Newsletter n. 265
14 gennaio 2019

Sono appena tornato da un viaggio di lavoro a Taiwan e una parte di questa newsletter sarà dedicata a raccontarvi cosa ho fatto, chi ho visto e di cosa abbiamo parlato. Impegni che mi hanno rafforzato il mio legame con quel Paese e contribuito a migliorare la qualità del rapporto con l'Italia (intanto qui sul mio sito una sintesi di cosa ho fatto).
Le 14 ore di volo all'andata e altrettante al ritorno e le 7 ore di fuso orario, non mi hanno impedito però di continuare a seguire le questioni nazionali e locali, a interessarmi delle faccende di casa nostra. La notizia della cattura di Cesare Battisti sta monopolizzando telegiornali e giornali in queste ore, ed è giusto: il suo arresto è un’ottima notizia per tutti. Un criminale di questo tipo deve scontare la pena che gli è stata inflitta nel proprio Paese.

Complimenti alla squadra speciale dell'Interpol, con agenti boliviani, italiani e brasiliani, che ha svolto l’operazione; e un abbraccio ai familiari delle vittime del terrorista italiano. Sarebbe bello che almeno su questo venissero lasciate da parte le polemiche, si evitasse di appropriarsi di meriti non propri e di lanciare accuse senza senso ("i precedenti governi hanno protetto Battisti", ha detto il ministro Bonafede).
A forza di seminare odio si rischia che la situazione sfugga di mano; alziamo un attimo lo sguardo dal nostro Paese e guardiamo cosa è successo a Danzica, importante città della Polonia, il cui sindaco - uno dei simboli dell'opposizione al governo estremista del Pis di Kaczynski - è stato accoltellato. Bisognerebbe recuperare la capacità di confrontarsi anche duramente, ma in modo civile e senza infangare ogni volta il nome dei propri avversari.
Ne va della qualità della democrazia, che siamo abituati a dare per scontata perché abbiamo avuto la fortuna di nascere in un'epoca che viene da un lungo periodo di pace. Custodiamola con cura, ogni giorno, e facciamo la nostra parte per riportare civiltà e buon senso nel confronto pubblico. 

---

#TIPRESENTOIMIEICOLLEGHI 8 -  La saggezza e il buon senso non sono doti diffuse quanto si pensi nei 'palazzi romani'; se a questo si unisce una simpatia originale, ecco che il mix è quasi perfetto. Vito De Filippo è un collega alla prima legislatura in parlamento con il quale ci siamo subito trovati in sintonia.  
> Vito DE FILIPPO - FB e Twitter

---

SPECIALE TAIWAN

La mia terza esperienza a Taiwan (le precedenti nel 2015 e nel 2016) si è chiusa dopo oltre 20 appuntamenti in tre giorni, decine di nuovi contatti e vecchie relazioni riattivate; ora c’è un grande lavoro da fare per dare seguito all’impegno di questi giorni. Abbiamo incontrato i vertici delle istituzioni politiche, economiche e culturali; grandi gruppi imprenditoriali che stanno investendo in Italia e vorrebbero potenziare la propria presenza; abbiamo conosciuto da vicino la nostra rappresentanza diplomatica; abbiamo approfondito le grandi tematiche che ruotano attorno al futuro di questa isola, dal conflitto con la Cina al legame a doppio filo con Stati Uniti e Giappone. E' un'area del mondo spesso sottovalutata, poco conosciuta e ancor meno studiata: eppure sempre più baricentrica. Il 4 marzo a Roma organizzeremo l'ottava sessione del forum bilaterale Italia-Taiwan per dare seguito a questi contatti e generare nuove opportunità. Di seguito una serie di link per conoscere più da vicino cosa ho fatto e di cosa mi sono occupato. 
> TAIWAN: L'ARTICOLO DI SINTESI
> Gli incontri politici:  vice presidente della Repubblica | Parlamento | Ministero degli Esteri Ministero dei rapporti con la Cina | Ministero della Giustizia
> Gli incontri economici: Evergreen | FFG Group | Ldc Group | Ministero dell'Economia | TAITRA | Camera commercio europea
> Gli incontri culturali: Ministero della Cultura e Museo nazionale 
> La 'squadra' della diplomazia italiana a Taiwan

I TEMI DELLA SETTIMANA

IL GOVERNO VARA IL DECRETO SALVA-BANCHE - E così è successo quello che nessuno si aspettava; o meglio, quello che fino al 4 marzo scorso i signori del governo avevano sempre giurato che non avrebbero mai fatto: salvare una banca tramite intervento pubblico. È successo con il decreto salvabanche per la Cassa di Genova. La scelta è giusta perchè il fallimento di una banca ha effetti devastanti per risparmiatori, investitori, azionisti, imprese e famiglie con mutui; non a caso il Governo ha fatto un decreto esattamente uguale a quelli fatti dai governi precedenti. Tra il gridare allo scandalo e il governare, c'è una bella differenza. 
> Leggi il mio post completo
> I conflitti di interesse del premier Conte su CariGe

IL GOVERNO AUTORIZZA NUOVE TRIVELLAZIONI - Da promotori di un apposito referendum contro le trivellazioni in mare e sulla terraferma; da fomentatori di finti scandali come quello del giacimento “Tempa Rossa” in Basilicata (che costò anche le dimissioni di un ministro, Federica Guidi, poi prosciolta da qualsiasi accusa, ricordate?); ad autorizzatori di 7 nuove trivellazioni. 
> Leggi il post integrale 

IN EMILIA-ROMAGNA NIENTE SUPERTICKET - In Emilia-Romagna non si paga più il superticket in sanità. Mentre a livello nazionale, chi aveva promesso di farlo ha preferito dimezzare l'Iva sui tartufi che occuparsi di queste cose. Sono scelte: non a caso la nostra Regione è differente.
> Il video di sintesi

IN PIAZZA A FORLI'Appena arrivato sabato in Italia, subito in piazza. A Forlì per incontrare persone e illustrare le nostre proposte per cambiare rotta e in particolare per proporre una manovra economica alternativa. Avanti, insieme.
> Il materiale presentato e le proposte alternative

TASSA SUL VOLONTARIATO, UNA PRIMA VITTORIA - Ho appreso con piacere della clamorosa retromarcia del Presidente Conte sul raddoppio dell’Ires al Terzo Settore. Una tassa che andava a colpire un mondo, quello di chi lavora con gli ultimi, che ha bisogno di avere lo stato dalla propria parte e non certo che vengano raddoppiate le imposte. Ascoltati gli appelli di tanti volontari e associazioni, rafforzati da quello rilanciato dal presidente Mattarella a fine anno quando ha parlato di “tassa sulla bontà”. 
> Leggi la notizia sul mio sito

MEDICI VALUTATI SULLE IDEE POLITICHE - Ditemi voi se è normale che un governo decida se confermare o meno degli scienziati nel Consiglio superiore di Sanità non in base alle loro competenze; non in base ai loro titoli; non in base alle capacità dimostrate; ma in base agli orientamenti politici. Quando la ministra Giulia Grillo ha deciso di rimuovere i 30 membri del Consiglio, lo ha fatto dopo una “istruttoria” chiesta non a uno scienziato, ma dopo un 'dossieraggio' politico. Abbiamo subito presentato un'interrogazione al riguardo.
> Leggi il mio post completo

REFERENDUM PROPOSITIVO -  A Montecitorio abbiamo depositato in Commissione Affari costituzionali una serie di emendamenti molto importanti. Sì, perché riguardano le modifiche che proponiamo alla riforma costituzionale che Lega e 5Stelle stanno portando avanti: la fine sostanziale della democrazia rappresentativa. Si introducono i referendum propositivi senza quorum, cioè senza numero minimo di votanti, e senza limiti di materia. Questa settimana termineremo l'esame in Commissione e poi inizieremo l'iter in Aula. Vi terrò aggiornati. 
> Leggi il post completo

TARGHE SAN MARINO, FIOCCANO LE MULTE PER GLI ITALIANI - Ingolfamento dei lavori e lunghe file alle motorizzazioni cittadine. È questa la conseguenza della stretta del governo sulla circolazione in Italia di auto estere immatricolate in un Paese dell’Unione europea o extra Ue. Una decisione assunta con il "decreto sicurezza" a cui va subito posto rimedio, come ho già chiesto al governo da settimane con un' apposita interrogazione a cui nessuno ha ritenuto di dare risposta. 
> Leggi l'articolo completo

100 ANNI DE "IL MOMENTO" - Cento anni: un periodo di tempo lunghissimo per chiunque, in particolare per un giornale. Mi fa particolarmente piacere che a celebrarlo sia il settimanale forlivese “Il Momento”, a cui sono abbonato e che con questo numero del 10 gennaio taglia il traguardo del secolo di vita. Una testata storica, riferimento per tanti forlivesi, un punto di vista autorevole sui fatti della città e del circondario. Auguri al “Momento” e a tutti i suoi collaboratori che nonostante le difficoltà (cui si aggiungeranno i tagli del Governo al fondo editoria), continuano a offrire ai propri lettori un prodotto di qualità e interesse.
> Il mio post su FB 

Buona settimana e alla prossima newsletter!

Marco

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.

---