Newsletter n. 17
30 settembre 2013

Sono giorni convulsi per la politica italiana, ma soprattutto per il Paese. La crisi di Governo aperta da chi ha deciso di dimettersi da ministro della Repubblica preferendo ancora una volta obbedire al proprio leader politico piuttosto che occuparsi degli interessi dell'Italia, ha provocato un grande senso di preoccupazione, arrabbiatura, esasperazione e sconforto da parte di tante persone. In moltissimi mi hanno chiamato per chiedere, per sapere, per avere uno scambio di battute su una situazione davvero surreale.

COSA SUCCEDE A ROMA? - Alla prossima riunione di "OpenCamera, una finestra aperta sul parlamento" (giovedì 3 ottobre alle 20.45 a Santa Maria Nuova), avremo modo di parlarne pubblicamente insieme, in una assemblea come sempre aperta a tutti. Lo faremo anche alla luce delle decisioni che si prenderanno alla Camera (convocata già da martedì mattina). Mercoledì, invece, alle 16 il premier Enrico Letta terrà un discorso sul quale chiederà il voto di fiducia ai due rami del parlamento.  (via della Palestra, presso Cocco's bar, zona campi sportivi). 

Al momento non ci è dato a sapere molto più di quello che emerge dai mezzi di informazione. Brevemente quello che penso, alla luce di quello che si è appreso fin qui: non sono praticabili soluzioni raccogliticce o pasticci come quelli visti finora. Se non c'è una via per arrivare a formare un governo che assicuri stabilità all'Italia o almeno la possibilità di cambiare la legge elettorale, meglio andare subito a votare. Anche perchè la discussione di questi giorni e queste ore sembra aver dimenticato la condizione dell'Italia, la sofferenza di tante persone, le difficoltà che vivono le nostre aziende, molte famiglie, la lontananza del dibattito "di palazzo" rispetto ai bisogni reali del Paese. Vedremo come evolverà la situazione.

SETTIMANA DEL BUON VIVERE - Colgo l'occasione di questa breve newsletter (ma doverosa visto quello che sta succedendo) per segnalarti alcuni appuntamenti importanti, ossia quelli inclusi nella Settimana del Buon Vivere, una rassegna che ormai ha assunto dimensioni da evento di caratura nazionale, che per sette giorni (dal 30 settembre al 6 ottobre) accenderà i riflettori sul territorio provinciale di Forlì-Cesena, con tanti appuntamenti ed eventi di enorme interesse. Qui il sito internet della manifestazione, qui il programma degli incontri e qui un articolo riepilogativo

MARCIA DELLA PACE - Domenica ho partecipato alla Marcia della Pace Romagna. Un'esperienza bellissima (qui alcune foto). Una mobilitazione collettiva per ribadire i valori di pace, solidarietà, amicizia, che attengono non solo alle trattative diplomatiche tra gli Stati, ma anche e soprattutto alla qualità delle relazioni quotidiani tra le persone. Una mattinata piena e gioiosa, vissuta con il sorriso sulle labbra e la voglia di esserci, nonostante il maltempo (che ha "graziato" tutta la marcia senza quasi una goccia) e nonostante l'angoscia dei tempi che viviamo. È in periodi come questi che ci si accorge dell'importanza del condividere sentimenti ed esperienze, dell'importanza dello stare insieme. La relazioni sociali sono il patrimonio più importante di cui disponiamo.


Se ci sei, ci vediamo giovedì. Altrimenti alla prossima!

A presto,

Marco