Newsletter n. 254
29 ottobre 2018

Perchè lo sport non dovrebbe sentire la responsabilità di fare qualcosa per contrastare la violenza, per chiedere verità, per lanciare messaggi positivi e di legalità? E se quello sport, poi, è il calcio, la responsabilità e la potenza di fuoco è ancor maggiore. Per questo sono fermamente convinto che la finale di Supercoppa italiana che si giocherà in gennaio a Riad, in Arabia Saudita, andrebbe trasferita altrove. Siamo in un'epoca in cui abbiamo bisogno di riavvicinarci a valori forti e lo sport è rimasta una delle poche attività nella vita dei nostri ragazzi ad affascinarli, ad attrarli e a catturare la loro attenzione. Allora se quella finale tra Juventus e Milan (e lo dico da milanista) si disputasse altrove, forse costerebbe qualcosa alla Lega di serie A e alle due società, ma farebbe guadagnare moltissimi in termini di maggior credibilità e funzione sociale al calcio.
Molti, tifosi e non, si interrogherebbero sulle motivazioni; e forse cercando qualcosa su internet, capirebbero che non si può far finta di nulla di fronte all'uccisione di un giornalista sgradito al regime saudita, Jamal Khashoggi, ammazzato all'interno del consolato del proprio paese a Istanbul, in Turchia. Il suo corpo è stato straziato e fatto a pezzi. Alcune parti sono state trovate nel giardino del console, di altre non si ha notizia. L'Arabia Saudita ha ammesso l'uccisione. Potrebbe essere l'occasione per ribadire la centralità e l'importanza della stampa, della libera informazione, del pluralismo (fra l'altro minacciato da questo governo). Sarebbe un gesto educativo, un'occasione per mandare un messaggio a tanti tifosi e appassionati di calcio. E' chiedere troppo? Forse, ma lo sport - il calcio in particolare - ha una funzione sociale e culturale a cui da troppo tempo ha abdicato. 

---

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.

---

Altri temi della settimana

DETRAZIONI PER LA CASA - Sono intervenuto a CNA nazionale per un incontro con le aziende del settore dei serramenti. In vista della legge di bilancio, è fondamentale battersi perché vengano confermate le detrazioni al 50% per la riqualificazione energetica. Aggiungendo qualcosa che le renda accessibili a tutti: la possibilità, anche per i redditi più bassi, di cedere il credito di imposta a una banca per incassare tutto il beneficio fiscale subito e non in 10 anni. Sarebbe un sostegno formidabile a tutta l’economia, non solo al comparto delle costruzioni; oltre che un investimento sulla maggior sostenibilità ambientale degli edifici di cui c’è urgente bisogno.
> Il mio post su Facebook 

DECRETO FISCALE - E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il testo definitivo del "Decreto fiscale", quello della tanto discussa manina denunciata dal vice presidente del Consiglio, Luigi Di Maio che contiene il condono. E' un provvedimento articolato e per il quale è importante, per me, avere il parere di chi meglio conosce la materia. Se hai voglia di cimentarti nel darci un'occhiata, per me sarebbe molto utile ricevere il tuo parere. 
> Il testo del decreto fiscale 

DECRETO GENOVA - Lunedì pomeriggio alla Camera abbiamo ripresa l'esame del decreto su Genova. Per chi non avesse seguito il tema e volesse conoscerne i contenuti, in questo video di Maurizio Crozza trova una buona sintesi, anche piuttosto divertente nella sua drammaticità. Perchè la cosa buffa è che in un decreto che serviva per dare una mano ai genovesi dopo il crollo del ponte Morandi, ci sono finite dentro cose incredibili come un condono edilizio per Ischia e un incremento di 20 volte dei limiti di idrocarburi ammessi nei fanghi di depurazione.
> Il video di Crozza sul decreto Genova
> La mia card sul condono edilizio

DANNI DA CALAMITA', A FIANCO DEGLI AGRICOLTORI - I problemi sui ritardi nei pagamenti dei premi assicurativi agli agricoltori "sono in fase di definitivo superamento". Le nostre sollecitazioni sembrano finalmente dare frutti. Grazie ad un question-time che ho presentato in commissione Agricoltura assieme alla capogruppo Maria Chiara Gadda, abbiamo ottenuto l'impegno del ministro a procedere alla erogazione dei contributi per le annualità 2015, 2016 e 2017: è necessario per scongiurare il rischio di fallimento per le imprese agricole e per i Condifesa. Un problema molto sentito in Romagna. Non ho difficoltà, pur essendo all'opposizione, ad apprezzare l'impegno preso dal ministro. Continueremo a vigilare e a sostenere il nostro settore agricolo, che ha bisogno di unità di intenti, al di là delle appartenenze politiche.

CARCERE DI FORLI', BANDO ANOMALO - Lunedì alle 12 si chiude il termine per la presentazione delle offerte economiche per la realizzazione dei lavori al nuovo carcere di Forlì. Un appalto da quasi 35 milioni di euro. E' una buona notizia, resa possibile dal lavoro del precedente governo e completata da questo. Quello che non possiamo permetterci, però, è che per l'ennesima volta il cantiere si blocchi o perchè l'impresa aggiudicataria non è seria o perchè i lavori sono fatti male o perchè non ci sono i fondi necessari per completare i lavori. Sono però rischi concreti, che si annidano nelle modalità con cui è stato emanato e scritto il bando di gara e per questo ho fatto una segnalazione formale al ministero delle Infrastrutture (titolare dei lavori attraverso il Provveditorato alle opere pubbliche di Lombardia ed Emilia-Romagna). In questo articolo cerco di riepilogare le cose che non mi tornano di questo appalto da 34,6 milioni di euro (una cifra enorme) pubblicato in Gazzetta ufficiale il 15 ottobre e con scadenza dei termini solo 14 giorni dopo (con progetto visionabile solo su richiesta per ragioni di riservatezza). Come si fa a presentare un'offerta per un'opera così complessa, così grande, così importante in meno di 2 settimane? Dobbiamo tenere gli occhi aperti e dobbiamo farlo tutti: vogliamo che il carcere si completi e vogliamo che sia fatto in maniera corretta. 
> Maggiori informazioni

AEROPORTO DI FORLI' - Consegnate le chiavi dell’aeroporto “Ridolfi” di Forlì ai privati che hanno ottenuto la concessione da parte di Enac. Grazie agli imprenditori romagnoli che stanno investendo e a chi - in tempi in cui nessuno ci credeva più - ha sostenuto il nostro impegno per ottenere il nuovo bando da parte di Enac e Ministero senza il quale oggi non saremmo qui. Un passo fondamentale verso la riapertura. Avanti, insieme.

PREDAPPIO - Anche quest'anno a Predappio, in occasione dell'anniversario della marcia su Roma, è andata in scena la carnevalata dei nostalgici del fascismo. Puntualmente la Questura, immagino, provvederà a denunciare i protagonisti della messa in scena per il reato di apologia di fascismo; e vedremo se anche questa volta la magistratura deciderà di non procedere. Si è davvero superata ogni misura, arrivando persino al negazionismo su Auschwitz. Una vera vergogna. Avevo già fatto una interrogazione assieme ad altri colleghi nei giorni scorsi e continueremo a tenere alta l'attenzione. 
> Qui il mio post 
> Qui l'interrogazione

UNITI CONTRO IL CANCRO - Lunedì sono stato all'Istituto Tumori della Romagna nell'ambito della visita svolta dal sottosegretario alla Salute, Armando Bartolazzi. Sono un parlamentare eletto direttamente su questo territorio e siedo nei banchi dell'opposizione; ma ciò non mi ha impedito di esprimere l'apprezzamento al sottosegretario per aver scelto autonomamente di visitare IRST. Ho chiesto di confermare il sostegno che in questi anni abbiamo garantito all’istituto e mi sono messo a disposizione per sostenere atti e provvedimenti che vadano in questa direzione. Perchè sulla salute non devono esserci distinzioni di parte.
> Il mio post su Facebook

COTIGNOLA - Sabato mattina sono stato a Cotignola, per celebrare il romagnolo Giannetto Vassura, caduto esattamente un secolo fa a Vittorio Veneto sul fronte della Prima guerra mondiale. Una figura a cui l’intera comunità cotignolese lega una parte della propria identità. Un’occasione per ricordare tutti i caduti della Grande Guerra e l’assurdità di tutti i conflitti.

SAN MERCURIALE - Assieme a tantissime persone ho partecipato venerdì sera alle celebrazioni della festa di San Mercuriale, primo vescovo di Forlì. Una figura simbolo per la comunità locale e, assieme a Ruffillo, uno dei santi più venerati nelle nostre terre.

CODICE DEGLI APPALTI - Ho partecipato a Rocca delle Caminate ad un utile incontro di approfondimento sul nuovo codice degli appalti, grazie all’invito di Cooperhub. È necessario rafforzare i principi introdotti col nuovo codice e correggere ciò che non funziona; quello che però non deve accadere è che si retroceda su trasparenza, concorrenza e qualità. Torneremo a parlarne.

LOTTERIA PER IL VOLONTARIATO - Sosteniamo insieme la Lotteria della Solidarietà: con un 1 euro a biglietto si può contribuire concretamente a dare una mano alle Associazioni di volontariato del Forlivese e usufruire di una serie di vantaggi.
> Guarda il video e diffondi la notizia 

CGIL FORLI' - Buon lavoro all’amico Paride Amanti, rieletto segretario della Cgil territoriale di Forlì. A Paride mi lega, oltre all’amicizia, una genuina schiettezza con cui siamo soliti confrontarci su molti argomenti di rilevanza locale e nazionale.

Buona settimana e alla prossima newsletter!

Marco

---