Newsletter n. 266
22 gennaio 2019

E' stata una settimana terribile quella trascorsa nel Mare Mediterraneo. In due distinti naufragi, oltre 170 persone hanno perso la vita annegando in mare. Di questi, 117 si trovavano al largo di Lampedusa su un gommone che si è sgonfiato lasciando cadere in acqua uno dopo l'altro tutti i passeggeri. Solo 3 persone si sono salvate.
Una tragedia a cui il Governo ha risposto rinfocolando la polemica contro chi sostiene che le vite umane vadano sempre salvate, addirittura arrivando ad indicare l'uso del franco africano (la moneta unica utilizzata da 14 stati africani) come la causa delle migrazioni. Senza dire che solo il 9% dei 28mila stranieri arrivati in Italia proviene da quegli stati. Il tutto peraltro aprendo un nuovo conflitto con la Francia. 
L'obiezione alla tesi di chi sostiene che le persone vadano salvate è quella classica: “aiutiamo prima gli italiani”. No, quelle persone non tolgono nulla agli italiani e vanno salvate perché la vita umana vale più di un ‘mi piace’, di un punto nei sondaggi, dell’applauso di una folla rancorosa.
Il punto è lavorare su una corretta integrazione, basata su diritti e doveri, rispetto delle regole e misure per l'inclusione sociale a partire da apprendimento della lingua, della cultura e delle norme italiane. 
In verità, io penso che un Governo che per mostrare la propria forza ha bisogno di lasciare persone disperate morire in mezzo al mare, è un governo debole e senz’anima. Indegno per un grande Paese come l'Italia. 

---

SAVE THE DATE - Ci siamo, finalmente! Tra impegni in Italia e all'estero, questioni parlamentari e varie iniziative sul territorio, siamo stati costretti a spostare di un paio di settimane l'appuntamento di inizio anno con la presentazione del rendiconto sull'attività svolta nel 2018. Vi aspetto, quindi, sabato 16 febbraio alle ore 9.45 alla Fondazione DZ a Forlì (Viale Bologna, 288). Qui il save the date, seguirà volantino. Partecipazione aperta a tutti quelli che seguono e sostengono la mia attività. 
> Scarica il "Save the date"

#TIPRESENTOIMIEICOLLEGHI 9 - Il protagonista della nona puntata della rubrica attraverso cui vi presento i miei compagni di viaggio è dedicata al mio vicino di banco (lato destro): Franco Vazio. Un affermato avvocato, un professionista serio e determinato, un parlamentare preparato e che non parla mai a sproposito e senza essersi documentato.
> Franco VAZIO - Pagina FB - Twitter

---

 

I TEMI DELLA SETTIMANA

E45, IMPEGNO IN PRIMA LINEA - Ho preso la parola alla Camera per accendere i riflettori sulla chiusura del tratto di E45 tra Canili e Valsavignone. Senza alcuna polemica, ho chiesto che al più presto il Governo incontri i sindaci interessati assieme ad Anas e a tutti i soggetti coinvolti per individuare tutte le soluzioni possibili. Ho anche presentato un'interrogazione facendo asse con i miei colleghi umbri e lavorato in contatto con gli amministratori e le comunità locali colpite dalla chiusura. Per tutta risposta, gli esponenti locali della Lega e del Movimento 5 stelle, anziché collaborare, continuano a rispondere con polemiche, denigrazioni e attacchi personali. Forse raccatteranno qualche consenso in più nell'immediato, ma alla lunga non pagherà. Il mio impegno sull'E45 è cominciato subito dopo la mia elezione, nel 2013, nonostante il mio collegio non sia attraversato da quella arteria. 
> Il video del mio intervento alla Camera
> Il testo dell'interrogazione 

REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100 - Con il cosiddetto “decretone” il Governo ha approvato reddito di cittadinanza e “quota 100” (in realtà quota 38: se non hai 38 anni di contributi versati, in pensione non ci vai). Due provvedimenti da sventolare nella campagna elettorale per le Europee, che danno più soldi a chi NON lavora e fanno pagare il conto a tutti gli altri. Infatti la copertura finanziaria è composta da 13 miliardi di euro di tasse in più (fonte: Consiglio nazionale dei dottori commercialisti) e aumento dell’Iva al 25,2% nel 2020 e al 26,5% nel 2021 (fonte: legge di bilancio approvata il 30 dicembre). I numeri son questi, il resto lo vedremo.

BUONE NOTIZIE/1 INCENTIVI FISCALI PER LA CASA -  Sono critico per molti aspetti che riguardano la legge di bilancio approvata a capodanno dalla maggioranza e contro la quale assieme ai miei colleghi mi sono opposto in ogni modo. Ci sono, però, alcune (poche) buone notizie che in gran parte vengono da scelte del recente passato. Una ad esempio: gli incentivi fiscali per lavori in casa, mobili, giardini. Sono stati introdotti alcuni correttivi che hanno indebolito le misure, ma rimane comunque la convenienza. Vediamo di cosa si tratta. 
> LEGGI TUTTO SULLE DETRAZIONI FISCALI  

BUONE NOTIZIE/2 IMU SUI BENI STRUMENTALI -  Tra le poche buone notizie della legge di bilancio 2019, ce n'è una che - pur da componente dell'opposizione - non posso che condividere e apprezzare. E' l'aumento della deducibilità Imu per immobili strumentali alzata dal 20 al 40%. Da quest'anno, infatti, le spese per l'imposta sugli immobili che sostengono imprese e professionisti potranno essere dedotte al 40%.
> LEGGI TUTTO  

STRATEGIA ITALIANA IN SIRIA -  12 milioni di siriani non vivono più nelle loro case, 500 mila persone sono morte. Si sta aprendo una nuova fase dal punto di vista militare, Assad sta vincendo, gli americani si stanno ritirando, la situazione curda si sta complicando ulteriormente. In questo contesto leggiamo di una possibile riapertura della nostra ambasciata. Abbiamo chiesto al governo quale sia la valutazione sull’evolversi dello scenario, quale contributo intenda fornire per ricostruire la pace, che tipo di atteggiamento voglia tenere d'accordo con i partner europei nei confronti del regime siriano, che si è macchiato di crimini contro l'umanità.
> La scheda del question-time 

ELEZIONI SUPPLETIVE A CAGLIARI, UNA LEZIONE PER FORLI' -  In Sardegna si sono svolte di nuovo le elezioni politiche. Si è votato nel collegio uninominale di Cagliari per scegliere il sostituto del parlamentare-velista Andrea Mura candidato dal Movimento 5 Stelle e dimessosi dalla carica per i troppi impegni in barca. La legge elettorale prevede che gli eletti all’uninominale (come il sottoscritto, ad esempio), in caso di decadenza dalla carica per qualsiasi motivo, debbano essere sostituiti con nuove elezioni “suppletive” SOLO in quel collegio.  E' un caso che mi consente di tornare sulla decisione presa a luglio di non accettare una eventuale candidatura a sindaco della mia città, pur nella incertezza del quadro politico nazionale. Perché gli impegni si rispettano e le istituzioni non sono cosa propria, ma di tutti.
> LEGGI TUTTO

FORLI', ATTACCHI INDEGNI AL VESCOVO E ALLA DIOCESI -  È indegno l’attacco che Fratelli d’Italia ha rivolto alla Diocesi di Forlì-Bertinoro, al Consiglio pastorale e al Vescovo, Livio Corazza, colpevoli a suo dire di sostenere posizioni sull'accoglienza e sulla solidarietà che non piacciono agli estremisti della destra della nostra città. La chiesa forlivese - ed è il colmo - viene accusata di impegnarsi solo a parole.  
> LEGGI TUTTO  

DISSERVIZI FERROVIARI - Ieri a Faenza un treno Frecciabianca ha pensato bene di dimenticare la fermata nei pressi della stazione, con conseguenti gravi ritardi sulla linea e per i lavoratori, studenti e viaggiatori che ogni giorno prendono i mezzi per spostarsi. Ho quindi presentato un’interrogazione al ministero dei Trasporti per chiedere provvedimenti nei confronti di Trenitalia.
> Il mio post su Facebook 

SCUOLA DI POLITICA - Una mattinata di confronto sui temi di attualità, sull’uso dei social e sulla comunicazione politica. Un piacere la conversazione con i ragazzi della scuola di politica del Centro studi “Leonardo Melandri”.

A FIANCO ALLA POLIZIA MUNICIPALE - La Polizia municipale è uno dei corpi di maggior prossimità ai cittadini. Fatta di professionisti che si dedicano al proprio territorio, spesso andando anche oltre le proprie competenze. Per questo ho voluto partecipare alla festa di San Sebastiano, il patrono dei vigili urbani, come segno di vicinanza e sostegno.
> Il post con le foto

Buona settimana e alla prossima newsletter!

Marco

Per una comunicazione più rapida e per ricevere aggiornamenti direttamente sul tuo telefonino, possiamo rimanere in contatto anche tramite WhatsApp. Come fare? Semplicissimo. Aggiungi alla lista di contatti il numero: +39 349 1965449;  invia un messaggio WhatsApp con testo: NEWS ON. 
E' attivo anche il canale Telegram, aggiornato ogni giorno dal lunedì al venerdì, a cui puoi agganciarti da questo link.

---