Un impegno concreto del Governo italiano in sede europea per sostenere l’occupazione giovanile. E’ quanto contenuto nella mozione presentata alla Camera dal deputato forlivese Marco Di Maio assieme a molti altri giovani parlamentari di tutti gli schieramenti (nessuno escluso, dal M5S al Pdl) in vista del prossimo Consiglio europeo del 27-28 giugno.

“L’obiettivo di questa mozione – afferma il 29enne deputato forlivese – è sostenere con forza l’impegno che il presidente del consiglio Enrico Letta si è più volte solennemente assunto di voler puntare i piedi sul sostegno europeo alle misure di contrasto alla disoccupazione giovanile, ormai una piaga non solo per l’Italia ma per tutto il continente. L’Europa non può essere solo rigore, deve essere anche opportunità. Per questo nel testo chiediamo vengano assunti impegni concreti per incentivare le assunzioni di giovani lavoratori, che si punti sulla formazione, sulle risorse che servono per finanziare la ripresa economica e occupazione di cui l’Italia ha disperato bisogno”.

La mozione chiede “ulteriori risorse nell’ambito del Fondo sociale europeo contro la disoccupazione giovanile nonchè per i fondi Eures e Erasmus e la possibilità di utilizzare già nel 2014 la quota parte per l’Italia dei complessivi 6 miliardi della Youth employment iniative”. “Soldi freschi che, se stanziati, avrebbero ricadute su tutti i territori, anche sul nostro”, conclude Marco Di Maio.