Il 16 giugno non è un bel giorno per molti di noi, perchè è una di quelle giornate in cui si accumulano numerose scadenze fiscali. Quest’anno, però, ci sono 19 milioni di italiani che ne pagheranno di meno rispetto ad anno scorso. Sono i possessori di prime case che non pagheranno più Imu e Tasi (salvo gli immobili di lusso); sono gli agricoltori che non pagheranno più Imu e Irap; sono gli imprenditori che fino allo scorso anno pagavano l’Imu sui macchinari “imbullonati” e quest’anno non la pagheranno; sono le aziende che non pagheranno la quota lavoro dell’Irap.

La lista potrebbe continuare. Forse lo si dà per scontato perchè ormai il circo mediatico divora tutto nell’arco di poche ore, ma questo è un dato di fatto misurabile e positivo. Non ci si deve certo fermare qui e occorre andare avanti. Così faremo.