Newsletter n. 167
27 ottobre 2016

---

L'Italia è il Paese leader in Europa sulla "green economy": alzi la mano chi ci avrebbe scommesso. Eppure è così e a dirlo non è il Governo o una parte politica, ma la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile presieduta da Edo Ronchi nel suo rapporto annuale che sarà presentato alla fiera Ecomondo a Rimini. La green economy italiana conquista, nella classifica delle cinque principali economie europee, ben 4 primi posti (rinnovabili, riciclo dei rifiuti speciali, emissioni pro capite nei trasporti e nei prodotti agroalimentari certificati) e ben 3 secondi posti (efficienza energetica, produttività delle risorse, agricoltura biologica).

Nonostante alcuni punti deboli (l'aumento delle emissioni di gas serra nell'ultimo anno, la bassa crescita delle rinnovabili negli ultimi tre anni e l'elevato consumo di suolo) complessivamente la green economy italiana realizza la migliore performance in rapporto a Germania, Regno Unito, Francia e Spagna. Eppure la "vulgata" comune è che in Italia  siamo più indietro degli altri.

Si può fare di più e si deve fare di più, questo è fuori dubbio; ma ogni tanto alzare la testa e guardarsi attorno può aiutare a capire che siamo meglio di come noi stessi ci rappresentiamo. 

---

INVITO: A FORLIMPOPOLI CON GIULIANO POLETTI

Venerdì sera 28 ottobre, alle ore 19 in piazza Garibaldi a Forlimpopoli, incontreremo il ministro Giuliano Poletti per conoscere in anteprima i contenuti della legge di stabilità a proposito di sostegno all'economia, pensioni, politiche sociali. Qui il volantino e qui la pagina Facebook dell'evento. Ti aspetto in piazza: diffondi l'invito a chi vuoi.

TERREMOTO Due nuove violente scosse di terremoto hanno colpito il centro Italia. Lo si è sentito nitidamente anche qui a Roma e in Romagna. Il Consiglio dei ministri si è riunito questa mattina e ha subito deliberato uno stanziamento straordinario di 40 milioni di euro per gestire l'emergenza immediata; poi si faranno provvedimenti specifici per garantire la ricostruzione di tutto ciò che è crollato. Intanto continuiamo ad aiutare le popolazioni colpite dal sisma attraverso tutte le modalità previste per l'Emilia-Romagna. 

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

DECRETO FISCALE, ADDIO EQUITALIA - Abbiamo cominciato in Commissione Finanze alla Camera, assieme ai colleghi della Commissione Bilancio, l'esame del decreto legge in materia fiscale che il Governo ha emanato nei giorni scorsi. Si tratta di un provvedimento importante, che introduce tra l'altro la rottamazione delle cartelle di Equitalia evitando il pagamento delle multe ma imponendo il pagamento di tutto l'importo dovuto (senza maggiorazioni, dunque); oltre all'eliminazione di Equitalia stessa. Il testo verrà approvato probabilmente a metà novembre.
> La sintesi del decreto 
> Il testo integrale del provvedimento 

MINORI NON ACCOMPAGNATI - Abbiamo approvato alla Camera la legge che modifica il Testo Unico sull’immigrazione con misure che agevolano la protezione dei minori stranieri non accompagnati. Il testo passa ora all’esame del Senato. Gli obiettivi di questa legge sono: aumentare i controlli sui minori non accompagnati, evitare che questi finiscano nelle mani delle mafie e del racket, favorire gli affidi, tutelare – con un percorso separato dagli adulti – i diritti dei minori.
> La sintesi della proposta di legge 
> Il dossier di approfondimento 

REGOLAMENTO EDILIZIO UNICO - E' passata sotto traccia una notizia molto importante per tutto il settore dell'edilizia: l'approvazione del regolamento edilizio unico, che ha lo scopo di definire standard di linguaggio e di interpretazione validi per tutti i Comuni e le Regioni italiane. In questo articolo trovi maggiori informazioni, mentre qui sotto puoi scaricare il testo integrale e ufficiale del provvedimento.
> Il testo del regolamento approvato 

BONUS 18ENNI - Dal 1° novembre entrerà in vigore il decreto che definirà criteri e modalità di attribuzione e di utilizzo del bonus cultura di 500 euro per i diciottenni, spendibile fino al 31 dicembre 2017, che potrà essere utilizzato per cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti, parchi naturali, aree archeologiche, teatro e danza. La misura è confermata anche per il prossimo anno con un apposito stanziamento nella legge di bilancio.
> Il sito con le info per ragazzi ed esercenti 

SCUOLA-LAVORO - Nell’anno scolastico 2015/2016 sono 652.641 gli studenti delle scuole secondarie di II grado che hanno partecipato a percorsi di alternanza Scuola-Lavoro a fronte dei 273.000 dell’anno 2014/2015, segnando un +139% di ragazzi interessati. In particolare, sono 455.062 gli studenti delle classi terze, quelli coinvolti per primi dall’obbligo previsto dalla legge "Buona Scuola", che ha introdotto un numero di ore minimo da effettuare - 200 nell’ultimo triennio dei licei e 400 nell’ultimo triennio degli istituti tecnici e professionali - e uno stanziamento di 100 milioni all’anno per questo capitolo. Sono i primi numeri del monitoraggio sull'attuazione delle norme della riforma della scuola in materia di lavoro.
> Il comunicato del Ministero 
> Le aziende coinvolte 
> Dossier su attuazione de La Buona Scuola 

IL GIRO IN ROMAGNA - Sarà la "tappa Bartali", partirà da Firenze e arriverà a Bagno di Romagna dopo 161 km con due salite-simbolo per i romagnoli come la Calla e il Fumaiolo. L'11esima tappa del Giro d'Italia 2017 sarà uno spettacolo imperdibile. E il giorno dopo la corsa rosa ripartirà da Forlì per rendere onore al giornalista forlivese Tullo Morgagni che nel 1909 ideò e fondò il Giro, e a un grande campione del nostro ciclismo, Arnaldo Pambianco. Il 17-18 maggio 2017 sarà una due giorni da non perdere per gli sportivi romagnoli; e un'occasione da sfruttare al massimo per il nostro territorio. Le amministrazioni comunali di Bagno di Romagna e di Forlì, a cui va il merito per questo risultato, sono già al lavoro e a entrambi ho manifestato la mia disponibilità. 
> La tappa Firenze-Bagno di Romagna 

FONDI PER IL TERRITORIO - Una buona notizia non fa notizia: è una regola non scritta dell'informazione che anche a livello locale sembra avere un certo seguito. Ritengo, invece, che sia giusto dare il giusto risalto ai fatti positivi che si verificano e tra questi rientrano anche i 5 milioni e 432mila euro di fondi europei che, attraverso la Regione, arriveranno sul territorio forlivese e cesenate. Di questi, un milione e 800 euro sono destinati a un progetto che riguarda i Comuni del Parco delle Foreste Casentinesi. Ci sono poi un milione di euro per la riqualificazione dell'ex Santarelli a Forlì e un milione per il progetto di recupero della Casa del Fascio a Predappio. Ci sono poi 450mila euro per la ristrutturazione di un'ala di Villa Torlonia a San Mauro Pascoli e un milione e 200mila euro per la realizzazione di un cinema dentro la Biblioteca Malatestiana a Cesena. Poi 2 milioni e 850mila euro andranno a Rimini per un progetto di riqualificazione della viabilità urbana. Soldi concreti, disponibili, per finanziari progetti importanti. Che vanno ad aggiungersi a quelli ottenuti del Governo per il nostro territorio. Queste risorse hanno un impatto anche economico. Mi sembra una bella notizia, troppo poco valorizzata. 
> Qui tutti gli interventi finanziati dalla Regione con i fondi europei 

SANITA' - Sulla sanità non si scherza e non si dovrebbe nemmeno speculare, nè per qualche elettore in più e neppure per qualche lettore in più. Quando i due scopi si mescolano, il mix è esplosivo. E' uscito un articolo di stampa che riferisce in maniera distorta (non certo per colpa del giornalista - che tenta di fare il proprio mestiere -, ma della sua fonte) i contenuti di un incontro tra gli amministratori dei comuni del Forlivese e il direttore generale dell'Ausl, Marcello Tonini, col tentativo di innescare un conflitto tra professionisti, operatori sanitari, sindaci e direzione aziendale. Ho parlato con alcune persone presenti all'incontro e tutte, di ogni segno politico, hanno dato una versione diversa da quella riportata. Una "gola profonda" evidentemente ha raccontato una verità di comodo per chissà quali scopo. La sanità a Forlì e in Romagna ha bisogno di risposte concrete sul proprio futuro (a proposito: tra qualche giorno partiranno i lavori per l'ampliamento del pronto soccorso a Forlì) e sulle vocazioni dei propri ospedali. Non ha bisogno di una continua polemica mediatica che non fa altro che indebolire tutti. Anche chi crede di trarre un beneficio dal generare questi allarmismi. 

POLIZIA, NUOVA INTERROGAZIONE - Di fronte al nuovo allarme lanciato sull'organico della Questura di Forlì-Cesena, ho ritenuto doveroso tornare sull'argomento con un'apposita interrogazione per non lasciare cadere l'attenzione su un tema che sta a cuore a molti. Addirittura qualcuno nei mesi scorsi disse che avrebbe fatto venire il ministro Alfano a Forlì per rendersi conto della situazione della Questura; ma non serve, a meno anch'egli non si arruoli e si metta a pattugliare le strade. Quello che serve è un'azione congiunta per far capire ai dirigenti del ministero dell'Interno che anche la Romagna ha bisogno di maggiore attenzione; la questione della sicurezza non riguarda solo il Meridione o altre zone del Paese. Impegniamoci tutti per farli capire a chi, dalla propria scrivania, forse non ha l'esatta consapevolezza della percezione che si ha nei territori.

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco