Newsletter n. 202
3 agosto 2017

Lunedì sera l'assemblea territoriale del mio partito, il Partito Democratico, ha espresso un unanime giudizio positivo (pur scegliendo di non votare un dispositivo) sul mio mandato e sull'ipotesi di eventuale ricandidatura. Ringrazio per questo il partito e i suoi organi, a partire dalla segretaria Valentina Ancarani e dal presidente Carlo Spagnoli. La politica oggi è molto bistrattata (anche per colpa sua), ma ci sono regole per me irrinunciabili: quella di misurarsi con il partito che ti ha proposto e contribuito a farti eleggere, è una di queste. Certo non basta: serve un confronto aperto con tutto il territorio, con le sue organizzazioni, con le persone. Il consenso interno al partito è solo un punto di partenza, non certo quello di arrivo.

Perchè il parere e l'appoggio delle tante persone fuori dai partiti, delle associazioni, delle molte articolazioni della società civile è quello che fa la differenza ed è alla vasta platea di persone lontane dalla politica in senso stretto a cui voglio rivolgermi (e a cui ho cercato di rivolgere molta parte del mio impegno in questi anni). Riavvicinare i cittadini alla politica è il mio obiettivo e decideremo insieme se proseguire o no questo percorso.

Qualche giorno fa su Facebook ho scritto che troppe volte la politica commette l'errore di farsi viva solo a ridosso di scadenze elettorali: è una cosa che non ho mai sopportato, da ben prima che cominciassi a impegnarmi direttamente in questo mondo. Per questo da sempre interpreto il mio impegno come se la campagna elettorale fosse permanente. Ascoltare, fare e rendicontare sono tre parole che vanno applicate concretamente, con l'ordine di priorità con cui le ho indicate. Mi piacerebbe che questa filosofia diventasse patrimonio di tutta la politica, ma soprattutto della parte in cui ho deciso di militare. 
Con questo spirito parteciperò, nei limiti delle mie possibilità, anche al congresso del PD forlivese (che si svolgerà da settembre a fine ottobre). Ci sarò non per misurare la forza di Tizio o Caio o per cercare scorciatoie e accordi (come qualcuno maliziosamente insinua) che facilitino il mio percorso personale o quello di altri, ma per rafforzare un modo diverso di fare e provare a riavvicinare sempre più le persone. 

E tu che ne pensi? Fammi sapere la tua opinione rispondendo a questa mail o scrivendo direttamente a comunicazione@marcodimaio.info

P.S. Ti segnalo questo bell'articolo sul Carlino di Forlì sui fondi che abbiamo ottenuto per la città e il territorio grazie al lavoro di squadra fatto sul territorio e a livello nazionale. 

Incontro con Poletti. Sarà uno degli ultimi impegni pubblici prima di una breve pausa di vacanze estive. Vi aspetto, quindi, venerdì (domani) 4 agosto alle ore 20 alla Festa di Villafranca con il ministro del lavoro, Giuliano Poletti, per un incontro pubblico sui temi del lavoro. A condurre l'iniziativa sarà il giornalista e saggista Pietro Caruso. Qui il volantino. Vi aspetto!

Invito a celebrazioni. Domani e sabato mattina due celebrazioni importanti a Forlì. Quella in ricordo di Silver Sirotti, eroe dell'Italicus (alle ore 10 in via Ribolle) e quella in omaggio agli indiani Sikh che hanno combattuto sul suolo italiano e romagnolo per la nostra Liberazione. Due appuntamenti importanti, a cui sarò presente perchè sono parte della nostra storia e della nostra identità; coltivare la memoria è uno degli strumenti migliori per difendersi dalle minacce dei tempi moderni. 
> L'invito alle celebrazioni di Silver Sirotti
> L'invito alla celebrazioni degli indiani Sikh

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

VACCINI - Avevo promesso la scorsa settimana qualche approfondimento in più sulla legge riguardante l'obbligatorietà dei vaccini. Dunque eccomi qua, con una serie di link utili per saperne di più su ciò che abbiamo votato. Accetto le critiche sul contenuto del provvedimento da parte di chi le sta muovendo, ma non accetto in alcun modo il dileggio, il disprezzo e la calunnia che fa una parte del movimento "no vax" (minoritaria, la gran parte protesta pacificamente) insinuando anche convenienze economiche e di altro tipo. A questo genere di critiche sarò sempre intollerante; anche perchè stiamo parlando di salute e di tutela dei nostri figli e su questo non c'è colore politico, ideologia, partito che tenga. 
> Il testo del decreto  
> Il dossier della Camera 
> L'approfondimento del Gruppo parlamentare 

> La sintesi del provvedimento 

CONCORRENZA, APPROVATA LA LEGGEApprovata alla Camera la legge sulla concorrenza: un provvedimento importante che interviene su molti ambiti, dalle assicurazioni ai fondi pensione, dalle comunicazioni all’energia, dai servizi postali alle banche, dalla cultura alle professioni, dalla distribuzione farmaceutica ai trasporti. 
> La sintesi della legge
> Il dossier di approfondimento
> Il testo della legge

MEZZOGIORNO - Con il voto della Camera è diventato legge il decreto Mezzogiorno, il quale contiene misure finalizzate a favorire la crescita economica ed occupazionale nelle regioni del Sud. 4 sono le priorità: l’introduzione di nuovi strumenti per incentivare i giovani imprenditori e per il sostegno alla nascita e alla crescita di imprese; l’individuazione di aree geografiche (ZES) dove favorire l’insediamento agevolato di imprese; la semplificazione e la velocizzazione di taluni procedimenti amministrativi, con particolare riguardo alla realizzazione di investimenti e all’operatività degli enti territoriali; il sostegno alla formazione, all’occupazione e alla riduzione delle situazioni di disagio sociale.
> Il dossier di approfondimento sulla legge 

LIBIAAbbiamo approvato alla Camera le mozioni che danno il via libera alla missione di supporto operativo della nostra marina militare alla Guardia costiera libica. Nessun blocco navale della Libia o violazione della sovranita' di Tripoli, ma una nave logistica per "aggiustare" le unita' della Guardia costiera libica e un pattugliatore per operare "insieme ai libici" nel contrasto al traffico di esseri umani. Non è una guerra, come qualcuno in malafede vuol far credere, ma un atto di necessità per sostenere la stabilizzazione della Libia (percorso lunghissimo e difficile, per effetto delle scelte sbagliate compiute in passato da chi ci ha preceduto) e soprattutto contribuire a fermare la tratta di persone. 

VIGILI DEL FUOCO E IMPEGNI - Garantire la ripartizione originaria dei 23 milioni di euro, dal Fondo per il pubblico impiego previsto dalla legge di Bilancio 2017, per procedere all'assorbimento di 569 unità nel corpo dei Vigili del fuoco. Questo l'impegno per il Governo contenuto nella mozione che ho sottoscritto e che abbiamo approvato in commissioni Affari costituzionali della Camera. Il Governo si è impegnato anche a "potenziare ulteriormente l'organico dei Vigili del fuoco, al fine di scongiurare che un ulteriore carenza di personale si ripercuota sulla piena funzionalità di un Corpo destinato a svolgere compiti di estrema delicatezza a cui è stata aggiunta la delicata funzione dello spegnimento attivo degli incendi boschivi".

FINCANTIERI - Mercoledì pomeriggio in aula alla Camera ho partecipato all'informativa del ministro Carlo Calenda sulla vicenda la partecipazione di Fincantieri in StX France. Una questione complessa trattata, al solito, come se fosse un derby calcistico. La posizione italiana sta dentro un perimetro ben preciso, che è quello della tutela dell'interesse nazionale e delle opportunità di sviluppo che possono nascere da una corretta sinergia italo-francese su questo comparto. > Qui ho cercato di raccoligere il mio pensiero sulla materia 

ROCCA SAN CASCIANO - Sono intervenuto nuovamente a proposito del presidio di polizia stradale di Rocca San Casciano. Come ricorderanno i più attenti, doveva di fatto già essere chiuso un anno fa. Grazie al lavoro fatto assieme al sindaco, Rosaria Tassinari, e all'impegno dei rappresentanti delle forze di polizia, prefettura, istituzioni siamo riusciti ad evitarlo e a creare le condizioni per mantenere l'attività. Un'intervista al Carlino dell'amico Giordano Biserni (Asaps) ha riacceso l'allarme riferendo di colloqui con funzionari del ministero. Per questo ho rivolto un'interrogazione al ministero degli interni affinchè non si perda l'opportunità di mantenere un presidio di sicurezza a costo zero, visto che i locali verrebbero concessi gratuitamente dal Comune. Speriamo che la nostra istanza venga raccolta. 

LA NOSTRA MEMORIA - Venerdì sera ho partecipato all'incontro che abbiamo organizzato a Milano Marittima sulla vicenda del rapimento e uccisione di Aldo Moro. Una serata molto partecipata, un'occasione per far conoscere i lavori della nostra commissione parlamentare d'inchiesta per cercare di far luce su una verità ancora opaca. Non ci fermeremo, così come non ci dobbiamo fermare sulla strage del 2 agosto a Bologna: ferisce assistere alla protesta dei familiari delle vittime in occasione delle celebrazioni, ma è un atteggiamento che probabilmente chiunque di noi avrebbe davanti all'esasperazione e alla difficoltà a trovare risposte. Abbiamo introdotto il reato di depistaggio, desecretato molti documenti, compiuto passi in avanti; ma ancora non basta e continuerò, continueremo a stimolare lo Stato.
> Il mio post sull'evento di Mi.Ma. 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

---