Newsletter n. 26
18 dicembre 2013

Ci sono talmente tante cose di cui parlare in questo fine 2013 da rischiare di essere noiosi. Un rischio che corro volentieri, cercando di essere il più sintentico possibile. Intanto cominciamo con il darci appuntamento per vederci, rispondere a domande e fare il punto della situazione lunedì 23 dicembre alle ore 18 al Mega Forlì (corso della Repubblica, 144 - al piano "meno uno" della libreria). Qui il link alla pagina dell'evento.
Mi raccomando, ti aspetto, sarà anche l'occasione per farci gli auguri di buone feste!

LEGGE STABILITA'. In questi giorni siamo molto presi nell'attività parlamentare dalla discussione sulla legge di stabilità. Sono stati presentati migliaia di emendamenti, alcuni anche a firma del sottoscritto; ci sarebbe da scrivere un romanzo su come si svolge l'esame di questo provvedimento, sulle tecniche, sui blitz notturni. Rimando alla prossima newsletter per entrare più nel dettaglio dei contenuti della Legge di stabilità (che sono in continua evoluzione, minuto dopo minuto). Per ora mi limito a dire che ci sono alcuni interventi sicuramente importanti e significativi, anche se ammetto che dal Governo mi aspettavo più coraggio. Mi rispecchio quasi totalmente nell'editoriale di oggi (mercoledì 18 dicembre) del direttore del Sole 24 Ore, Roberto Napoletano. Puoi leggerlo qui. Serve più incisività, una scossa forte all'economia interna, altrimenti risalire la china sarà ancora più difficile. Qualche nostro emendamento può migliorarla, ma è la regia che deve correre più veloce. Mi auguro che "l'effetto primarie" e la netta vittoria di Renzi che hanno già ha mosso le acque sulla legge elettorale e sul finanziamento pubblico, aiuti anche a scuotere l'Esecutivo sui provvedimenti economici.
Di legge di stabilità ho parlato venerdì pomeriggio in piazza Saffi incontrando i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil che sabato a Roma hanno manifestato per chiedere più incisività alla legge di stabilità. Qualche risultato è stato ottenuto, ma attendiamo l'esito finale per un giudizio più complessivo.

NEWSLETTER ECNOMICA. Per chi fosse interessato, ho predisposto una newsletter periodica dedicata in maniera specifica ai temi che riguardano la mia Commissione, la Finanze. Si tratta di argomenti squisitamente economici e finanziari, con anche riferimenti a novità normative. E' un bollettino utile per chi è interessato alla materia. Se lo sei anche tu e vuoi ricevere queste informazioni, puoi scrivere a comunicazione@marcodimaio.info e ti aggiungerò ai destinatari di questa ulteriore newsletter.

FINANZIAMENTO PUBBLICO. Il Governo ha approvato un decreto per l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il testo annunciato dal premier Letta è quello che abbiamo approvato alla Camera qualche mese fa. Lo ha ripresentato sotto forma di decreto per accelerare i tempi di approvazione. Nel merito, si sostituisce il finanziamento pubblico con la contribuzione dei cittadini, attraverso il meccanismo del 2 per mille sulla dichiarazione dei redditi. Il sistema di contribuzione volontaria ai partiti politici prenderà avvio nel 2014, ma andrà a regime nel 2016. Qui, sul sito del Governo, più informazioni su quanto deciso dal consiglio dei ministri. Al momento non c'è un testo definitivo (e comunque il provvedimento non è ancora legge), se non quello approvato alla Camera, che trovi qui e che abbiamo votato in ottobre. Sicuramente ne riparleremo.

LEGGE ELETTORALE. Lentamente ma qualcosa si muove sul fronte della nuova legge elettorale. Dopo le primarie dell'8 dicembre, abbiamo chiesto formalmente al Senato di trasferire alla Camera la procedura per la nuova legge elettorale. Lo ha chiesto anche il segretario del PD, Matteo Renzi, nella prima riunione dei gruppi parlamentari che abbiamo fatto con lui. Così è stato e ora l'iter è alla Commissione Affari Costituzionali di Montecitorio. Alla Camera sarà meno difficile arrivare ad una approvazione, perchè i numeri e i rapporti di forza sono molto diversi rispetto al Senato.

FONDI EUROPEI. E' stato comunicato nei giorni scorsi che per il periodo 2014-2020, l'Italia avrà a disposizione 117 miliardi di euro di fondi europei (tra risorse dirette e in co-finanziamento). È una opportunità unica, che per essere colta ha bisogno che si presentino progetti consistenti, credibili e di "rete": per la Romagna è l'occasione per avviare su idee concrete quell'unità territoriale che ormai non si può più rinviare. Qui puoi trovare la bozza di Accordo di partenariato per la programmazione del nuovo ciclo di fondi, mentre qui la nota illustrativa del ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia. Un altro argomento di cui torneremo a parlare.

PIU' VIGILI DEL FUOCO. Venendo a temi locali, sono stato nei giorni scorsi in visita ufficiale presso il comando provinciale dei Vigili del fuoco a Forlì. Ho parlato con il comandante Luciano Buonpane, con alcuni operatori e ho poi visitato alcuni distaccamenti: quello di Cesena e quello di Bagno di Romagna. Stiamo lavorando per potenziare la presenza dei vigili del fuoco sul territorio provinciale e per capire da vicino ciò che serve è importante toccare con mano la situazione. Mi è capitato, ad esempio, di trovarmi nella sede di Cesena e improvvisamente vederla svuotarsi per una chiamata di emergenza che era arrivata. In quel momento nel caso di bisogno anche solo a 100 metri dalla sede, nessuno sarebbe potuto intervenire per la carenza di organico, se non attendendo l'arrivo di un supporto da Forlì, dunque con notevole ritardo. Inaccettabile. Siamo confidenti che buone notizie arriveranno presto.

SOLIDARIETA'. Ho fatto visita alla "Capanna di Betlemme" di Borgo Sisa: questo è il nome di tutte le case-famiglia gestite dall'associazione Papa Giovanni XXIII. La struttura di Borgo Sisa accoglie i senza-tetto, garantisce loro condizioni minime di vita e li aiuta a re-integrarsi nella società attraverso specifici programmi di recupero. Senza questa rete di volontariato sociale, il nostro territorio sarebbe infinitamente più povero. Parlando con Jonatha, il responsabile della struttura, mi sono reso conto ancora una volta del cuore, della passione e dello spirito interiore che anima queste iniziative e i loro volontari. Un patrimonio non quantificabile, dal valore inestimabile.
Sempre in tema di solidarietà, ho contribuito concretamente a costruire il "ponte" tra Forlì e Prizren (Kosovo) che ha coinvolto il liceo musicale di Forlì e un omologo istituto della cittadina kosovara. Un progetto (conclusosi con un bel concerto di giovani musicisti delle due città) che ha fatto conoscere ai ragazzi di entrambi i Paesi le rispettive realtà e portato un po' di sollievo agli amici di Prizren, che sicuramente vivono in condizioni meno agevoli delle nostre. Come ho detto alla promotrice, l'infaticabile Maria Teresa Indellicati, una esperienza che deve proseguire.

COSTRUTTORI DI SCUOLE. Abbiamo inaugurato assieme al sindaco Paolo Zoffoli e tantissime altre persone, due scuole in una sola mattinata a Forlimpopoli. E' successo venerdì scorso. Una è la nuova scuola dell'infanzia "Gianni Rodari" in via Levi Montalcini. L'altra è la rinnovata sede della scuola secondaria di 1° grado "Manlio Marinelli". Parlare con i ragazzi e i bambini, con le insegnanti, con i cittadini, con gli amministratori pubblici, mi ha dato la consapevolezza che si stesse facendo qualcosa di veramente importante, un vero e buon investimento per il futuro. E ho pensato che alla fine a costruire una scuola non sono solo i muratori che la erigono, ma soprattutto i ragazzi, gli insegnanti, il personale tecnico, i genitori, gli amminstratori pubblici: mi auguro davvero che l'inversione di rotta cominciata con il decreto del ministro Carrozza prosegua, sulla base dell'esempio virtuoso fornito da realtà come Forlimpopoli, riportando l'investimento sull'educazione e la formazione in cima alle priorità del Paese. In fondo è a scuola che si forgia la società del futuro, che si crea integrazione tra culture diverse, che si costruisce un Paese.

TANGENZIALE E SS67. E' stato aperto al traffico il 2° lotto della tangenziale di Forlì. Ho partecipato all'inaugurazione e appena è stato possibile ho percorso tutto il nuovo tratto di tangenziale, con particolare ammirazione per la poderosa "galleria Ravegnana" lunga oltre 900 metri che taglia sotto terra tutta la città, trasformando la viabilità forlivese. Spiace che nessuno dei 'big' di Anas e della Regione che sono intervenuti all'inaugurazione, abbia preso impegni sul finanziamento del 3° lotto (quello che da San Martino in Strada arriva all'ospedale, per il quale invece io ho presentato una interrogazione) e soprattutto sulla Ss67 (che come sai mi sta particolarmente a cuore e di cui mi sto occupando direttamente). Ai dirigenti di Anas lo abbiamo ricordato lo stesso e continueremo a farlo, perchè oltre alle città come Forlì bisogna dare risposte anche alla viabilità delle vallate.

INVESTIRE SUI GIOVANI: UN CASO ESEMPLARE. Lunedì mattina a Bologna, prima di ripartire per Roma, alla Fondazione Alma Mater abbiamo formalmente consegnato la "lettera di ingaggio" a 20 ragazzi, tutti under 30, neo-assunti in una importante azienda locale, la Horsa (settore informatico, oltre 400 dipendenti). Vengono assunti dopo 6 settimane di formazione intensiva svolta al Ceub di Bertinoro. È un caso esemplare di concreta collaborazione tra università, territorio e impresa; ma soprattutto è un reale e fattivo investimento sui giovani. Un modello da esportare. Alla faccia di quelli che (troppi) dicono che i giovani di oggi sono peggio di quelli di ieri. Non aggiungo altro perchè ci sarebbe molto da dire su questo e diventerei polemico...

PER KATIA. “Davide e Guido – Insieme – Fibrosi Cistica Trust Onlus” e Edizioni Fara, con il patrocinio del Comune di Forlì e il sostegno de il Corriere di Romagna, promuovono la prima edizione del concorso poetico “Katia Zattoni – Come farfalle diventeremo immensità”. Il concorso è dedicato a Katia, l'assessore comunale di Forlì che nei mesi scorsi ci ha lasciati dopo aver combattuto come un leone contro la fibrosi cistica. Un esempio di vitalità che rimarrà tale per sempre. Qui puoi scaricare il bando e le relative liberatorie: diffondi la notizia il più possibile. Il modo migliore per ricordarla credo sia dare seguito alle sue creazioni, alle sue opere e al suo impegno a favore della città, dei giovani e della cultura.

IL NUOVO PD. Alcune parole su quello che è accaduto nel PD a 10 giorni dall'elezione del nuovo segretario Matteo Renzi (qui puoi vedere una intervista che ho rilasciato dopo le primarie dell'8 dicembre a Class Cnbc). Domenica sono stato a Milano, assieme ad un bel gruppo di forlivesi, per la prima riunione della Assemblea nazionale (di cui faccio parte anche io dopo essere stato scelto direttamente dal nuovo segretario). Oltre alla proclamazione di Matteo Renzi, è stata la prima occasione per 'testare' il clima che si respira; devo dire, avendo partecipato a tutte le Assemblee nazionale del PD dal 2010 ad oggi, che davvero si è voltato pagina. Ora sta a noi cercare di dare concretezza a tutto il carico di aspettativa che le primarie hanno suscitato e tradurlo in decisioni utili per l'Italia, per le imprese e le persone.
Nel bell'intervento del segretario Matteo Renzi (che puoi rivedere e ascoltare qui) tanti spunti interessanti e il senso della "sfida" che abbiamo lanciato a Beppe Grillo per fare subito, insieme, una nuova legge elettorale, la trasformazione del Senato e la riduzione di un miliardo dei costi della politica. La risposta di Grillo è stata chiarissima: no.
E' stata anche eletta la nuova Direzione nazionale e per la prima volta ne fa parte anche il sindaco di Forlì, Roberto Balzani. Un fatto politicamente molto importante, merito del lavoro fatto in questi mesi e in questi anni.

ALCUNE BREVI NOTIZIE
Conglomerati finanziari - Sono stato nominato relatore, in Commissione Finanze, per lo 'schema di decreto' del Governo con cui si va a recepire una importante direttiva europea sui conglomerati finanziari. Materia complicata, ma stimolante. Per chi fosse interessato, qui il testo del provvedimento.

Fondi per il nevone -
Sono arrivati altri soldi, stanziati dall'Agenzia nazionale per la Protezione civile, per il risarcimento dei danni provocati dal Nevone del 2012. Cinque milioni di euro che la Regione Emilia-Romagna ora assegnerà per sostenere le spese di manutenzione e ricostruzione per chi era stato danneggiato da quell'evento eccezionale.

Terra del Sole - Fervono i preparativi per i 450 anni del borgo di Terra del Sole, che ricorrono nel 2014. Sabato scorso è stato presentato il programma; credo sia una straordinaria occasione per il territorio forlivese e la Romagna per far conoscere la nostra terra partendo dalla storia rinascimentale della cittadella medicea. Sensibilizzeremo anche il Governo a darci una mano in questa circostanza importante, ma in primo luogo deve essere il territorio a far propria questa sfida e giocarla al meglio.

Fondazione Carisp - Ho partecipato anche alla presentazione del programma per il 2014 della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, che quest'anno ha cambiato presidente con l'elezione di Roberto Pinza. Ancora una volta cifre importanti, con circa 10 milioni di euro di erogazioni che saranno investite sul territorio e l'impegno per la grande mostra ai Musei San Domenico che il prossimo anno sarà dedicata al Liberty. La collaborazione costruttiva tra la Fondazione e gli altri enti locali è più che mai un presupposto per realizzare progetti positivi per il territorio. 

Vai Matteo!
- Ho partecipato alla riunione annuale del "Vai Matteo! Fan club", il gruppo di tifosi (di cui faccio orgogliosamente parte) di Matteo Montaguti, ciclista professionista di Meldola, classe 1984, che milita nella famosa squadra 'pro Tour' AG2R. Matteo, oltre che un grandissmo amico, è un esempio di ciò che significa forza di volontà. Il ciclismo è uno sport di fatica vera e non si può arrivare a certi risultati se non con immensi sacrifici. Uno sport rovinato da alcuni disonesti che hanno baratro facendo uso di doping e macchiando indelebilmente questo sport; che però rimane, a mio parere, uno dei più avvincenti. Per 12 anni ho praticato ciclismo a livello agonistico e nonostante non abbia mai vinto neppure una gara, è stata una grandissima palestra di vita, di cui porterò i benefici per tutta la vita. L'ho detto anche ai giovani atleti della Sc Forlivese, che mi hanno invitato alla loro serata di fine anno, a cui ho partecipato con grandissimo piacere.

Mi fermo qui perchè son già stato fin troppo lungo. Ti ricordo l'appuntamento di lunedì 23 dicembre alle ore 18 al Mega a Forlì!

Un saluto,

Marco