Finalmente è ripresa a pieno regime l'attività parlamentare. Mentre sui giornali e telegiornali si parla soprattutto delle minacce del Pdl e del tentativo estremo di negare la detenzione al famoso senatore condannato in via definitiva, prosegue il lavoro sui provvedimenti e sulle cose concrete che riguardano il Paese e il territorio.

Di questo e dell'attualità, soprattutto attraverso le domande e gli interventi dei presenti, parleremo nel prossimo appuntamento di "OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento", le assemblee pubbliche aperte a tutti gli interessati che periodicamente organizziamo sul territorio per condividere ciò che si fa e ciò che si vorrebbe si facesse. L'appuntamento è per venerdì 13 settembre alle ore 20.45 a Bussecchio (Forlì) presso la Casa del Lavoratore (via Cerchia, 95).

Una breve chiosa anche a proposito dell'evento organizzato il 30 agosto scorso a Borgo Sisa, con l'intervento di Matteo Renzi. Al di là di quello che si pensa sui contenuti della sua proposta politica, vedere 4-5mila persone che sotto il sole di agosto attendono ore un personaggio politico, con un tale entusiasmo, penso sia un fatto incredibile (e con rarissimi precedenti a Forlì). Meglio delle mie parole racconta questo video che ben racconta il clima che si respirava in quella serata straordinaria.
E qui alcune gallerie fotografiche: foto 1 - foto 2 - foto 3
http://www.forlitoday.it/foto/cronaca/matteo-renzi-alla-festa-del-pd-di-borgo-sisa/dsc_7080.html
http://www.forlitoday.it/foto/cronaca/bagno-di-folla-per-renzi-a-borgo-sisa-foto-alessandra-salieri/dsc_2763.html
http://multimedia.quotidiano.net/?tipo=photo&media=75112


AVIARIA - Sto seguendo da vicino il tema dell'influenza aviaria, che dopo la crisi che produsse qualche anno fa per molte aziende del settore, ora è tornata a colpire l'ambito avicunicolo (qui puoi trovare una serie di domande e risposte utili per approfondire ciò che sta succedendo). http://www.saluter.it/influenza-aviaria-le-domande-e-le-risposte-piu-frequenti

Può sembrare un problema di piccola entità, ma per un'economia come quella forlivese-cesenate si tratta di un comparto importantissimo, che impiega migliaia di persone e che ha un indotto gigantesco. Addirittura rappresenta il cuore dell'economia per intere porzioni di territorio (soprattutto la vallata dal Bidente). Ho visitato alcune aziende particolarmente penalizzate e sto seguendo l'evolversi della situazione assieme all'assessore provinciale Gianluca Bagnara (uno dei massimi esperti mondiali del settore) e ad altri colleghi parlamentari. Lo scopo è stimolare il ministero competente (quello dell'Agricoltura) a mettere in campo da subito misure compensative per quegli allevatori che stanno pagando di più il prezzo di questa "follia".

DECRETO IMU - Decreto Imu. Non mi convince l'intervento sull'imposta per la prima casa (rimane sulle altre), nè le coperture finanziarie che pare siano state pensate dalla Ragioneria dello Stato (la vera stanza dei bottoni di questo Paese). Qui puoi trovare il testo completo del decreto: http://www.anci.it/Contenuti/Allegati/DL102%20IMU.pdf

Non è bello pagare le tasse, ma lo è ancora meno che a non pagare siano - allo stesso modo - i cassa integrati, i pensionati a meno di 500 euro al mese, e i super ricchi o i titolari di pensioni d'oro da decine di migliaia di euro al mese. Non è bello che non paghi la rata sulla prima casa chi vive in un monolocale a Tor bella monaca e chi vive in una villa palladiana sul lago di Como, solo perché risulta come prima abitazione. Soprattutto se quella tassa serve per finanziaria i servizi che i Comuni ogni giorno ci garantiscono (scuole, asili, musei, assistenza sociale, ecc.ecc.).

GIOVANI COPPIE - Dentro quel decreto, c'è anche qualcosa di buono. Mi riferisco, in particolare, all'intervento che è stato predisposto per le giovani coppie e i lavoratori atipici che oggi non riescono ad accedere a mutui per l'acquisto della casa. Il 'piano casa' contenuto nel decreto del Governo (che prima di diventare legge dovrà essere approvato entro 60 giorni dalla Camera e dal Senato) è una risposta positiva all'emergenza abitativa.

BUONA NOTIZIA - A proposito di agricoltura, una buona notizia. Nei giorni scorsi ho partecipato a Forlimpopoli all'inaugurazione del nuovo punto vendita della catena "Dal contadino al consumatore". Perché lo cito? Non per fare pubblicità occulta a due ottimi imprenditori (Stefano Blancone e Piero Castagnoli), ma perché la considero un esempio di impresa locale, nata e sviluppata sul territorio, che ha la forza di contrastare la grande distribuzione e grazie al fatto che ciò che viene raccolto nei campi arriva direttamente, senza intermediari, sugli scaffali.

ALTRI TEMI LOCALI - Sto lavorando in contatto con i ministeri competenti per sciogliere due nodi importanti che riguardano il Comune di Forlì. Mi riferisco al finanziamento del terzo lotto della tangenziale (quello che dovrebbe completare l'anello, cioè il tratto che va da San Martino in Strada a Vecchiazzano) e ai lavori per la realizzazione del nuovo carcere, che hanno subito continui ritardi. Non è semplice muoversi nel dedalo di uffici, funzionari e carte burocratiche che appesantiscono i processi decisionali, ma non ci rassegniamo.

Federalismo demaniale
Bruxelles
Scuole e dirigenti comprensivi