Newsletter n. 179
18 febbraio 2017

---

Non dirò nulla sulle vicende che stanno attraversando il Partito Democratico. E' tutto così evidente e allo stesso tempo così caotico che qualsiasi parola in più risulta superflua (Qui una brevissima riflessione pubblicata nei giorni scorsi): sarò all'assemblea nazionale di domenica, ci cui faccio parte come delegato. Il Paese appare bloccato dalle convulsioni politiche (che, per inciso, spero si risolvano senza una scissione, ma con un congresso vero di confronto tra idee e opinioni); in realtà si continua a lavorare, il mondo va avanti, l'impegno continua anche se i telegiornali parlano di altro. E allora non possiamo non trascurare quello che succede fuori da noi. Nella scorsa newsletter ti ho parlato del mio viaggio in Israele e delle mie preoccupazioni per l'escalation di tensione che avevo colto e di cui mi avevano parlato. Preoccupazioni confermate questa settimana da Donald Trump, il nuovo presidente degli Stati Uniti, che al termine dell'incontro con il premier israeliano Bibi Netanyahu ha affossato l'idea di base per la risoluzione del conflitto israelo-palestinese: la teoria dei due stati per due popoli. Quella che è stata una pietra miliare nella storia mondiale con la famosa foto qui sopra, ovvero quella conclusiva degli accordi di Oslo del 1993 tra Ytzhak Rabin (Israele) e Yasser Arafat (Autorità nazionale palestinese) garantiti dal presidente degli Stati Uniti, all'epoca Bill Clinton. Sono passati quasi 24 anni e ora si propone di tornare indietro; senza capire che il riaprirsi di un conflitto in quelle terre avrebbe effetti in tutto il mondo, anche da noi. L'Italia non può stare a guardare, deve far sentire la propria voce, perchè la cosa riguarda anche noi, che siamo il più grande Paese affacciato sul Mediterraneo. La foto di Oslo 1993 forse è un po' ingiallita, ma guardarla può aiutare a capire che la pace è possibile: in Medio Oriente e non solo.

INVITO

CONVEGNO SUL TERZO SETTORE - Sto dando una mano ad Ass.I.Pro.V. Centro di Servizi per il volontariato della Provincia di Forlì-Cesena, ad organizzare il convegno "Pubblico e terzo settore: un'alleanza per superare la crisi" in programma lunedì 27 febbraio 2017 ore 18 nella Sala Consiliare della Provincia di Forlì-Cesena (Piazza Morgagni n. 9 - Forlì). E' un tema che riguarda da vicino il nostro territorio, che è uno di quelli in cui l'economia sociale e il volontariato sono più vivaci. 
> Locandina e dettagli dell'evento

I TEMI DELLA SETTIMANA

EXPORT, ANNO RECORD PER L'ITALIA - L’export italiano di dicembre migliora decisamente la media annuale, portando i progressi del 2016 all’1,1%. L’incremento del mese (+5,7% su base annua) bissa l’analoga performance di novembre, ma in realtà si tratta di un calcolo persino prudenziale, perché a parità di giornate lavorative l’aumento delle vendite sarebbe stato pari all’8,5%. E' una buona notizia per il nostro Paese e per la nostra economia, che deve far piacere a tutti indipendentemente dal colore politico.
> I dati diffusi dall'Istat: il bollettino integrale

AGRICOLTURA, ASSICURAZIONI GRANO -  E' stata presentata la prima assicurazione sui ricavi per il settore cerealicolo. Si tratta di uno strumento sperimentale e innovativo per la gestione del rischio per i produttori di grano duro e tenero. Uno strumento approntato dal Ministero delle Politiche agricole sulla base della sollecitazioni che in tanti avevamo avanzato in questi mesi di fronte alla crisi pesantissima dell'intero settore.
> Come funziona e di cosa si tratta 

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva un provvedimento a cui avevamo lavorato molto in parlamento, ovvero l'istituzione del Servizio civile universale. Si tratta di una serie di interventi che rafforzano il servizio civile quale strumento di difesa non armata della Patria ai sensi degli artt. 11 e 52 della Costituzione, di educazione alla pace tra i popoli e di promozione dei valori fondativi della Repubblica. Per il 2017 sono stanziati 257 milioni destinati a progetti che riguardano oltre 47.000 ragazzi, che saranno impegnati in esperienze dall'alto contenuto formativo ed educativo e di gettare la base per futuri impieghi professionali.
> La sintesi del decreto 

BANCHE E RISPARMIATORI - Abbiamo votato alla Camera il decreto sulla salvaguardia del risparmio, che include molte norme davvero significative. Oltre alla contestata disponibilità del Governo ad intervenire per evitare i fallimenti di istituti di credito (come avvenuto in tutto il mondo occidentale, non per salvare i banchieri ma per tutelare i risparmiatori e i piccoli investitori, oltre che il negativo impatto sull'economia), vengono previste norme precise sulla promozione dell'educazione finanziaria . Il testo e' stato approvato con 246 si', 147 no e 22 astenuti. Con questo definitivo passaggio parlamentare, il provvedimento e' legge.
> Il dossier di approfondimento

LIBRO BIANCO DELLA DIFESA - E' stato approvato in attuazione del “Libro Bianco”, il disegno di legge di delega al Governo ha come obiettivo la riorganizzazione dei vertici del Ministero della Difesa e delle relative strutture, la revisione del modello operativo e del modello professionale delle Forze armate e la riorganizzazione del sistema della formazione.
> Il testo del libro bianco 

ICOT - Ho presentato un'interrogazione al ministero dello sviluppo economico per la vicenda che riguarda il fallimento della Icot spa. Una vicenda dolorosa per il tessuto economico forlivese e romagnolo, che ha lasciato senza lavoro decine di persone (molte sono riuscite a ricollocarsi) e che oltre alle responsabilità dell'azienda ha visto una oggettiva responsabilità anche di Telecom, che si è rifiutata di sedersi attorno ad un tavolo al MiSe e capire come garantire continuità alle commesse che erano state affidate alla Icot.

MASTER CITY MANAGEMENT - Venerdì mattina al Campus universitario di Forlì ho avuto l'onore di intervenire all'apertura del master in City management. Ho parlato dell'idea a cui stiamo lavorando che di costituire una nuova figura professionale per la Pubblica Amministrazione, il "social media manager". Gestire i profili Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, ecc. di un ente pubblico può sembrare una sciocchezza alla portata di tutti; non è così e ci sono nuove professionalità specifica, già ampiamente presenti nelle aziende private. La comunicazione e l'informazione sono materie, al pari di altre, su cui non si può improvvisare.

UNIVERSITA' IN ROMAGNA - Nei giorni scorsi ho avuto occasione di avere un colloquio con il magnifico rettore dell'Univesità di Bologna, Francesco Ubertini. Un incontro importante, in cui ci siamo confrontati su molti temi che riguardano l'ateneo e che riguardano anche la presenza dell'Alma Mater in Romagna, che rimane uno dei miei "pallini". L'Università di Bologna con Ubertini è tornata a investire in maniera notevole in Romagna, a Forlì (dove i dati sono incoraggianti) e non solo; ora si tratta di completare questi investimenti con la programmazione didattica. Work in progress.

SAN DOMENICO - Abbiamo inaugurato la grande la grande mostra sull'Art Dèco al San Domenico a Forlì. È bellissima e merita davvero di essere visitata: ci tornerò con calma, ma invito tutti ad andarci. C'è tempo fino al 18 giugno per farlo. Chi l'avrebbe mai detto qualche anno fa che Forlì sarebbe diventata una città d'arte, conosciuta per le sue grandi mostre, che trovasse nella cultura uno dei suoi fattori identitari? Nessuno, eppure è avvenuto. Ha ragione il prof. Antonio Paolucci, questo è uno dei miracoli italiani.
> Il sito della mostra

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco