Newsletter n. 221
22 dicembre 2017

Voglio dedicare questa newsletter ad un gigante della nostra terra, un uomo che ha lasciato un segno indelebile nella storia della Romagna: Giorgio Zanniboni, sindaco di Forlì per undici anni e presidente di Romagna Acque fino al Duemila. E' unanimemente considerato il 'padre' della diga di Ridracoli (assieme ad un altro grande, Angelo Satanassi) e dell'Acquedotto di Romagna, cioè di quella che senza dubbio è la più grande opera pubblica mai realizzata in Romagna. Giorgio è venuto a mancare il 22 dicembre di sei anni fa, lasciando un vuoto impossibile da colmare. 
Ho sempre ammirato la sua capacità di essere un passo avanti, di anticipare le tendenze, di non respingere ma abbracciare i cambiamenti, le nuove tecnologie (sue le prime "newsletter" di cui si ha memoria in ambito politico, per dirne una). La sua capacità (e anche l'umiltà, dote forse sconosciuta ai più) di reinventarsi, ad esempio quando alla fine di una lunga carriera politica anzichè cercare un posto in qualche partecipata si è rimesso in gioco e ha imparato nuovi mestieri in ambito commerciale, previdenziale, assicurativo. In una di queste attività l'ho conosciuto, nel 2002 appena diplomato, e da allora ne ho condiviso il percorso fino al giorno della sua scomparsa.
E' stato un esempio per moltissime persone, grazie ad una determinazione senza pari, una lungimiranza tipica dei grandi politici del secolo scorso; una sete di futuro, di progetti, di iniziative che non gli è mai mancata fino agli ultimi giorni di vita, quando ancora si ingegnava a pensare a come far fronte ai cambiamenti climatici e ad altre questioni di attualità locale.
Mi piace ricordarlo oggi, in quello che è di fatto anche il mio ultimo giorno di questa straordinaria esperienza parlamentare (probabile lo scioglimento delle Camere entro fine anno). E voglio condividere qui una testimonianza  che Giorgio stesso mi chiese di scrivere, facendomi uno dei regali più belli che mi siano mai capitati, un contributo per il libro in cui (aiutato da Pierantonio Zavatti) ha raccontato la propria vita.
La sua vita, fatta di impegno, passione, sofferenze private fortissime, tenacia, è un insegnamento a cui tutti dovrebbero attingere e uno stimolo a non mollare di fronte alle difficoltà, a provare a migliorare, a fare di più. Anche per rispetto di donne e uomini come Giorgio, abbiamo il dovere di provarci. Ricordiamolo con un pensiero e con un sorriso, come quello di questa foto. 
> Il libro sulla vita di Zanniboni
> La mia testimonianza 

---

Brindisi di fine anno. E' confermato, nonostante il tour de force per la legge di bilancio, l'appuntamento di oggi venerdì 22 dicembre dalle 18 alle 20 a Forlì presso CavaRei. Sarà un'occasione per brindare al Natale, alla conclusione di questa legislatura e ringraziare chi ha avuto la pazienza di seguirmi fin qui. Ad ogni partecipante sarà chiesto, tra l'altro, di scrivere un post-it con un pensiero sui 5 anni passati o un pensiero per la prossima campagna elettorale. Ti aspetto!

Intervista a Diogene. Diogene, periodico pubblicato sul territorio forlivese e non solo, mi ha fatto una breve intervista sull'attualità locale e altre cose. Per leggerla clicca qui oppure sulla foto qui accanto. 
> La mia intervista a "Diogene"

#Fatticoncreti. Prosegue la rubrica dedicata alle cose concrete che sono state fatte in questi anni di legislatura e che è bene rinfrescare. Ogni giorno vengono pubblicate una o due pillole sulla mia pagina Facebook, mentre ho costruito una sezione apposita sul mio sito, con contenuti in continuo aggiornamento. Ti invito a condividere e diffondere i contenuti sui singoli temi che di volta in volta vengono pubblicati.
> La mia pagina FB Lo speciale sul mio sito

Restiamo in contatto: WA e Telegram. Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo il canale Telegram a cui puoi agganciarti da questo link.

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

Nella prossima newsletter, che invierò assieme agli auguri di Natale, dedicherò tutto lo spazio alla legge di bilancio 2018 e ai suoi contenuti. Si sta concludendo in queste ore il suo iter di approvazione e nel frattempo lavorerò per costruirne un sintesi e raccogliere i materiali più di dettaglio. Intanto, di seguito, alcuni spunti interessanti che riguardano temi su cui mi sono personalmente impegnato, con qualche discreto risultato. 

FIGLI A CARICO - Nella legge di bilancio 2018, innalzata da 2.840 euro a 4 mila euro la soglia di reddito per considerare un figlio a carico. Una battaglia personale che avevo cominciato più di due anni e mezzo fa sollecitato da alcune situazioni segnalatemi da persone che vivono sul territorio condizioni di disagio: può sembrare una piccola cosa ma in realtà è un aiuto molto concreto per tante famiglie italiane che vivono in situazioni di difficoltà. 
>  Un mio video che spiega la norma

FALSE COOPERATIVE - Oltre centomila persone avevano firmato la proposta di legge contro le false cooperative che ci eravamo impegnati a sostenere. Mercoledì, grazie all’approvazione dell’emendamento che ho firmato e proposto assieme ai colleghi Basso, Baruffi, Beni e Giacobbe, quelle norme sono diventate realtà. Uno strumento per tutelare chi lavora regolarmente in un comparto, quello della cooperazione, che in Romagna più che altrove ha un ruolo fondamentale nell’assicurare crescita e occupazione per migliaia di persone.
> Il mio comunicato stampa 

SOSTEGNO AL TERMALISMO - Un altro risultato importante per il nostro territorio incluso nella legge di bilancio è l'approvazione di un emendamento che consente agli stabilimenti termali di usufruire delle detrazioni al 65% per gli investimenti destinati alla riqualificazione degli edifici destinati alle attività termali, oltre che incentivi per l'acquisto di attrezzature. Una misura importante per i molti complessi termali presenti in Romagna. 
> La mia dichiarazione sull'intervento approvato in Commissione

UTILI ALL'ESTERO E AGENZIA ENTRATE - E' stato accolto in Commissione Bilancio alla Camera un mio emendamento che consentirà allo Stato di incassare tasse altrimenti impossibili da riscuotere. Si tratta di una norma che assicura un credito di imposta alle società italiane che producono utili attraverso proprie società dislocate all'estero. A pagina 2 del "Sole 24 ore" del 21 dicembre un articolo dedicato a questa norma e, tra l'altro, ad un altro mio emendamento che avvia una riorganizzazione dell'Agenzia delle Entrate. 
> Gli articoli del "Sole" sui miei emendamenti 

FONDI PER FORLÌ - Lunedì pomeriggio a Palazzo Chigi a Roma, sede della Presidenza del Consiglio dei ministri, il sindaco Davide Drei ha firmato la convenzione finale con il presidente Paolo Gentiloni che ha innescato l’erogazione degli 8,3 milioni di euro ottenuti per Forlì. Fondi che, come abbiamo più volte ricordato, serviranno a co-finanziare 12 progetti strategici per un totale di 16 milioni di investimento complessivo. Inoltre verranno liberate somme già impegnate che potranno, così, essere spalmate su altri progetti e provvedimenti. Un gran lavoro di squadra, ora avanti con i cantieri.
> Tutti gli interventi previsti

MICHELANGELO E CARAVAGGIO A FORLI'Anche il prossimo anno, Forlì è pronta ad attirare turisti da ogni angolo d’Italia e a riconfermarsi città d’arte. Il 10 febbraio 2018, infatti, verrà inaugurata al San Domenico la mostra “Tra Michelangelo e Caravaggio”, che avrà al centro 200 opere provenienti da Italia, Europa e anche dall’Ermitage per mettere in luce il periodo storico e artistico compreso tra i due grandi artisti del Rinascimento. La mostra, che vedrà tra gli altri opere di Michelangelo, Caravaggio e Tiziano, sarà visitabile fino al 17 giugno 2018.

SPRECO ALIMENTARE - È online il sito internet "Io non spreco perchè", una piattaforma promossa dalla collega Maria Chiara Gadda che vuole essere una vetrina per le tante realtà virtuose nel campo del recupero alimentare sparse su tutto il territorio nazionale. È un grande piacere vedere tra le storie menzionate quella dell’Emporio della Solidarietà di Forlì, un progetto che permette ogni anno a centinaia di famiglie di ottenere un sostegno concreto alle difficoltà della loro vita quotidiana.

CRI FORLIMPOPOLI - Lunedì sono passato a trovare i volontari e i dipendenti della Croce Rossa di Forlimpopoli - Bertinoro per scambiarci gli auguri natalizi e assumere un impegno: esserci anche nel 2018 come ci siamo sempre stati, per quanto possibile, in questi anni.

SIDAC - Visita martedì alla Sidac, storica azienda forlivese nata nel 1929, attiva nella produzione di imballaggi flessibili e non solo. Dopo un periodo difficile dovuto alla crisi della precedente proprietà, oggi i nuovi soci subentrati sei mesi fa e l’impegno degli oltre 100 dipendenti che hanno resistito alle turbolenze, stanno consentendo all’azienda di tornare a crescere. Una realtà importante per il territorio che torna a dare una prospettiva ai propri lavoratori e al territorio.

VEM SISTEMI - Sono stato in VEM Sistemi a Forlì per fare il punto sull’andamento aziendale e del mercato assieme al vice presidente Davide Stefanelli. Un’azienda del territorio, in forte crescita, ormai leader nel settore dei servizi ICT per data center, sicurezza e telepresenza, che continua a mantenere solide radici a Forlì pur con una proiezione che va ben oltre i confini locali. Confrontarsi con chi fa impresa e produce lavoro nella nostra terra è utile per conoscerla meglio e capire criticità, opportunità e progetti da affrontare insieme.

CIVITELLA - Sabato sono stato teatro Golfarelli di Civitella di Romagna: nel 2014 assieme al presidente (all'epoca solo candidato) Stefano Bonaccini visitammo questo luogo storico, realizzato ai primi dell'800 e poi caduto in disuso a seguito di un incendio nel 1970. Oggi l'impegno assunto all'epoca è divenuto realtà: il primo stralcio dei lavori è completato grazie a fondi regionali, comunali, della Fondazione; ora ci si appresta a procedere con il secondo stralcio per il quale un contributo determinante arriva grazie all'ArtBonus, lo sgravio fiscale che abbiamo previsto per le donazioni di privati destinate al recupero del nostro patrimonio culturale.

CUSERCOLI - Ottant'anni fa la comunità di Cusercoli fu colpita da un fatto drammatico che la segnò in maniera indelebile. Il crollo di un ammasso roccioso dal basamento del castello di Cusercoli travolse alcune case in piena notte e provocò la morte di 20 persone. Con molta emozione e partecipazione sabato scorso abbiamo ricordato quei fatti. Il senso di comunità e appartenenza è il valore più grande che i nostri borghi possono vantare e che dobbiamo impegnarci a custodire con cura.

Buon fine settimana, alla prossima!

Marco

---