Il parlamentare forlivese rilancia l’appello del presidente del consiglio Matteo Renzi ai sindaci del territorio per segnalare una scuola il cui investimento verrà tenuto fuori dal computo del patto di stabilità interna.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha scritto a tutti i Sindaci italiani chiedendo di segnalare in una nota un edificio scolastico, presente nel proprio comune, che necessita di un intervento urgente la cui realizzazione sarà esclusa dai vincoli del patto di stabilità. “E’ un’opportunità inedita per i comuni italiani e di cui potranno beneficiare anche le Amministrazioni comunali del Comprensorio forlivese.” Lo afferma il deputato forlivese Marco Di Maio, spiegando che “questa iniziativa crea l’occasione di dimostrare che con impegno e azioni precise di semplificazione è possibile sbloccare le risorse necessarie per la messa in sicurezza di numerosi edifici scolastici presenti sul nostro territorio”. Il parlamentare forlivese ha rilanciato con una lettera indirizzata a tutti i sindaci del territorio l’importanza di questa occasione offerta dal nuovo Governo.

?Un elenco ufficiale delle scuole pericolose era già stato redatto nel 2010 mentre il decreto legge del Fare, del precedente Governo Letta, assegnava alle Regioni già i primi 150 milioni per interventi urgenti per la riqualificazione e la messa in sicurezza delle scuole statali (di cui nostro territorio ha già beneficiato grazie alla solerzia di Regione e Provincia).??

“La novità di questa proposta – spiega Di Maio – è quella di portare ad un coinvolgimento diretto dei Sindaci, da quelli dei comuni più grandi fino a quelli più piccoli, che hanno la possibilità di segnalare e di dare priorità diverse alle precedenti mappature effettuate e aggirare i vincoli di bilancio a beneficio della propria comunità, senza incorrere in sanzioni o penalizzazioni”.
?
I Sindaci avranno tempo fino al 15 marzo per trasmettere all’indirizzo mail sindaci@governo.it: l’indicazione della scuola, il valore dell’intervento, le modalità di finanziamento previste, la tempistica di realizzazione.