Newsletter n. 251
5 ottobre 2018

“La vita ha senso solo se si ama”, ripeteva Annalena Tonelli. Una donna della nostra terra che ha donato tutta la propria vita agli altri, sacrificando se stessa per aiutare poveri, malati e bisognosi nei luoghi più martoriati del mondo. Venne uccisa 15 anni fa a Borama, in Somaliland, da due terroristi. Celebriamo il suo ricordo: una donna-simbolo, testimone di speranza e di amore sconfinato per la vita e per gli altri. Apro questa newsletter dedicandola a lei, nel giorno in cui ricorre l'anniversario della sua morte e tutta Forlì si stringe attorno al suo ricordo. Questa è una foto che la ritrae durante uno dei suoi tanti interventi in Somalia per assistere e curare persone malate. Luoghi dimenticati dalla civiltà, in cui riesce, sorretta dalla fede e dell'aiuto di tanti amici raccolti nel Comitato per la lotta contro la Fame del mondo che lei stessa ha contribuito a fondare nel 1963, a realizza (tra le tante cose) una Scuola speciale per sordomuti e bambini disabili e il Centro antitubercolosi, grazie al quale migliaia di persone vengono assistite e guarite.
La figura di Annalena è un esempio che durerà per l'eternità, una figura che l'Italia dovrebbe riconoscere e valorizzare di più rispetto a quanto fatto finora. 
Nel 2003 ha ricevuto anche il premio Nansen, attribuito dall'Onu come riconoscimento mondiale per "l'eccellente servizio alla causa dei rifugiati": l'unico italiano che in vita aveva ricevuto un tale riconoscimento prima di lei era stato Luciano Pavarotti. La sua è una delle più grandi testimonianze di speranza della nostra epoca, meriterebbe di essere raccontata in tutte le scuole e, magari, anche a qualche governante. Perchè forse, finalmente, capirebbero che il bene e l'umanità sono più forti dell'odio sparso a piene mani.

> Il programma delle celebrazioni per ricordare Annalena Tonelli
> Il sito del Comitato per la lotta contro la fame nel mond
o

---

IL GIRO D'ITALIA 2019  IN ROMAGNAIl Giro d'Italia torna in Romagna. La carovana rosa anche nel 2019 vedrà come protagonista la nostra terra con due importantissime tappe. La prima il 9 maggio è una cronometro individuale, la Riccione-San Marino, di 34,7 km suddivisi in due parti: la prima ondulata fino all’ingresso nel territorio della Repubblica di San Marino e la seconda in salita fino all’arrivo. Si procede per strade abbastanza articolare e ondulate fino a Faetano coprendo i primi 22 km. Dopo Faetano la strada impenna fino a pendenze in doppia cifra portando a Fiorentino. Da lì fino all’arrivo l’altimetria presenta tratti in salita alternati a brevi contropendenze. Complessivamente si tratta di una salita per passisti scalatori. Il giorno dopo, invece, tappa completamente pianeggiante da Ravenna e Modena di 147 km. Ciclismo e Romagna è binomio su cui bisogna continuare a investire e credere perchè capace di produrre opportunità di visibilità, promozione e indotto turistico-economico.
> Lo speciale sul sito del Giro

---

Altri temi della settimana

CLASS ACTION - Abbiamo approvato una legge sulle azioni legali collettive, le cossiddette "class action" che ho votato favorevolmente assieme ai miei colleghi dell'opposizione non solo perchè ricalca il testo di un analogo progetto di legge che avevo portato avanti nella precedente legislatura; ma anche perchè contiene una serie di interventi che migliorano le tutele per i consumatori. L'obiettivo, però, è proseguire su questa strada perchè ci sono alcuni correttivi che possono essere apportati e che, purtroppo, non sono stati accolti dalla maggioranza. Insisteremo su questo tema. 
> Il testo del provvedimento 
> Schede di lettura

ANTISEMITISMO - La Camera ha approvato la mozione per il contrasto all’antisemitismo che ho presentato assieme ad alcuni miei colleghi: con questo atto si impegna il Governo ad attuare una serie di iniziative per tenere viva la memoria di quel che è successo. Un fatto significativo nell’80° anniversario delle leggi razziali.
> Il testo della mozione approvata

BEFFA PERIFERIE - Il governo giallo-verde ci ha abituati alle prese in giro e alle scene in cui si intesta meriti non propri. Questa volta hanno sbandierato lo sblocco di un miliardo di euro per le città che altro non è che l’applicazione della sentenza della Consulta del 7 marzo. Fare proprio lo stanziamento di 900 milioni di euro deciso dal precedente parlamento (a cui si aggiungono 140 milioni sottratti dai fondi già assegnati a città e periferie di cui, fra l’altro, non si sa più nulla) è l’ennesima riprova della assoluta incapacità di questo esecutivo. Nel frattempo, dopo Forlì, anche Ravenna si è mobilitata per difendere i fondi che il governo ha bloccato, in questo caso quasi 13 milioni di euro.
> Il mio post su Facebook: sostieni e condividi

RIACE - Non ho idea di quali carte abbiano in mano gli inquirenti che hanno disposto l'arresto del sindaco di Riace: non sono tenuto a saperlo e non mi interessa, rispetto e ho fiducia nel loro lavoro. Confido che il sindaco Mimmo Lucano saprà dimostrarsi innocente e proseguire l’impegno per la difesa dei diritti umani in una terra così difficile. Quello che mi colpisce è l’esultanza da stadio di un vice premier felice per l'arresto di un sindaco che cerca di salvare vite umane. In una terra martoriata dalla 'ndrangheta, illegalità diffusa e da ogni forma di criminalità.
> Il mio post su Facebook

ASSAGGIO DI PROPAGANDA LEGHISTA - Vi racconto un breve aneddoto per farvi capire come si muove la propaganda del governo: mentre mercoledì pomeriggio cominciava la diretta tv dalla Camera per trasmettere le risposte dei ministri alle interrogazioni urgenti rivolte dai parlamentari, in contemporanea TUTTE le commissioni erano riunite per esaminare i provvedimenti in agenda. Come sempre, in aula erano presenti solo i parlamentari che hanno firmato le interrogazioni o quelli delegati dal proprio gruppo ad esserci. Improvvisamente sui telefoni dei deputati leghisti arriva un messaggio e abbandonano ogni commissione per correre in aula: sta per intervenire Salvini e serve una piccola folla plaudente. Succede così che, in diretta tv, il ministro dell’Interno afferma che le opposizioni, come si può vedere dallo schermo, sono assenti, come sempre. Era tutto preparato: l’ennesimo escamotage per modellare la realtà a proprio uso e consumo, denigrare l’avversario e costruire un bel video ritagliato ad arte da rendere virale sul web per sputtanare gli avversari. Non ci faremo intimidire, la resistenza civile sarà anche far capire chi realmente lavora e chi invece è abile solo con la propaganda.
> Il mio post su Facebook

POLIZIA FORLI'-CESENA - Ho voluto presentare un’interrogazione al ministero dell'interno per chiedere di dare seguito alle richieste di maggiore sicurezza dei cittadini cesenati e della nostra provincia. La pianta organica della polizia di Stato di Forlì-Cesena non viene aggiornata da tempo e i numeri di agenti in servizio non hanno seguito l’aumento demografico, economico e sociale del nostro territorio. Così è più difficile garantire un’adeguata risposta ai fenomeni di furti e spaccate notturne che continuano a verificarsi a danni di attività ed esercizi commerciali. Ho chiesto quindi che venga rafforzato l’organico, anche tendendo conto che proprio a Cesena, il 16 ottobre giureranno per diventare agenti effettivi 265 allievi poliziotti del Caps. 

CASTEL BOLOGNESE - Dopo l’invito che mi è giunto dal Consiglio Comunale di Castel Bolognese sulla necessità di ampliare i locali della Caserma dei Carabinieri, ho scelto di inviare un’interrogazione alla ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, per chiedere il suo impegno sulla ristrutturazione dell’unico presidio di sicurezza sul territorio. Gli spazi limitati di quest’immobile impediscono inoltre anche il necessario ampliamento dell’organico: mi auguro che da un lavoro di squadra di giunta e ministero si possa portare a compimento un progetto così importante per cittadini e imprese.

VIGILI DEL FUOCO FORLI'-CESENA - Ho presentato un’interrogazione al ministero dell’Interno per chiedere che venga rivista la decisione di privare di due automezzi il Comando dei Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena. Questi mezzi verrebbero sostituiti da altri due, che però hanno rispettivamente 29 e 36 anni e quindi risulterebbero del tutto inaffidabili a garantire soccorso e sicurezza per il nostro territorio. L’impegno e il prezioso lavoro che i Vigili del Fuoco dedicano nelle loro operazioni, spesso pericolose ma fondamentali, devono essere accompagnati da adeguati mezzi, sia per numero che per qualità. Nel frattempo ho sentito per un augurio di buon lavoro il nuovo comandate provinciale dei vigili del fuoco, Roberto Toldo, entrato in servizio pochi giorni fa. 

BRIGATA EBRAICA - Finalmente è stata consegnata la medaglia d'oro al valore militare alla "Brigata Ebraica", che ha combattuto in Italia durante la seconda guerra mondiale per la liberazione delle nostre terre. Fu attiva anche in Romagna accanto alle truppe alleate e alle donne e gli uomini della Resistenza. Con una legge di cui sono stato proponente assieme ai miei colleghi, abbiamo stabilito nella scorsa legislatura il riconoscimento dell'onorificenza anche per ristabilire una verità storica troppe volte maldestramente ignorata. La Liberazione è stato il frutto dell'impegno di tanti ed è giusto rendere merito a tutti i gruppi, anime, soggetti che la resero possibile. 

A presto, alla prossima newsletter!

Marco

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.