Newsletter n. 239
30 giugno 2018

Come anticipato nella precedente newsletter, sono rientrato nella Commissione Affari costituzionali di cui ho fatto parte nella precedente legislatura (qui i temi di cui si occupa) e ne sono stato designato segretario. Mercoledì pomeriggio partecipando alla riunione dell’ufficio di presidenza della mia Commissione, ho colto con grande favore la scelta di mettere in calendario due nostre proposte di legge che istituiscono due importanti commissioni d’inchiesta: una sulla criminalità organizzata e l’altra sulla gestione del ciclo dei rifiuti.
In serata, uscendo dalla Camera, ho incontrato un funzionario che mi ha spiegato il perché di tanta generosità da parte della maggioranza: non hanno nulla da mettere in calendario. Niente, zero, nulla. 
Così, hanno scelto di pescare due belle proposte di legge che abbiamo presentato come opposizione, da inserire in un programma dei lavori che diversamente non avrebbe nulla da proporre. Perché finora, a parte qualche provvedimento che proviene dal precedente governo e che deve terminare il suo iter, non hanno nulla da portare all’esame del parlamento. E infatti spesso in questi giorni il Transatlantico (il luogo più simbolico di Montecitorio) appare così come nella foto che ho scattato ieri sera prima di uscire dalla Camera, vuoto.
Ora che tutte le campagne elettorali sono finite, bene o male è ora che inizino a produrre qualcosa. Se non ci riescono, sono a disposizione tante proposte di legge che abbiamo presentato come gruppi di minoranza, ad esempio quella di contrasto alla povertà che prevede l'aumento dei fondi per il Reddito di inclusione che consentirebbe di dare una risposta a centinaia di migliaia di famiglie. Ci aspettiamo che in questo vuoto (la prossima settimana non è in calendario nemmeno un voto in aula alla Camera) si abbia l'umiltà di chiedere una mano all'opposizione e di mettere in discussione i provvedimenti che sono stati proposti. L'Italia non può aspettare che finiscano il "tirocinio" prima di cominciare a lavorare sul serio.

---

CON GRAZIANO DELRIO A FORLI' - Giovedì 5 luglio sarò assieme al mio capogruppo Grazian Delrio a Forlì, a Barisano, per un incontro pubblico dedicato alla situazione politica nazionale. L'appuntamento è alle 20 a Barisano (via del Canale, 165 - Forlì). Qui trovi il volantino: partecipa e aiutaci a diffondere l'invito. 

---

I temi della settimana

AEROPORTO AGGIUDICATO! - E' una settimana importante per l'aeroporto di Forlì. Enac ha approvato l’aggiudicazione dell’aeroporto di Forlì al gruppo di imprese private che ha partecipato al bando per la gestione. Ora comincia l’iter di certificazione dello scalo, necessaria per poterlo poi riportare in attività. Buon lavoro e grazie a chi ci ha creduto e a chi ci sta mettendo tempo, persone, investimenti propri. E' la La concretezza che vince sulle polemiche.
Sono felice di leggere che l’aggiudicazione riscuota consensi trasversali. Fino a qualche tempo il 90% di chi manifesta la propria soddisfazione aveva una posizione diversa (dal trasformare lo scalo in campo di patate fino al farci un parco giochi) e quando si stava lavorando per ottenere un nuovo bando erano nel migliore dei casi silenti, in altri remavano contro. 
Questi signori sotto-sotto speravano in un nulla di fatto che gli consentisse di scagliarsi contro gli avversari (pardon, i nemici) dal minuto successivo io fallimento. Per fortuna le cose sono andate diversamente; ben venga, a questo punto, anche la soddisfazione di chi era contro. Su obiettivi così importante è utile essere uniti. La strada per la definitiva riapertura è ancora lunga, ma possiamo essere contenti: potremo dirci pienamente soddisfatti solamente quando vedremo decollare il primo volo. 

MIGRANTI, LA SCONFITTA ITALIANA - L'Italia ha perso. No, ovviamente non sto parlando dei mondiali di calcio, ma di qualcosa di più importante. La nostra posizione al Consiglio europeo di giovedì e venerdì è stata travolta dai veti e dall'isolamento in cui ci ha cacciato il Governo. Non ci trovo nulla di positivo in questo e rifuggo dalle letture di chi esulta per l'esito del vertice.
> Un mio breve articolo
> Il documento finale del vertice
> Un'analisi di Bernard Guetta (su Internazionale)

OSPEDALE DI FORLI' A SUPERQUARK - L'edizione 2018 di Superquark si aprirà, mercoledì 4 luglio, con un servizio sulla robotica dell'ospedale di Forlì. Subito dopo la messa in onda del documentario, infatti, alle 22 circa, il notissimo conduttore Piero Angela aprirà l'edizione 2018 della trasmissione Superquark con il servizio realizzato dalla troupe guidata dal giornalista Lorenzo Pinna, nell'ospedale "Morgagni -Pierantoni " di Forlì. Le telecamere saranno puntate sui chirurghi robotici e i percorsi di informatizzazione e gestione dei pazienti, dei farmaci in monodose, del vitto e di altro materiale. La miglior risposte a chi si ostina dire che abbiamo una sanità allo sfascio; abbiamo una sanità che va migliorata in alcuni aspetti organizzativi, ma grazie alla dedizione dei professionisti (a tutti i livelli) abbiamo una sanità tra le migliori in Europa. Esserne consapevoli aiuta non a nascondere i problemi, ma ad aver più forza per risolverli. 

DIRITTO ALLO STUDIO - Bisogna continuare ad investire sull’università: In Emilia-Romagna si sono investiti 219 milioni di euro per il diritto allo studio, garantendo al 100% i benefici spettanti agli studenti idonei. Lo studio deve essere un’opportunità accessibile a tutti. Condividiamo questa card che ho preparato su questo tema.

FESTA DELL’ACQUA A RIDRACOLI - Domenica sono stato alla Festa dell’Acqua a Ridracoli, animata da tanti camminatori, bikers, famiglie, semplici visitatori. Un’opera che non finisce mai di sorprendere; una risorsa per tutto il territorio. Per conoscerlo, per viverlo, per amarlo. Consiglio a tutti di andare anche per visitare il rinnovato museo "Idro", ai piedi della diga. Nei prossimi giorni incontrerò i vertici di Romagna Acque per un confronto sulle politiche idriche del nostro territorio.
> Il sito di Ridracoli
> Il sito di Romagna Acque

CON SERRACCHIANI A FORLI' E FAENZA - Doppio appuntamento romagnolo assieme a Debora Serracchiani: siamo stati prima a Faenza assieme al senatore Stefano Collina e poi a San Martino in Strada per un'intervista diversa dalle solite, fatta dagli amici della pagina satirica "Socialisti gaudenti". Grazie ai volontari che rendono possibili questi momenti di incontro, confronto, comunità. 

FENIMPRESE -  Ho partecipato alla prima uscita pubblica sul territorio di Fenimprese Forlì-Cesena, associazione di imprese e professionisti che si pone come proprio tratto distintivo una struttura a rete che vede protagonisti gli associati stessi non solo come fruitori di servizi ma anche come erogatori degli stessi. Ringrazio la presidente Chiara Casadei Turroni e tutti gli associati per il gradito invito. 
> Il sito nazionale dell'associazione

LA RISORSA BOSCO - Dalla gestione del patrimonio forestale passa anche il futuro dei territori appenninici, le possibilità di sviluppo e il mantenimento di opportunità di vita e di lavoro. Ne ho parlato intervenendo al workshop organizzato dalla cooperativa CTA a Premilcuore. Assieme a me sindaci, funzionari regionali, il consigliere regionale Paolo Zoffoli, i lavoratori dell'azienda, cittadini. La manutenzione e gestione del nostro patrimonio verde, in un rapporto corretto e regolato tra pubblico e privato, è uno dei settori su cui lavorare per dare una prospettiva al nostro entroterra. 

IL FUTURO DEL PDAbitualmente in questa newsletter dò spazio alle cose che faccio, all'attività sul territorio e in parlamento. Questa volta, però, voglio aggiungere una riflessione conclusiva sul futuro del Partito Democratico. Le recenti elezioni amministrative hanno dato un segnale molto chiaro al PD e a tutto il centrosinistra. Un episodio (che fa seguito ad altri) che ci interroga sul futuro e su un progetto a cui tanti hanno creduto e credono. Il prossimo 7 luglio si terrà a Roma l’Assemblea nazionale del Partito Democratico, che speriamo indichi la direzione verso cui dovremo andare. Sulle tante ricette che si leggono in questi giorni, sottolineo solo una cosa: serve che ci sia l'ingrediente più importante di tutti che è quello dell'unità, della compattezza, dell'univocità del messaggio. Se si esce all'esterno con 10 opinioni su ogni argomento non si è credibili e si dà un'immagine di litigiosità che è ciò che più di tutto il resto ci ha fatto danni negli ultimi anni.
Facciamo nostre le parole attribuite a Churchill: "Se apriamo una lite tra il presente e il passato, rischiamo di perdere il futuro”. E non so voi, ma io al futuro non voglio rinunciare.

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.