Newsletter n. 197
28 giugno 2017

---

Così non si può più andare avanti. La gestione dei flussi migratori in Italia, pur di fronte a sforzi immensi ed encomiabili dei nostri soccorritori,  delle forze dell'ordine, dei nostri sindaci e delle istituzioni, non continuare a gravare solo su un Paese. Non ci rifiuteremo mai di salvare vite umane, anche al costo di perdere voti; ma non possiamo più pensare che sull'altare di questo principio irrinunciabile, un intero continente di fatto consideri secondaria questa emergenza. 

L'Italia ha formalizzato alla Commissione europea l'indisponibilità a proseguire da sola a gestire questa crisi umanitaria. L'ipotesi di chiudere l'accesso ai porti per le navi non italiane, non è una minaccia per mostrare i muscoli: è una necessità. Uno stato confermato anche dalle parole del nostro presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "Se il fenomeno dei flussi continuasse con questi numeri la situazione diventerebbe ingestibile anche per un Paese grande e aperto come il nostro".

Non chiediamo meno Europa, ma più Europa; chiediamo che le istituzioni continentali gestiscano insieme questa priorità e considerino il Mediterraneo parte di noi e non qualcosa di lontano. Servono fondi, servono persone, servono spazi per gestire i flussi, servono investimenti europei nei territori da cui provengono queste persone. Altrimenti la diffidenza, la preoccupazione, la paura e l'intolleranza di una quota di popolazione, diventerà anch'essa ingestibile.

Nei risultati dei ballottaggi (qui un mio breve commento) di domenica scorsa e più in generale nell'andamento delle elezioni in tutto il mondo degli ultimi tempi, a mio parere c'è molto anche di questo: c'è una domanda di protezione a cui non si può rispondere con la puzza sotto al naso e nemmeno alzando dei muri; servono però provvedimenti che affianchino all'affermazione dei "diritti" la definizione categorica di alcuni "doveri", piccoli e grandi. Occorrono segnali concreti che anche gli altri stati europei si fanno carico del problema: ad esempio accogliendo le navi delle organizzazioni che salvano vite umane. O si fa questo o l'emergenza da umanitaria nel medio-lungo periodo diventerà democratica. 

AGENDA

Salva la data! Ti prego di segnare sul tuo calendario la data di lunedì 17 luglio alla sera: sarà l'occasione per un incontro del ciclo di #OpenCamera un po' "speciale". Nei prossimi giorni ti invierò maggiori dettagli. 

Incontri con Richetti e Orlando. Comincia la stagione delle Feste e degli incontri di natura più "politica". Il 14 luglio alle 20.30 a Cà Ossi (in via Ribolle, al Parco incontro) avremo un "botta e risposta" con il Portavoce nazionale del Partito Democratico, Matteo Richetti: qui in anteprima il volantino. Domenica 16 luglio alle 18.30 sempre a Cà Ossi è previsto l'intervento del ministro della Giustizia, Andrea Orlando. A proposito: grazie di cuore a tutti i volontari che nonostante le difficoltà rendono possibili le feste. 

I TEMI DELLA SETTIMANA

TERZO SETTORE: ECCO I DECRETI - Ultim'ora. Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, ha approvato, in esame definitivo, tre decreti legislativi di attuazione della legge delega per la riforma del Terzo settore. Si tratta dei decreti che riguardano, il cinque per mille, l'impresa sociale e il nuovo codice del Terzo settore. Qui sotto puoi puoi accedere alla lettura di una sintesi dei contenuti dei singoli decreti, in attesa della pubblicazione dei testi definitivi e ufficiali. 
> La sintesi del decreto sul nuovo Codice del Terzo Settore
> La sintesi del decreto sulla impresa sociale
> La sintesi del decreto sul "cinque per mille"

FONDI PER LE SCUOLEBuone notizie per alcune scuole della provincia di Forlì-Cesena. Grazie alla qualità dei progetti presentati dai singoli istituti, arriveranno sul territorio oltre 360mila euro per finanziare iniziative didattiche per gli studenti. Soldi che vengono dal Ministero dell'Istruzione per potenziare l'offerta formativa delle scuole, contrastare la dispersione scolastica e favorire l’inclusione sociale. Complimenti alle scuole, agli insegnanti e ai dirigenti che hanno saputo elaborare progetti capaci di portare risorse in più rispetto alla normale dotazione. Le scuole finanziate sono: Istituto "Artusi" di Forlimpopoli, Itis "Marconi" di Forlì, Istituto comprensivo 3 Forlì, Istituto tecnico commerciale "Matteucci" di Forlì, Istituto comprensivo di Predappio, Scuole elementari Cesena 3 e Cesena 5, Istituto comprensivo di Gatteo, Istituto superiore "Marie Curie" di Savignano. 
> Il mio comunicato con maggiori dettagli

REATI CONTRO IL PATRIMONIO CULTURALE - Approvata la legge che riordina il sistema dei reati contro il patrimonio culturale. In poche parole si interviene su forme di reato già esistenti, ma se l'oggetto è un bene culturale, diventano autonome figure di reato e aumentano le pene per il furto (da 2 a 8 anni), l'appropriazione indebita (da uno a 4 anni), la ricettazione (da 3 a 12 anni), il riciclaggio (da 5 a 14 anni), la devastazione e saccheggio (da 10 a 18 anni).
> Dossier di approfondimento

CONTRO CHI USA MINACCE E VIOLENZE AI CORPI DELLO STATO - Più tutele ai sindaci, agli amministratori locali, al personale giudiziario: abbiamo approvato alla Camera in via definitiva le norme che ampliano la portata del delitto di minaccia o violenza a rappresentanti di enti locali e autorità giudiziarie. Molto spesso le intimidazioni agli amministratori pubblici sono volte a minacciare l'integrità della persona, dei suoi beni e talvolta persino dei familiari.  Troppi amministratori sono stati mortificati quando hanno scelto la legalità anzichè lo scendere a patti con la criminalità organizzata e con chi opera in maniera illecita: e c'è stato anche chi ha pagato con la vita la propria integrità morale.
> Il dossier di approfondimento 

LAVORI SULLA SS67 "TOSCO-ROMAGNOLA" - Ho fatto un veloce sopralluogo sulla Ss67 per rendermi conto dei lavori che Anas aveva annunciato nella risposta alla mia interrogazione sulla necessità di interventi di manutenzione nel tratto romagnolo della "Tosco-Romagnola". Mi ha fatto piacere constatare che procede il cantiere per i lavori di contenimento della scarpata della sede stradale a Rocca, mentre sono di fatto ultimati quelli che interessavano gli abitati di Dovadola (sempre per il contenimento della scarpata) e di Portico. Piccoli passi, ma importanti per la sicurezza di tutti.
> Comunicato stampa 

FORLI'-CESENA, PIU' SICUREZZA PER CHI ACQUISTA E VENDE CASA - Con molto piacere ho partecipato all'evento organizzato dagli ordini professionali di Forlì-Cesena che hanno sottoscritto un protocollo d'intesa assieme ai notai. Una novità importante per il territorio provinciale: la possibilità di stipulare un atto di compravendita immobiliare avendo in anticipo una certificazione sulla regolarità urbanistica e la conformità catastale dell'immobile. Un vantaggio per chi compra, per chi vende e per le istituzioni pubbliche.
> Maggiori informazioni: leggi il comunicato degli ordini

CASTROCARO, IL FESTIVAL SI FARA' - Il Festival di Castrocaro si farà: la Rai ha assicurato il proprio impegno, che è decisivo per tenere in vita una manifestazione importante per l'indotto di immagine (e non solo) che ricade su tutto il territorio. È una buona notizia, frutto di un lavoro di squadra tra tanti soggetti tra cui mi piace ricordare i sindaci Luigi Pieraccini e Marianna Tonellato (precedente e attuale) e il collega Bruno Molea. Aver scelto di chiudere l'intesa dopo e non prima le elezioni comunali, conferisce ancor più valore a questo risultato. Ora al lavoro per i dettagli, avanti insieme.
> Il post su Facebook

PREMILCUORE, CON I LAVORATORI DELLA CTA - Sono stato a Premilcuore per incontrare i lavoratori, i soci, gli amministratori della CTA (Cooperativa Territorio Ambiente): un'impresa forestale che dà lavoro a una novantina persone, tutte del territorio, attiva nella manutenzione del verde e in tanti altri ambiti. Il cuore delle nostre comunità continuerà a battere forte finché potremo contare su persone come queste.
> La foto di gruppo 

TERME DELLA ROMAGNA - I molti stabilimenti termali che sono presenti in Romagna (una delle terre con la maggior 'densità' d'Europa) non sono solo un'occasione di svago, ma sono soprattutto un sostegno all'economia e all'occupazione delle nostre comunità. Peccato che l'Inps, con un repentino cambio di rotta, ci stia mettendo in difficoltà e per questo, dopo aver incontrato alcuni operatori del nostro territorio, mi sto attivando nei confronti del Governo.
> Maggiori informazioni
> Il mio post su Facebook 

FESTA ARTUSIANA A FORLIMPOPOLI - La Festa Artusiana si conferma un grande fenomeno popolare, capace di unire il meglio che la Romagna sa offrire. Anche per questo mi ha fatto particolarmente piacere partecipare al conferimento del premio Marietta (dal nome di Marietta Sabatini, storica cuoca di Pellegrino Artusi) non solo alla vincitrice della gara tra gli "chef" dilettanti provenienti da ogni parte d'Italia che hanno partecipato; ma anche alla consegna del premio "ad honorem" a Giuliana Saragoni (ex Gambero Rossi, oggi Eataly) e Patrizio Roversi (Turisti per Caso - Linea Verde - RaiUno).
> Il mio post su Facebook con le foto 

IN AZIENDA A PIEVESESTINA - Fino a lunedì sapevo ben poco delle "calandre idrauliche": macchine che variano dalla dimensione di una smart fino a quella di un dinosauro, studiate per piegare e dare forma alla lamiera. Le applicazioni sono infinite, vanno dall'eolico alla nautica, dall'uso domestico alle navicelle spaziali (non è una battuta). Tutto questo viene realizzato qui in Romagna, tra Pievesestina e Panighina, grazie alla passione e alla capacità di lavoratori e manager della Davi, da oltre 50 anni sul mercato.
> Foto e post su Facebook 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

P.S.: Ricorda di salvare in agenda l'appuntamento del 17 luglio: ci tengo particolarmente!