Newsletter n. 264
7 gennaio 2019

Ricomincia un nuovo anno, carico di aspettative, speranze, preoccupazioni, desideri. Ognuno di noi ha i propri e dunque non voglio aggiungere anche i miei. La certezza che abbiamo è che sarà un anno impegnativo e cruciale per l'Italia messa a dura prova da un Governo disposto a farci rischiare l'osso del collo pur di tentare di mantenere le mirabolanti promesse che sono state fatte. Lo abbiamo visto con la legge di bilancio approvata a Capodanno (qui la precedente newsletter speciale tutta dedicata a questo). 
C'è, però, una fetta sempre più larga di persone che non si rassegna, che combatte con i propri mezzi, che fa la propria parte ogni giorno anche semplicemente facendo il proprio dovere e provando a farlo al meglio. E' quella parte a cui dobbiamo rivolgerci per costruire l'Alternativa a questo governo. Ed è a loro, a voi, che dedicherò il mio evento di fine mese (siamo in lieve ritardo con l'organizzazione, ma anche quest'anno non mancheremo). A proposito, sono graditi suggerimenti su come lo vorreste in termini di contenuti, persone, proposte. Scrivetemi a comunicazione@marcodimaio.info.
Mi sono molto ritrovato nelle parole che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rivolto a tutti gli italiani nella serata di Capodanno (riscuotendo peraltro un successo inedito in termini di ascolti in tv e interazioni sui social). Il presidente ha esortato tutti a "non aver timore di manifestare buoni sentimenti che rendono migliore la nostra società". In una società in cui sembrano crescere il rancore e l'odio verso tutto ciò che è diverso da sé, queste mi sembrano le parole migliori per aprire le porte a questo 2019. 
> Il discorso integrale di fine anno di Mattarella

---

#TIPRESENTOIMIEICOLLEGHI 6 e 7 -  Doppio appuntamento (nell'ultima newsletter l'ho saltato) con la rubrica in cui vi presento i miei compagni di viaggio nella mia esperienza parlamentare. Due amici, Luigi Marattin e Anna Ascani. Qui sotto i link alle due 'puntate'. 
> Luigi MARATTIN - FB e Twitter
> Anna ASCANI - FB e Twitter

"ANDARE OLTRE GLI STECCATI": LA MIA INTERVISTA A FORLITODAY - Ho risposto ad alcune domande che mi ha rivolto ForlìToday e che spaziano prevalentemente sui temi della città di Forlì. Per leggerla clicca qui e se ti va fammi sapere la tua opinione. 

---

I TEMI DELLA SETTIMANA

DECRETO SICUREZZA - Rispettare le norme è un dovere per tutti, ma opporvisi in ogni sede è un diritto di ciascuno di noi. Lo abbiamo fatto in Parlamento, lo faranno i sindaci, lo faranno tutte le persone che non condividono un decreto che è denominato sicurezza, ma è una bomba ad orologeria per le nostre comunità. La mia posizione sull'applicazione delle norme contenute nel decreto sicurezza: responsabilità nel rispetto imprescindibile delle leggi dello Stato, ma anche fermezza assoluta nell'opporvisi in ogni modo, ricorrendo ad ogni strumento giuridico e di battaglia civile e politica.  
> Leggi la mia posizione sul decreto sicurezza
> Un'analisi sugli effetti del decreto 

LA PRESA IN GIRO AI COMUNI - I parlamentari di maggioranza hanno 'rivenduto' sul territorio un risultato che è una presa in giro. Dicono di aver stanziato tramite la legge di bilancio 400 milioni di euro ai piccoli comuni: è vero. Però questi soldi non sono vincolati a nessun progetto, a nessun bando, a nessun criterio meritocratico. Soldi a pioggia, quando un anno fa in Parlamento abbiamo approvato una legge ad hoc per i piccoli comuni che consentiva (se finanziata) di valorizzare i Comuni virtuosi, con progetti pronti e lungimiranti. E mentre da un lato si sgancia un piccolo omaggio, dall'altro gli stessi Comuni vengono tartassati con nuovi prelievi, a cui potranno far fronte solo tagliando i servizi o aumentando le tasse locali. 
> Qui la mia presa di posizione

LO SCANDALO DEL FAVORE A BIG PHARMA - "Per quali motivi si è deciso di eliminare l'incentivo previsto per tutti i medicinali orfani la cui esclusività di mercato sia venuta meno ma che continuano pienamente a soddisfare i criteri previsti dal regolamento Europeo, e gli orphan like, favorendo così le grandi aziende multinazionali, alle quali, prima della modifica, veniva richiesto di farsi carico di un contributo, per loro irrisorio in quanto inferiore all’1% del fatturato?". E' il quesito, un po' complicato ma di grande rilevanza, che assieme al mio collega Vito De Filippo che ne è il primo firmatario, abbiamo posto alla ministra Giulia Grillo con una apposita interrogazione parlamentare. Si tratta di un grave danno che viene fatto alle piccole realtà e ai malati e un favore alle multinazionali (qui è spiegato il perché).
> Il testo dell'interrogazione

20 ANNI DI EURO - Vent’anni fa l’Euro entrava in circolazione in undici Paesi dell’Unione europea. Una grande conquista, che nonostante difficoltà e crisi, ha protetto milioni di cittadini e imprese da rischi e conseguenze ben peggiori.
> Una mia breve riflessione sull'Euro 

FORLI', PARTE LA NUOVA RACCOLTA DEI RIFIUTI: IL 'DIZIONARIO' - Da oggi 25mila utenze, domestiche e non domestiche a Forlì, sperimenteranno per la prima volta il porta a porta di Alea Ambiente. Un meccanismo che con la raccolta prevede che i vari rifiuti prodotti vengano divisi e raccolti in base al materiale con cui sono fatti: umido, carta, vetro, acciaio e alluminio, plastica, vegetale. Allo scopo di aumentare la quantità di riciclo, ridurre gli sprechi e contribuire al miglioramento della qualità della nostra vita. Per saperne di più, è stato predisposto un "dizionario" con tutte le informazioni schematiche. 
> Il sito di Alea
> Scarica il Dizionario

GLI AUGURI IN CARCEREUn augurio speciale a persone speciali: ho approfittato delle festività natalizie per un saluto e un augurio ad educatori, personale amministrativo, polizia penitenziaria e direttrice del carcere di Forlì. Servitrici e servitori dello Stato con una dedizione e una passione ammirevoli. Il territorio tutto può essere ben orgoglioso di queste persone e della vasta rete di associazioni di volontariato che rendono possibili progetti di inclusione e integrazione. 

QUESTURA DI RIMINI - Prosegue il mio impegno su tutto il territorio romagnolo, non solo sul collegio in cui sono stato candidato ed eletto. Del resto mi arrivano richieste, segnalazioni e stimoli da tutto il territorio e credo sia giusto essere a disposizione. A Rimini c'è una vicenda che seguo da vicino e riguarda la realizzazione della nuova Questura; questo Governo, solo per il gusto di mandare alle ortiche tutto ciò che ha fatto il precedente, sta decidendo di lasciare nel degrado un'area di 30mila metri quadrati. 
> Qui il mio ultimo intervento
> L'articolo sul Carlino di Rimini

BANDO PERIFERIE - Siamo all'assurdo. Dopo aver fatto di tutto per cancellarli, rinviarli e alla fine ridurli di importo e dilazionarli nel tempo, ora gli esponenti del Movimento 5 stelle si stanno assumendo sul territorio il merito dei finanziamenti per i progetti legati al bando periferie. Soldi che, peraltro, verranno corrisposti solo dal 2020 e 2021: il che sarà tutto da verificare visto che solo per disattivare l'aumento dell'Iva che è stato previsto serviranno circa 50 miliardi in due anni.
> La mia dichiarazione

SCIANNA E LA CULTURA DA VALORIZZARE - Un successo straordinario, forse per alcuni inaspettato; una conferma che Forlì è ormai a tutti gli effetti una città d'arte. Sulla cultura si è ormai fondata una nuova identità che va ulteriormente valorizzata legando sempre più tra loro i grandi eventi e il vivace tessuto di imprese, associazioni, talenti che operano in questo ambito sul territorio.

FAENZA, SI RIPARTE DALLA PIAZZA - Sabato mattina sono tornato in piazza a Faenza, nonostante il freddo pungente, per ricominciare nel modo giusto l'anno politico: al mercato, tra le persone. Con me e altri amici, si è aggiunto anche Maurizio Martina, segretario reggente del Partito democratico e candidato alle primarie del 3 marzo. Un'occasione per trasmettergli la sensazioni che si raccolgono sul territorio e l'esigenza di un congresso che non sia tanto una competizione interna, quanto il momento per parlare agli italiani di quale alternativa vogliamo al Governo gialloverde. 

Buona settimana e alla prossima newsletter!

Marco

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.

---