Newsletter n. 184
18 marzo 2017

---

Mai come questa volta le elezioni politiche in Olanda avevano riscosso tanta attenzione da parte dei media di tutto il mondo, trasformando il vincitore Mark Rutte (nella foto) in un nuovo "mito" planetario con le solite esagerazioni tipiche del nostro tempo. Dopo Brexit e dopo Trump negli Stati Uniti (oltre ad altri casi minori e meno citati) l'apprensione che anche nei Paesi Bassi si registrasse un'affermazione dei populisti aveva catalizzato i riflettori di tutto il pianeta. Non è andata così, per fortuna, anche grazie ad un'affluenza record che non si registrava da oltre 30 anni: l'82% di partecipazione al voto è di quasi 8 punti superiore al 2012 ed ha sicuramente contribuito a dar fiato alle forze più moderate.
Trovo siano da prendere con molta cautela, però, le analisi che traducono l'esito olandese in "un voto per l'Europa". Sicuramente non è stato un voto "contro l'Europa", ma da qui a tradurre questi risultati in una assoluzione delle istituzioni continentali dalle loro responsabilità come si legge in dichiarazioni di politici ed editorialisti, ce ne passa. Cosa c'entra con noi? C'entra moltissimo perchè i destini degli stati nazionali europei sono sempre più legati a quelli dell'Unione ed è bene occuparsene, interessarsene e trarre da ogni situazione qualche insegnamento utile per affrontare le situazioni di casa nostra. 
> Le elezioni olandesi non allontanano i problemi europei

I TEMI DELLA SETTIMANA

SICUREZZA E DEGRADO - È molto importante il decreto che abbiamo votato alla Camera a proposito di sicurezza e contrasto al degrado urbano. Un testo a cui assieme ai miei colleghi della commissione Affari costituzionali ho lavorato intensamente in queste settimane e che ora va al Senato per l'ok definitivo. Si prevede l'istituzione di un daspo urbano sul modello di quello adottato per gli stadi; nuove misure contro i writers; divieto di accesso ai pub e agli altri locali pubblici per chi è stato condannato per droga; l'arresto in flagranza differita; più strumenti ai sindaci per ordinanze in materia di sicurezza con particolare riferimento agli orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche; norme più chiare sulle occupazioni abusive di immobili. Azioni concrete che potranno essere adottate anche in ambito locale.
> La sintesi del provvedimento
> Il dossier di approfondimento

AEROPORTO - La vicenda dell'aeroporto "Ridolfi" di Forlì è tornata di stretta attualità dopo l'ennesima conferma dello stallo assoluto di mister Halcombe e dopo la mia richiesta ad Enac di valutare seriamente il ritiro della concessione affidata ad Air Romagna. L'ho fatto con dolore, sapendo che ciò significa riaprire una procedura di bando che non sarà brevissima; eppure dopo 2 anni e mezzo di chiacchiere e pochi fatti, non ci sono più attenuanti. D'altra parte il bando sarà anche l'occasione per verificare l'effettiva disponibilità dei potenziali investitori che si sono fatti avanti. Oltre che per esplorare l'ipotesi concreta, auspicata anche da importanti associazioni di impresa, di fare di Forlì la seconda pista dell'aeroporto di Bologna. Sarà l'ultimo e definitivo tentativo per provare a far funzionare una infrastruttura pubblica che ci è costata, negli anni, decine di milioni di euro. Credo valga la pena provarci, anche se è impopolare farlo. 
> La mia intervista al Carlino

INVESTIMENTI SULLE SCUOLE - Altri 2,3 milioni di euro per iI territorio di Forlì-Cesena per interventi sull'edilizia scolastica e la manutenzione del territorio. Arrivano grazie alla legge di bilancio a cui abbiamo lavorato in parlamento e al decreto uscito dal Ministero dell'Economia in attuazione delle norme e degli stanziamenti che abbiamo deciso. In sostanza viene data la possibilità ai Comuni di spendere risorse proprie in deroga ai vincoli di bilancio, liberando così la possibilità di fare investimenti per cifre anche di notevole impatto.
Nel dettaglio, Bertinoro avrà 228mila euro in più da investire, Forlimpopoli 570mila euro, Gatteo 230mila euro, Longiano 110mila euro, Meldola 94mila euro, Predappio 91mila euro, San Mauro Pascoli 408mila euro, Sogliano al Rubicone 575mila euro. Una buona notizia per queste comunità e per tutto il territorio.

GIRO D'ITALIA, FONDI PER BAGNO E SANTA SOFIA - Una buona notizia: un milione di euro per sistemare alcune strade provinciali, quelle su cui transiterà la tappa del Giro d'Italia con arrivo a Bagno di Romagna. Chiude il cerchio di un lavoro di squadra svolto in queste settimane per evitare il rischio che la grande opportunità offerta dall'arrivo del Giro d'Italia sul nostro Appennino, a Bagno, potesse svanire. Grazie alla Regione, all'assessore Raffaele Donini, ai nostri consiglieri Valentina Ravaioli e Paolo Zoffoli, al presidente della Provincia, Davide Drei, ai sindaci Marco Baccini e Daniele Valbonesi, la corsa rosa il 17 maggio farà tappa a Bagno con tutto il suo portato di indotto, promozione del territorio, occasioni di crescita.

PERFORAZIONI SUL TERRITORIO FORLIVESE - Ho depositato alla Camera una interrogazione al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, per chiedere la revoca o, in subordine, la sospensione della concessione affidata ad una società australiana per compiere ricerche nel sottosuolo in un'area della Romagna di 111 kmq tra i comuni di Forlì, Cesena, Forlimpopoli, Meldola e Bertinoro. Azione condivisa con Valentina Ravaioli che si è immediatamente attivata in Regione assieme a Lia Montalti e Paolo Zoffoli per fare luce sulla questione.
> Il comunicato stampa

VOUCHER - La scelta del governo di emanare un decreto sui voucher e sulla responsabilità sociale negli appelli ha fatto molto discutere. Ritengo, tuttavia, necessario che l'Italia non si accapigli ancora una volta per mesi in un dibattito ideologico su argomenti di questo tipo, ma si cerchi anzi una soluzione normativa che consenta di da una risposta equilibrata ad una questione che sta a cuore a tanti. L'eliminazione dei voucher sarebbe un errore se ci si fermasse qui. Per fortuna non è così. Intanto si garantisce la fruibilità dei buoni già acquistati, che saranno validi fino al 31 dicembre di quest'anno. Poi si sta lavorando per regolamentare seriamente il lavoro occasionale e accessorio, evitando gli abusi ed evitando anche che si faccia ricorso al lavoro in nero. Trovo la cosa di buon senso, mentre - ribadisco - sarebbe un errore madornale limitarsi ad una mera cancellazione dei voucher. E smettiamola con la storia della "paura del referendum", perchè non è questo il punto. 

TESTAMENTO BIOLOGICO - Abbiamo respinto le pregiudiziali di costituzionalità alla legge sul testamento biologico e bocciato le richieste di sospensiva. La legge va avanti, ma questo non farà notizia come lo ha fatto lunedì l'immagine dell'aula di Montecitorio semi-vuota, quasi a voler rappresentare una disattenzione all'argomento che invece è totalmente falsa. Ogni lunedì funziona così, non perchè non si lavori ma perchè lavorano le commissioni, si lavora sui territori, si lavora nei ministeri per seguire le tematiche sottoposte da imprese, cittadini, associazioni, amministrazioni locali... Qui ho cercato di spiegare come funziona.
> Il testo della legge così come è uscito dalla commissione 

CANDIDABILITA' GIUDICI - La Commissione Affari costituzionali mi ha affidato l'incarico di relatore di un provvedimento delicato che interviene sulle norme in materia di candidabilità, eleggibilità e ricollocamento dei magistrati che si candidano alle elezioni politiche o assumono ruoli di governo nazionali o territoriali. Argomento sempre attuale e da tempo dibattuto nel nostro Paese: troveremo un buon punto di equilibrio.
> Il testo della legge

PRIMARIE, MOZIONE RENZI - Dopo l'esperienza del Lingotto a Torino dove sono stato assieme ad un bel gruppo di persone, è stata pubblicata nei giorni scorsi la mozione congressuale a sostegno di Matteo Renzi e Maurizio Martina, candidati a guidare il Partito Democratico in vista delle primarie aperte a TUTTI gli elettori del prossimo 30 aprile. Sosterrò questa mozione con un princpio ben chiaro, che ho ribadito venerdì sera ad una affollata assemblea organizzata dal Pd forlivese con centinaia di persone presenti: abbiamo posizioni diverse, che voteranno candidati diversi, che su alcuni temi hanno idee differenti; ma che sono accumunati da valori e obiettivi comuni che fanno dire, a tutti, che chiunque vincerà le primarie del 30 aprile prossimo continueranno a camminare insieme. Lo spirito di una comunità è questo e sono orgoglioso di farne parte.
> Il testo della mozione Renzi-Martina 

LONGIANO - E' giusto soffermarsi sulle cose che non funzionano, per cercare di migliorare e cambiarle; però è anche giusto ogni tanto ricordarsi cosa siamo e quanto opportunità la nostra terra è capace di offrirci. Guardati questo video, gustalo con calma: dura 3 minuti e mezzo e merita davvero. Viva la Romagna! 

RIDRACOLI - Questa settimana si è verificato un fenomeno non così frequente durante l'anno, la tracimazione della Diga di Ridracoli. Uno spettacolo della natura e dell'uomo, che ha saputo costruire la più grande opera pubblica realizzata negli ultimi decenni in Romagna senza rovinare l'eco-sistema e, anzi, arricchendolo. Un vero vanto per tutta la Romagna, che ha avuto l'onore di essere insignita con un prestigioso premio "International Milestone High Concrete Dam Project" consegnato in Cina nei mesi scorsi ai vertici di Romagna Acque. Abbiamo molti problemi da affrontare, ma viviamo anche in una terra ricca di cose di cui dovremmo andare orgogliosi.
> La Diga di Ridracoli in diretta 
> Le foto della tracimazione 

DIABETES MARATHON- Fervono i preparativi per la Diabetes Marathon 2017, in programma domenica 9 aprile. Cerco di dare una mano ai ragazzi di Diabete Romagna che con un'energia e una vitalità fuori dal Comune organizzano un evento che è molto più di un evento benefico. Anche perchè chi ha il diabete, la maratona la corre tutti ti giorni ed è importante affrontare una malattia come questa con lo spirito giusto. Seguiteli su Facebook e venite il 9 aprile alla Maratona, possono farla tutti: atleti, appassionati, semplici camminatori...
> Il sito di Diabetes Marathon
> Il video di presentazione 

AUSL ROMAGNA SOCIAL - Finalmente anche l'Ausl Romagna ha scoperto l'esistenza dei social network. E' stata aperta in questi giorni una nuova pagina Facebook in cui saranno contenute le informazioni di interesse pubblico che riguardano l'azienda sanitaria romagnola. Il processo di "socializzazione" della Pubblica amministrazione mi sta particolarmente a cuore (ne ho parlato anche all'inaugurazione del Master in city management) perchè sono convinto che la PA debba essere ovunque ci siano i cittadini, anche on-line.
> La pagina Facebook dell'Ausl Romagna 


Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco