Newsletter n. 240
5 luglio 2018

Sulla salute non si può scherzare. E quando parliamo di vaccini, non parliamo di qualcosa che è di destra o di sinistra, che appartiene ad una forza politica o ad un'altra; parliamo della tutela dei nostri figli, della salute collettiva, della protezione della nostra comunità. Per questo motivo abbiamo incalzato il Governo con un'interrogazione urgente sulla proroga della data del 10 luglio per la consegna della documentazione relativa alle vaccinazioni necessarie per l’iscrizione all’anno scolastico 2018/2019.
La risposta della ministra Giulia Grillo è stata purtroppo evasiva e ha fatto emergere la volontà di scegliere la via dell'autocertificazione. Sostanzialmente sarà sufficiente una dichiarazione firmata dai genitori per iscriversi a scuola: siamo arrivati alla medicina fai-da-te. L'autocertificazione, come se fosse un atto amministrativo qualsiasi, dello stato di salute dei propri figli; non una visita medica, un controllo, una asseverazione da parte di uno specialista. Nulla di tutto questo: basterà un'autocertificazione. Lo trovo aberrante.
Nella guerra assurda tra la politica e la scienza chi ci rimette rischia di essere la salute pubblica. Non si facciano crociate su questo argomento, non si usi il governo per sostenere posizione ideologiche, perchè si rischiano di fomentare toni e comportamenti che fanno venire la pelle d'oca. Come è successo nel caso di Ivan Zaytsev, campione della pallavolo, insultato con frasi indicibili su Facebook per il solo fatto di aver annunciato la vaccinazione della propria figlia. Fermiamoci, la politica si fermi, abbassi i toni, prenda coscienza della realtà: la campagna elettorale è finita e c'è un futuro da costruire. Alzando la tensione, mettendo le persone le une contro le altre, dividendo tutto in fazioni, non si costruisce nulle e si demolisce anche quello che c'è di buono.

---

CON GRAZIANO DELRIO A FORLI' - Stasera, giovedì 5 luglio sarò assieme al mio capogruppo Graziano Delrio a Forlì, a Barisano, per un incontro pubblico dedicato alla situazione politica nazionale. L'appuntamento è dalle 20 a Barisano (via del Canale, 165 - Forlì). Qui trovi il volantino: partecipa e diffondi l'invito. 

SABATO 14 CON MARIA ELENA BOSCHI - Sabato 14 luglio alle 18.30 a Forlì al Parco Incontro di via Ribolle organizzeremo un momento assieme alla mia collega Maria Elena Boschi sui temi legati all'attualità nazionale. L'appuntamento è nell'ambito della Festa dei circoli "Ca' Ossi" e Resistenza. Qui il volantino (ancora in bozza).

---

I temi della settimana

IL VIDEO DELL'OSPEDALE DI FORLI' SU SUPERQUARKChe emozione vedere l’ospedale di Forlì su Rai1, su SuperQuark. Un servizio che racconta di come i robot stanno entrando nel mondo della sanità, di come sta cambiando l’insegnamento della chirurgia dopo l’arrivo delle macchine che aiutano gli specialisti negli interventi più complicati e difficili. Un’avanguardia che tutto il sistema sanitario romagnolo deve sentire propria. Grazie a tutti gli operatori che con il loro lavoro quotidiano rendono possibili questi risultati. Qui il video del servizio integrale

PROPOSTE E NON SOLO PROTESTE - Fare opposizione è un compito non facile. Siamo stati abituati a opposizioni che si limitavano a "dar contro", mentre credo sia doveroso fare lo sforzo di offrire anche delle proposte, sostenerle in parlamento e tra la società. Due molto importanti le abbiamo presentate in questi giorni e vanno incontro a un'emergenza: sostenere la ripersa della natalità nel nostro Paese. Si tratta dell’assegno unico per i figli a carico e della dote unica per l’acquisto di servizi per l’infanzia. Due misure semplici, eque e continuative che accompagneranno le famiglie nella crescita dei figli, dal settimo mese di gravidanza fino ai 26 anni. Non miraggi, non cose irrealizzabili, ma strumenti concreti che riorganizzano e potenziano quelli esistenti. Le persone e le famiglie al centro. 
> Natalità e famiglie, due proposte concrete

PENSIONI - Lunedì è stato il giorno della quattordicesima per oltre 3 milioni e mezzo di pensionati, un aiuto importante visto che si parla di un importo che va dai 336 ai 655,20 euro per tutti coloro che hanno un reddito lordo mensile inferiore ai 1000 euro. Una misura che non è frutto del caso, ma di una scelta politica compiuta con la legge di bilancio del 2016 dal nostro governo per aiutare concretamente un importante numero di italiani. La differenza tra il dire e il fare sta tutta qui.
> Un articolo sulla misura
> Lo speciale sul sito INPS

ADDIO AL SUPER-TICKET - Dal 1° gennaio 2019 in Emilia-Romagna non si pagherà più il “superticket” sui farmaci e sulle visite specialistiche. Un intervento che interesserà 900.000 persone con un reddito compreso tra i 36mila e i 100mila euro (resterà in vigore, invece, per i redditi superiori mentre quegli inferiori continueranno a non pagare nulla). In più, verrà eliminato il ticket “base” di 23 euro sulle prime visite dei nuclei familiari numerosi, con due o più figli, producendo un risparmio notevole per oltre 330mila famiglie.
> Tutte le informazioni utili sul provvedimento

PENDOLARI - Dal primo settembre in Emilia-Romagna chi acquisterà l’abbonamento, mensile o annuale, al servizio ferroviario regionale viaggerà gratuitamente sugli autobus di 13 città, quelle con più di 50mila abitanti: Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Ferrara, Ravenna, Cesena, Forlì, Rimini, Carpi, Faenza e Imola. Integrazione tariffaria treno+bus che sarà valida anche con arrivo e partenza da fuori regione, purchè residenti in Emilia-Romagna. Un risparmio medio fino a 180 euro l’anno per 60mila pendolari dell’Emilia-Romagna, lavoratori e studenti. Più mezzi pubblici, meno auto private, la strada giusta verso una mobilità più sostenibile. 
> Le slide di sintesi del progetto
> La pagina sul sito della Regione

ROMAGNA ACQUE - Lunedì ho incontrato, insieme ad altri parlamentari romagnoli, i vertici di Romagna Acque per un confronto operativo sulla società, gli investimenti programmati e le prospettive della risorsa idrica in Romagna. Ho colto l’occasione per ribadire una personale attenzione e un impegno che vanno avanti da tempo e che sicuramente proseguiranno in futuro.

FESTIVAL DI CASTROCARO - Il Festival è stato confermato anche quest’anno e sarà trasmesso su Rai1, vedremo se in diretta o in differita. Una manifestazione che dura da 61 anni e alla quale è importante dare continuità, così da avere una base su cui costruire il suo rilancio; il Festival di Castrocaro è e sarà sempre una vetrina di visibilità e promozione di cui beneficerà tutto il territorio.

PROCURATORE DELLA REPUBBLICA - Buon lavoro alla dottoressa Maria Teresa Cameli, che prende formalmente servizio da oggi come capo della Procura della Repubblica di Forlì. Le competenze e l’esperienza acquisite saranno preziose per svolgere al meglio il delicato compito che le è stato affidato, compresa una forte collaborazione con il territorio in tutte le sue espressioni, professionali, civiche e associative. Una collaborazione rigorosamente rispettosa della reciproca autonomia, ma necessaria per promuovere un sempre miglior funzionamento della macchina giudiziaria.

Per questa settimana è tutto, alla prossima!

Marco

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.