Venerdì sera alla festa dell’Associazione Articolo 3, il deputato Marco Di Maio ha confermato il risultato ottenuto grazie all’impegno profuso in Commissione e grazie alla sollecitudine dell’Amministrazione comunale predappiese

Un problema irrisolto da oltre 60 anni che finalmente oggi trova uno sbocco positivo. E’ quello che riguarda la ex casa del fascio di Fiumana, nel corso degli anni divenuto punto di aggregazione fondamentale per tutta la frazione di Fiumana e non solo attraverso attività e associazioni che nel tempo si sono susseguite nella gestione dell’immobile; tuttavia la proprietà del bene, lo Stato, era fino ad oggi rimasta inflessibile all’utilità sociale di questo luogo, chiedendo canoni di affitto esosi per la sua fruizione o cifre proibitive per la vendita.

“Invece grazie ad un provvedimento contenuto nel “Decreto Fare” che abbiamo fortemente voluto come Commissione Finanze, anche contro le perplessità del Governo – ha annunciato venerdì sera il deputato forlivese Marco Di Maio intervenendo alla festa dell’associazione Articolo 3 di Fiumana, nata un anno fa proprio per consentire alla struttura di continuare a vivere – questo immobile diventerà gratuitamente di proprietà del Comune”.

E’ la norma che riguarda il cosiddetto “federalismo demaniale” che ha messo molte amministrazioni comunali, anche sul territorio forlivese, nelle condizioni di richiedere la titolarità di beni di proprietà dell’Agenzia del Demanio a titolo non oneroso. Una opzione che il Comune di Predappio e il suo sindaco, Giorgio Frassineti, hanno esercitato immediatamente acquisendo la proprietà di questo edificio che consentirà a Fiumana di riappropriarsi di uno spazio di aggregazione vitale per questa frazione e per l’intero comune di Predappio.

“Questo è un risultato concreto – ha aggiunto il giovane parlamentare – per ottenere il quale ci siamo profondamente battuti, in Commissione Finanze e nel rapporto con l’Agenzia del Demanio, perchè c’è un vasto patrimonio immobiliare pubblico che può essere destinato ad altri utilizzi. Il caso di Fiumana è emblematico, perchè qui grazie al dinamismo di ‘Articolo 3’, della sua presidente Elisa Fucci e dei circa 200 soci che vi hanno aderito e che animato questa realtà, ci sono le condizioni per liberare energie e sostenere attività ricreative, culturali e formative che vanno a beneficio dell’intera comunità locale”.

Soddisfatto anche il sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti. “Con questo risultato – ha detto – Fiumana torna a vivere e grazie ad un rapporto diretto col Comune, potremo fare di questo luogo anche un posto in cui trasferire pezzi dell’Amministrazione, per rendere ancora più integrato, efficiente e funzionale il nostro Comune. Ringrazio il nostro parlamentare di riferimento Marco Di Maio, che ha reso possibile questo risultato, ma soprattutto l’associazione ‘Articolo 3’ che con il propprio impegno ha mantenuto in vita questa struttura nonostante le infinite difficoltà, i problemi e le fatiche compiute per assicurare a Fiumana la vitalità che merita”.