Newsletter n. 175
29 dicembre 2016

---

Molti giornali e telegiornali hanno posto l'accento sul fatto che il premier giapponese Shinzo Abe "non ha chiesto scusa" durante la sua visita storica a Pearl Harbour (dove il 7 dicembre del 1941 un attacco aereo giapponese distrusse una parte della flotta navale americana, scatenando di fatto l'ingresso nella Seconda Guerra mondiale degli Stati Uniti). La presenza di Abe alle cerimonie in ricordo di quella tragedia, i gesti che ha compiuto e il fatto che la sua visita fa seguito a quella di qualche mese fa di Barack Obama a Hiroshima, ha invece un valore fortissimo: equivale al "chiedere scusa" ed è il segno evidente che prima o poi i conti con la storia bisogna farli. Non si può cancellare, non si può far finta che non esista: bisogna guardarla negli occhi, conoscerla e farla conoscere. Per evitare che si ripeta nei suoi lati peggiori. E' un bell'impegno da assumersi anche per l'anno che verrà. Buona lettura e buon anno!

MILLEPROROGHE - Il Consiglio dei ministri ha approvato come ogni anno il decreto cosiddetto "Milleproroghe": molti sono i contenuti, alcuni anche particolarmente tecnici. In questa pagina puoi trovare una sintesi per punti delle principali proroghe varate dal Consiglio dei ministri. Mi sembrano particolarmente importanti quelle che riguardano le graduatorie dei concorsi pubblici e i contratti "precari" della Pubblica amministrazione; ma soprattutto quelli che riguardano le popolazioni colpite dal terremoto. In ogni caso il testo verrà inviato ora al parlamento che, entro 60 giorni, dovrà convertirlo definitivamente in legge. Quindi sono possibili ancora modifiche e miglioramenti (ne proporrò uno sicuramente in materia di applicazione della direttiva Bolkestein al commercio su aree pubbliche). Torneremo a parlarne nel corso dell’iter parlamentare. 
> Le principali proroghe previste dal decreto del Governo

FONDI PER L'E45 - Diventano realtà, finalmente, i fondi che da tempo assieme ai sindaci del territorio, alle imprese e ai cittadini interessati chiediamo per la manutenzione della E45. L’Anas ha emesso tre gare d’appalto che interessano il tratto romagnolo di questa arteria straordinariamente importante per tutta la Romagna e non solo.
> Il mio post su FB | Articolo di approfondimento

NUOVA VIA EMILIA - Passi avanti per la realizzazione del nuovo collegamento tra Forlì e Cesena. Non è il tracciato della vecchia via Emilia-bis, ma quello di una nuova arteria tra le due città che consumerà meno territorio e renderà più efficienti i collegamenti. L'annuncio è arrivato dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che ha dichiarato di aver stanziato per le infrastrutture della provincia di Forlì-Cesena 92 milioni di euro. Una buona notizia, ora bisogna procedere in tempi brevi con i progetti e la loro attuazione. 

INCENERITORE MENGOZZI - Una buona notizia arriva in questa fine d'anno anche a proposito dell'annosa vicenda che riguarda l'inceneritore di rifiuti speciali "Mengozzi". Riporto le parole di Valentina Ravaioli, la nostra consigliera regionale che assieme al collega Paolo Zoffoli e alle istituzioni forlivesi ha seguito la partita: "respinta la richiesta di incremento orario, confermata la potenzialità complessiva dell’impianto, rimasta invariata a 32 mila tonnellate annue, concessa esclusivamente una maggiore flessibilità operativa (20%) a fronte di una significativa riduzione delle emissioni fino al 40%". Anche questo è un buon risultato. Ora bisogna monitorare l'applicazione dell'accordo e farlo rispettare. 

MOTORIZZAZIONE FORLI' - La motorizzazione a Forlì non chiude. E' giunta oggi dal Ministero la conferma che rimane valido l'impegno fino al 2022 (anno di conclusione del contratto d'affitto tuttora in essere) per il mantenimento della sede forlivese che assicura migliaia di prestazioni ogni anno.
> L'articolo Il mio post su Facebook

CAMPIGNA, IMPIANTO PRONTO PER L'INVERNO - Nonostante le difficoltà e le lungaggini burocratiche, siamo riusciti a sbloccare entro Natale il collaudo dell’impianto di risalita di Campigna (Santa Sofia) da parte dell'Ustif, ovvero l'Ufficio speciale per i trasporti ad impianti fissi del Ministero dei Trasporti. In questo modo l'intera comunità del Parco delle Foreste Casentinesi può ora contare su tutte le potenzialità che l’inverno è in grado di offrire.
> Il mio post su Facebook

SAN BENEDETTO, MOMENTO STORICO - Molte volte sentiamo usare a sproposito l'aggettivo "storico": il 23 dicembre a San Benedetto in Alpe, invece, era calzante come poche altre volte. Ho la possibilità di partecipare assieme alla comunità locale ai festeggiamenti per la riapertura della millenaria abbazia, che torna ad essere di proprietà degli abitanti di questo territorio grazie al trasferimento di proprietà dal Demanio al Comune. Un risultato a cui ho lavorato assieme al sindaco Luigi Toledo e che ora consentirà di sviluppare nuovi progetti di valorizzazione del monumento. 
> Il mio post su Facebook 

Per questa settimana, anzi, per quest'anno è tutto! Ci risentiamo nel 2017: un grandissimo augurio che sia un anno positivo e felice. Di sicuro saranno altri 12 mesi di grandissimo impegno. 

Ciao!

Marco