e l'agenzia di formazione Technè nel corso di un decennio 55 detenuti sono riusciti a trovare una via d'uscita, un'occasione di riscatto. Come? Lavorando in carcere e grazie a questo trovando un'occupazione una volta concluso il periodo di detenzione. Un progetto modello per tutto il Paese, come ha detto il mio collega Franco Vazio (vice presidente della Commissione Giustizia della Camera) che ringrazio per aver accettato il mio invito a partecipare ad un momento importante per il nostro territorio.
> Il sito di Technè

TERZO SETTORE - Venerdì pomeriggio ho partecipato ad un confronto con il mondo del volontariato della Provincia di Forlì-Cesena sulla riforma del Terzo settore (in dirittura d'arrivo alla Camera) e dei futuri decreti delegati di attuazione della riforma. Il mondo del volontariato, del no profit, del sociale, è una ricchezza particolarmente preziosa nella nostra provincia. Il contributo che da qui può venire (ed è venuto, nei numerosi incontri che abbiamo organizzato con Assiprov Forlì Cesena sul territorio durante tutto l'iter della legge) è stato importante per migliorare il testo della legge e potrà esserlo per la sua corretta attuazione. Ancora grazie ad Assiprov per la sempre perfetta organizzazione e la sensibilità. 
> La legge sul Terzo settore: il testo 
> La sintesi della legge 

ROMAGNA-TOSCANA - Sabato scorso nella splendida cornice di Terra del Sole, ho partecipato alla presentazione del libro "Andare per le città ideali" del giornalista Fabio Isman. E' stata l'occasione per parlare di promozione e marketing del territorio, ma anche per dire un cosa molto semplice: la riviera romagnola ha bisogno dell'entroterra, di proporre un'offerta turistica che non può più essere solo quella tradizionale. Occorre che l'entroterra, con tutte le sue bellezze e il suo potenziale, si organizzi per essere appetibile. Bisogna organizzare l'offerta, abbattere le gelosie territoriali, avere idee comuni e progetti condivisi (non serve a nulla il singolo progetto comunale). La nuova legge regionale sul turismo ha previsto 2 milioni di euro per la promozione del "brand Romagna": un primo passo, un'occasione da non farsi scappare. 

L'UNIONE FA LA FORZA - Mi fa piacere segnalare l'avvio di questa iniziativa, che riguarda il mondo del basket forlivese. Un progetto che unisce 9 (sì, nove) diverse società allo scopo di portare avanti un progetto comune di promozione dell'attività sportiva rivolta soprattutto ai più giovani. Una bellissima idea, di cui condivido pienamente lo spirito. In bocca al lupo ai suoi protagonisti e a disposizione, per quel che posso fare. E' lo stesso spirito con cui è nata "ForSport", un'aggregazione di cinque società sportive di diverse discipline (Volley 2002 Forlì, Tigers basket, Edera Atletica, Cava Calcio, Forlì calcio a 5) per avviare progetti innovativi sullo sport giovanile. L'unione fa la forza, più che mai in un periodo come quello che stiamo attraversando.
> "One Team", la presentazione del progetto 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco 

---