Le assunzioni a tempo indeterminato con gli sgravi contributivi della legge di stabilità sono state pari a 906.044 nei primi nove mesi del 2015. È quanto emerge dal rapporto sul precariato dell’Inps. In particolare, si tratta di 703.890 nuove assunzioni e di 202.154 trasformazioni di contratti a termine.Un’altra buona notizia in campo economico che non ci può appagare, ma che certamente ci stimola a continuare a lavorare al massimo e a guardare con un po’ più di fiducia al futuro. Importante confermare (anche se in misura ridotta) gli sgravi per le nuove assunzioni in legge di stabilità. Un altro indicatore positivo arriva dall’agenzia Moody’s, che ha alzato il giudizio sulle banche italiane tra “negativo” a “stabile”. Negli ultimi anni questo dato era sempre andato in calando.
> Il rapporto dell’Inps sul precariato