Newsletter n. 230
25 aprile 2018

Il 25 aprile è la data più importante per la nostra Repubblica. Una festa di tutti gli italiani e non solo di una parte. Simbolicamente indicato come il giorno della Liberazione del Paese dal regime nazi-fascista, è da quella vittoria, a cui hanno contribuito soldati, partigiani, civili, stranieri appartenenti alle truppe alleate, che discendono le conquiste successive: la Repubblica, la Costituzione, le istituzioni democratiche, le libertà civili, la ricostruzione. Un fatto epocale, un fatto di sangue, un fatto di popolo che merita tutta l'attenzione e la solennità che gli è dovuta. Anche quest'anno, dunque, sarò in piazza per le celebrazioni. 
In questa ricorrenza così importante per la nostra comunità nazionale, si sta snocciolando una vicenda politica nazionale piuttosto complessa. Sono passati 52 giorni dalle elezioni politiche e ancora non si intravede all'orizzonte una maggioranza in grado di formare un governo. Nonostante il verdetto delle urne sia stato chiarissimo (per chi li avesse dimenticati, qui i risultati nazionali). 
La novità delle ultime ore è l'apertura alla possibilità di un accordo tra il Movimento 5 stelle e il Partito Democratico, il gruppo parlamentare a cui sono iscritto. E' un momento molto concitato, che potrebbe portare nell'arco di pochissimi giorni a dover prendere decisioni importanti. Potrebbe non esserci il tempo per un'assemblea e anche qualora ci fosse, non tutti potrebbero parteciparvi. Allora, come ho annunciato in questo video, con questa newsletter chiedo a te e a ciascuno di quelli che mi leggono di dirmi cosa ne pensate rispondendo a questa mail o scrivendo a comunicazione@marcodimaio.info. 
Non faccio un sondaggio perchè si tratta di una questione troppo importante per "banalizzarla" con un sì e un no; mi interessa, invece, sapere cosa ne pensi, per quale motivazioni sei a favore o contro questa ipotesi, a quali condizioni, in quali circostanze. Come detto nell'unica riunione dei gruppi parlamentari fatta su questo argomento (ormai due settimane fa), la mia posizione è piuttosto contraria per motivi che ho espresso qui e che anche il Corriere della Sera domenica (pag. 8) ha  ripreso in sintesi. 
Sarò chiamato a un voto in parlamento e voglio decidere tenendo conto non solo del dibattito interno al mio partito (che peraltro pare poco interessato a sapere cosa pensano i propri parlamentari in questa fase), ma soprattutto di quello che pensano le persone che vivono sul territorio in cui vivo e lavoro. Allora sapere cosa ne pensi per me è importante, anche se potremmo avere opinioni diverse e se la posizione che assumerò potrebbe non collimare con la tua. Per me la politica è questo: ascolto, confronto, decisione, azione. 
Buon 25 aprile!

---

TERZO LOTTO TANGENZIALE - Con grande soddisfazione apro questa newsletter con un risultato a cui ho molto lavorato: l'avvio dell'iter per la realizzazione del terzo lotto della tangenziale di Forlì. Un'opera dal costo previsto di 75 milioni di euro interamente finanziati dallo Stato che risolverà il problema della viabilità cittadina realizzando il tratto che unisce San Martino in Strada a Vecchiazzano (servendo così in maniera più rapida e diretta l'ospedale e una parte delle vallate). Il progetto è stato presentato martedì mattina da Comune, Regione e Anas. Non siamo affatto al traguardo, lo saremo solo il giorno in cui si completeranno i lavori: ma rispetto a quando ne parlai per la prima volta col direttore generale di Anas oltre quattro anni fa e non c'era nulla che potesse far sperare di riuscire a partire, abbiamo fatto un bel balzo in avanti. Grazie a chi non ha mai smesso di crederci e lavorarci.
> Le slide di presentazione di ANAS

NUOVO VESCOVO - Domenica assieme a migliaia di forlivesi ho potuto conoscere il nuovo vescovo della diocesi di Forlì-Bertinoro, Livio Corazza, e rivolgere a lui i migliori auspici per il suo ministero episcopale. In comunità come le nostre, figure come queste sono importanti non solo per i credenti, ma perchè punto di riferimento di un'ampia platea di persone. Don Livio mi è parso una persona semplice, vivace, genuina: come la Chiesa dovrebbe essere ad ogni latitudine. Ancora una volta voglio salutare Lino Pizzi, il suo predecessore, con cui in questi anni ho potuto più volte confrontarmi e apprezzare la schiettezza e la semplicità. 
> Una mia dichiarazione 

LA 'VERA' PIADINA E' SOLO QUELLA ROMAGNOLAAccogliamo con piacere una storica sentenza della Corte di Giustizia Europea con la quale si ribadisce, senza dubbio alcuno, che può essere chiamata piadina solo quella prodotta nella nostra Romagna. È fondamentale difendere i nostri prodotti tipici e garantirne la provenienza; in questo caso è anche un fatto di identità.
> Il mio comunicato stampa

CONFARTIGIANATO - Ho incontrato lunedì i rappresentanti di Confartigianato Cesena (oltre 3mila imprese associate): confronto a tutto campo sulle politiche romagnole e sull’attualità nazionale. Molto forte la necessità di uscire dagli steccati comunali e costruire progetti di prospettiva romagnola. Un terreno su cui ho intenzione di impegnarmi andando ben oltre il mio collegio elettorale di riferimento. Proseguiranno altri incontri di questo tipo con tutte le organizzazioni del territorio, come d'abitudine negli ultimi anni. 

ROCCA SAN CASCIANO - Ho preso parte anche quest'anno alla Festa del Falò di Rocca San Casciano, una delle manifestazioni più famose della Romagna. Una tradizione che si perde nella notte dei tempi, resa possibile grazie al grande impegno dei volontari della pro loco e degli operatori di pubblica sicurezza che assicurano che tutto si svolga regolarmente.

 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!
Marco

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo il canale Telegram a cui puoi agganciarti da questo link.