Newsletter n. 262
22 dicembre 2018

Newsletter pre-natalizia, ma non certo l'ultima di quest'anno. Scorrendo più sotto capirete il perchè.
Intanto, però, voglio augurarvi di trascorrere le prossime giornate avvolti dal calore dei vostri affetti, con serenità e tranquillità. 

E con una frase di buon auspicio che ho trovato leggendo una delle tante biografie di Winston Churchill: "Il coraggio è quello che ci vuole per alzarsi e parlare; ma il coraggio è anche quello che ci vuole per sedersi ed ascoltare". 

Buon Natale a tutti!
Marco

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

So che il weekend prima di Natale la stragrande maggioranza delle persone ha altro per la testa; ma in parlamento sta succedendo una cosa senza precedenti. 
Per la prima volta il bilancio dello Stato viene approvato senza esame, senza discussione e senza possibilità di modifiche sia al Senato che alla Camera cancellando di fatto la possibilità di lavorare in Commissione e impedendo di farlo in Aula attraverso il voto di fiducia. Ciò vale per le opposizioni e anche per la maggioranza, i cui parlamentari brillano per un silenzio imbarazzante.
Per una repubblica parlamentare come la nostra è un fatto grave: non è solo una questione procedurale, ma di sostanza. 
Così la democrazia viene umiliata e indebolita, si accentra tutto il potere sul Governo. Si mortificano il ruolo e la funzione delle assemblee elette dai cittadini per rappresentarli. 
Non possiamo permetterlo: facciamolo sapere, combattiamo l’indifferenza; o quando i più se ne accorgeranno rischierà di essere troppo tardi (qui il video di un mio intervento su Facebook).
Dei contenuti della legge di Bilancio parleremo nella prossima newsletter, che arriverà prima di Capodanno. intanto, però, mi premeva aggiornavi su quello che sta accadendo e che si completerà tra il 27 e il 29 dicembre quando saremo impegnati su questo alla Camera dei Deputati. Sui miei canali social tutti gli aggiornamenti. 
> Il mio video
> Seguimi su: Profilo Facebook | Pagina Facebook | Twitter | Instagram

TUTTI COLPEVOLI FINO A PROVA CONTRARIA - Hanno approvato la legge Bonafede, un abominio giuridico. Ho votato convintamente contro un provvedimento che contiene alcuni (pochi) aspetti positivi e un principio di fondo totalmente inaccettabile: la presunzione che tutti siano colpevoli fino a prova contraria. Viene introdotta la figura degli agenti provocatori (che indurranno alla corruzione anche chi non ha commesso e non intende commettere alcun reato) e soprattutto abolisce la prescrizione dopo il primo grado di giudizio anche per gli innocenti. Norme contro cui si sono pronunciate TUTTE le rappresentanze degli operatori del diritto.
> Il testo della legge | Scheda della Camera
> Cosa non funzione nella legge: approfondimento

L'ITALIA FUORI DAL GLOBAL COMPACT - La decisione della maggioranza di non decidere sull’adesione al Global compact sulle migrazioni è un altro duro colpo assestato alla credibilità internazionale del nostro Paese. Tra ministri che dicono cose diametralmente opposte, partiti della maggioranza che evitano di entrare nel merito del documento avendo posizioni divergenti e il governo che ritira la penna della firma un attimo prima della conferenza di Marrakech dopo aver dato ampie assicurazioni, diventa davvero difficile trovare una linea chiara e comprensibile. E chi ci perde è l'Italia.
> Il testo del Global compact: versione in italiano - Inglese

MISSIONI ITALIANE ALL'ESTERO - Per noi l'Italia, i valori della pace, la tutela dei diritti, il rispetto delle donne e degli uomini impegnati nelle missioni internazionali vengono sempre prima dell'interesse di parte: questa è la vera differenza fra noi e la maggioranza Lega e 5 Stelle. Ed è per questo che, come fatto nel passato, non ci permettiamo di strumentalizzare questi argomenti così delicati e votiamo convintamente a favore del rifinanziamento delle missioni e ci vediamo costretti, per mancanza di chiarezza, rispetto alle prospettive di futuro in particolare della missione Sophia, ad astenerci sulle premesse delle mozioni promosse dalla maggioranza.

EDUCAZIONE FISICA NELLE SCUOLE - Lo sport assume una maggiore centralità nelle nostre scuole. La Camera ha approvato all’unanimità la legge di cui sono stato firmatario e promotore assieme al collega Andrea Rossi e altri. Si dà una dignità più chiara alle professioni legate alle scienze motorie; si valorizzano, poi, la cultura sportiva e l’educazione fisica nei programmi delle scuole primarie. La miglior forma possibile di prevenzione della salute.

A RISCHIO LE TESTATE LOCALIIl governo taglia i fondi all’editoria e mette a rischio il pluralismo dell’informazione, basato anche su tante realtà che operano sul territorio. Qualche esempio delle testate colpite in Romagna? Il “Corriere”, ma anche settimanali come “Il Momento” a Forlì, “Il Piccolo” a Faenza, il “Corriere Cesenate”, “Il Ponte” a Rimini. E poi Settesere e SabatoSera, nel Faentino, Bassa Romagna e lughese. Faremo tutto il possibile contro il tentativo di ridimensionare queste voci.

QUESTURA RIMINISono intervenuto a proposito della vicenda che riguarda la nuova Questura di Rimini. Il Governo, con un blitz dall'alto, vanifica il lavoro di anni per realizzare la "cittadella della sicurezza": e condanna all'abbandono un immobile di 30mila metri.
> L'articolo con il mio intervento

ITALIA-SAN MARINO - Negli ultimi giorni in Romagna sono stati segnalati numerosi casi di multe comminate ad automobilisti provenienti dalla Repubblica di San Marino che hanno però residenza in Italia. Colpevole di queste sanzioni è un vulnus giuridico presente nel "decreto sicurezza", in particolare nella parte che riguarda la circolazione in Italia di veicoli stranieri immatricolati in un Paese della UE o extra UE. Le ripercussioni non ci sono solo per i sammarinesi, ma anche per i tanti lavoratori italiani dipendenti di aziende con sede sul Titano e che si devono spostare con mezzi aziendali, inevitabilmente anche sul suolo nazionale.
> Ecco di cosa si tratta

Ancora buon Natale, alla prossima newsletter!

Marco

---