Dopo una lunga maratona parlamentare, abbiamo finalmente approvato il decreto fiscale. Un provvedimento positivo per il Paese, che a differenza del precedente NON prevede alcun condono. Ci sono molte novità importanti, che saranno integrate da altri provvedimenti durante la discussione della legge di bilancio: dal rinvio del 730 a settembre alle nuove norme sul carcere per gli evasori che attenuano le pene per i reati meno gravi, dal taglio della ‘tampon tax’ al bonus Tari per le famiglie disagiate, dallo stop delle multe ai commercianti che non hanno il Pos alla classe di merito Rc auto familiare. E anche misure per il rimpatrio dei cervelli, premialità per le imprese che investono in sostenibilità, rifinanziamento del fondo per le vittime di amianto, la proroga delle quote rosa nei cda e nelle società controllate dallo Stato. Un passo in avanti per l’Italia.

La sintesi delle norme principali presenti nel Decreto fiscale 2019  

 – ARRIVA RC AUTO FAMILIARE Si potra’ beneficiare della fascia assicurativa piu’ bassa fra tutti i veicoli di proprieta’ del nucleo familiare ma a partire dal prossimo rinnovo dell’assicurazione.

– CARCERE AGLI EVASORI Attenuato rispetto al testo originario l’aumento delle pene detentive per i delitti di dichiarazione infedele e di omessa dichiarazione, non caratterizzati da condotte fraudolente, lasciando immutate le soglie di punibilita’ per i delitti di omesso versamento di ritenute e di Iva (150.000 e 250.000 euro). Resta confermata la pena massima di 8 anni per la dichiarazione fraudolenta. Viene inoltre limitata l’applicabilita’ della confisca per sproporzione ai reati tributari piu’ gravi.

APPALTI Si allenta la stretta sugli appalti. L’obbligo per il committente di versare tutte le ritenute fiscali operate dall’impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici (senza possibilita’ di utilizzare in compensazione proprie posizioni creditorie) scattera’ per le commesse superiori a 200.000 euro. Interessate dall’obbligo di attestazione le imprese ad alto impiego di manodopera che potranno certificare il versamento attraverso il modello F24. Esentate le imprese che non hanno pendenze col fisco per importi superiori a 50.000 euro e che risultino attive e in regola con gli obblighi dichiarativi da piu’ di tre anni.

– TAMPON TAX Arriva l’ok al taglio della cosiddetta tampon tax, l’Iva scende dal 22% al 5% ma solo sui prodotti compostabili, lavabili e sulle coppette mestruali. Il governo si e’ inoltre impegnato a intervenire totalmente a meta’ anno su una rimodulazione anche sugli altri prodotti per l’igiene femminile.

– BONUS TARI PER FAMIGLIE DISAGIATE Arriva il bonus Tari per le famiglie disagiate. Si prevede che i cittadini in condizioni economico-sociali disagiate accedano “a condizioni tariffarie agevolate” alla fornitura del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani. Sara’ l’Autorita’ di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) a definire le modalita’ attuative, stipulando un’apposita convenzione con l’Anci. Con lo stesso correttivo e’ fissato al 30 aprile di ogni anno il termine di approvazione delle tariffe Tari, svincolandolo dalla data di deliberazione del bilancio di previsione.  

– SEGGIOLINI ANTIABBANDONO Ok alla moratoria fino al 6 marzo 2020 per chi non ha installato i seggiolini antiabbandono in auto. Inoltre, lo stanziamento previsto nel 2020 per le agevolazioni sotto forma di credito di imposta sale da 1 a 5 milioni.

– LOTTERIA SCONTRINI RINVIATA A LUGLIO, NO MULTE La lotteria degli scontrini slitta dal 1 gennaio al 1 luglio e niente piu’ sanzioni per i commercianti che non si adeguano alle norme che potranno pero’ essere segnalati al portale lotteria per l’analisi del rischio evasione da parte dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di finanza. Non sara’ piu’ necessario il codice fiscale ma un ‘codice lotteria’ che sara’ individuato con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

– STOP MULTE A COMMERCIANTI SENZA POS Stop alle sanzioni per i commercianti che non hanno il Pos per i pagamenti con carte di credito/debito.

– 730 SLITTA A SETTEMBRE MA STOP A PLATEA PIU’ AMPIA Slitta dal 23 luglio al 30 settembre il termine per la presentazione del modello 730. Non e’ passato invece l’ampliamento della platea dei contribuenti che potranno utilizzare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi.

– 8XMILLE STATO, PRIORITA’ ALL’EDILIZIA Sostenere con una quota delle risorse dell’8 per mille destinato allo Stato, la ristrutturazione, il miglioramento, la messa in sicurezza, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico delle scuole dando priorita’ a questi interventi. Finanziamenti arriveranno anche da un’apposita sezione del ‘Fondo unico per l’edilizia scolastica’ con uno stanziamento di 5 milioni di euro per il 2019 e 10 milioni di euro annui dal 2020 al 2025.  

– MENO SANZIONI PER RITARDATARI IMU E TARI I contribuenti potranno regolarizzare spontaneamente la propria posizione con il fisco, godendo della riduzione delle sanzioni, anche nel caso di mancati pagamenti dei tributi locali come Tari e Imu. Il ravvedimento operoso, prima previsto per tributi erariali e doganali, viene esteso alla generalita’ dei tributi.

– E-FATTURE INTELLIGENCE ESCLUSE DA OBBLIGHI ARCHIVIO Le fatture elettroniche emesse ai Servizi segreti e al comparto dell’intelligence sono escluse dagli obblighi di memorizzazione, conservazione e consultazione, previsti per 8 anni, per evitare che la loro attivita’ sia monitorata.

SCONTRINO ELETTRONICO UNICO CON POS DAL 2021 Un solo scontrino elettronico per i pagamenti con carta. Dal 2021 i Pos potranno essere utilizzati come unico strumento sia per i pagamenti, elettronici e in contanti, che per la certificazione degli scontrini telematici.

– MUTUO ANCHE A CHI HA PERSO CASA Le banche dovranno concedere un mutuo fino a 100mila euro anche per chi ha perso la casa.

– IN ARRIVO ASSUNZIONI AGENZIE FISCALI E DOGANE In arrivo circa 500 nuove assunzioni per l’Agenzia delle Entrate e altre 300 per le Dogane per contrastare le frodi sulle accise e sui diritti doganali.

CREDITO IMPOSTA SU COMMISSIONI ANCHE PER PAGAMENTI CON SMARTPHONE Il credito d’imposta del 30% sulle commissioni addebitate ai commercianti per i pagamenti con carta sara’ riconosciuto anche per le transazioni con smartphone.  

– SALE INDENNITA’ MINIMA PER PICCOLI SINDACI Ok all’indennita’ minima per i sindaci dei Comuni fino a 3 mila abitanti che sale a 1.400 euro netti. I sindaci degli oltre 6 mila Comuni con meno di 3 mila abitanti oggi ricevono dai 1.290 ai 1.450 euro lordi al mese.

– IVA 4% SU AUTO ECOLOGICHE PER DISABILI Iva al 4% per l’acquisito di auto ibride ed elettriche da parte di persone con disabilita’.

– IVA AL 22% PER AUTOSCUOLE MA NON RETROATTIVA Via libera all’Iva al 22% per i corsi di scuola guida, ma senza effetto retroattivo.

– 180 MLN PER STRAORDINARI POLIZIA E VIGILI DEL FUOCO In arrivo 180 milioni di euro per pagare gli straordinari dei poliziotti e dei vigili del fuoco effettuati prima del 2019 e non ancora liquidati, in deroga alle norme vigenti. Nello specifico, 175 milioni di euro sono destinati al pagamento dei compensi per il lavoro straordinario delle forze di polizia e 5 milioni di euro al corpo nazionale dei vigili del fuoco.

– 460 MILIONI PER INVESTIMENTI SU RETE FERROVIARIA Per il 2019 e’ autorizzata la spesa di 460 milioni di euro per il finanziamento di investimenti infrastrutturali della rete ferroviaria nazionale.

– DAL 2026 STOP TRENI CON TOILETTE A SCARICO APERTO Progressiva sostituzione, fino alla definitiva eliminazione, dal 2026 dei treni in circolazione con toilette a scarico aperto.  

 – OK FONDO CONTROESODO IMPATRIATI Viene inoltre istituito un ‘Fondo Controesodo’ al ministero dell’Economia per far restare in Italia i cervelli in fuga. La misura anticipa l’effetto degli sgravi per i lavoratori impatriati previsti dal ‘Decreto Crescita’ alla data di introduzione del decreto, ovvero il 30 aprile 2019 anziche’ 1 gennaio 2020.

– OK PROROGA LEGGE QUOTE ROSA IN CDA Via libera alla proroga della legge sulle quota rosa nei cda e nei collegi sindacali delle societa’ quotate e controllate dallo Stato che prevede che almeno un terzo dei componenti appartenga al genere meno rappresentato. La norma porta inoltre da tre a sei mandati consecutivi l’obbligo di applicare tale criterio.  

– RILANCIO PIR, MENO PALETTI Via libera al rilancio dei Piani individuali di risparmio (Pir) eliminando alcuni paletti previsti dall’attuale normativa. Si favoriscono le piccole imprese prevedendo che almeno una quota del 5% del 30% destinato agli investimenti in economia reale dovra’ essere obbligatoriamente indirizzata verso le Pmi diverse da quelle inserite nell’indice Ftse Mib e Ftse Mid della Borsa italiana o indici equivalenti di altri mercati regolamentati. Si prevede inoltre che non si applichi il vincolo dell’unicita’ degli investimenti per cui le casse previdenziali e i fondi pensione potranno investire in piu’ piani di risparmio nel limite del 10% del loro patrimonio.

PROROGA COMPENSAZIONE DEBITI-CREDITI PA Riaperta per il 2019 e 2020 la compensazione dei crediti commerciali e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della pubblica amministrazione, con cartelle esattoriali affidate agli agenti della riscossione entro il 31 ottobre 2019.

COMPETENZA GDF PER CHIUSURE CASE DA GIOCO La chiusura delle case da gioco e’ di competenza solo della Guardia di finanza. La norma sopprime infatti le finalita’ dell’ordine pubblico attribuite alle questure in tema di chiusura delle case da gioco.

 – PER METE TURISTICHE TOP TASSA SOGGIORNO FINO A 10 EURO I Comuni che ogni anno registrano presenze oltre 20 volte il numero dei residenti potranno aumentare la tassa di soggiorno fino a 10 euro.

– STRETTA CONTRO EVASIONE BOLLO AUTO Per contrastare l’evasione del bollo auto, e in attesa dell’integrazione degli archivi, tutti i dati sulle tasse automobilistiche, gestiti da Agenzia delle Entrate, regioni e province autonome, saranno acquisiti anche dal Pubblico registro automobilistico (Pra) gestito dall’Aci.