Compensazione IVA animali vivi (co. 296)
In materia di fiscalità del settore agricolo, il provvedimento innalza le percentuali di compensazione IVA applicabili agli animali vivi della specie bovina e suina, rispettivamente, in misura non superiore al 7,7% e all’8% per ciascuna delle annualità 2018, 2019 e 2020.

Interventi per il settore avicolo (co.297-300)
Si istituisce il Fondo per l’emergenza avicola, con una dotazione di 15 milioni di euro per il 2018 e 5 milioni di euro per il 2019.

Nascono i distretti del cibo (co. 291)
Sono istituiti i distretti del cibo al fine di promuovere  lo sviluppo territoriale, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari.  Tra i distretti del cibo, per i quali è previsto un registro nazionale, rientrano anche i biodistretti e i distretti biologici, intesi come territori in cui sia stato stipulato e sottoscritto un protocollo per la diffusione del metodo biologico. Le nuova normativa  modifica la disciplina vigente dei distretti rurali e agroalimentari di qualità (d.lgs. n.?228 del 2001). Allo scopo di attivare investimenti privati è previsto uno stanziamento pari a 5 milioni di euro per l’anno 2018 e a 10 milioni di euro a decorrere dall’anno 2019.  Si prevede, nell’ambito della vendita diretta, la possibilità di vendere prodotti agricoli, anche manipolati o trasformati, già pronti per il consumo, direttamente dal produttore al consumatore (km zero), anche in forma itinerante (street food).

Contributo al Milan Center for food Law and Policy (co. 291-bis)
Si stanziano 500mila euro per ciascuna annualità 2018, 2019 e 2020 a favore del Milan Center for food Law and Policy al fine di potenziare le attività miranti alla realizzazione degli obiettivi che il nostro Paese di è impegnato a conseguire nel quadro dello sviluppo sostenibile e degli obiettivi dell’Agenda Onu 2030, nonché per la realizzazione di eventi ed iniziative ad essi collegati, a partire dalla candidatura italiana per COP 26/2020 ed in continuità con Expo 2015 e la Carta di Milano.

Settore enoturistico e apicoltura montana (co. 292-295 e co. 301)
Sono introdotte agevolazioni per il settore enoturistico e per l’apicoltura svolta in aree montane. All’attività enoturistica si estendono le disposizioni fiscali per l’attività di agriturismo.

Xylella fastidiosa (co. 72- 74)
Si prevede lo stanziamento di 2 milioni di euro per il 2019 e per il 2020 per finanziare i contratti di distretto per i territori danneggiati dal batterio della Xylella fastidiosa; il rifinanziamento del Fondo di solidarietà nazionale di 1 milione di euro per il 2018 e per il 2019 a favore delle imprese colpite dal batterio; il rifinanziamento di 1 milione di euro per gli anni 2018, 2019 e 2020 del Fondo per la competitività della filiera e il miglioramento della qualità dei prodotti cerealicoli e lattiero-caseari da destinare al reimpianto di piante tolleranti o resistenti alla Xylella fastidiosa nella zona infetta sottoposta a misure di contenimento del batterio.

Detraibili al 19% le assicurazioni contro le calamità naturali (co. 418-420)
Si rendono detraibili al 19% per cento dal 2018 i premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi su unità immobiliari ad uso abitativo; le stesse polizze sono interamente esentate dalla imposta sulle assicurazioni.

Istituzione del Fondo antibracconaggio ittico (co. 71-bis)
Si istituisce presso il Ministero della difesa il “Fondo antibracconaggio ittico” con una dotazione di 3 milioni di euro nel triennio 2018-2020 destinato a potenziare i controlli delle acque interne da parte del Comando unità per la tutela forestale ambientale e agroalimentare.

Incremento Fondo di solidarietà nazionale della pesca e dell’acquacoltura (co. 71-bis)
Si aumenta la dotazione finanziaria del Fondo di solidarietà nazionale della pesca e dell’acquacoltura di 1 milione per il 2019 al fine di poter completare le procedure di liquidazione dei danni subiti da imprese del settore della pesca e dell’acquacoltura già accertati alla data di entrata in vigore della legge di bilancio, derivanti da calamità naturali riconosciute.

Fondo per la gestione delle opere di protezione e gestione del fenomeno della subsidenza nei territori del Delta del Po (co. 74-bis)
Si istituisce, presso il Ministero delle politiche agricole, un Fondo per consentire la manutenzione straordinaria, nonché l’adeguamento delle opere pubbliche di rilevanza nazionale necessarie alla protezione dal fenomeno della subsidenza nei territori del Delta del Po e alla difesa dalle acque nei territori subsidenti ricompresi nelle province di Ferrara, Ravenna e Rovigo. Il Fondo ha una dotazione di 2 milioni di euro per l’anno 2018 e di 4 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2019 al 2024.

Misure in favore del settore zootecnico (co. 74-bis)
Si estendono al settore zootecnico le risorse del Fondo per la competitività della filiera e il miglioramento della qualità dei prodotti cerealicoli e lattiero caseari per interventi destinati alla zootecnia estensiva praticata nelle zone montane e, limitatamente ai comuni colpiti dal sisma del 2016 e 2017, nelle zone svantaggiate. A tal fine le risorse del Fondo sono aumentate di 10 milioni di euro, per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

10 milioni di euro per le imprese agrumicole (co. 74-bis)
Si istituisce un Fondo volto a favorire la qualità e la competitività delle produzioni delle imprese agrumicole e dell’intero comparto agrumicolo con una dotazione di 2 milioni di euro per l’anno 2018 e 4 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

Fondo bieticolo-saccarifero (co. 684-bis)
Quindici milioni di euro in tre anni per il Fondo per la razionalizzazione e la riconversione della produzione bieticolo-saccarifera.

Categorie

Iscriviti alla Newsletter