Newsletter n. 214
2 novembre 2017

C'è un'Italia che spesso viene poco raccontata, ma che gli stranieri ci invidiano al punto da essere disposti ad attraversare mezzo mondo per venirla a visitare. E' quella dei piccoli comuni, quelli al di sotto dei 5mila abitanti che in Italia sono 5585. Si tratta del 70% dei 7.998 comuni del nostro Paese e di oltre il 50% del territorio nazionale, in cui vivono complessivamente oltre 10 milioni di cittadini, il 16,59% della popolazione italiana. Nei Piccoli Comuni vengono prodotti il 93% delle DOP e degli IGP accanto al 79% dei vini più pregiati, oltre ad essere detentori di storie, monumenti, luoghi di grandioso valore. Sostenerli non significa rinunciare alla sfida di ridurli di numero (ci sono Comuni in Italia che non arrivano neppure a 100 abitanti). Dobbiamo però porci il problema di continuare a far sì che queste piccole comunità continuino ad essere vissute, perché senza popolazione residente rischiamo di disperdere un patrimonio enorme per il nostro Paese. 
Ho deciso di cominciare da qui questa newsletter settimanale perché venerdì sera 3 novembre alle 20.30 al teatro "Mentore" a Santa Sofia presenteremo pubblicamente (per la prima volta sul nostro territorio) la legge sui piccoli comuni italiani. Uno strumento concreto per sostenere le nostre comunità, a cui affiancheremo una riflessione anche sulla legge sui Parchi non ancora approvata ma in dirittura d'arrivo. Per questa parte della Romagna si tratta di opportunità che non ci possiamo lasciare sfuggire ed è giusto dedicare a queste realtà l'attenzione che meritano.
Qualcuno ha già obiettato: "Marco, perché a pochi mesi dalle elezioni continui ad andare nei 'comunelli' del nostro territorio?". Perché la politica è prima di tutto fatta di relazioni, incontro, concretezza, comunità: ci sono zone del territorio in cui la politica ha smesso di andare e che noi, invece, vogliamo continuare a frequentare come abbiamo fatto dall'inizio di questo mandato parlamentare. La politica che si fa viva solo a ridosso delle elezioni, come sta già avvenendo da parte di alcuni "colleghi" non pervenuti fino ad oggi, perde credibilità e si allontana dalle persone. 
> La pagina dell'evento di Santa Sofia
> La locandina, da diffondere

---

INVITO: LEGGE ELETTORALE: COME FUNZIONA?. Non la chiamerò mai "Rosatellum", ma più semplicemente legge Rosato: al di là del nome, quello che conta è capire come funziona la nuova legge elettorale. Ne parleremo in un incontro pubblico sabato prossimo 4 novembre alle 17 a al circolo Asioli a Forlì (Corso Garibaldi, 280). Partecipa e diffondi!
> La pagina dell'evento
> La locandina, da diffondere

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

DOMENICA AL MUSEO - Torna domenica l'appuntamento con le "Domeniche al museo", iniziativa avviata in questa legislatura per aprire gratuitamente le porte del nostro patrimonio culturale. Oltre 450 tra musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia accoglieranno liberamente cittadini e turisti per una giornata dedicata alla scoperta dei tesori culturali nazionali. Ovviamente anche nella nostra regione si presenterà l'opportunità: al link qui sotto le indicazioni utili per individuare i siti aperti alla visita. 
> Domenica al museo, tutti i siti provincia per provincia

RIFORMA DIRITTO FALLIMENTARE - E' stata pubblicata nei giorni scorsi in Gazzetta Ufficiale la legge che riforma il diritto fallimentare. Ne avevamo già parlato in questa newsletter, ma ho voluto attendere la diffusione del testo definitivo per informare tutti i commercialisti ed esperti contabili, le associazioni di categoria e gli interessati con un'apposita nota. Ripropongo a tutti qui sotto gli approfondimenti a loro inviati
> Il testo definitivo della legge 
> Le schede di approfondimento del servizio studi 

FORMAZIONE PROFESSIONALE - È stato un piacere poter dialogare e rispondere alle domande e alle curiosità che i ragazzi dell’ENAIP mi hanno fatto sulla mia attività politica. Giovani tra i 14 e i 18 anni, che grazie a questa realtà possono imparare un mestiere e praticarlo attraverso appositi stage oppure ottenendo un impiego in un’azienda (con una percentuale di successo del 70-80%). Una forma di riscatto sociale e un argine alla dispersione scolastica per gli oltre 280 ragazzi e ragazze delle sedi di Forlì e Cesena, che possono così costruirsi un futuro più solido.
> Foto e post su Facebook

COMPLEANNO DELLA STAZIONE - Un compleanno speciale quello della stazione ferroviaria di Forlì, che il 30 ottobre ha compiuto 90 anni dalla sua fondazione. Abbiamo inaugurato all'ex Gil una mostra con documenti e reperti che raccontano la storia di un luogo che è parte dell'identità dei forlivesi e non solo. Un'iniziativa che si inserisce perfettamente nello sforzo che le amministrazioni, la rotta culturale europea Atrium e tante realtà culturali stanno compiendo per valorizzare i luoghi del Novecento e per consegnare, soprattutto ai nostri giovani, la memoria di un passato che va conosciuto a fondo. Un ringraziamento a Elio Leoni e all’associazione del dopolavoro ferroviario per aver avuto la tenacia e la passione di regalare alla città una mostra (aperta fino al 12 novembre) che offrirà a ciascun visitatore qualcosa su cui riflettere.
> Post e foto su Facebook

RIFIUTI CHE DIVENTANO RISORSE - Sono stato in visita alla Bandini Casamenti Srl assieme a Rita Bandini, per conoscere da vicino come montagne di rifiuti possono essere trasformate in materiale riutilizzabile. Un esempio virtuoso di cosa significa "economia circolare". Aziende come questa, unitamente al progetto avviato da Forlì e altri comuni di comprensorio con la costituzione della società Alea per la raccolta dei rifiuti, costituiscono un'occasione per applicare concretamente le opportunità offerte dall'economia circolare. Ne parleremo presto in un apposito incontro con il ministro dell'ambiente. 

MOVIMENTO FEDERALISTA - A chi vuole un ritorno ai nazionalismi dobbiamo rispondere rilanciando il progetto europeo, facendone funzionare meglio le istituzioni, guardando al futuro. Ne abbiamo parlato domenica a Cesena al congresso regionale del Movimento federalista europeo, di cui mi onoro di essere parte dal 2002, quando svolsi una settimana di studio sull'isola di Ventotene. In bocca al lupo all'amico Marco Celli che da oggi assumerà il ruolo di segretario regionale del MFE.
> Post e foto su Facebook 

FORLI' CITTA' EUROPEA - Forlì ha ottenuto lunedì dal CONI la qualifica di “Città Europea dello Sport 2018”, alla presenza del presidente del Comitato Olimpico, Giovanni Malagò, e del presidente di Msp Italia-Aces Europe, Gian Francesco Lupattelli. Un riconoscimento che deve essere di stimolo per continuare a investire sullo sport non solo sotto il profilo agonistico, ma soprattutto come fattore di aggregazione e identità. 

LEGGE DI BILANCIO 2018

Inizia al Senato l'esame della legge di Bilancio 2018, il provvedimento più importante che ogni anno la politica italiana è chiamata ad esaminare. Poichè nel passaggio alla Camera non avremo di fatto possibilità di modificare i contenuti ("prodigi" del bicameralismo perfetto), propongo di seguito una disamina veloce dei principali contenuti del testo. Si tenga conto che potrebbero esserci modifiche durante l'esame parlamentare e dunque le norme non sono ancora definitive (lo saranno in dicembre dopo l'approvazione finale alla Camera). 

Bonus Irpef. Si amplia di la platea dei beneficiari del Bonus Irpef, cioè lo sconto sulle tasse di 80 euro al mese, oggi destinato a chi guadagna meno di 24mila euro annui (1.500 euro netti). Il livello di reddito al di sotto del quale si ha diritto al Bonus Irpef salirà a 24.600 euro annui. Il Bonus scenderà gradualmente al di sopra di questa soglia, fino ad annullarsi completamente una volta raggiunti i 26.600 euro lordi (oggi il tetto massimo è fissato a 26mila euro).

Rottamazione delle cartelle. La novità è la riapertura della rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia (cioè il pagamento del debito fiscale senza sanzioni), che ha portato nelle casse dello Stato circa 1,8 miliardi di euro e agevolato molti contribuenti. Il provvedimento è prorogato anche per il 2018.

Reddito d'inclusione. Viene stanziata una somma di 1,5-2 miliardi di euro per il fondo contro la povertà destinato al Reddito di Inclusione (il sussidio universale per i non abbienti introdotto da una nostra legge approvata quest'anno).

Contributi dimezzati per giovani assunti. Per incentivare le assunzioni, tornerà il prossimo anno lo sgravio sui contributi per le aziende che reclutano nuovi dipendenti con un contratto a tempo indeterminato. Le agevolazioni saranno concentrate sui giovani con meno di 35 anni e consisteranno nel dimezzamento della contribuzione previdenziale per 3 anni, con un tetto massimo di 4mila euro per ogni dipendente assunto. Al Sud, lo sgravio contributivo sarà del 100%.

Statali. E' previsto il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici, dopo anni di blocco degli stipendi. Nei giorni scorsi è stata annunciata anche l'assunzione di 7.900 statali, per lo più tra le Forze dell'Ordine.

Aumenti per i presidi. Tra i dipendenti pubblici che beneficeranno dei maggiori aumenti ci sono i dirigenti scolastici. Per i presidi, è previsto un incremento della retribuzione sui 400 euro lordi. Per i docenti univesritari, invece, gli scatti retributivi diventano biennali e non più triennali.

Super-ammortamento. Viene rinnovato l'incentivo che consente alle aziende e ai professionisti di dedurre dalle tasse le spese per i beni strumentali, per una cifra superiore al loro valore. La quota deducibile dal reddito scende al 130%. Rimarrà anche l'iper-ammortamento del 250% per gli investimenti legati a tecnologie 4.0.

Formazione 4.0. Per le spese di formazione dei dipendenti legate all'industria 4.0 (cyber-security, robotica, internet delle cose e altre applicazioni), le aziende beneficieranno di un credito di imposta fino a un massimo di 300mila euro.

Cedolare secca. Si mantiene al 10% l'imposta (cedolare secca) sugli affitti a canone concordato, cioè quelli concessi dai proprietari con una rata di locazione agevolata. Nei mesi scorsi si era parlato invece di un innalzamento dell'imposta al 15%, com'era sino a qualche anno fa.

Nuovo ecobonus. Piccola revisione delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazione che aumentano l'efficienza energetica degli edifici. Le detrazioni per le spese su finestre e caldaie a condensazione scendono dall'attuale 65 al 50%.

Sconto fiscale alle polizze anti-calamità. Nella Legge di Bilancio, c'è una detrazione del 19% per i premi versati nelle polizze che proteggono dalle calamità naturali come le alluvioni.

Detrazioni per bus e treni. Uno sconto sull'irpef  è previsto anche sulle spese sostenute per gli abbonamenti ai servizi di trasporto locale, sempre con una detrazione del 19% che verrà calcolata su un importo massimo di 250 euro.

Bonus giardini. Viene introdotta per la prima volta una detrazione del 36% sull'irpef per le spese affrontate per la cura di giardini e terrazzi, pubblici e privati.  

Asta 5G. Verrà indetta un'asta per l'assegnazione delle frequenze del 5G, la telefonia di quinta generazione. La cifra minima che il governo intende incassare (base d'asta) è pari a 2,5 miliardi di euro.

No aumento dell'IVA. Grazie ad uno sforzo straordinario, si evita l'aumento dell'Iva (a legislazione vigente, senza interventi, sarebbe cresciuta dal 22 al 25% l'aliquota ordinaria, e dal 10 all'11,5% l'aliquota intermedia) che avrebbe appesantito notevolmente l'andamento dei consumi e la ripresa economica italiana.


Per questa settimana è tutto. Spero di vederti a Santa Sofia e a Forlì venerdì e sabato. In ogni caso, a presto!

Marco

---