Newsletter n. 193
31 maggio 2017

---

Il vertice del G7 che si è svolto a Taormina è stata una grande vetrina per il nostro Paese. L'Italia ha potuto ancora una volta mostrare al mondo il suo volto migliore, il proprio infinito patrimonio di bellezza, di storia, di cultura che ci rende unici al mondo. L'esito del vertice non è stato all'altezza delle aspettative, anche se alcuni passi avanti si sono compiuti su temi cruciali come ad esempio la gestione dei flussi migratori e la lotta contro il terrorismo. Rimangono però distanze enormi sulla sostenibilità ambientale ed è stata esplicitata una frattura che non oso definire insanabile, ma di certo molto profonda tra gli Stati Uniti e l'Europa. L'elezione di Trump alla Casa Bianca, paradossalmente, può diventare una opportunità per il nostro continente: costretti ad una maggiore autonomia rispetto al passato, i nostri capi di stato di governo potrebbero finalmente trovare quella coesione che troppe volte è mancata. Poco importa se a portarci in questa direzione sono le stravaganze del presidente americano, quel che conta è che l'Europa lavori maggiormente unita: un obiettivo che l'Italia deve perseguire con forza, perchè è nel nostro interesse poter contare su un'Unione Europea più autorevole, più compatta e più solida. Da solo non si salva nessuno. 
> Il documento finale del G7 
> La dichiarazione congiunta sulla lotta al terrorismo 

INVITI

Alcuni inviti per i prossimi giorni e settimane. 
Dovadola. Il 1° giugno sarò a Dovadola assieme al parlamentare europeo Damiano Zoffoli per un evento a sostegno del candidato sindaco Marco Carnaccini.
#OpenCamera. Il 12 giugno, alle 18 a Forlì tornano gli appuntamenti con #OpenCamera, i periodici incontri pubblici che organizziamo per incontrare le persone e confrontarci sui temi di attualità. Saremo in zona Conad Ravaldino. 
Giachetti. Il 16 giugno alle 18 a San Martino in Strada terremo una iniziativa pubblica assieme al vice presidente della Camera dei Deputati, Roberto Giachetti. Sarà un'occasione per fare il punto su tanti argomenti di attualità nazionale e locale. > La locandina

I TEMI DELLA SETTIMANA

INFRASTRUTTURE, IL PUNTO SUL FORLIVESE - In queste settimane e in questi giorni sto lavorando per cercare di portare positivamente al traguardo molte partite che abbiamo in sospeso che riguardano le infrastrutture. Ne ho parlato anche in questa intervista al "Carlino" di Forlì
1. Collegamento Forlì-Cesena. Sono stati stanziati con delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) 7 milioni di euro destinati alla realizzazione del nuovo collegamento tra Forlì e Cesena, in particolare per il 1° e 2° lotto. In questo ambito mi auguro possa trovare spazio anche un intervento di importo contenuto, ma di cruciale importanza: la realizzazione della rotonda sulla 'vecchia' via Emilia a Panighina di Bertinoro. 
2. 3° lotto tangenziale di Forlì. Stiamo lavorando affinchè presto arrivi una buona notizia per la realizzazione dell'ultimo lotto della tangenziale di Forlì, quello che va da San Martino a Vecchiazzano. Costa 76 milioni di euro ed è di cruciale importanza per chiudere l'anello della nostra viabilità. Abbiamo chiesto al ministero e ad Anas di finanziare completamente l'opera: confidiamo in una risposta positiva, che il territorio merita. 
3. Scalo Merci ferroviario. Proseguono i lavori per i quali abbiamo ottenuto il primo stanziamento qualche tempo fa, per oltre 5 milioni di euro. La buona notizia, però, è che a questa cifra si potranno aggiungere altri 7 milioni per potenziare e ammodernare ulteriormente questa infrastruttura grazie ai progetti che RFI (l'azienda del gruppo Ferrovie dello Stato che si occupa di questi temi) sta predisponendo. Ciò si deve anche alla qualità e serietà del gestore dello scalo, la Lotras. 
4. Finanziamenti per Forlì. Grazie al nostro lavoro di squadra, abbiamo ottenuto l'inserimento di Forlì in un'ottima posizione nella graduatoria per i fondi del Governo destinati alle città. Il decreto per l'assegnazione formale delle risorse è alla firma del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che mi auguro in tempi brevi proceda all'ufficializzazione. Arriveranno 8,3 milioni di euro che serviranno a finanziare 12 differenti progetti (qui una sintesi) molto ben confezionati dal Comune. Grazie alle altre risorse già previste in co-finanziamento da altri enti, la cifra investita complessivamente raddoppierà a 16 milioni liberando soldi inizialmente impegnati per questi interventi e che invece potranno essere utilizzati diversamente.  
5. Aeroporto. Assieme al sindaco di Forlì, Davide Drei, sono stato dal ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio, per caldeggiare l'emanazione di un nuovo bando per la gestione (rigorosamente privata) dell'aeroporto di Forlì. Vogliamo che sia data un'ultima chance al "Ridolfi" per evitare che i milioni di euro spesi in passato per realizzare e adeguare l'aeroporto, vengano vanificati; e per verificare se le disponibilità che da più parti del mondo imprenditoriale vengono manifestate, sono reali o meno. 

MANOVRA DI BILANCIO - Stiamo votando in queste ore la manovra di Bilancio, la cosiddetta "manovrina" che nasce per correggere i conti pubblici e recepire le indicazioni della Commissione europea. Pur essendovi alcuni aspetti che non mi piacciono (normale su centinaia di articoli e commi) la considero un buon provvedimento perchè prevede alcune cose importanti. Ho raccolto in questa pagina una sintesi delle cose più importanti. 
> 'Manovrina', la sintesi dei provvedimenti
> Il dossier di approfondimento

OCCUPAZIONE IN CRESCITA, I DATI ISTAT - I dati diffusi oggi dall'Istat mostrano alcuni segnali oggettivi che non possono essere trascurati. Ad aprile 2017 rispetto a febbraio 2014, gli occupati totali sono aumentati di 854mila unità, passando da 22,1 milioni a 22,9 milioni; gli occupati dipendenti permanenti sono aumentati di 579mila unità, passando da 14,4 milioni a 15 milioni. Il tasso di disoccupazione totale è sceso dal 12,9% al 11,1%, riducendosi di 1,8 punti percentuali; il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) è sceso dal 43,3% al 34,0%, riducendosi di 9,3 punti percentuali. Dietro a ognuno di questi numeri, ci sono persone in carne ed ossa che hanno visto cambiare la propria condizione, in meglio. Certo, rimane ancora molto da fare; sapere che le cose migliorano credo possa aiutare tutti ad affrontare meglio le sfide future.
> Il bollettino Istat 

SOLIDARIETA' E ACCOGLIENZA - A Forlì hanno aperto due strutture di grande impatto sociale per il nostro territorio. La prima è Casa Rolando, una comunità educativa integrata per 6 adolescenti con disturbi psichici medio-gravi; la seconda, a pochi metri, è l’Orto Sociale di Acquacheta, dove nella stagione produttiva lavorano i richiedenti asilo ospitati dalla cooperativa sociale a Forlì. Due esempi di integrazione sociale e di corretta applicazione del principio dell'accoglienza, resi possibili grazie all'impegno di Domus Coop e cooperativa Acquacheta. Onorato di essere stato coinvolto e aver potuto partecipare a un momento così significativo per la nostra comunità.
> Le foto e il post su Facebook 

A SCUOLA, PER TESTIMONIARE UN IMPEGNO - Sabato assieme al colonnello Luca Politi, comandante provinciale dei carabinieri di Forlì-Cesena, ho incontrato le terze medie della scuola "La Nave" a Forlì per rispondere alle loro domande. Mi hanno chiesto se ho avuto maestri, esempi, punti di riferimento: certo, ho risposto, ho avuto la fortuna di averne e di trovarli nella mia famiglia. Spesso si tende a cercare i "maestri" in luoghi lontani, in figure speciali, in grandi personaggi. Eppure spesso i migliori insegnanti sono quelli vicino a noi, che ci hanno cresciuti, che ci hanno insegnato a vivere: e che con il loro esempio hanno tracciato la strada da seguire.

ECONOMIA, SVILUPPO, SOSTEGNO ALLE PMI - Molto interessante il confronto a cui ho preso parte a "Elfi-day", mini-fiera del settore della elettrofornitura organizzato da Elfi spa, con il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il vice sindaco di Forlì, Lubiano Montaguti e il giornalista di SkyTg24, Marco Di Fonzo. Abbiamo parlato di alcuni importanti progetti "forlivesi" che stanno avanzando giorno dopo giorno: il finanziamento del 3° lotto della tangenziale di Forlì, il nuovo collegamento tra Forlì e Cesena, gli oltre 8 milioni per 12 progetti sulla città di Forlì. Poi a margine molti incontri con tante piccole e medie imprese per ascoltare critiche, suggerimenti, progetti, idee.
> Le foto dell'incontro e il post su Facebook

UNIVERSITA', NUOVO DIPARTIMENTO - C'è molto fermento in ambito universitario a Forlì per la possibilità di far nascere un nuovo dipartimento autonomo in Romagna nell'ambito di Economia. Credo sia una ipotesi da sostenere perchè significherebbe "radicare" sul territorio i docenti e andrebbe nella direzione che da sempre sosteniamo: accompagnare all'investimento sulla costruzione di nuovi edifici come il Campus (per il quale nel bando periferie abbiamo il finanziamento ad hoc), anche l'investimento sulla didattica. L'esperienza del decentramento universitario romagnolo da parte dell'Ateneo di Bologna potrebbe conoscere con questo nuovo dipartimento un nuovo slancio e la sua definitiva affermazione. Così come lo sarebbe l'approdo nel nostro ospedale di Medicina. 

FONDAZIONE CASSA DEI RISPARMI - Molti auguri di buon lavoro ai rinnovati organi della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Una realtà fondamentale per il nostro territorio, frutto di decenni di risparmi dei cittadini e delle imprese locali, oltre che di una oculata gestione del patrimonio accumulato che rende Forlì una delle migliori Fondazioni d'Italia sul piano delle performance di bilancio e della capacità di sostenere il territorio. Al presidente Roberto Pinza ho inviato un messaggio di augurio di buon lavoro e rinnovato la consueta disponibilità a collaborare sui tantissimi temi che si intrecciano con il mio ruolo di parlamentare. 

PREDAPPIO - Sono stato assieme al sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti, al ministero dei Beni culturali per illustrare ai tecnici del Mibact i contenuti del progetto del Centro studi e documentazione sull'Italia del primo Novecento che stiamo cercando di realizzare nell'ex casa del fascio. Un progetto ambizioso, delicato, qualitativamente di altissimo livello grazie al coinvolgimento dell'Istituto Parri. Il direttore dell'Istituto, Alberto De Bernardi, ha partecipato con noi all'incontro. Ovviamente non vogliamo compiere un'operazione nostalgica, ma una grande azione di educazione, conoscenza, informazione, approfondimento su ciò che è stato il nostro Paese. Lo dobbiamo alle generazioni future e alla memoria di ha combattuto per darci la libertà. Finchè ne avrò possibilità, continuerò a impegnarmi per contribuire a questo progetto. 

ROCCA SAN CASCIANO - Sto lavorando assieme all'Amministrazione comunale di Rocca San Casciano e al suo sindaco, Rosaria Tassinari, per portare avanti tre progetti importanti che riguardano il comune della val Montone in ambito sociale, turistico-culturale e infrastrutturale. Abbiamo iniziato ad approfondirne i contenuti e fissato i primi appuntamenti con gli enti che possono darci una mano. La collaborazione con il territorio è la parte più bella di questa esperienza parlamentare. 

SANTA SOFIA E SPORT - Sono stato a Santa Sofia per un sopralluogo assieme ad Andrea Rossi, sottosegretario alla presidenza della Regione, per incontrare il sindaco Daniele Valbonesi e la sua giunta sui progetti relativi agli impianti sportivi e approfondire l'attività della struttura di Sportilia-La Città dello Sport. Al lavoro per concretizzare i molti progetti in cantiere. Proprio il giorno successivo è stata votata una importante legge regionale sullo sport che ti invito ad approfondire (qui una scheda) perchè può davvero rivelarsi un'opportunità molto significativa per tutto il nostro terrtiorio.

CASTROCARO, RAI - Sarà per l'imminenza delle elezioni amministrative (in programma l'11 giugno) e per l'attaccamento dei castrocaresi a questa manifestazione, negli ultimi tempi si sono levate molte voci preoccupate per il futuro del Festival "voci nuove" di Castrocaro. Ai comunicati stampa abbiamo preferito, fin qui, il lavoro silenzioso di relazione e pressione con chi poteva aiutarci a sensibilizzare la Rai sull'importanza di mantenere questa rassegna che da decenni accende i riflettori sul territorio. Sono fiducioso che sia possibile trovare una soluzione, anche se non compete a me o ad altri parlamentari decidere o anticipare le decisioni che spettano ai vertici Rai. Una cosa è certa: su temi come questi, non dovrebbero esserci polemiche e si dovrebbe lavora in maniera unitaria. Capisco bene quanto sia difficile farlo nel bel mezzo di una campagna elettorale, ma sarebbe un bel segnale per tutti se ciò avvenisse. Sono convinto che anche gli elettori dei rispettivi candidati a sindaco lo apprezzerebbero. 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco