Meno vincoli per assunzioni personale sanitario (co. 270-bis)
Si prevede, per le Regioni virtuose, la riduzione del vincolo della spesa per il personale sanitario dello 0,1 per cento annuo.

Superticket sanitario (co. 449-450)
È istituito un Fondo per la riduzione della quota fissa di compartecipazione per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale (cosiddetto superticket), con una dotazione annua di 60 milioni di euro. Nel riparto del Fondo dovranno essere privilegiate le Regioni in cui siano state adottate iniziative intese ad ampliare il numero dei soggetti esentati dal pagamento della quota fissa di 10 euro ovvero in cui siano state introdotte misure alternative regionali di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie.

Nuove norme per payback (co. 249 e co. 251-bis-251-ter e co. 251-decies)
Si prevede che per i farmaci per la prima volta in ripiano1 si pagherà il 10% della variazione positiva fatturato. Si modificano inoltre le modalità per la detrazione dell’Iva da parte delle aziende farmaceutiche oggetto di provvedimenti di ripiano della spesa farmaceutica 2016.

Sperimentazione nuovi servizi farmacie (co. 251-bis – 251-quinquies)
Si avvia una sperimentazione in nove Regioni, per il triennio 2018-2020, per la remunerazione delle prestazioni e delle funzioni assistenziali delle farmacie pubbliche e private operanti in convenzione con il Servizio sanitario nazionale, nei limiti di 6 milioni per il 2018, di 12 milioni per il 2019 e di 18 milioni per il 2020. Si tratta di servizi quali, ad esempio, la prenotazione di prestazioni ambulatoriali in ospedali pubblici o l’erogazione di servizi di secondo livello rivolti ai singoli assistiti, esclusi i prelievi di sangue. Un decreto del Ministero della salute individuerà le nove Regioni, che saranno scelte tra quelle con popolazione residente superiore ai due milioni di abitanti e in modo da garantire una rappresentatività delle macro-aree geografiche Nord, Centro e Sud.

Partecipazione in start-up dell’Inail (co. 259-bis)
L’Inail, per quanto riguarda le proprie iniziative imprenditoriali, relativamente alle aree della protesica e della riabilitazione, dovrà valutare prioritariamente i progetti e le attività dei distretti produttivi e di ricerca correlati alle funzioni e competenze dei propri centri, protesici e riabilitativi, con particolare riferimento alle esigenze di sviluppo del polo integrato Inail Regione Calabria di Lamezia Terme.

Istituzione del Registro delle Dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) (co. 259-bis e 259-ter)
A seguito dell’approvazione della legge sul cosiddetto biotestamento, si istituisce, presso il Ministero della salute, una banca dati destinata alla registrazione delle DAT. Per l’attuazione della banca dati è autorizzata, per il 2018, la spesa di 2 milioni. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di bilancio, le modalità di registrazione delle DAT saranno definite da un decreto del Ministro della salute, previa intesa in sede di Conferenza Stato-regioni, acquisito il parere del Garante per la protezione dei dati personali.

Retribuzione dirigenza medica, sanitaria e veterinaria SSN (co. 261-bis)
Si stanziano risorse finalizzate ad aumentare, dal 2019, la retribuzione individuale di anzianità del personale della dirigenza medica, sanitaria e veterinaria del Servizio sanitario nazionale (30 milioni nel 2019, 35 milioni nel 2020, 40 milioni nel 2021, 43 milioni nel 2022, 55 milioni nel 2023, 68 milioni nel 2024, 80 milioni nel 2025 e 86 milioni a decorrere dal 2026).

Stabilizzazione ricercatori IRCCS e IZS (co. 261-bis – 261-quaterdecies)
La nuova norma prevede la creazione di un ruolo speciale nel quale vengono inseriti circa 3 mila persone tra ricercatori sanitari e personale di supporto presso gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico pubblici (IRCCS) e gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IZA). Per la stabilizzazione si prevede un percorso a tappe: un contratto a tempo determinato per i ricercatori e per le figure professionali di supporto della ricerca della durata di 5 anni, rinnovabili per altri 5 una sola volta, e successivo, possibile, passaggio a tempo indeterminato nel servizio sanitario. Nel frattempo sono prorogati i contratti in essere. Sono stanziate 19 milioni per 2018 , 50 milioni per il 2019 e 70 milioni per il 2020 e 90 milioni per 2021.

Istituzione del Fondo di assistenza ai bambini affetti da malattia oncologica (co. 207-bis)
Si istituisce il Fondo di assistenza ai bambini affetti da malattia oncologica per il triennio 2018-2020 con una dotazione annua di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019, e di 5 milioni per il 2020. Possono avere accesso al Fondo le associazioni che svolgono attività di assistenza psicologica, psico-sociologica, sanitaria per il bambino interessato e per la sua famiglia.

Centro nazionale sangue (co. 264-bis – 264-quater )
Al fine di garantire una maggiore sicurezza delle trasfusioni a livello nazionale il Centro nazionale sangue avrà il compito di verificare e controllare i processi produttivi attinenti le attività trasfusionali. A tal fine sono assegnati al Centro nazionale sangue (CSN) 1,5 milioni di euro annui a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Equa riparazione per i danneggiati da trasfusioni (co. 264-bis)
Fra i beneficiari dell’equa riparazione prevista per i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto, da somministrazione di emoderivati infetti o da vaccinazioni obbligatorie, sono inclusi anche i familiari dei deceduti danneggiati, anche se agiscono iure proprio, purché abbiano presentato, entro il 19 gennaio 2010, domanda per accedere alle procedure di transazione disciplinate dall’articolo 33 del D.L. n. 159/2007 e dall’articolo 2, comma 363 della legge n. 244/2007. Quest’ultimo contempla tra i destinatari delle disposizioni anche i soggetti affetti da sindrome da talidomide, determinata dalla somministrazione dell’omonimo farmaco, nelle forme dell’amelia, dell’emimelia, della focomelia e della macromelia.

Contributo Enpam dello 0,5% del fatturato per le società odontoiatriche (co. 265-bis)
Si prevede che le società operanti nel settore odontoiatrico versino un contributo pari allo 0,5 per cento del fatturato annuo alla gestione “Quota B” del Fondo di previdenza generale dell’Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (Enpam), entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello della chiusura dell’esercizio.

Assistenza sordi, Lega del filo d’oro, malattie del Pancreas (co.197, 197-bis e 207)
Un contributo di 1 milione di euro è previsto sia per l’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi (ENS) che per la Lega del filo d’oro; un ulteriore contributo 0,5 milioni è previsto a favore della Fondazione italiana per la ricerca sulle malattie del Pancreas-Onlus. Si incrementa, inoltre, di 250mila euro dal 2018 il contributo annuo riconosciuto alla sezione italiana dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità.

Federazione nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi (co. 215-bis e 215-ter)
Si prevede un contributo straordinario di 2,5 milioni per il 2019 alla Federazione nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi finalizzato alla realizzazione di un centro polifunzionale sperimentale di alta specializzazione per la ricerca volto all’integrazione sociale e scolastica dei ciechi con minorazioni plurime, e un contributo straordinario di 300.000 euro per il 2018 all’istituto nazionale di valutazione degli ausili e delle tecnologie al fine di realizzare idonee valutazioni dei dispositivi e dei ritrovati tecnologici destinati a ciechi e ipovedenti, con conseguente rilascio di “bollino di qualità”.

Talassemia (co. 263-264),
Si prevede l’istituzione, con decreto, della rete nazionale della talassemia e delle emoglobinopatie di cui fanno parte i centri di cura e le reti regionali già esistenti, e la definizione di linee guida specifiche per la corretta applicazione dei protocolli terapeutici e dei percorsi di assistenza. A tal fine sono stanziati 100.000 euro per ciascuno degli anni 2018-2020.

Amianto (co. 105 e 106).
Si prevede l’erogazione, anche per gli anni 2018, 2019 e 2020, della prestazione una tantum a favore dei malati di mesotelioma, già prevista fino al 2017, che ha determinato la somma da erogare in 5.600 euro per ciascun malato. La prestazione è prevista anche in favore degli eredi. Si incrementa, inoltre, il Fondo per le vittime dell’amianto di 27 milioni di euro, per ciascuno degli anni 2018, 2019, 2020 e si prevede che per il triennio considerato, non si applichi l’addizionale sui premi assicurativi a carico delle imprese relativamente ai settori delle attività lavorative che comportano l’esposizione all’amianto.

Autismo (co. 271-bis)
Si incrementa lo stanziamento del Fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

Categorie

Iscriviti alla Newsletter