Grazie. È la prima parola che mi viene spontaneo scrivere davanti alle centinaia di persone che sono arrivate a Forlì da molte parti della Romagna per partecipare all’evento di presentazione del mio bilancio annuale, che quest’anno ha avuto come ospite Carlo Calenda.
Grazie anche a tutti quelli che, purtroppo, non son potuti entrare o non hanno trovato posto; e a chi non ha potuto esserci fisicamente, ma era presente col cuore.
Questo evento è un’abitudine che si protrae da 6 anni: vedere così tante persone in una fase dal vento politico contrario riempie il cuore e genera fiducia, entusiasmo, voglia di battersi. A noi il compito di non disperdere questo patrimonio, organizzarlo, mobilitarlo.

Il segno che c’è una larga fetta di opinione pubblica che non condivide le scelte dell’attuale Governo nazionale. A noi il compito di non disperdere questo patrimonio, organizzarlo, mobilitarlo, andando oltre gli steccati tradizionali.

Categorie

Iscriviti alla Newsletter