I fondi che arriveranno (forse) nei piccoli comuni romagnoli saranno poco più che un contentino. In primo luogo sono soldi dati a pioggia e non sulla base di progetti; si dimentica, poi, che esiste una apposita legge per i piccoli comuni con cui potevano essere veicolati i fondi stanziati assegnandoli sulla base di bandi, qualità dei bilanci e virtuosità dei comuni. Si è preferito fare diversamente solo perchè quella legge è stata approvata dal precedente parlamento. E’ un’operazione di pura immagine, che purtroppo non avrà effetti. Lo dico in relazione all’annunciato stanziamento del ministero dell’Interno per 400 piccoli Comuni italiani e per quelli romagnoli.

Che sia una sola operazione di immagine, poi, lo dimostrano altri atti previsti nella legge di bilancio e in vigore dal 1° gennaio. La legge, infatti, blocca le assunzioni nella pubblica amministrazione (ma non quelle nei ministeri, chissà perché), anche quelle già previste, con un grave impatto soprattutto per i piccoli comuni che spesso hanno personale ridotto e insufficiente per riuscire a far fronte alle loro esigenze.

Si tagliano, poi, 100 milioni sul fondo Imu-Tasi, si obbligano le Amministrazioni ad accantonare complessivamente 400 milioni di euro e non si integrano i fondi previsti da riduzioni degli anni precedenti che scadevano proprio nel 2018 per un importo complessivo di 560 milioni. In totale ai Comuni si sottraggono 1 miliardo e 300 milioni di fondi. Infine, Lega e Movimento 5 stelle hanno bocciato persino un ordine del giorno che chiedeva al Governo un impegno a sostegno degli esercizi commerciali nei comuni montani e periferici.

Sorprende che ci siano parlamentari di maggioranza che affermino che “i tagli sono finiti”; i tagli purtroppo sono cominciati e le tasse si alzeranno: perché si è eliminato l’obbligo per i Comuni di NON alzare le aliquote locali, così che potranno far fronte alle minori risorse aumentando le tasse a danno di cittadini e imprese. Non è una opinione del sottoscritto, ma è tutto scritto nella legge di bilancio.

Categorie

Iscriviti alla Newsletter