Newsletter n. 236
6 giugno 2018

Il 6 giugno dovrebbe diventare una data-simbolo da celebrare obbligatoriamente in tutta Europa con la medesima enfasi che si riconosce (giustamente) al 25 aprile in Italia. E' il giorno in cui nel 1944 ebbe inizio l'operazione "Overlord", lo sbarco in Normandia, l'avvio della riscossa delle forze alleate contro il dominio nazifascista.
> Qui uno speciale realizzato da RaiStoria e qui quello di National Geographic

Il giorno in cui oltre 130mila soldati (britannici, canadesi, americani, cui se ne aggiunsero altri successivamente) sbarcarono sul continente europeo per liberarlo, in contemporanea alla battaglia sul fronte orientale degli uomini dell'Armata Rossa e alla guerra di resistenza organizzata dalle popolazioni civili nei Paesi occupati. 
Cinque sono le spiagge francesi su cui le truppe alleate sbarcarono ribattezzandole con denominazioni anglofone che rimarranno in eterno scolpite su quelle località: Omaha, Utah, Juno, Sword, Gold. Luoghi che ogni essere umano nella propria vita dovrebbe visitare almeno una volta.
In ciascuna di quelle spiagge si trovano non solo le spoglie mortali di migliaia di ragazzi caduti per la libertà e la pace del nostro continente; ma anche una parte imprescindibile della storia, dei valori, delle fondamenta su cui poggia l’Europa politica. Non dimentichiamoli, mai.

Ho voluto cominciare da questa ricorrenza la newsletter di questa settimana perchè penso che oggi più di ieri ci sia bisogno di tenere viva la memoria della nostra storia. Più sotto tutti i commenti sull'attualità, a partire dalla fiducia al Governo Conte. Buona lettura!

---

I temi della settimana

NASCE IL GOVERNO CONTE - Stasera qui alla Camera si è votata la seconda fiducia al Governo presieduto dal prof. Giuseppe Conte (la prima al Senato, martedì). Ero già convinto del 'no' a questo voto dopo aver letto il contratto stipulato da Lega e Movimento 5 stelle; ancor di più lo sono stato dopo gli insulti e le minacce rivolte al Presidente della Repubblica (ritirando poi il tutto in maniera scomposta non appena si è concretizzata l'ipotesi del Governo); ogni ipotetico dubbio è stato spazzato via dopo aver ascoltato il presidente Conte intervenire in diretta qui a Montecitorio. Qui potete riascoltare il suo discorso, penso sia più eloquente di molti commenti. Una piccola curiosità: è stata anche la prima seduta nella nuova postazione che mi è stata assegnata nell'aula di Montecitorio: la numero 96.
> Un mio commento video
> L'intervento di Graziano Delrio

COMMENTI VIOLENTI, BASTA LASCIARE CORRERE - Forse lo avranno già saputo molti dei lettori della mia newsletter, ma riassumo qui cosa è successo tra sabato e domenica scorsi. In un mio garbato post dedicato al giuramento del nuovo governo Conte, un utente ha commentato in dissenso invitandomi a spararmi non prima di aver ucciso tutti i falsi democratici come me. Non è la prima volta che si leggono commenti violenti, ma penso sia arrivato il momento di dire basta. Di smetterla di "lasciare correre", perchè a forza di farlo si è arrivati a questo livello infimo. Non può passare il concetto che su internet si può dire qualsiasi cosa, anche la peggiore possibile, senza che questo non abbia ripercussioni; non si può pensare che dietro ad un monitor si possano offendere, ingiuriare, diffamare le persone senza rispondere di ciò che si dice. Per questi motivi ho voluto sporgere denuncia alla polizia postale. L'ho fatto per un ulteriore motivo: stimolare tutti, anche chi non ha cariche pubbliche, a non piegare la testa di fronte a queste violenze verbali. Ne approfitto anche per ringraziare le tante persone che hanno voluto manifestarmi la propria vicinanza e solidarietà e rassicurare tutti: non mi spaventano questi fenomeni, ma è ora di finirla. Uniamo gli sforzi per emarginare questi leoni da tastiera.
> Mio video-commento sulla vicenda

PROVA

PORTA SCHIAVONIA FORLI' - Proseguono i lavori che cambieranno radicalmente la viabilità attorno a Porta Schiavonia. È notizia delle ultime ore, infatti, che sono stati assegnati i lavori per eseguire l’opera che alleggerirà il traffico dell’accesso principale sulla via Emilia e migliorerà l’aspetto di una delle zone più belle del nostro Centro Storico. Un progetto la cui realizzazione è resa possibile dal lavoro di squadra messo in campo con l’amministrazione comunale, che ha consentito di portare in città fondi appositamente ottenuti da Roma tramite un bando che ha assegnato a Forlì 8,3 milioni di euro per 12 progetti. Tra cui quello di Porta Schiavonia. Fa piacere vedere che si concretizzano obiettivi per i quali si è molto lavorato.

A FIANCO DEI CARABINIERI - Il 5 giugno si è celebrato l’anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, avvenuta nel 1814 con una apposita “legge reale”. Da allora è una presenza costante e fondamentale per tutto il Paese, grazie alle molte specialità e competenze che vengono messe al servizio della sicurezza nazionale. Un presidio di garanzia riconosciuto come tale da cittadini e imprese anche nel nostro territorio, dove sono migliaia gli interventi che ogni anno vengono svolti dalle donne e dagli uomini dell’Arma. Ce l’ha ricordato stamattina il colonnello Luca Politi, comandante provinciale dei carabinieri di Forlì-Cesena, durante la celebrazione dell’anniversario nella caserma di Forlì. Un’occasione per ringraziare lui e tutti i militari in servizio sul nostro territorio.

A SOSTEGNO DEI PICCOLI COMUNI - Ho segnalato ai ministeri dell’Interno, della Pubblica Amministrazione e dell’Economia la necessità di un intervento per far fronte alla difficile situazione in cui versano i comuni montani della Valle del Savio e più in generale i piccoli comuni dell'area appenninica. Un'iniziativa che nasce dalla sollecitazione che ho ricevuto alcuni giorni fa dal sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini. In particolare si mette in evidenza la “sofferenza organizzativa" dovuta principalmente al blocco del turn over del personale amministrativo. Continuerò ad impegnarmi, per quanto possibile anche dall'opposizione, per stare vicino agli amministratori dei comuni delle nostre vallate, indipendentemente dalle appartenenze politiche.

TERREMOTO IN E-R, IL PUNTO 6 ANNI DOPO - A sei anni dal sisma che colpì l’Emilia, i comuni danneggiati stanno tornando alla normalità, anche grazie al duro lavoro delle amministrazioni locali, regionali e nazionali, oltre che alla tenacia degli emiliani. Per conoscere qualche numero sulla ricostruzione ti consiglio di leggere questo mio articolo.

PERCHE' I DAZI DI TRUMP CI FANNO MALE - Perché Trump vuole imporre dazi commerciali su acciaio e alluminio e come mai questa non è per nulla una buona notizia? Le ragioni sono molteplici, ma in particolare per l'Italia significherebbe mettere in ginocchi interi comparti industriali. Dispiace che nessuna voce dal nuovo governo si sia levata contro questa proposta. In questo articolo provo a spiegare perchè i dazi ci fanno male. 

 

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.