Newsletter n. 228
11 aprile 2018

Uno spettacolo straordinario. La foto qui sopra mostra una delle cose più belle che si possano ammirare in Romagna, la tracimazione della Diga di Ridracoli. Un'immagine suggestiva perchè unisce la bellezza della natura con la saggezza dell'intervento umano. Ridracoli è stato un investimento che ha salvato la Romagna dalla siccità, un invaso capace di contenere 33 milioni di metri cubi d'acqua. Questa immagine, però, è anche emblema di uno ”spreco (non certo volontario, sia ben chiaro, non voglio accusare nessuno: anzi, ritengo la gestione della Diga e di Romagna Acque molto positiva) enorme di acqua: siamo già a circa 12 milioni di metri cubi quest'anno dispersi nel fiume per effetto delle tracimazioni e in gran parte inutilizzati a causa della impossibilità del nostro sistema idrico di trattenere più acqua di quella che la Diga è capace di contenere.
Penso sia arrivato il momento di pensare seriamente a come gestire questo problema: perchè non è affatto detto che tra nevicate, piogge e ondate di maltempo quest'estate saremo esenti dal rischio siccità. Allora più che problema, proviamo a chiamarla "opportunità". Se, invece di lasciare tutto così com'è, avessimo la possibilità di conservare l'acqua "in eccesso" magari in piccoli invasi da costruire a monte della Diga, con la possibilità di attivarli nei momenti di necessità, avremmo diversi vantaggi. 1) una minor dispersione di acqua; 2) una maggior 'sicurezza idrica' in caso di bisogno; 3) una qualità dell'acqua superiore e a disposizione anche di zone non collegate direttamente alla Diga (vedi ad esempio Modigliana, rimasta senz'acqua la scorsa estate);  4) i luoghi in cui troverebbero sede i piccoli invasi potrebbero diventare anche poli di attrazione turistica, come lo sta diventando la diga; ci sarebbero poi altri punti su cui non mi dilungo per non annoiare. 

So che Romagna Acque e il prof. Armando Brath (che ho ospitato in un mio evento a Meldola in gennaio per parlare proprio di questo) stanno già lavorando a diverse ipotesi. E' il momento di concretizzarle perchè si tratta di opere che richiedono molti anni per essere realizzate; e di tempo per rispondere ai cambiamenti climatici se n'è già perso fin troppo.

Buona lettura, a presto!
Marco

---

Non ho mai smesso di pensare che la parte più bella della politica sia quella dell'incontro, del confronto, della conoscenza. Non solo momenti pubblici, ma anche e soprattutto tante occasioni "private". Così mi è capitato di visitare una casa di riposo sul nostro territorio e imbattermi in questa immagine: giovani scout attivi sul territorio impegnati a giocare con alcuni anziani ospiti della struttura. Qui c’è tutta la ricchezza della nostra terra, del suo tessuto sociale: le persone, la loro sensibilità, le relazioni umane. Il capitale più grande che abbiamo, da coltivare con cura ogni giorno.

I TEMI DELLA SETTIMANA

MATTARELLA A FORLI' - Lunedì 16 aprile Sergio Mattarella sarà a Forlì per ricordare Roberto Ruffilli nel trentesimo del suo assassinio da parte delle brigate rosse. Un fatto di sangue che scosse tutta la città e il Paese, rimasto in maniera indelebile fissato nella memoria collettiva dei forlivesi. Mattarella renderà omaggio alla lapide in ricordo del senatore Dc apposta davanti all'abitazione di corso Diaz, poi si sposterà al teatro "Diego Fabbri" per presenziare ad un evento solenne in ricordo dell'impegno e del pensiero di Ruffilli. Da lì si sposterà a Meldola per visitare l'Irst. Sarà una giornata storica per la città, una grande occasione per ricordare un periodo buio e troppo poco conosciuto dalle giovani generazioni; un'opportunità per rafforzare la nostra identità collettiva e il comune senso di appartenenza al nostro Paese e al nostro territorio. 

COSA SUCCEDE A ROMA? - E' la domanda che molti mi fanno in queste settimane di incertezza politica. Non ho la risposta e non ho la bacchetta magica, ma posso dire quello che sta avvenendo e quello che penso. Nei prossimi giorni si svolgerà un nuovo giro di consultazioni davanti al presidente della Repubblica, che potrebbe concludersi con l'affidamento di un "incarico esplorativo" a qualche personalità che possa provare a formare una maggioranza. Qual è la nostra, la mia posizione? Forte anche dei molti incontri pubblici di confronto organizzati e a cui ho partecipato, sono intervenuto all'assemblea dei gruppi parlamentari del PD esprimendo queste considerazioni (clicca qui). 
Ovviamente su questo e su altri temi, mi fa piacere leggere la tua, la vostra opinione: o rispondendo a questa mail o scrivendo a comunicazione@marcodimaio.info

80 EURO PER OLTRE 100MILA ROMAGNOLI - Una notizia passata quasi in sordina, che pure vale moltissimi milioni di euro. Ci sono ben 27.744 forlivesi che stanno percependo ogni mesi i famosi "80 euro" in busta paga, effetto di una delle più importanti misure economiche a cui abbiamo lavorato nella precedente legislatura. Si tratta di circa un terzo del totale dei contribuenti. Grosso modo la percentuale è la stessa di Cesena (22.416 persone), di Rimini (33.850) e di Ravenna (34.787). Calcolando solo le città più grandi, sono circa 120mila i romagnoli che godono di questo beneficio fiscale che mette nelle tasche mille euro in più all'anno. Forse non si è stati capaci di comunicare correttamente? Può darsi, ma poco importa del passato a questo punto: pensiamo al futuro e impegniamoci a difendere (e magari estendere) una misura universale e rivolta ai redditi più bassi che sta funzionando e sta dando un aiuto concreto, anche ai romagnoli.

POLIZIA DI STATO - Esserci sempre. Ho partecipato come ogni anno all'anniversario di fondazione della Polizia di Stato, che quest'anno celebra i suoi 166 anni di vita. Una cerimonia sobria, ma appassionata svoltasi alla Biblioteca Malatestiana a Cesena. Per me un’occasione per testimoniare vicinanza e apprezzamento nei confronti delle donne (a partire dal questore Loretta Bignardi) e degli uomini che assicurano quotidianamente protezione e sicurezza su tutto il territorio. Circa cinquecento persone sono impegnate nella Polizia sulla provincia di Forlì-Cesena: e la prossima settimana arriveranno, finalmente, 10 nuovi agenti a integrazione dell’organico.
> Qui una mia considerazione sul ruolo della Polizia e sulla sicurezza

INTERVISTA - Nei giorni scorsi ho rilasciato un'intervista ad Atlas, un blog gestito da un gruppo di studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche del campus di Forlì dell’Università di Bologna. Una chiacchierata ad ampio spettro tra questioni locali e nazionali. Qui è possibile leggere il testo dell'intervista

VESCOVO -  Sabato la comunità Forlivese ha salutato don Lino Pizzi, il vescovo della diocesi di Forli-Bertinoro che dopo 12 anni conclude la propria missione episcopale. Molte sono state le occasioni di incontro, di confronto anche personale su moltissimi temi; talvolta con posizioni differenti, ma sempre profondamente rispettose. Perché questo è Lino, un uomo di Chiesa e una persona perbene.

STREET ART E COSTITUZIONE - Tornando alla mia auto parcheggiata in centro a Forlì, sono stato colpito dall'immagine qui a fianco. Prende forma la prima opera di “Murali”, il festival di street art che attraverso il lavoro di diversi artisti comunicherà in maniera originale il 70º della nostra Costituzione. Un modo per contrastare il degrado urbano e promuovere un modo diverso di vivere la città e conoscere i nostri valori.
> Qui tutte le informazioni

DIABETE ROMAGNA - Fervono i preparativi per la quinta edizione della Diabetes Marathon, di cui sono stato fin dall'inizio uno dei sostenitori e orgogliosamente continuo ad esserlo. Sono cominciati gli eventi venerdì scorso e proseguiranno fino a domenica con una delle manifestazioni sportive di maggior successo sul territorio, grazie a molti sostenitori e tantissimi volontari. Una grande festa di comunità a cui vale la pena partecipare anche per chi (come me, peraltro) non è podista. Appuntamento per tutti domenica mattina 15 aprile al campo “Gotti” a Forlì!
> Il sito di Diabetes Marathon

CONTRO L'AUTISMO - Prosegue fino a domenica la campagna #sfidAutismo per contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome delle spettro autistico e delle loro famiglie, sostenere la ricerca scientifica al fine di individuare sempre più precocemente l’autismo e di scoprire nuovi interventi per curarlo. Per partecipare alla campagna basta inviare un sms al numero 45581. Qui è possibile trovare tutte le informazioni.

VACCINI - Nei giorni scorsi un nuovo caso di morte infantile: un bimbo di appena 10 mesi deceduto per le complicanze dovute al morbillo. Una malattia facilmente debellabile se tutti fossero vaccinati. Purtroppo non è così. Questa tragica notizia serva da monito a chi sostiene l’inutilità dei vaccini e dei provvedimenti che ne prevedono l’obbligatorietà. Non si può morire di morbillo nel 2018, contagiati da un soggetto non vaccinato. Chi fomenta e strumentalizza questi argomenti e la salute delle persone, si faccia un esame della coscienza.
> Il sito della Regione con le info sui vaccini

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo (anche se non aggiornatissimo) il canale Telegram a cui puoi agganciarti da questo link.