A cura dell’ufficio stampa

“Un testo tra i più avanzati a livello europeo, sicuramente a livello nazionale”. Così il deputato Marco Di Maio commenta l’approvazione definitiva della legge regionale sui rifiuti e per l’economia circolare. “Un testo importante – afferma – che recepisce temi e istanze su cui a Forlì lavoriamo da molto tempo; ricordo bene lo scetticismo generale in cui, qualche anno fa quando ero consigliere comunale a Forlì, si votò nell’assise cittadina una proposta di legge che oggi è parte integrante della legge regionale”.

“Il provvedimento fissa dei traguardi ambiziosi e stimolanti – aggiunge il deputato – peraltro in un momento in cui anche a livello internazionale la questione ambientale è diventata centro della discussione politica, stimolata anche dall’enciclica di Papa Francesco”. Gli obiettivi principali sono: riduzione della produzione procapite dei rifiuti urbani dal 20% al 25%, raccolta differenziata al 73%, 70% di riciclo di materia e un quantitativo di rifiuto urbano non inviato a riciclaggio inferiore ai 150 Kg procapite.

“Questa legge – sostiene Marco Di Maio – E’ la base per trasformare i rifiuti da problema a risorsa e costruire una nuova filiera produttiva. Un modello da provare ad esportare anche a livello nazionale, dove la strada da compiere è ancora lunga”.