Grazie. Si è conclusa una mattinata storica per Forli e il suo comprensorio e non si può non esprimere gratitudine a chi l’ha voluta, organizzata, materialmente realizzata. La visita del presidente della Repubblica è da sola un fatto eccezionale; tanto più in momento delicato come quello attuale.

Poi le motivazioni: ricordare un grande italiano, il senatore Roberto Ruffilli, freddato dalle brigate rosse il 16 aprile dell’88 e visitare l’IRST di Meldola (anche per la posa della prima pietra della nuova farmacia oncologica), una perla del nostro sistema socio-sanitario di cui dobbiamo andare orgogliosi. Poter seguire ogni momento di questa giornata in rappresentanza della comunità che mi ha eletto, è stato un onore.

Voglio ringraziare tutte le persone che hanno reso possibili queste emozioni. A partire dal Comune di Forli e dal sindaco che ha inviato l’invito; la Fondazione Ruffilli e il suo presidente Pierangelo Schiera; la Fondazione Carisp; l’Irst e lo Ior. Un grazie e una menzione speciale per tutti i funzionari, dipendenti e collaboratori degli enti coinvolti; agli insegnanti e agli studenti delle scuole coinvolte; ai volontari delle associazioni di protezione civile e non solo; agli operatori delle forze di pubblica sicurezza.

Tutti insieme hanno lavorato all’organizzazione impeccabile di questo evento con un perfetto gioco di squadra. Una caratteristica ormai consolidata e distintiva delle nostre istituzioni locali.

Categorie

Iscriviti alla Newsletter